Home > Cibo e Alimentazione > Il Danubio compie un secolo ma non li dimostra !

Il Danubio compie un secolo ma non li dimostra !

scritto da: Harry di Prisco | segnala un abuso

Il Danubio compie un secolo ma non li dimostra !

Il Mulino Caputo a difesa delle tradizioni partenopee lancia un contest per la propria ricetta del Danubio


Parte da Napoli, e non poteva essere altrimenti, la celebrazione della ricorrenza di un dolce-rustico che compie 100 anni. L’idea è di Antimo Caputo, Ad del noto mulino di Napoli:  «Abbiamo ideato un contest  rivolto a chi ama cucinare e preparare bontà. Noi del Mulino Caputo siamo molto attenti alle nostre tradizioni e al lavoro degli artigiani che, da sempre, hanno profuso energie e idee per creare prodotti tipici. Quella del Danubio è la rivisitazione di una specialità d’oltralpe, diventata squisitamente napoletana e da qui diffusa in tutt’Italia, grazie alla tipica esuberanza della creatività partenopea»  ha dichiarato Antimo Caputo. Quest’anno si è deciso di ricordare tutti assieme il Danubio, perché vantare cent’anni ininterrotti di apprezzamenti non è da tutti. Dolce o salato, il Danubio a Napoli è un’istituzione: non c’è festa, rinfresco o buffet che non lo preveda. Per celebrare il centenario, Mulino Caputo lancia un social contest rivolto a quanti siano appassionati di impasti, lievitazioni e arte bianca. Un contest ma anche un riconoscimento a quel pasticcere, Giovanni Scaturchio, calabrese di nascita, napoletano di adozione, che sposò una signora nativa di Salisburgo. Fu proprio lei a portare in dote la ricetta di un dolce boemo: il Buchteln, molto diffuso nella cucina austriaca e in quella ungherese. Così, quando Scaturchio aprì la sua pasticceria a Napoli nel 1920, lanciò le “Brioscine del Danubio”, con il tempo chiamate solo “Danubio”.

La storia della cucina napoletana è ricca di revisioni, riletture e reinterpretazioni di ricette arrivate, nel tempo, da tutte le parti del mondo. E il Danubio non fa eccezione: in città, accanto alla versione dolce,  si sono imposti ripieni rustici, che prevedono la presenza di formaggio, salame e prosciutto, e che riscuotono grande apprezzamento.

Voi quale preferite? Quella dolce o quella salata? E qual è la vostra ricetta? Per partecipare al contest basterà pubblicare una foto della vostra versione del Danubio, degli ingredienti utilizzati e la relativa ricetta utilizzando l’hashtag #danubio100 e #mulinocaputo. Fino al 20 novembre sarete in primo piano sui canali social del Mulino di Napoli.

 

H  di  P

 

 

Mulino Caputo |



Commenta l'articolo

 

Potrebbe anche interessarti

Icona di bellezza e sensualità, Francesca Dellera si racconta in un’intervista


Top 10 agoda.it dei migliori hotel con Spa in Ungheria


“Vienna 2019: sei tu il protagonista”


La gloria nel vangelo di Giovanni


Casamarciano VII Edizione “Scenari Casamarciano”. Il trionfo della “Ballata Napoletana per Topi e Bambini" con il “nuovo teatro Sanità”. Domenica 9 Settembre Gran Gala. (Scritto da Antonio Castaldo)


Monsignor Gianni Carrù l'Annunciazione un faccia a faccia che squarcia le tenebre


 

Se ritieni meritevole il nostro lavoro fai una donazione


Recenti

Stesso autore

Record di ascolti per gli Chef Alessandro Borghese e Enrico Schettino su Sky Uno e NOW TV

Record di ascolti per gli Chef Alessandro Borghese e Enrico Schettino su Sky Uno e NOW TV
I Sushi on line dal Sol Levante direttamente nelle nostre case "Il Gruppo Giappo Italia è passato dalle 50 richieste di franchising l’anno alle 20 al mese segno che chi investe sta cominciando a capire il valore di questa tradizione gastronomica" “Alessandro Borghese Kitchen Sound” è il programma televisivo di cucina più originale e musicale  mai ideato. Lo Chef  Borghese presenta a ritmo di musica, ogni giorno, piatti succulenti e ne spieg (continua)

Pola una città per tutte le stagioni

Pola una città per tutte le stagioni
Il caldo inverno di Pola e della riviera meridionale istriana di Medolino Una destinazione turistica storico-culturale di successo per il turismo invernale “Non riempire di giorni la tua vita, riempi di vita i tuoi giorni” questo il motto dell’Ente Nazionale Croato per il Turismo, in questo tempo sospeso, chiusi in casa ma aperti con la mente al nostro futuro abbiamo più tempo per riflettere e riorganizzarci, la Cultura ci salverà. Appena sarà possibile un via (continua)

Il Kibbutz per una vacanza diversa in Israele a costo contenuto e per fare un’esperienza diversa

Il Kibbutz per una vacanza diversa in Israele a costo contenuto e per fare un’esperienza diversa
Tutti hanno un comun denominatore: la condivisione, in tutti si può trascorrere una vacanza Nel Paese ce ne sono di vario tipo, quelli sul mare, oppure in mezzo al deserto, o vicino alle città. Ogni kibbutz è diverso dall’altro. La scelta è pertanto varia, fra quelli di lusso a quelli più semplici. Alla scoperta di una forma di società tipicamente israeliana, fondata su uguaglianza e condivisione.Un viaggio in Israele consentirà di  andare alla scoperta dei Kibbutz per  un (continua)

Le perle della catena CDSHotels per ritemprare il corpo e lo spirito

Le perle della catena CDSHotels per ritemprare il corpo e lo spirito
In primavera si aggiungono due nuove strutture Non manca molto alla primavera, ed ecco  l’aprile 2021 in cui verrà aperto  il nuovo Hotel della catena  CDSHotels, il  Porto Giardino a Monopoli, affacciato sul mare e ideale per i congressi, gli eventi con spazi dedicati alle famiglie, alle coppie e con diversi ristoranti tematici. Vicinissimo agli aeroporti di Bari e di Brindisi. A Maggio prossimo  è attesa l’aper (continua)

Natale si avvicina.. è il momento di pensare ai regali di Agrinsalento

Natale si avvicina.. è il momento di pensare ai regali  di Agrinsalento
Il gusto del Salento per augurare tanta buona salute Regali golosi da essere stati scelti anche per farne bomboniere ? Perché no, morbidi e gustosi paté di verdure, conserve di cime di rape già pronte con cui poter condire le mitiche orecchiette pugliesi, orecchiette tradizionali e innovative come quelle alla curcuma e poi… i vini, come il primitivo di Manduria, 3 cuori, sempre più apprezzato dai sommelier  e dagli intenditori italiani e (continua)