Home > Altro > Vincitori e Finalisti del Concorso nazionale Poetry Collection 2020

Vincitori e Finalisti del Concorso nazionale Poetry Collection 2020

scritto da: Alessia Mocci | segnala un abuso

Vincitori e Finalisti del Concorso nazionale Poetry Collection 2020

La casa editrice Tomarchio Editore, dopo attenta lettura, ha decretato diciannove finalisti dai quali sono stati tratti i dieci vincitori.


Si è conclusa il 31 maggio 2020 a mezzanotte la possibilità di partecipare al primo Concorso nazionale di poesia della casa editrice Tomarchio Editore “Poetry Collection 2020”, in collaborazione con il portale web Oubliette Magazine e patrocinato dal Comune di Piedimonte Etneo.

Una competizione a suon di versi che ha visto 186 raccolte di poesie partecipanti per la sezioni A (adulti).

La casa editrice Tomarchio Editore, dopo attenta lettura, ha decretato diciannove finalisti dai quali sono stati tratti i dieci vincitori.

La sezione B (giovani) ha visto un numero ristretto di partecipanti per la difficoltà di raggiungere le scuole visto il particolare periodo pandemico che abbiamo attraversato, la casa editrice ha comunque deciso di premiare quattro valorose giovani autrici: Emanuela Ferrara, Marika Nistea, Ginevra Puccetti, Melissa Bove.

Il premio per entrambe le sezioni è la pubblicazione della raccolta partecipante in una prestigiosa antologia.

Il Concorso nazionale Poetry Collection vi dà appuntamento all’anno prossimo con la seconda edizione.

Sottostante vi presentiamo nominalmente i diciannove finalisti del Concorso, e successivamente i vincitori con una breve citazione ripresa dall’antologia che sarà pubblicata a fine luglio.

I vincitori e finalisti sono invitati alla presentazione ufficiale delle due antologie nel mese di agosto presso Piedimonte Etneo, ai piedi dell’Etna.

FINALISTI SEZIONE ADULTI

Alessandra Ferrari

Guido Burgio

Claudia Ruscitti

Carlo Zanutto

Lorenzo Spurio

Martino Dulio

Marika Addolorata Carolla

Antonella Vara

Filomena Gagliardi

Maria Fedele

Anna Maria Ferrari

Massimo Scotti

Christos Sakellaridis

Nunzio Orto

Sergio Borghi

Graziella Genovese

Francesco Ferro

Maria Greco

Antonio Pelliccia

VINCITORI SEZIONE ADULTI

Claudia Ruscitti con la raccolta “Fragmenta”

Come uccelli di passo,

ali inquiete su fuggenti acque,

inseguiamo evanescenti arcobaleni

miraggi di un celeste approdo,

dove ancorare le nostre speranze.

Dov’è la vela che naviga sicura?

 

Lorenzo Spurio con la raccolta “Ritornello con le fate”

“La sera che ritorna, flessuosa

e seria, come lucido stendardo,

-compunta- dopo il viaggio

avanza sulla scala delle onde.”

 

Antonella Vara con la raccolta “Estro… versi”

“Sei ancora nel mio tempo

oggi

come allora

passi vaganti nei riflessi

di cieli distanti

sospesi tra il buio e la luce…”

 

Massimo Scotti con la raccolta “L’alba dei giorni perduti”

“Forse verrà.

Forse è già stata.

Anche il sole

sembra diverso.

Solo l’uomo,

preso e

racchiuso

dentro il suo ego”

 

Filomena Gagliardi con la raccolta “Una strana primavera”

“Un gesto iniziatico

apparentemente semplice:

segna il nostro andare

la nostra conquista

dello spazio.”

 

Francesco Ferro con la raccolta “Ossuti tralci”

“Il sorriso di una stella

risuona per l’argilla cotta di Urbino

rimbalza, imprevedibile, per l’acciottolato

risale rapido le ardite salite di Raffaello

accarezza le dolci colline a pan di zucchero”

 

Marika Addolorata Carolla con la raccolta “Salvezza”

“Ti ho persa senza rendermene conto

so che un giorno tornerai…

Unico mio sollazzo è saperti al sicuro

Non così lontana da casa.”

 

Christos Sakellaridis con la raccolta “Breccia”

“la corona del mare

gioca con le flotte

di inutili cose

alghe come striscioni

rifiuti feriti

sfilacciate conchiglie

corde molate”

 

Maria Greco con la raccolta “Versi in libertà”

“Un bacio rubato

 Per la via degli Artisti,

 sotto il cielo di Roma.

Carezze e poi giocare all’amore.”

 

Guido Burgio con la raccolta “Ti darò un raggio di sogno”

“son la mia carriera...

un mucchietto di sogni che brillano

in una notte oscura

tra il non saper che fare

e la mente di tuo padre che muore”

 

VINCITRICI SEZIONE GIOVANI

Emanuela Ferrara con la raccolta “Ritratto d'amore e forza di un'adolescente”

“Le ore son state ideate

Per essere vissute,

Non per essere contate,

E con te io mi perdo

In ogni singolo secondo”

 

Marika Nistea con la raccolta “Paradiso oscuro”

“Mi hai mandato in confusione;

illusione del canto delle sirene:

le fiamme graffiavano e io incantata strillavo,

danzavo martire e mi hai lasciata ai fucili.”

 

Ginevra Puccetti con la raccolta “Piccolo florilegio”

“Noi siamo i pazzi

nell’angolo della piazza,

noi siamo i pazzi che si lasciano andare

perché han paura d’amare.”

 

Melissa Bove con la raccolta “Piccoli pensieri”

“-Cos’è un diamante bianco-?

Vedo Qualcosa splende nel cielo.

Frutta di notte tra un manto di stelle.

Fa pensare…”

 

I vincitori saranno contattati via e-mail.

Complimenti ai vincitori, finalisti e partecipanti!

I nuovi Contest sono online nella Categoria Attualità/Concorsi del Magazine.

 

Info

Sito Tomarchio Editore

https://www.tomarchioeditore.it/

Facebook Tomarchio Editore

https://www.facebook.com/Tomarchio-Editore-103044724670916/

Bando Poetry Collection 2020

https://oubliettemagazine.com/2020/03/23/poetry-collection-bando-di-partecipazione-al-primo-concorso-nazionale-della-casa-editrice-tomarchio-editore/

 


Fonte notizia: https://oubliettemagazine.com/2020/07/01/vincitori-e-finalisti-del-concorso-nazionale-poetry-collection-2020/


tomarchio editore |



Commenta l'articolo

 

Potrebbe anche interessarti

this speech collected Zi Zi students usually written down


La TOP cover dedica la cover ad Angela Ruggeri fotomodella, atleta professionista


Presentazione dell’antologia poetica Poetry Collection 2020: il 5 agosto a Piedimonte Etneo


Come costruire un funnel su Facebook efficace per il tuo eCommerce


CONCORSO INTERNAZIONALE DI POESIA "LA MIA TERRA


 

Se ritieni meritevole il nostro lavoro fai una donazione


Recenti

Stesso autore

Presentazione dell’antologia poetica Poetry Collection 2020: il 5 agosto a Piedimonte Etneo

Presentazione dell’antologia poetica Poetry Collection 2020: il 5 agosto a Piedimonte Etneo
Mercoledì 5 agosto alle ore 17:30 presso il Museo della Vite, in via Mazzini 5, a Piedimonte Etneo ci sarà la presentazione delle due antologie “Poetry Collection 2020” pubblicate dalla casa editrice Tomarchio Editore. L’evento è patrocinato dal Comune di Piedimonte Etneo e che vedrà la partecipazione, oltre all’editore Rosario Tomarchio, del vicesindaco Enrichetta Pollicina, dei consiglieri comunali Ivana Pollicina e Salvo Russo. “[…] la sabbia/ cammina senza sforzo/ volentieri ogni suo chicco/ rinasce estraneo// […]” – Christos Sakellaridis“Ora che tutto è chiaro/ anima ambulante/ naufraga nel mare inquieto,/ sospesa nel tempo e nello spazio/ con la voglia di fermarsi/ e dire basta,/ […]” – Antonella VaraMercoledì 5 agosto alle ore 17:30 presso il Museo della Vite, in via Mazzini 5, a Piedimonte Etneo ci sarà la pres (continua)

Intervista di Alessia Mocci ad Ernesto Venturini: vi presentiamo Il sale e gli alberi

Intervista di Alessia Mocci ad Ernesto Venturini: vi presentiamo Il sale e gli alberi
“Il sale e gli alberi” è un saggio sul processo di liberazione promosso nel campo della salute mentale in Italia e nel mondo con particolare attenzione per la lotta al manicomio e la deistituzionalizzazione; con postfazione della studiosa, storica, scrittrice e coordinatrice del Centro di servizi per il volontariato bolognese Cinzia Migani “Detestava i luoghi comuni, il pensiero fatto di stereotipe, d’ideologie, di falso cameratismo. Lui amava la dialettica, gli piaceva il confronto, persino il conflitto; ricercava le idee come risultato di uno scambio, non pretendeva l’originalità a tutti i costi, richiedeva, però, l’autenticità. “Sartraniamente” parlando, cercava l'essenzialità come derivato dall’esperienza.” – Ernesto Ventur (continua)

Intervista di Alessia Mocci al poeta russo Arsen Mirzaev: vi presentiamo Chiedo asilo poetico

Intervista di Alessia Mocci al poeta russo Arsen Mirzaev: vi presentiamo Chiedo asilo poetico
Nato a San Pietroburgo nel 1960, Arsen Mirzaev è poeta, critico e studioso di letteratura. All’attivo ha collaborazioni con diverse case editrici e riviste letterarie, con pubblicazioni di versi ed articoli. “[…] amo anche staccarmi – strapparmi da questa celebre “esistenza letteraria” verso la natura – nel bosco, sui monti, al mare, nel deserto.... “I poeti devono vagare e cantare!” – con questa affermazione di Velimir Chlebnikov sono d'accordo al 200 %.” – Arsen MirzaevIl vagare dei poeti non può che far ricordare quei celebri versi dello stimato Ugo Foscolo (“Vagar mi fai co' miei pensier su (continua)

Intervista di Alessia Mocci a Brina Maurer: vi presentiamo Vocabolari e altri vocabolari

Intervista di Alessia Mocci a Brina Maurer: vi presentiamo Vocabolari e altri vocabolari
Brina Maurer (pseudonimo di Claudia Manuela Turco) è nata il 15 dicembre 1970 e vive nella campagna friulana. Si è laureata in Lettere e Filosofia (Conservazione dei Beni Culturali) con lode, è stata giornalista pubblicista ed è poeta, romanziere, diarista, biografa e critico letterario. “Si dovrebbe smettere di chiamare “bestie” gli animali e “padroni” le loro umane metà. Non si è mai abbastanza sensibili e parlare è già un modo di agire. C’è da inorridire sfogliando i vocabolari, notando come certe definizioni offensive, attribuite a termini concernenti il mondo animale, siano ancora in circolazione.” – Brina Maurer Brina Maurer pone al lettore una riflessione importante (continua)

Intervista di Alessia Mocci ad Ilaria Grasso: vi presentiamo la raccolta Epica Quotidiana

Intervista di Alessia Mocci ad Ilaria Grasso: vi presentiamo la raccolta Epica Quotidiana
“Epica Quotidiana” è stato pubblicato nel 2020 da Macabor Editore nella collana “I fiori di Macabor”, con l’elaborazione grafica della copertina di Giorgio Ferrarini. La prefazione è stata curata dal poeta Aldo Nove. “Ad ora la poesia è una bomba disinnescata. Chi inviterebbe un poeta in un programma televisivo o lo inserirebbe in una organizzazione come fece Olivetti con Sinisgalli? Nella migliore delle ipotesi spesso vi si dà un ruolo consolatorio che però si rivolge comunque a pochi. Al poeta dunque non rimane che fare ciò che il giornalista non può o non vuole fare e cioè sollevare questioni. In altri (continua)