Home > Lavoro e Formazione > Smart working, consigli per allestire il tuo angolo di ufficio in casa

Smart working, consigli per allestire il tuo angolo di ufficio in casa

scritto da: Mediemagency | segnala un abuso

Smart working, consigli per allestire il tuo angolo di ufficio in casa

Per ricreare la giusta atmosfera professionale anche in casa, è necessario allestire una postazione (fissa o temporanea) di lavoro dove trovare il giusto equilibrio mentale per favorire la concentrazione e la creatività.


Lavorare da casa: why not? Se, solo fino a pochi mesi fa, appariva come un privilegio concesso a determinate categorie di professionisti o come l’innovativo benefit elargito da alcune multinazionali ai suoi dipendenti, oggi il cosiddetto “smart working” è un fenomeno ampiamente diffuso e accettato: basti pensare che, durante e dopo il lockdown, oltre 6 milioni di lavoratori hanno dovuto sperimentare questo nuovo modo di approcciare la professione a distanza dalla sede aziendale, che più che smart working dovrebbe essere definito come tele-lavoro.

Come ha rilevato l’Osservatorio Smart Working del Politecnico di Milano, la maggior parte dei lavoratori ha dichiarato di aver apprezzato i vantaggi del lavoro agile e di voler continuare a praticarlo anche a regime, a emergenza finita. A conquistare il campione intervistato, fattori come la crescita di autonomia e la possibilità di dimostrare con i risultati (anziché con le ore di lavoro) il proprio valore professionale.

Smart working: 3 consigli per organizzarti al meglio

È chiaro che, per ricreare la giusta atmosfera professionale anche in casa, è necessario allestire una postazione (fissa o temporanea) di lavoro dove trovare il giusto equilibrio mentale per favorire la concentrazione e la creatività. E proprio qui entra in gioco lo smart working arredamento.

Idealmente, la cosa migliore sarebbe allestire una propria postazione dedicata, che sia uno studio ricavato in una stanzetta o anche una semplice scrivania. Ove ciò non fosse possibile, si può sempre organizzare una postazione temporanea, ad esempio sul tavolo da pranzo, oppure utilizzare arredi salvaspazio come tavolini pieghevoli o cavalletti su cui riporre un piano.

Ecco il vademecum di Mediem Agency per predisporre al meglio il tuo arredamento da smart working.

1. Smart working: l'importanza dell'illuminazione

Sembra quasi un claim pubblicitario, ma per lavorare bene da casa devi trovare la giusta...illuminazione!

L’illuminazione è un aspetto fondamentale nel tuo mini ufficio domestico, sia per mantenere la concentrazione, sia per evitare di affaticare troppo la vista.

Oltre alla luce naturale, proveniente da finestre o balconi, da filtrare con una tenda bianca per ottenere un effetto diffuso, nel tuo angolo di lavoro dovresti dotarti di due punti luce: uno ambientale, ad esempio quello fornito dalle classiche lampade da soffitto; il secondo sarà invece una lampada da scrivania orientabile, necessaria soprattutto per retroilluminare il monitor del pc.

2. Smart working: l’importanza della sedia

Comodità ed ergonomia sono il focus di una buona sedia o poltrona per lo smart working. Le normali sedute non sono infatti l’ideale per stare tante ore davanti al pc. L’aspetto a cui dobbiamo prestare maggiore attenzione è infatti la postura: assicuratevi che la schiena non sia ricurva, che il collo sia ben disteso ma rilassato e che tra la spalla e il gomito si formi un angolo di 90 gradi.

Le poltrone da ufficio sono ormai disponibili in un design che ben si adatta anche agli ambienti domestici. In alternativa, si può ottimizzare la normale seduta con uno schienale ergonomico con supporto lombare, facilmente reperibile facendo una ricerca sul web.

Se poi vuoi davvero lavorare in tutta comodità, non puoi fare a meno di un piccolo poggiapiedi imbottito: ora puoi finalmente allungare e sgranchire le gambe!

3. Smart working: l'importanza di librerie e piante

Last but not least: niente come una biblioteca ordinata dà all’angolo ufficio di casa l’atmosfera professionale di cui necessita. Come scegliere quella giusta per te? Dipende dallo spazio che hai a disposizione, ma anche dallo stile della casa. La cosa importante è che la libreria sia funzionale allo scopo (permetterti di tenere in ordine e facilmente reperibili i tuoi documenti) e in armonia con l’interior design del tuo immobile.

Ecco infine il tocco in più per ottenere un mini ufficio in casa con effetto zen: alterna libri, riviste e piante da scrivania. Queste ultime sono molto importanti perché purificano l’aria e favoriscono la concentrazione e la serenità. Circondarti di piante verdi ti aiuterà a lavorare con meno stress!

smart working | arredamento | casa | lavoro agile |



Commenta l'articolo

 

Potrebbe anche interessarti

Smart Working: formare i lavoratori per tutelarne salute e sicurezza


Stress tecnologico e smart working: come affrontare la tecnologia?


Sicurezza sul lavoro e tecnologia: EuTecno e smart working


Videoconferenze: smart working, comunicazione in emergenza e HSE


Buona la prima per lo Smart Working Day Oltre i numeri, contenuti di valore. Dopo il successo di Milano si replica con l’appuntamento di settembre nella capitale.


 

Se ritieni meritevole il nostro lavoro fai una donazione


Recenti

Stesso autore

Rendi la tua casa più smart con il bonus domotica 2020

Rendi la tua casa più smart con il bonus domotica 2020
Il Bonus domotica 2020 prevede detrazioni fino al 65% per l'acquisto e l'installazione di dispositivi multimediali di building automation in casa. Vorresti trasformare la casa in un ambiente smart e tecnologicamente avanzato? Allora è il momento di cogliere le opportunità derivanti dal bonus domotica 2020.Il Decreto Rilancio, convertito in legge lo scorso luglio, ha confermato e prorogato le detrazioni e i bonus fiscali per la casa richiedibili entro la fine dell'anno in corso. Tra queste agevolazioni, rientra il cosiddetto bo (continua)

Bonus Casa 2020: rapida guida alle principali novità

Bonus Casa 2020: rapida guida alle principali novità
Rapida guida ai principali bonus fiscali per la casa richiedibili nel 2020. Il Decreto Rilancio prevede una serie di incentivi e opportunità fiscali per la ristrutturazione della casa: dalle facciate agli infissi, dai mobili agli elettrodomestici, passando per la riqualificazione energetica e gli interventi di adeguamento antisismico. In questa guida sul Bonus Casa 2020 faremo una rapida panoramica delle novità e delle occasioni da non perdere per ammodernare i vostri imm (continua)