Home > Arte e restauro > Roberto Re, artista di ragione e di passione

Roberto Re, artista di ragione e di passione

scritto da: Elenagolliniartblogger | segnala un abuso

Roberto Re, artista di ragione e di passione


La ricerca artistica di sperimentazione procede incessante per il talentuoso ed eclettico Roberto Re, che sceglie l'arte non come auto celebrazione esibizionista, ma bensì come vocazione pura e incondizionata, con lo spirito di chi si cimenta con sentimento e pathos in un percorso che richiede grande impegno e grande dedizione e con l'intento di innescare e sviluppare una comunione e una comunanza intensa, profonda, autentica e duratura con lo spettatore. La Dott.ssa Elena Gollini nell'apprezzare le qualità salienti della coinvolgente impronta espressiva ha affermato: “Quando la vocazione chiama a gran voce dev'essere accolta e abbracciata e così ha fatto Roberto con slancio vibrante nell'intraprendere la sua strada creativa, dimostrando un virtuosismo davvero autorevole e delle credenziali ad alto livello. In particolare nella sua ricerca dedicata al colore blu, la scrupolosità meticolosa determina un equilibrio compositivo impeccabile. Il blu spiccatamente posto in primo piano e messo potentemente a risalto all'interno della parabola narrativa viene intrecciato in modo armonioso e non risulta mai fuori luogo come collocazione. Roberto è un attento conoscitore delle tecniche strumentali e accogliendo la storia pittorica europea si immette sulle orme di quei maestri di tendenza impressionista dell'arte occidentale, che considerano e concepiscono il colore come medium e strumento indispensabile e fondamentale dell'espressione stilistica e lo utilizzano proprio per dare un plus valore importante ai loro scenari visionari. Da Matisse passando per Munch e per Kandinskij si genera una simbolica sintonia elettiva alla quale anche Roberto prende parte nella sua concezione di fondo. L'esuberanza vitale e al contempo la suadente delicata profusione del blu attira da subito lo sguardo e lo convoglia dentro un turbinio magico di pensieri e di sensazioni. Le soluzioni pittoriche proposte appaiono assolutamente convincenti e conquistano da subito il placet di apprezzamento del fruitore. Eleggere il colore blu a vero e proprio codex comunicativo preferenziale significa innescare e alimentare un sistema e un registro linguistico autonomo e compiuto, dotato di una sua peculiare ed esclusiva fonetica, grammatica, sintassi, nonché di un lessico che si rende pienamente esaustivo e compenetrante. Per altro, il blu non cancella e non svilisce la composizione d'insieme e non risulta mai esageratamente predominante, ma si struttura e si distribuisce in modo ordinato, composto, garbato, relazionandosi alla perfezione con gli elementi e i componenti e innervando e sviluppando relazioni reciproche con esiti espressivi eccellenti e all'insegna di una magistrale piacevolezza d'insieme”.


Fonte notizia: http://www.elenagolliniartblogger.com/roberto-re/


roberto re | re | artista | artist | art | arte | blu | astratto | materico | opera | opere | parma | casaltone | elena gollini | gollini | studio del blu | mostra | exhibition | esposizione | artwork | pittura | pittore | quadro | quadri |



 

Potrebbe anche interessarti

Eni: specializzazioni professionali di Roberto Casula


Innovazione e valorizzazione del talento: il pensiero del manager di Eni Roberto Casula


Roberto Tomasi: la galleria Santa Lucia inaugura il nuovo corso “green e hi-tech” di Aspi


Intervista di Alessia Mocci a Roberto Lirussi ed al suo Dalla Svastica alla Bibbia


Livelli di gas flaring e prevenzione infortuni al centro dell’intervento di Roberto Casula a Parigi


Roberto Mazzei: la crescita professionale in ambito accademico e manageriale


 

Se ritieni meritevole il nostro lavoro fai una donazione


Recenti

Stesso autore

Grande consenso per la mostra pittorica di Daniel Mannini

Grande consenso per la mostra pittorica di Daniel Mannini
Ha riscosso un meritato consenso di approvazione la mostra pittorica con protagonista Daniel Mannini e la sua visionarietà informale, intrisa di vivace dinamismo creativo, allestita nel rinomato contesto della Biblioteca di San Casciano, nei pressi di Firenze. Stante il successo ottenuto, la mostra è stata anche prorogata di un'altra settimana rispetto alle tempistiche pattuite all'inizio (continua)

Paolo Tocchini: l'intensa ispirazione esistenziale alla base della sua cifra pittorica

Paolo Tocchini: l'intensa ispirazione esistenziale alla base della sua cifra pittorica
“Per meglio scandagliare a fondo la cifra pittorica, che appartiene al fare artistico di Paolo Tocchini ho voluto insieme a lui improntare un progetto mirato, congeniale per dare il giusto risalto al fattore di radice esistenziale ed esistenzialista, che è senza dubbio una componente distintiva di notevole pregio all'interno della sua formula espressiva figurale di impronta contemporanea”. (continua)

Paolo Tocchini: un progetto artistico che esalta la profonda ispirazione esistenziale

Paolo Tocchini: un progetto artistico che esalta la profonda ispirazione esistenziale
Volendo trarre e ricavare una serie di valutazioni e di considerazioni favorevolmente attinenti e pertinenti alla profonda visione esistenziale ravvisabile all'interno del corposo apparato compositivo alla base della pittura di Paolo Tocchini, la dottoressa Elena Gollini ha trovato una citazione illustre davvero molto calzante, sulla quale poter prendere spunto per intavolare e realizzare un a (continua)

Si conclude con meritato successo la mostra personale di Daniel Mannini

Si conclude con meritato successo la mostra personale di Daniel Mannini
Non poteva davvero augurarsi e sperare di ottenere esiti migliori per la sua mostra personale, il promettente e giovane pittore Daniel Mannini, che ha allestito una ricca e corposa produzione di opere presso la sede della Biblioteca di San Casciano in zona Firenze, riuscendo a realizzare e concretizzare un traguardo ad alto livello. Elogi e consensi di approvazione non si sono davvero fatti (continua)

Daniel Mannini: una pittura per celebrare l'esistenzialismo filosofico

Daniel Mannini: una pittura per celebrare l'esistenzialismo filosofico
Daniel Mannini è protagonista di un progetto artistico, che si trova collocato in modo permanente sul suo sito web danielmanniniart.it finalizzato a celebrare e omaggiare l'intero comparto della filosofia esistenziale e dell'esistenzialismo, attingendo in particolare da quanto dichiarato e proclamato dall'esimio maestro Albert Camus in una delle sue citazioni più famose “Imparavo finalment (continua)