Home > Arte e restauro > Kromya Art Gallery: nuova sede a Verona

Kromya Art Gallery: nuova sede a Verona

scritto da: CSArt | segnala un abuso

Kromya Art Gallery: nuova sede a Verona

Kromya Art Gallery di Lugano raddoppia e diventa internazionale.


In un momento storico particolarmente difficile, la Galleria sceglie di investire in arte e cultura, aprendo un nuovo spazio espositivo nel cuore di Verona (via Oberdan, 11c), a pochi passi dall’Arena e da Porta Borsari.

«L’apertura di una nuova sede a Verona – dichiara Tecla Riva, cofondatore di Kromya Art Gallery e direttore della sede di Lugano – rappresenta non solo una sfida, ma anche una preziosa opportunità, in una città di grande tradizione e storia, come lo è Verona, che va ad aggiungersi alla sede storica di Lugano».

A dirigere la sede di Verona sarà Riccardo Steccanella, gallerista da oltre dieci anni per passione personale e tradizione familiare, da sempre interessato alla valorizzazione dei giovani artisti e attento osservatore delle dinamiche del mercato.

Perché aprire una nuova galleria oggi? «Perché l’arte – spiega il gallerista – ha sempre aiutato l’uomo a superare i momenti di difficoltà, talvolta esplicitandoli visivamente, talvolta sublimandoli. Solo diventando testimoni di bellezza potremo ancora una volta traguardare le grandi difficoltà che la vita ci pone davanti».

Kromya Art Gallery ha inaugurato la sua sede a Lugano nel maggio 2018 grazie alla passione per l’arte e all’esperienza che accomuna Giorgio Ferrarin, Adriano Sala e Tecla Riva, i quali secondo le proprie competenze e peculiarità hanno contribuito alla concretizzazione dell’idea di Kromya. L’attività espositiva è distinta nelle sezioni denominate “Camere” e “•YOUNG”. La prima si focalizza sui maestri degli anni Sessanta, con particolare attenzione dedicata a Pittura Analitica e Optical Art, ma anche ad artisti già affermati, in modo da poter offrire una visione personale e completa sugli ultimi sviluppi dell’arte contemporanea. La seconda è rivolta a giovani artisti emergenti, affinché possano essere introdotti ad un pubblico dinamico ed esperto. Kromya ha già proposto nove mostre nella sezione “Camere”, inaugurando la galleria con “Le Geometrie della Luce”, la collettiva dedicata a tre grandi nomi dell’Op Art come Alberto Biasi, Hugo Demarco e Francisco Sobrino. La sezione “•YOUNG” ha visto il suo debutto nel maggio 2019 con la personale di Andreas Waldmeier, artista di Zurigo che ha trasformato la galleria in un ambiente pittorico complessivo. Oltre alla partecipazione a varie fiere d’arte nazionali ed internazionali, Kromya ospita inoltre eventi artistici e culturali come presentazioni di libri, interviste con gli artisti e incontri con organizzazioni no-profit.

Per contattare la sede di Verona: riccardo@kromyartgallery.com. Maggiori informazioni sull’attività espositiva di Kromya Art Gallery saranno presto disponibili agli indirizzi: www.kromyartgallery.com, www.instagram.com/kromya_art_gallery, www.facebook.com/Kromyartgallery.


Fonte notizia: http://www.kromyartgallery.com/


arte | galleria d arte | verona |



Commenta l'articolo

 

Potrebbe anche interessarti

Flavio Paolucci e Giovanni Frangi, Assoluto naturale


Indizi Contemporanei


Boiserie Genova


Giorgio Griffa. Anni ’70 – 2000


Noi per Napoli Show in Tv, nuova brillante ed interessante puntata in onda


 

Se ritieni meritevole il nostro lavoro fai una donazione


Recenti

Stesso autore

Antonella De Sarno. Artificialia

Antonella De Sarno. Artificialia
Mostra personale di Antonella De Sarno a Correggio in occasione della Giornata internazionale delle persone con disabilità Nella Sala dei Putti del Palazzo dei Principi di Correggio (RE) sarà allestita, dal 4 dicembre 2021 al 2 gennaio 2022, “Artificialia”, mostra personale dell’attrice-performer ed artista visiva Antonella De Sarno, nata in provincia di Modena ma da anni residente in Francia. Curata da Francesca Baboni e Stefano Taddei, l’esposizione sarà inaugurata sabato 4 dicembre alle ore 16.30. Saranno pre (continua)

Ligabue, la figura ritrovata: oltre 3.600 visitatori, 22 visite guidate, percorsi riservati ai ragazzi, plauso della Giunta regionale

Ligabue, la figura ritrovata: oltre 3.600 visitatori, 22 visite guidate, percorsi riservati ai ragazzi, plauso della Giunta regionale
Con 3.639 visitatori totali ed una media giornaliera di 64 accessi, si è conclusa con successo la mostra “Ligabue, la figura ritrovata. 11 artisti contemporanei a confronto”, promossa dal Comune di Gualtieri e dalla Fondazione Museo Antonio Ligabue negli spazi museali di Palazzo Bentivoglio. riservati ai ragazzi, plauso della Giunta regionale   Con 3.639 visitatori totali ed una media giornaliera di 64 accessi, si è conclusa con successo la mostra “Ligabue, la figura ritrovata. 11 artisti contemporanei a confronto”, promossa dal Comune di Gualtieri e dalla Fondazione Museo Antonio Ligabue negli spazi museali diPalazzo Bentivoglio. Nell’ambito dell’esposizione, curata da (continua)

Gino Di Frenna. I giardini di Canopo

Gino Di Frenna. I giardini di Canopo
Mostra dell'artista Gino di Frenna presso la Galleria 1.1_ZENONEcontemporanea di Reggio Emilia La Galleria 1.1_ZENONEcontemporanea di Reggio Emilia (Via San Zenone, 11) presenta, dal 20 novembre all’11 dicembre 2021, “I giardini di Canopo”, mostra personale di Gino Di Frenna, artista e presidente dell’Associazione culturale 8,75 Artecontemporanea, che tanto ha fatto per i giovani e l’arte a Reggio Emilia. «È questa la settantesima mostra di 1.1._ZENONEcontemporanea – scrive il cura (continua)

Transiti Second Step: 21.000 Euro raccolti per AMMP Onlus

Transiti Second Step: 21.000 Euro raccolti per AMMP Onlus
Oltre 20.000 Euro raccolti per AMMP Onlus in occasione della seconda tappa di “Transiti”, progetto benefico ideato e curato da Raffaella A. Caruso. Oltre 20.000 Euro raccolti per AMMP Onlus in occasione della seconda tappa di “Transiti”, progetto benefico ideato e curato da Raffaella A. Caruso. Dopo la mostra inaugurale all’interno di Palazzo Lascaris a Torino nel 2019, promossa dal Consiglio regionale del Piemonte e dall’Associazione Maria Madre della Provvidenza Onlus, “Transiti Second Step” è giunto a Santo Stefano Belbo (CN), osp (continua)

Massimiliano Galliani e Michelangelo Galliani. Hybris

Massimiliano Galliani e Michelangelo Galliani. Hybris
Massimiliano Galliani e Michelangelo Galliani Profeti in Patria a Montecchio Emilia con la mostra Hybris, a cura di Alberto Zanchetta A Montecchio Emilia (Re), dal 6 novembre 2021 al 27 marzo 2022 torna la rassegna “Profeti in patria – Cammini d’artista a Montecchio Emilia”, la cui sesta edizione sarà dedicata agli artisti Massimiliano Galliani e Michelangelo Galliani. Inaugurato nel 2015 e sostenuto nel 2021 anche dal contributo della Regione Emilia Romagna, il progetto “Profeti in Patria” è stato fortemente voluto dal (continua)