Home > Cibo e Alimentazione > “Capolavori a Tavola”, il Casentino ospita il galà della cucina italiana

“Capolavori a Tavola”, il Casentino ospita il galà della cucina italiana

scritto da: Marcocavini | segnala un abuso

“Capolavori a Tavola”, il Casentino ospita il galà della cucina italiana


Una serata di gala per celebrare le eccellenze dell’enogastronomia italiana. Grandi chef stellati, produttori e artigiani del gusto da ogni zona della penisola torneranno a riunirsi in Casentino per la diciannovesima edizione di “Capolavori a Tavola” che, in programma dalle 19.30 di martedì 7 luglio, sarà eccezionalmente ospitata dalla discoteca River Piper di Castel San Niccolò. Gli ampi spazi all’aperto di questa struttura hanno permesso di prevedere l’organizzazione della manifestazione nel rispetto delle misure igienico-sanitarie per la prevenzione del contagio da Covid-19, dando seguito ad un progetto avviato nel lontano 2001 su idea del macellaio Simone Fracassi che si configura oggi come un appuntamento con pochi pari sul territorio nazionale.

“Capolavori a Tavola” proporrà un vero e proprio viaggio tra il meglio del buon mangiare italiano, a partire dall’aperitivo tra i prodotti più celebri di diverse tradizioni culinarie. Il cuore del galà sarà però rappresentato dai piatti di alcuni dei maggiori chef e professionisti del panorama nazionale, con un totale di dodici stelle Michelin che prepareranno e faranno assaggiare le loro più celebri ricette. Tra i protagonisti della serata rientrano la famiglia Cerea (tre stelle), Francesco Bracali (due stelle), Tommaso Arrigoni, Giuseppe Aversa, Cristina Bawerman, Giancarlo Morelli, Stelios Sakalis, Filippo Saporito e Marco Stabile (una stella), oltre a Filippo Baroni, Palmiro Bruschi, Alberto Degl’Innocenti, Sergio Dondoli, Roberto Panizza, Andrea Perini, Pierluigi Pollice, Paolo Sacchetti, Paolo Teverini, Pasquale Torrente, Emanuele Vallini e Silvana Vivoli. La conclusione, come tradizione, proporrà invece cocktail, gelati, cioccolate e pasticceria degli artigiani del gusto, mentre ad accompagnare ogni portata saranno champagne e spumanti, birre e vini anche del territorio aretino.

La serata di “Capolavori a Tavola” è motivata da una più alta finalità benefica, con il ricavato di questa edizione che verrà devoluto in sostegno a Ospedale e Protezione Civile del Casentino attraverso l’Associazione C3 - Centro Creativo Casentino Onlus di Bibbiena. Per partecipare all’evento è obbligatoria la prenotazione recandosi presso lo stesso C3, chiamando lo 0575/16.45.344, il 340/27.94.896 (Stefania), il 347/39.41.396 (Deborah) o il 335/34.31.86 (Simone), o compilando gli appositi form sui siti www.capolavoriatavola.com e www.centrocreativocasentino.it. «Il format di “Capolavori a Tavola” - spiega Fracassi, - abbina da sempre la grande cucina alla solidarietà e, quest’anno, ci sembrava doveroso destinare un aiuto a chi ha avuto un ruolo in prima linea nell’attuale periodo di emergenza sanitaria. Questa edizione dell’evento ha richiesto un enorme sforzo organizzativo legato alle misure per la prevenzione del contagio e, proprio per questo, ha un valore particolare perché rappresenta una delle prime occasioni per tornare a stare insieme e per riscoprire i piaceri legati alla ristorazione e ai suoi grandi protagonisti».



Commenta l'articolo

 

Potrebbe anche interessarti

Una parata di chef a Borgo Corsignano per “Capolavori a tavola”


“Capolavori a tavola”, in Casentino torna il galà della cucina italiana


Un convegno a Raggiolo per rilanciare la castanicoltura in Casentino


Beer Attraction e BBTech Expo 2019 al taglio del nastro


MUSICA LIRICA: SUONIAMO ITALIANO, I PRELUDI DEI GRANDI MAESTRI


 

Se ritieni meritevole il nostro lavoro fai una donazione


Recenti

Stesso autore

“Storie della volpe Caterina”, racconti itineranti tra i vicoli di Raggiolo

“Storie della volpe Caterina”, racconti itineranti tra i vicoli di Raggiolo
Fiabe e racconti itineranti nella magia notturna dei vicoli di Raggiolo. “Storie della volpe Caterina” è il nuovo spettacolo per bambini e per famiglie che permetterà di vivere e scoprire gli angoli più nascosti del piccolo borgo casentinese attraverso il teatro, con una doppia replica in programma alle 21.15 di domenica 16 agosto e di venerdì 21 agosto. L’iniziativa, a partecipazione gratuit (continua)

Il palazzetto del nuoto di Arezzo riapre i battenti

Il palazzetto del nuoto di Arezzo riapre i battenti
Il palazzetto del nuoto di Arezzo riapre i battenti. La data della ripartenza è fissata per lunedì 17 agosto con la riattivazione della segreteria per le informazioni, per le iscrizioni ai nuovi corsi e per la consegna dei voucher che permetteranno di recuperare le attività sospese lo scorso marzo a causa del Covid19. All’atto dell’iscrizione, infatti, potranno essere utilizzati i voucher per (continua)

Nulla osta per la riapertura del Centro Diurno della Casa Pia

Nulla osta per la riapertura del Centro Diurno della Casa Pia
Un progetto per la riapertura del Centro Diurno della Casa di Riposo “Fossombroni”. Lo storico istituto cittadino ha ricevuto dalla Asl Toscana Sud-Est il nulla osta per riattivare l’importante servizio semiresidenziale che garantisce un luogo di incontro e di socializzazione dove persone autosufficienti possono passare le loro giornate. Questo servizio, di titolarità del Comune di Arezzo e a (continua)

Un’escursione alla ricerca delle fabbriche di armi di Raggiolo

Un’escursione alla ricerca delle fabbriche di armi di Raggiolo
Alla scoperta di Raggiolo tra presente e passato. Il programma della rassegna “Raggiolo Estate 2020” prosegue con una doppia iniziativa che, nella sera di mercoledì 12 agosto e nella mattina di venerdì 14 agosto, permetterà di conoscere la ricchezza storica, architettonica, culturale e naturale del piccolo borgo casentinese attraverso visite guidate ed escursioni. Un appuntamento promosso (continua)

Un reading eroicomico sul Saracino a Casa Bruschi

Un reading eroicomico sul Saracino a Casa Bruschi
Un reading eroicomico sul Saracino. “Quando tre dame vinsero la Giostra” è il nome dell’appuntamento in programma alle 21.15 di giovedì 13 agosto che, ospitato dalla Casa Museo dell’Antiquariato Ivan Bruschi, rappresenterà un’occasione per ascoltare i versi in rima che il poeta Alberto Cavaliere dedicò alla rievocazione storica cittadina. La serata, promossa dalla Fondazione Ivan Bruschi ammi (continua)