Home > Sport > Valtiberina Tennis&Sport, tornano in campo i tennisti di Sansepolcro

Valtiberina Tennis&Sport, tornano in campo i tennisti di Sansepolcro

scritto da: Marcocavini | segnala un abuso

Valtiberina Tennis&Sport, tornano in campo i tennisti di Sansepolcro


Tornano in campo gli atleti del Valtiberina Tennis&Sport. Il circolo di Sansepolcro sta vivendo una graduale ripartenza dell’attività sportiva rivolta ad oltre duecento persone di diverse discipline e di tutte le età e, negli ultimi giorni, è tornato ad animarsi con la ripresa degli allenamenti individuali e con la riapertura dei corsi della scuola tennis fissata da lunedì 25 maggio. Il consiglio direttivo del circolo ha infatti attuato tutte le misure igienico-sanitarie previste dalle norme e dai protocolli federali, procedendo alla sanificazione degli ambienti del PalaPiccini e alla chiusura degli spogliatoi, oltre che alla riorganizzazione delle lezioni esclusivamente all’aperto e nel rispetto del distanziamento interpersonale di almeno due metri. «Il Valtiberina Tennis&Sport - spiega il presidente Carmelo Gambacorta, - ha predisposto tutte le accortezze necessarie per prevenire la diffusione del contagio da Coronavirus e per garantire la sicurezza di bambini, ragazzi, soci, tecnici e famiglie».

La ripresa sta riguardando tutte le diverse componenti del Valtiberina Tennis&Sport, con la possibilità per i soci di prenotare i campi, con la preparazione avanzata degli agonisti coordinata dalla maestra Elora Dabija e con gli allenamenti dei bambini della scuola-tennis in gruppi ristretti con i maestri Pino Salvi e Claudio Ceccomori. L’immediata ripartenza delle attività ha rappresentato fin da subito una priorità del circolo biturgense che ha messo in campo ogni sforzo organizzativo e logistico per permettere a tutti i suoi tennisti di tornare a condividere la loro passione e di rimettersi in movimento dopo una lunga pausa di oltre due mesi. In quest’ottica, i campi del PalaPiccini erano stati adeguati già dai primi giorni di maggio alle indicazioni previste dai protocolli, con l’obiettivo di farsi trovare pronti al momento dell’effettiva ripartenza. «Il nostro circolo - continua il presidente Gambacorta, - era pronto per riaccogliere i tennisti già dal 4 maggio in base ad un’Ordinanza Regionale che prevedeva la ripresa delle attività sportive individuali nel rispetto della distanza di sicurezza interpersonale e, dopo aver interpellato istituzioni e forze dell’ordine, avevamo già previsto il ritorno in campo. Avevamo ritenuto, infatti, che per la comunità locale il lento ritorno alla normalità in sicurezza e responsabilità avrebbe rappresentato un bel segnale di ottimismo dopo due mesi particolarmente difficili. Tutto questo non è stato però possibile a causa della difficoltà nell’interpretare in modo univoco le norme e della diversità di visioni da parte delle autorità locali. L’unico comportamento privo di controindicazioni è sembrato essere l’immobilismo e, pur non condividendo questo atteggiamento, ne abbiamo preso atto e abbiamo frenato la ripartenza in attesa di più rassicuranti disposizioni da parte degli enti preposti. Rimaniamo comunque orgogliosi degli sforzi messi in campo per far ripartire il tennis a Sansepolcro, incoraggiati anche dal forte consenso ed entusiasmo dei nostri soci e sostenitori».



Commenta l'articolo

 

Potrebbe anche interessarti

Storico traguardo per il Valtiberina Tennis&Sport che vola in serie C


Elora Dabija ha vinto l’Open di tennis di Sansepolcro


Il Valtiberina Tennis & Sport festeggia i dieci anni di attività


Tre squadre del Valtiberina Tennis&Sport debuttano in serie D


Angelini e Valois trionfano nel Master del Circuito delle Vallate Aretine


 

Se ritieni meritevole il nostro lavoro fai una donazione


Recenti

Stesso autore

Due mesi di spettacoli e di iniziative per “RaggioloEstate2021”

Due mesi di spettacoli e di iniziative per “RaggioloEstate2021”
Spettacoli di teatro e serate di musica, racconti per bambini e passeggiate nei boschi: Raggiolo si prepara ad ospitare un’estate ricca di iniziative per tutte le età. I mesi di agosto e settembre saranno scanditi dalla rassegna “RaggioloEstate2021” che, tra le antiche pietre del borgo casentinese e il verde della natura, si svilupperà attraverso un calendario di appuntamenti particolarmente (continua)

Un bilancio in attivo per le Farmacie Comunali di Arezzo

Un bilancio in attivo per le Farmacie Comunali di Arezzo
Un 2020 in attivo per le Farmacie Comunali di Arezzo. L’Azienda Farmaceutica Municipalizzata ha approvato e presentato il bilancio dello scorso anno che, caratterizzato dall’emergenza sanitaria, è stato scandito da un potenziamento dei servizi e dei progetti rivolti ai cittadini per consolidare le otto farmacie di città e frazioni come un presidio sanitario di prossimità e di supporto. Il Cov (continua)

Un’estate di teatro e cabaret con i Noidellescarpediverse

Un’estate di teatro e cabaret con i Noidellescarpediverse
Un’estate di teatro e cabaret con i Noidellescarpediverse. L’associazione culturale aretina presenta le date della rassegna “Ritorno al Fu-Tour” che, in programma tra il 21 luglio e il 19 settembre tra Arezzo e le vallate, si svilupperà attraverso quattordici appuntamenti rivolti ad un pubblico di tutte le età. Il tratto distintivo di questo ciclo di eventi sarà la varietà e la sperimentazion (continua)

Arte e disabilità: i ragazzi del Centro Helios protagonisti di un fotoromanzo

Arte e disabilità: i ragazzi del Centro Helios protagonisti di un fotoromanzo
Un fotoromanzo realizzato esclusivamente da ragazzi e adulti con disabilità. Il progetto è del centro diurno di aggregazione sociale Helios che ha coinvolto venti dei suoi utenti di ieri e di oggi in un laboratorio di teatro e fotografia che, partendo dall’unione di queste due forme artistiche e espressive, ha trovato compimento nella pubblicazione di un vero e proprio racconto sviluppato att (continua)

Sintra e Università di Torino insieme per formare nuovi professionisti digitali

Sintra e Università di Torino insieme per formare nuovi professionisti digitali
Una sinergia tra l’azienda aretina Sintra e l’Università degli Studi di Torino per formare nuovi professionisti del settore digitale. Queste due realtà hanno unito le rispettive competenze per condurre un doppio Master che ha coinvolto circa cinquanta ragazzi da tutta Italia a cui sono stati proposti progetti di studio e di ricerca volti a fornire le competenze per affrontare le più recenti s (continua)