Home > Arte e restauro > Kromya Art Gallery: nuova sede a Verona

Kromya Art Gallery: nuova sede a Verona

scritto da: CSArt | segnala un abuso

Kromya Art Gallery: nuova sede a Verona

Kromya Art Gallery di Lugano raddoppia e diventa internazionale.


In un momento storico particolarmente difficile, la Galleria sceglie di investire in arte e cultura, aprendo un nuovo spazio espositivo nel cuore di Verona (via Oberdan, 11c), a pochi passi dall’Arena e da Porta Borsari.

«L’apertura di una nuova sede a Verona – dichiara Tecla Riva, cofondatore di Kromya Art Gallery e direttore della sede di Lugano – rappresenta non solo una sfida, ma anche una preziosa opportunità, in una città di grande tradizione e storia, come lo è Verona, che va ad aggiungersi alla sede storica di Lugano».

A dirigere la sede di Verona sarà Riccardo Steccanella, gallerista da oltre dieci anni per passione personale e tradizione familiare, da sempre interessato alla valorizzazione dei giovani artisti e attento osservatore delle dinamiche del mercato.

Perché aprire una nuova galleria oggi? «Perché l’arte – spiega il gallerista – ha sempre aiutato l’uomo a superare i momenti di difficoltà, talvolta esplicitandoli visivamente, talvolta sublimandoli. Solo diventando testimoni di bellezza potremo ancora una volta traguardare le grandi difficoltà che la vita ci pone davanti».

Kromya Art Gallery ha inaugurato la sua sede a Lugano nel maggio 2018 grazie alla passione per l’arte e all’esperienza che accomuna Giorgio Ferrarin, Adriano Sala e Tecla Riva, i quali secondo le proprie competenze e peculiarità hanno contribuito alla concretizzazione dell’idea di Kromya. L’attività espositiva è distinta nelle sezioni denominate “Camere” e “•YOUNG”. La prima si focalizza sui maestri degli anni Sessanta, con particolare attenzione dedicata a Pittura Analitica e Optical Art, ma anche ad artisti già affermati, in modo da poter offrire una visione personale e completa sugli ultimi sviluppi dell’arte contemporanea. La seconda è rivolta a giovani artisti emergenti, affinché possano essere introdotti ad un pubblico dinamico ed esperto. Kromya ha già proposto nove mostre nella sezione “Camere”, inaugurando la galleria con “Le Geometrie della Luce”, la collettiva dedicata a tre grandi nomi dell’Op Art come Alberto Biasi, Hugo Demarco e Francisco Sobrino. La sezione “•YOUNG” ha visto il suo debutto nel maggio 2019 con la personale di Andreas Waldmeier, artista di Zurigo che ha trasformato la galleria in un ambiente pittorico complessivo. Oltre alla partecipazione a varie fiere d’arte nazionali ed internazionali, Kromya ospita inoltre eventi artistici e culturali come presentazioni di libri, interviste con gli artisti e incontri con organizzazioni no-profit.

Per contattare la sede di Verona: riccardo@kromyartgallery.com. Maggiori informazioni sull’attività espositiva di Kromya Art Gallery saranno presto disponibili agli indirizzi: www.kromyartgallery.com, www.instagram.com/kromya_art_gallery, www.facebook.com/Kromyartgallery.


Fonte notizia: http://www.kromyartgallery.com/


arte | galleria d arte | verona |



Commenta l'articolo

 

Potrebbe anche interessarti

Giorgio Griffa. Anni ’70 – 2000


Boiserie Genova


CONCORSO INTERNAZIONALE DI POESIA "LA MIA TERRA


Noi per Napoli Show in Tv, nuova brillante ed interessante puntata in onda


Su CityMilano.Com La Biografia Di Laura D’Amore


 

Se ritieni meritevole il nostro lavoro fai una donazione


Recenti

Stesso autore

Giorgio Griffa. Anni ’70 – 2000

Giorgio Griffa. Anni ’70 – 2000
La nuova sede di Kromya Art Gallery a Verona è aperta al pubblico per visite individuali. Nel rispetto del Dpcm del 3 novembre 2020, i collezionisti potranno accedere ai locali della galleria di via Oberdan n. 11c, a poca distanza dall’Arena e da Porta Borsari, per ammirare, fino al 12 dicembre 2020, le opere di Giorgio Griffa, uno dei principali esponenti italiani della ricerca pittorica internazionale. La nuova sede di Kromya Art Gallery a Verona è aperta al pubblico per visite individuali. Nel rispetto del Dpcm del 3 novembre 2020, i collezionisti potranno accedere ai locali della galleria di via Oberdan n. 11c, a poca distanza dall’Arena e da Porta Borsari, per ammirare, fino al 12 dicembre 2020, le opere di Giorgio Griffa, uno dei principali esponenti italiani della ricerca pittorica inte (continua)

Luminous phenomena: una nuova collana NFC Edizioni dedicata alla fotografia internazionale

Luminous phenomena: una nuova collana NFC Edizioni dedicata alla fotografia internazionale
NFC Edizioni di Rimini festeggia i dieci anni di attività con il lancio di una nuova collana dedicata alla fotografia internazionale: "Luminous phenomena". Il primo volume è dedicato a Lady Tarin, capace di tradurre in immagine le infinite sfumature dell'erotismo. Il libro è corredato dai testi critici di Nathalie Leleu e Denis Curti. NFC Edizioni di Rimini festeggia i dieci anni di attività con il lancio di una nuova collana dedicata alla fotografia internazionale: “Luminous phenomena”. Libri monografici che indagano il rapporto tra essere umano e corpo, tra corpo e spazio circostante, attraverso lo sguardo di fotografi affermati e giovani promesse. Non dei cataloghi d’arte, bensì dei racconti d’arte, nei quali ogni autore (continua)

Arteam Cup 2020

Arteam Cup 2020
Si terrà alla Fondazione Dino Zoli di Forlì, dal 24 ottobre al 5 dicembre 2020, la mostra dei 60 artisti finalisti ad Arteam Cup, il concorso ideato dall'Associazione Culturale Arteam di Albissola Marina (SV), giunto alla sesta edizione. Curata da Matteo Galbiati, Livia Savorelli e Nadia Stefanel, l'esposizione sarà aperta al pubblico sabato 24 ottobre dalle 16.00 alle 19.30. Necessaria la prenotazione. Si terrà alla Fondazione Dino Zoli di Forlì, dal 24 ottobre al 5 dicembre 2020, la mostra dei 60 artisti finalisti ad Arteam Cup, il concorso ideato dall’Associazione Culturale Arteam di Albissola Marina (SV), giunto alla sesta edizione. Curata da Matteo Galbiati,Livia Savorelli e Nadia Stefanel, l’esposizione sarà aperta al pubblico sabato 24 ottobre dalle 16.00 alle 19.30. Nel rispetto (continua)

Pieno, vuoto. Divergenze consonanti

Pieno, vuoto. Divergenze consonanti
In esposizione alla Galleria d'Arte 2000 & Novecento le opere di tre artisti che offrono un importante contributo alla contemporaneità espressiva: Marco Gastini, Giorgio Griffa, Nunzio La Galleria d’Arte 2000 & NOVECENTO di Reggio Emilia (Via Sessi 1/F) presenta, dal 24 ottobre 2020 al 24 gennaio 2021,la mostra “Pieno, vuoto. Divergenze consonanti” con opere di Marco Gastini, Giorgio Griffa e Nunzio. Tre artisti che offrono un importante contributo alla contemporaneità espressiva ed artistica, testimonianze di segni diversi, che ripercorrono la ricerca e la storia del (continua)

Ad integrum. 4 opere di Michelangelo Galliani alla Basilica di San Celso

Ad integrum. 4 opere di Michelangelo Galliani alla Basilica di San Celso
La Basilica di San Celso ospita, dal 23 ottobre al 19 novembre 2020, "Ad integrum", mostra personale dello scultore Michelangelo Galliani, a cura di Angela Madesani. Esposizione promossa da Cris Contini Contemporary ed organizzata da lartquotidien. La Basilica di San Celso a Milano ospita, dal 23 ottobre al 19 novembre 2020, Ad integrum, mostra personale dello scultore Michelangelo Galliani, a cura di Angela Madesani. Promossa dalla galleria Cris Contini Contemporary ed organizzata dall’associazione culturale lartquotidien in collaborazione con il Santuario di Santa Maria dei Miracoli presso San Celso, l’esposizione sarà inaugurata (continua)