Home > Arte e restauro > La pittura di Roberto Re diventa arte da indossare

La pittura di Roberto Re diventa arte da indossare

scritto da: Elenagolliniartblogger | segnala un abuso

La pittura di Roberto Re diventa arte da indossare


"Mi considero un artista, con l'unica differenza che le mie creazioni si indossano, non si appendono al muro” (Roberto Cavalli). “La moda è prima di tutto l'arte del cambiamento” (John Galliano). “Ciò che viene prima è la forma, poi la materia che esprime i volumi, la fluidità, il languore. Infine il colore come elemento finale fondamentale” (Pierre Cardin). Queste tre citazioni illustri di famosi stilisti di moda ben si conciliano e si accostano con le scelte artistiche di Roberto Re, che ha trasformato la sua pregnante pittura in una formula espressiva non convenzionale e si è volutamente distaccato dai cliché e dagli standard seriali, proprio come hanno fatto questi nomi di spicco dell'alta moda, per emergere e distinguersi nella loro peculiarità creativa sui generis. Di recente, Re ha scelto di ricondurre le sue opere pittoriche al concetto di arte da indossare, apportando un nuovo stimolante passaggio evolutivo e integrando la sua ricerca con soluzioni di interessante prospettiva. La Dott.ssa Elena Gollini, che gestisce e cura la comunicazione promozionale di Re ha spiegato: “Approvando in totus questa scelta di Roberto, abbiamo deciso di comune accordo di focalizzarci al meglio per dare il giusto risalto a queste soluzioni di arte da indossare, che vedono protagoniste alcune delle sue opere principali e di maggiore impatto scenico. Attualmente, Roberto è stato inserito dentro il mio blog www.elenagolliniartblogger.com oltre che nello spazio riservato agli artisti selezionati, anche in quello denominato -Moda ad arte- per avere una più efficace e funzionale diffusione di quelle, che possono essere considerate come opere d'arte da indossare e utilizzare in libertà. All'interno dello spazio dedicato e riservato a questo suo nuovo progetto in fase di lancio mediatico compare una photogallery di immagini, la biografia stile curriculum artistico e un'intervista di approfondimento, nella quale Roberto descrive le sue motivazioni e spiega le sue valutazioni sul rapporto tra arte e moda, che da sempre offre molteplici occasioni di espressione creativa e lancia un simbolico fil rouge di collegamento e di connessione tra questi due incisivi linguaggi di comunicazione e di condivisione. Anche Roberto sulla scia di questa lunga e prolifica tradizione ha legato la sua arte al concetto di moda ed è pronto a intraprendere un percorso di crescita costruttiva, rafforzando il suo merito e il suo valore”.


Fonte notizia: http://www.elenagolliniartblogger.com/roberto-re-arte-indossare/


roberto re | re | artista | arte | indossare | blu | moda | fashion | fashion week | elena gollini | gollini | art | blogger | blog | cavalli | cardin | galliano | borsa | mascherina | infradito | galleria | wikiarte | borse | telo | occhiali |



Commenta l'articolo

 

Potrebbe anche interessarti

Abiti formali da indossare Se siete un Wedding Guest


In libreria “Cinema e Pittura: condivisioni, presenze, contaminazioni” di Luc Vancheri edito da Negretto Editore


Il Sogno Verde sbarca a Napoli, 30 artisti nel rapporto uomo-natura tra due esclusive location


Massimo Paracchini e Francesco Leale alla Galleria Nelson Cornici


OLTRE IL TEMPO 2017 - XV Edizione


OLTRE IL TEMPO 2019 - XVII Edizione: l'Astrattismo e il Naturalismo della pittrice Maria Oliva Tulli


 

Se ritieni meritevole il nostro lavoro fai una donazione


Recenti

Stesso autore

Il marmo dai 1000 volti: cogito ergo sum

Il marmo dai 1000 volti: cogito ergo sum
Massimo come proprietario e possessore unico del blocco, si è messo davanti in prima persona e in prima linea, per ottenere l'ambito traguardo di fare conoscere il blocco prodigioso e consentire all'opinione pubblica di goderne appieno. Cogito ergo sum. Penso dunque sono è la famosa citazione dell'illustre maestro filosofo Cartesio tramandata secula seculorum. Questa frase si può ricondurre e ricollegare all'essenza sostanziale costitutiva del “Marmo dai 1000 volti” un blocco-capolavoro di eccelsa ed eccellente bellezza naturale, che ha origini dalla preziosa breccia medicea ed è stato scoperto nelle cave di Seravezza. Il b (continua)

Davide Romanò poeta-pittore dell'immagine e del colore

Davide Romanò poeta-pittore dell'immagine e del colore
 Davide Romanò è un artista-poeta, il pittore dell'immagine e del colore, del sentimento e del pathos, della vocazione-missione creativa portata avanti con la forza di un gladiatore combattente in mezzo all'arena, pronto a sfidare chiunque per ergere sempre più in alto il vessillo dell'arte. Romanò non ha bisogno di amplificare ed enfatizzare i motivi e i contenuti delle immagini evocate (continua)

Paolo Tocchini: nuova mostra online “Declinazioni figurali” curata da Elena Gollini

Paolo Tocchini: nuova mostra online “Declinazioni figurali” curata da Elena Gollini
L'artista figurativo Paolo Tocchini è in mostra online dal titolo “Declinazioni figurali” sulla nuova piattaforma web a cura della Dott.ssa Elena Gollini, che lo ha inserito anche all'interno del circuito degli artisti selezionati del suo blog www.elenagolliniartblogger.com. Nella mostra online Tocchini ha selezionato 20 opere di particolare rilevanza contenutistica, che offrono un vasto ra (continua)

Federico Colli: arte per emozionare e per emozionarsi

Federico Colli: arte per emozionare e per emozionarsi
Il figurativo pittorico declinato abilmente da Federico Colli denota una particolare e sfaccettata poetica retrospettiva a monte, che lo ispira, lo guida e lo accompagna nella ricerca e nella sperimentazione creativa, alimentando la fantasia e l'immaginazione e facendo affluire una sensibilità empatica e intuitiva, che lo rendono guizzante e frizzante. La Dott.ssa Elena Gollini ha dimostrat (continua)

Alessio Serpetti: la sua suggestiva arte pittorica in mostra online

Alessio Serpetti: la sua suggestiva arte pittorica in mostra online
L'eclettico artista Alessio Serpetti è presente nelle mostre online curate dalla Dott.ssa Elena Gollini, con un'esposizione dal titolo “Simbolismo visionario” che rispecchi perfettamente l'inclinazione allusiva e metaforica, che ne contraddistingue e ne caratterizza la portata espressiva e definisce il suo particolare linguaggio semantico di intensa pregnanza sostanziale. In mostra stile pho (continua)