Home > Spettacoli e TV > Il ritorno nelle librerie del regista Claudio Sestieri

Il ritorno nelle librerie del regista Claudio Sestieri

scritto da: PIERFRANCESCO CAMPANELLA | segnala un abuso

Il ritorno nelle librerie del regista Claudio Sestieri

Si intitola "L'aria di nuotare" il nuovo libro del bravo autore di "Chiamami Salomè" e "Seguimi"


Lunedì 12 ottobre alle ore 18, Claudio Sestieri presenta alla Libreria ELI di Roma il suo nuovo romanzo “L’aria di nuotare” ispirato a un film prodotto da Mario Gallo (Morte a Venezia, Il deserto dei tartari) che si sarebbe dovuto girare a Budapest alla fine degli anni ’90.Da un film non realizzato nasce dunque questa storia: Una donna a suo agio solo nell’acqua, un giovane custode notturno di un acquario, la lunga notte che cambierà il destino di entrambi.

Moderati da Patrizia Pistagnesi, oltre all’autore e all’editore Walter Raffaelli, interverranno Alberto Abruzzese e in collegamento dal Kenyon College-Ohio Simone Dubrovic, saggista autore della prefazione, mentre Pier Giorgio Bellocchio leggerà alcuni brani del racconto.

E’ la storia di una donna che non sta bene se non nell’acqua. Molto tempo prima, il nuoto ha condizionato la sua vita affettiva e l’ha aiutata a rinascere dopo un grave incidente. La normalità per lei, adesso, è nuotare. Ama essere sola perché allora il passato riemerge finalmente libero, si mischia con naturalezza al presente e i pensieri tornano a scorrere fluidi. Come l’acqua, appunto. Ed è, al tempo stesso, la storia di un ragazzo che, notte dopo notte, insegue una combinazione irripetibile, capace di cambiare la sua esistenza. Nelle sale deserte di un acquario, lui, giovane custode notturno, tende un filo, minuziosamente, misteriosamente, formando forse i nodi di un percorso il cui fine ignoriamo ancora del tutto. Sogna. Sogna di una donna che ha spesso osservato alla piscina, cercando di nascondersi nella sua scia, lasciando che il solo contato tra loro fosse quello dell’acqua scossa dai movimenti dei corpi. Sogna di lei, o la sogna. Proprio la notte del suo trentesimo compleanno, quando lei finalmente riesce a essere davvero sola in piscina, senza gli ostacoli che sono sempre stati intorno a loro, tra di loro. Lui, dunque, fa questo sogno. Lei lo realizza. Si incontrano, allora, si guardano, si parlano. si desiderano. Attraverso di lui, la donna scopre un tempo nuovo, diverso, capace di rimettere in discussione i suoi fantasmi, capace per la prima volta di modificarla. Quel che la donna sa è che uno sconosciuto ha spesso “abitato” i suoi sogni e che il giovane custode che ha spezzato la solitudine del suo spazio notturno potrebbe essere proprio quello sconosciuto. Quel che la donna ancora non sa è che…   

Claudio Sestieri è nato e lavora a Roma. Regista di cortometraggi, documentari, inchieste, docu-fiction, programmi tv, film per la tv e la sala. In particolare ha diretto quattro lungometraggi per il cinema: Dolce assenza (1986), in concorso a Locarno; Barocco (1991), Panorama italiano a Venezia; Chiamami Salomè (2008) in concorso al Il Cairo e Seguimi (2018) un mistery sul tema del doppio. E due lungometraggi per la tv (Rai Fiction): Infiltrato (1996) e La strada segreta (1999). Ha scritto col giornalista G. Fasanella e il senatore G. Pellegrino due libri inchiesta sulla storia segreta d’Italia: Segreto di Stato, la verità da Gladio al caso Moro (Einaudi, 2000) e Segreto di stato, verità e riconciliazione sugli anni di piombo (Sperling&Kupfer, 2008). Alla fine del 2010 ha pubblicato con Editori Riuniti il suo primo romanzo, Le seduzioni del destino, un giallo cinefilo sulle tracce di un mistero legato a Fritz Lang. 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

cultura | arte | letteratura |



Commenta l'articolo

 

Potrebbe anche interessarti

Librerie su misura Roma


Intervista di Alessia Mocci a Claudio Borghi: vi presentiamo il libro L’anima sinfonica


Intervista di Alessia Mocci a Claudio Alvigini: vi presentiamo il saggio “L’inconcepibile esercizio”


Tra Wikipedia e cellulari: l’emergenza lettura nell’intervista ad Andrea Mascetti (Cariplo)


“Claudio. Il primo imperatore gallico di Roma”, il saggio storico di Raffaele Bene


 

Se ritieni meritevole il nostro lavoro fai una donazione


Recenti

Stesso autore

Strepitosamente… flop di Pierfrancesco Campanella sul nuovo canale CG TV

Strepitosamente… flop di Pierfrancesco Campanella sul nuovo canale CG TV
La pellicola di culto del regista Campanella, fotografia della società di fine anni ottanta, non passa mai di moda! CG TV è un canale completamente nuovo e interamente dedicato al meglio del cinema italiano e internazionale, disponibile gratuitamente per tutti i possessori di una Smart TV Samsung, grazie all’applicazione Samsung TV Plus. L’applicazione Samsung TV Plus è disponibile su tutti i modelli di Smart TV Samsung prodotti a partire dal 2016. Samsung TV Plus offre agli s (continua)

Menzione speciale al "Castelli Romani Film Festival" per “La goccia maledetta”

Menzione speciale al
Il cortometraggio diretto da Emanuele Pecoraro, prodotto da Angelo Bassi e realizzato da Pierfrancesco Campanella, premiato al CROFFI. La prestigiosa rassegna, giunta alla quarta edizione nel 2020, con la direzione artistica di Antonio Flamini e la presidenza di Marco Di Stefano, a causa delle restrizioni da Covid 19, lo scorso ottobre non ha potuto organizzare la consueta serata di gala a Palazzo Chigi di Ariccia per le premiazioni . Visto il perdurare del periodo di “prudenza”, si è deciso di procedere alla consegna delle (continua)

“I love… Marco Ferreri” di Pierfrancesco Campanella finalmente on line sulla piattaforma CG Digital

“I love… Marco Ferreri” di Pierfrancesco Campanella finalmente on line sulla piattaforma CG Digital
È disponibile on demand, su piattaforma CG Digital (www.cgentertainment.it), I love... Marco Ferreri, ideato, diretto e realizzato da Pierfrancesco Campanella. Una indagine postuma, tra reale e surreale, sui mutamenti sociali degli ultimi anni, attraverso l’occhio di un artista fuori dal coro.  Ci si potrebbe chiedere se la cultura sia davvero finita e con essa lo spirito critico. La risposta, nonostante tutto, è negativa. Certe “esigenze” non moriranno mai, almeno finchè ci saranno cervelli pensanti e libertà di esporre le proprie idee. E il cinema può ancora essere un ottimo veicolo di divulgazione del bello, dell’arte e delle emozioni più profonde e sensibili dell’animo uma (continua)

La bellissima Nadia Bengala premiata alla manifestazione cinematografica di Siena

La bellissima Nadia Bengala premiata alla manifestazione cinematografica di Siena
L’attrice, ex Miss Italia, giudicata miglior attrice protagonista nella sezione cortometraggi per il noir La goccia maledetta di Emanuele Pecoraro Nadia Bengala smentisce l’italico pregiudizio che le donne troppo belle vengono snobbate dai critici e dagli addetti ai lavori più esigenti. Spesso le attrici meno avvenenti vengono considerate più brave, a prescindere, per un malinteso senso dei parametri di “valutazione artistica”.Il premio ricevuto da Nadia in occasione del recente Terra di Siena International Film Festival vale quindi an (continua)

Il momento “sì” del regista Pierfrancesco Campanella, tra “premi americani”, conferme e nuovi progetti

Il momento “sì” del regista Pierfrancesco Campanella, tra “premi americani”, conferme e nuovi progetti
Romano, ma di origini russo-pugliesi, noto per vere e proprie pellicole di culto come la commedia Strepitosamente… flop e i thriller Bugie rosse e Cattive inclinazioni è stato appena premiato a Los Angeles per il corto L’amante perfetta. Inoltre, tornerà presto sul set per dirigere un lungometraggio destinato alle sale. Pierfrancesco Campanella è un cineasta decisamente atipico nell’ambito del panorama italiano, un personaggio fuori dal coro, che sfugge a qualunque classificazione. Da anni porta avanti un suo personale percorso artistico con coerenza, senza farsi condizionare dalle regole del “sistema” e dalle logiche di mercato.E, senza scomporsi per i feroci attacchi di critici prevenuti che spesso non han (continua)