Home > Auto e Moto > Test Driver per la Stampa in Sabina Honda Xadv 2021 ha fatto Centro!

Test Driver per la Stampa in Sabina Honda Xadv 2021 ha fatto Centro!

scritto da: Webtvstudios | segnala un abuso

Test Driver per la Stampa in Sabina Honda Xadv 2021 ha fatto Centro!

Il nuovo Honda X-ADV, che per il 2021 si presenta con motore più potente, rapporti del cambio ottimizzati e telaio ridisegnato. Ecco le prime impressioni di guida, con i pregi e i difetti, del maxi scooter di Tokyo dall’indole off road


Ha dato vita alla sintesi geniale tra lo stile di un SUV e la praticità di un maxi‑scooter ma con tutte le qualità dinamiche della moto. Per il 2021 il rivoluzionario Honda XADV 2021 riceve profondi aggiornamenti: il motore ha più potenza e più coppia, il limitatore è fissato a un regime superiore, i rapporti del cambio sono stati ottimizzati per enfatizzare accelerazione e ripresa senza incidere sui consumi, inoltre il comando del gas è ora di tipo Throttle By Wire, con cinque Riding Mode e controllo di trazione a quattro livelli. Il telaio è invariato nel layout ma è stato ridisegnato nella struttura, più leggera. Il design, immediatamente riconoscibile, è ora più sofisticato e la sella è sagomata per facilitare l’appoggio dei piedi a terra. Il vano sottosella è più grande ed ospita una presa di ricarica USB‑C mentre nella parte anteriore dello scudo c’è un nuovo vano portaoggetti con serratura. L’illuminazione è full‑LED e presenta ora il gruppo ottico anteriore con luci DRL (Daytime Running Lights) mentre il nuovo display TFT da 5 pollici offre la connettività dello smartphone tramite il nuovo Honda Smartphone Voice Control System.

 

 

Nella lunga storia di Honda, costellata di pietre miliari dal punto di vista ingegneristico e del

design, un elemento è sempre stato costante: la sfrenata passione per l’innovazione e il

desiderio di stupire. È successo anche con XADV 2021 un concetto di veicolo completamente nuovo, immediatamente definito “il primo SUV a due ruote”.

 

XADV 2021 combina mondi apparentemente distanti. Quello delle maxienduro, con la loro

posizione di guida rialzata, le elevate prestazioni e la capacità di affrontare qualsiasi

percorso, e quello dei commuter urbani, compagni insostituibili per gli spostamenti

quotidiani, pensato e disegnato dal centro R&D Honda di Roma, XADV è stato il primo e unico crossover che sintetizza in modo geniale lo stile di un SUV e la praticità di un

maxi‑scooter, mantenendo tutte le qualità dinamiche della moto, per vivere la libertà su due

ruote in una innovativa eccitante forma

 

 

L’XADV è riuscito a catturare l'essenza della libertà offerta dalle due ruote rendendola

disponibile in una forma completamente nuova, attirando così l'attenzione di un esercito di

appassionati riders in tutta Europa, diventando un vero e proprio successo commerciale

internazionale. E a riprova delle sue credenziali di veicolo per il fuoristrada, nelle mani

dell'esperto pilota italiano Renato Zocchi, l’XADVsi è aggiudicato la vittoria in Classe 2

durante l'estenuante Gibraltar Race 2019 lungo un percorso di 7.000 km.

 

Per il 2021 l’XADV  migliora ulteriormente. Il motore ha più coppia e potenza, il peso è

stato ridotto, la praticità migliorata, la dotazione elettronica aumentata e lo stile è ancora

più unico e sofisticato. Tutto questo rende l’XADV 2021 di casa  Honda ancora più desiderabile.

 

 

L'aumento di 3,6 CV della potenza massima per il motore EURO5 del nuovo XADV

e il regime massimo di rotazione aumentato di 600 giri/min sono la conseguenza del profondo lavoro di sviluppo dei progettisti Honda, che sono intervenuti sulla fasatura della distribuzione e sull'efficienza di aspirazione e scarico. Inoltre, le prime tre marce del cambio hanno rapporti più ravvicinati, per favorire scatto e ripresa, mentre quarta, quinta e sesta prediligono l’efficienza dei consumi alle velocità più elevate. Il comando del gas è ora Throttle By Wire (TBW) e porta in dote 5 Riding Mode:

 

STANDARD, RAIN, GRAVEL e SPORT, oltre alla modalità USER completamente

personalizzabile. Il controllo di trazione HSTC (Honda Selectable Torque Control),

prevede ora 3 livelli di intervento e la possibilità di disattivarlo. Inoltre, il cambio a doppia frizione DCT (Dual Clutch Transmission) offre programmi di cambio marcia integrati nei Riding Mode. personalizzabile. Il controllo di trazione HSTC (Honda Selectable Torque Control), prevede ora 3 livelli di intervento e la possibilità di disattivarlo. Inoltre, il cambio a doppia frizione DCT (Dual Clutch Transmission) offre programmi di cambio marcia integrati nei Riding Mode.

 

Grazie al telaio riprogettato e ai numerosi dettagli ridisegnati, il peso complessivo si

riduce di 2 kg. Il design ha un look più deciso e aggressivo, grazie anche al gruppo ottico sdoppiato anteriore ora dotato di luci diurne DRL, proprio come sull’Africa Twin.

Per una maggiore facilità di appoggio dei piedi a terra, la sella è stata risagomata. Il vano sottosella è più grande ed ha una presa di ricarica USBC. Inoltre, il comando del freno di stazionamento è stato spostato sul manubrio, liberando spazio nel retro dello scudo per un pratico vano portaoggetti con serratura. Tutta nuova anche la strumentazione, con display TFT di 5 pollici dotato di connettività Bluetooth per l’attivazione dei comandi vocali tramite l’Honda Smartphone Voice Control system.

 

La XADV 2021 è disponibile nei seguenti colori:

Grand Prix Red - Graphite Black -  Matt Beta Silver Metallic - Pearl Mud Gray

 

Motore bicilindrico parallelo di 745 cc con comando del gas Throttle By Wire

+3,6 CV di potenza massima (58,6 CV) e +1 Nm di coppia massima (69 Nm)

Limitatore a 7.000 giri/min (+600 giri/min) Prime 3 marce più corte, per un feeling di guida più sportivo; marce dalla 4^ alla 6^ ottimizzate per l’efficienza dei consumi ad alta velocità Omologato EURO 5, consumi di 27,8 km/l (ciclo medio WMTC)

 

Disponibile in versione a 35 kW per patente A2 Il design del motore bicilindrico parallelo monoalbero a 8 valvole raffreddato a liquido del nuovo XADV

2021 garantisce prestazioni eccellenti fin dai bassi regimi. L’architettura a

‘corsa lunga’ si combina con l’ideale conformazione delle camere di combustione e con

l’elevata inerzia dell'albero motore per offrire coppia elevata fin da regimi

estremamente bassi. La bancata dei cilindri è fortemente inclinata in avanti per

abbassare il baricentro e massimizzare la manovrabilità a bassa velocità. 

 

Tutto il motore è stato oggetto di un approfondito lavoro di alleggerimento, per un risparmio complessivo di 1,4 kg. I doppi contralberi di bilanciamento contrastano efficacemente le vibrazioni senza compromettere le piacevoli “pulsazioni” offerte dalla fasatura a 270° dell’albero motore. Alesaggio e corsa misurano 77 x 80mm. Dove possibile, i componenti sono stati realizzati in modo da svolgere più funzioni: l'albero a camme aziona la pompa dell'acqua mentre uno dei contralberi di bilanciamento aziona la pompa dell'olio, così si riduce il numero dei componenti, rendendo il motore più leggero, efficiente e affidabile.

Il nuovo comando del gas Throttle by Wire (TBW) gestisce l’erogazione del motore

(vedere sezione 3.2 del presente documento). La potenza massima è di 58,6 CV a 6.750 giri/min, con una coppia massima di 69 Nm a 4.750 giri/min che si mantiene consistente

 

Il nuovo comando del gas Throttle by Wire (TBW) gestisce l’erogazione del motore

(vedere sezione 3.2 del presente documento). La potenza massima è di 58,6 CV a 6.750 giri/min, con una coppia massima di 69 Nm a 4.750 giri/min che si mantiene consistente anche ben oltre i 5.000 giri/min. Il limitatore di giri è fissato 600 giri/min più in alto, a 7.000 giri/min. Per i motociclisti con patente A2 è disponibile una versione con potenza di 35 kW (48 CV).

 

Il nuovo XADV 2021 copre i 50 metri con partenza da fermo in soli 3,2 s mentre alla velocità costante di 60 km/h il suo motore gira a soli 2.500 giri/min. Le marce del cambio DCT sono ora spaziate per assecondare due esigente opposte: 1^, 2^ e 3^ sono più corte per enfatizzare scatto e ripresa; 4^, 5^ e 6^ sono più lunghe per privilegiare l’efficienza dei consumi nei trasferimenti ad alta velocità.

Grazie ai consumi estremamente contenuti, pari a 27,8 km/l nel ciclo medio WMTC, il

serbatoio da 13,2 litri di capacità del nuovo XADV fornisce un’autonomia di circa 370 km.

 

L’omologazione è ovviamente Euro 5, obbligatoria a partire dal 1° gennaio 2020 e

particolarmente complessa da ottenere in quanto prevede standard sulle emissioni

notevolmente più rigorosi rispetto alla precedente Euro4 quali: una riduzione sostanziale delle emissioni di monossido di carbonio, una riduzione di oltre il 40% delle emissioni totali di idrocarburi, un rilevamento delle mancate accensioni più preciso e l'introduzione di un limite per il particolato. 3.2 Elettronica del motore

Il comando del gas Throttle by Wire offre 5 Riding Mode, di cui quattro

predefiniti più uno completamente personalizzabile, Il controllo di trazione HSTC (Honda Selectable Torque Control) assicura una gestione precisa grazie ai 3 livelli di intervento

 

Il nuovo comando del gas Throttle By Wire consente di gestire le prestazioni e le

caratteristiche di erogazione del motore mediante 4 Riding Mode tra cui scegliere.

Il Riding Mode STANDARD offre un mix bilanciato di erogazione di potenza, freno motore e controllo di trazione HSTC (P2, EB2, T2), con il più elevato livello di intervento dell’ABS.

 

Il Riding Mode SPORT determina un'erogazione di potenza più pronta e un freno motore più consistente, con un intervento del controllo di trazione HSTC minimo (P3, EB3, T1) e con elevata soglia di sicurezza per l’intervento dell’ABS

Il Riding Mode RAIN offre un'erogazione di potenza dolce e un freno motore ridotto, con un intervento del controllo di trazione HSTC elevato (P1, EB1, T3) e sensibilità elevata per l’intervento dell’ABS.

 

Il Riding Mode GRAVEL eroga la potenza in maniera diretta e offre un consistente freno

motore, con un intervento del controllo di trazione HSTC basso (P3, EB3, T1) e con il

minor intervento possibile dell’ABS.

 

Per chi vuole personalizzare completamente tutti i parametri, è disponibile il Riding Mode USER che consente di scegliere liberamente il livello di erogazione della potenza, l’intensità del freno motore e la soglia di intervento del controllo di trazione HSTC, compresa la sua disattivazione.

 

Il controllo di trazione HSTC (Honda Selectable Torque Control) ha un intervento

sempre fluido e mai fastidioso grazie alla gestione motore con comando del gas Throttle compresa la sua disattivazione.

 

Il controllo di trazione HSTC (Honda Selectable Torque Control) ha un intervento

sempre fluido e mai fastidioso grazie alla gestione motore con comando del gas Throttle By Wire che in caso di slittamento chiude le farfalle e riduce l’iniezione di carburante. 

La sua azione è impostabile su 3 livelli:

Il livello 1 prevede un intervento minimo, adatto a una guida sportiva su asfalto asciutto.

Il livello 2 è l'impostazione intermedia e assicura una trazione affidabile per condizioni di guida generali.

Il livello 3 garantisce un intervento elevato, adatto ad avere il massimo controllo su

superfici stradali sdrucciolevoli.

Nel solo Riding Mode USER il controllo di trazione può anche essere disattivato.

 

La Trasmissione a doppia frizione (DCT)

Diversi programmi di cambio marcia a seconda del Riding Mode selezionato

Il Riding Mode USER consente di impostare liberamente il programma di

cambio marcia, da rilassato ad aggressivo

 

La tecnologia Honda del cambio a doppia frizione è attualmente al suo undicesimo anno di

produzione e dal 2010 in Europa sono stati venduti oltre 140.000 veicoli a due ruote

provvisti di questa straordinaria trasmissione. Il cambio Honda DCT consente cambiate

fluide e velocissime e per chi lo prova diventa ben presto una scelta irrinunciabile.

Il cambio Honda DCT utilizza due frizioni coassiali: una per le partenze e le marce dispari, quindi per la 1a, la 3a e la 5a marcia, l'altra per le marce pari, quindi la 2a, la 4a e la 6a

marcia. I due alberi sono concentrici, quindi l’ingombro è esattamente identico a quello di un cambio tradizionale. Affidabilità e precisione degli innesti sono assicurati dalla gestione elettronica e dal fatto che ciascuna frizione è comandata separatamente tramite il proprio circuito elettroidraulico.

 

Poiché le cambiate avvengono in 70 millisecondi l’interruzione di erogazione è

praticamente nulla, eliminando di conseguenza il beccheggio tipico del passaggio da una marcia all’altra, sia in accelerazione che in decelerazione. Se ne avvantaggia il comfort e l’efficacia di guida, con particolari benefici per il passeggero che non avverte il minimo scossone. Ma si aggiungono ulteriori vantaggi, quali durata (gli ingranaggi non possono danneggiarsi per via di mancati inserimenti), impossibilità di spegnimento involontario, stress e fatica di guida minori soprattutto sui percorsi urbani.

Il cambio DCT offre due diversi approcci di guida: le impostazioni automatiche, con

modalità di cambio marcia preprogrammate che leggono costantemente la velocità del

veicolo, la marcia inserita e i giri/min del motore per decidere quando effettuare un cambio marcia, e l'impostazione manuale per i cambi marcia tramite le palette sul lato sinistro del manubrio.

 

Sono disponibili 5 programmi di cambio marcia automatico. Il programma 1 è il più

rilassato, con passaggi alle marce superiori e inferiori a un regime relativamente basso; è collegato al Riding Mode RAIN. Il programma 4, all'altro estremo, passa alla marcia

superiore e inferiore a regimi più alti per ottenere accelerazioni più grintose e un freno

motore più consistente; è collegato al Riding Mode SPORT. Il programma 2 è intermedio ed è collegato al Riding Mode STANDARD. Il programma 3 non è associato a nessun collegato al Riding Mode RAIN. Il programma 4, all'altro estremo, passa alla marcia superiore e inferiore a regimi più alti per ottenere accelerazioni più grintose e un freno motore più consistente; è collegato al Riding Mode SPORT. Il programma 2 è intermedio ed è collegato al Riding Mode STANDARD. Il programma 3 non è associato a nessun Riding Mode e presenta regimi di cambiata intermedi rispetto a quelli previsti per i Riding

 

Mode STANDARD e SPORT.

Il quinto programma di cambio marcia automatico è relativo alla funzionalità G – che sul

precedente modello si attivava tramite un tasto dedicato – dedicata al fuoristrada, collegata al Riding Mode GRAVEL. La funzionalità G del nuovo XADV

è tendenzialmente sportiva in termini di regime di cambio marcia, e mantiene la caratteristica di ridurre lo slittamento delle frizioni durante le cambiate e negli “aprichiudi”, per rendere più diretto il collegamento tra manopola dell’acceleratore e trazione della ruota posteriore, una necessità tipica della guida in fuoristrada.

 

La modalità USER consente al guidatore di scegliere il programma di cambio marcia

preferito variando a piacimento gli altri parametri, vale a dire, erogazione di potenza (P), freno motore (EB), controllo di trazione HSTC (T) e soglia di intervento dell’ABS.

 

Il primo e unico “SUV a 2 ruote” diventa ancora più accattivante e

sofisticato Nuovo display TFT da 5” con Honda Smartphone Voice Control system

Nuovo gruppo ottico anteriore sdoppiato fullLED con luci diurne DRL

 

Il nuovo parabrezza offre maggiore protezione dalle intemperie e dal

vento Vano sotto sella da 22 litri con presa di ricarica USBC

e nuovo vano portaoggetti anteriore con serratura

 

L'esclusivo e spettacolare stile dell’XADV, concepito e sviluppato presso il centro R&D

Honda di Roma, è stato impreziosito e snellito per il nuovo modello 2021. Il profilo è

volutamente imponente, ma ogni pannello della carenatura è stato ridefinito per creare

un'immagine ancora più forte e decisa. Confrontando il nuovo modello con quello uscente,

si nota chiaramente quanto lo stile sia più definito, aggressivo, deciso, accattivante.

In altre parole

 

Il gruppo ottico anteriore sdoppiato fullLED

è ora dotato dell’inconfondibile firma delle luci

diurne DRL, che si attivano automaticamente in base all'intensità della luce ambiente e

generano un tratto luminoso altamente visibile e personale, per una maggiore sicurezza

passiva di guida. Anche gli indicatori di direzione e le luci posteriori sono a LED.

In termini di ergonomia, l'altezza sella di 820 mm e l'ampio manubrio di 910 mm

assicurano una posizione di guida dominante, per una visibilità ottimale, mentre la sella

stessa è caratterizzata da un profilo rimodellato che facilita l'appoggio dei piedi a terra. Sia per l’uso urbano che in viaggio, il nuovo parabrezza può essere regolato senza attrezzi su 5 posizioni, su un’escursione di 139 mm e con una differenza di inclinazione di 11° tra la posizione più alta e verticale e quella più bassa e aerodinamica.

Nella nuova strumentazione dell’XADV è incorporato l’innovativo Honda Smartphone

Voice Control system, visualizzabile tramite il display TFT da 5 pollici, che permette di

impartire comandi vocali e ricevere informazioni audio dal proprio smartphone durante la guida per la gestione di telefonate, messaggistica, musica, navigazione e previsioni del tempo. È necessario utilizzare un interfono montato sul casco o degli auricolari, mentre lo Voice Control system, visualizzabile tramite il display TFT da 5 pollici, che permette di impartire comandi vocali e ricevere informazioni audio dal proprio smartphone durante la guida per la gestione di telefonate, messaggistica, musica, navigazione e previsioni del tempo. 

 

È necessario utilizzare un interfono montato sul casco o degli auricolari, mentre lo

smartphone si connette alla strumentazione tramite Bluetooth. La gestione del

sistema si avvale anche dei pulsanti sul blocchetto elettrico sinistro.

I robusti paramani deviano vento e intemperie ma soprattutto assicurano protezione per le mani e le leve durante la guida in fuoristrada. Una piastra paramotore in alluminio dello spessore di 2,5 mm, realizzata tramite processo di pallinatura, protegge da urti e detriti.

 

Il volume del vano sottosella è ora di 22 litri (+1 L), e come sempre può contenere un

casco integrale – anche del tipo offroad, con frontino – più altri oggetti. Una luce di

cortesia a LED assicura l’illuminazione interna del vano. Inoltre, è presente una presa di ricarica USBC, che sostituisce la precedente 12V. Il freno di stazionamento è stato

spostato sul lato destro del manubrio, liberando spazio nello scudo per un pratico vano

portaoggetti con serratura. Il cavalletto centrale è ora munito di sensore di inclinazione,

per parcheggiare l’XADV in condizioni di pendenza senza il rischio di ribaltamenti.

 

Confermata anche sul nuovo XADV 2021 la pratica SmartKey

– ora con rinnovato design e meccanismo di blocco/sblocco più sofisticato – da tenere in tasca, che evita l’inserimento di una chiave fisica per l'avviamento, l’apertura dello sportellino del tappo carburante e della sella. Grazie alla Smart‑Key, per attivare lo scooter è sufficiente premere il commutatore principale, situato di fronte al guidatore. 

 

La Smart‑Key è dotata di una funzione di risposta che fa lampeggiare gli indicatori di direzione per una facile individuazione del mezzo. Per dissuadere i tentativi di furto, un meccanismo a frizione sul commutatore principale impedisce di sbloccare il manubrio con la forza.

 

Gli indicatori di direzione fungono anche da segnale di frenata di emergenza (ESS,

Emergency Stop Signal): se viene rilevata una decelerazione di almeno 6,0 m/s2 mentre si viaggia a una velocità non inferiore ai 53 km/h con i freni in funzione, gli indicatori di direzione lampeggiano per avvisare gli altri utenti della strada che è in corso una frenata brusca. 

 

 

 

Il sistema riconosce anche le condizioni di asfalto bagnato o sdrucciolevole

affidandosi all’intervento dell’ABS, che abbassa la soglia di intervento del lampeggio di

emergenza a una decelerazione di almeno 2,5 m/s2.

 

Gli indicatori di direzione sono inoltre del tipo a disattivazione automatica, basata

non solo sul tempo, ma anche sul riconoscimento delle svolte sfruttando il dato di velocità di rotazione delle due ruote proveniente dai sensori dell’ABS. 3.5 Telaio

Il nuovo telaio tubolare in acciaio a diamante consente di risparmiare

peso e creare spazio di carico Forcella a steli rovesciati di 41 mm a cartuccia e forcellone con ProLink Pinze freno anteriori ad attacco radiale a quattro pistoncini con dischi flottanti da 296 mm Pneumatici con intaglio on/off da 120/70 R17 ant e 160/60 R15 post. Per garantire un'evoluzione impercettibile e al contempo considerevole dell’XADV, i progettisti Honda hanno iniziato dal telaio tubolare in acciaio a diamante e, attraverso un'attenta riprogettazione con tubi di diverso spessore e peso, anche a livello di piastre del pivot, sono riusciti a ridurne il peso di 1 kg rispetto al modello precedente e a liberare

progettisti Honda hanno iniziato dal telaio tubolare in acciaio a diamante e, attraverso

un'attenta riprogettazione con tubi di diverso spessore e peso, anche a livello di piastre del

pivot, sono riusciti a ridurne il peso di 1 kg rispetto al modello precedente e a liberare

spazio utile per il vano sottosella.

L'inclinazione del cannotto di sterzo, l’avancorsa e l’interasse hanno misure invariate, pari

rispettivamente a 27°, 104 mm e 1.590 mm. Un angolo di sterzo di 39° e un raggio di

sterzata di 2,8 m rendono l’XADV

pratico e agile anche in situazioni di traffico

intenso. Le sospensioni a lunga escursione (153,5 mm anteriore e 150 mm posteriore)

assorbono ogni asperità del terreno e l’altezza da terra è ora di 165 mm (+3 mm). 

 

Il peso con il pieno scende a 236 kg (‑ 2 kg) La forcella a steli rovesciati da 41 mm è regolabile nel precarico molla e in estensione.

 

L'ammortizzatore con leveraggio progressivo Pro‑Link è regolabile nel precarico della

molla ed è fissato ad un bellissimo forcellone in alluminio a bracci differenziati

composto da una sezione trasversale cava e da bracci con sezione a U.

Le ruote sono da 17” all’anteriore e da 15” al posteriore. Sui cerchi in alluminio a raggi

tangenziali (in acciaio inossidabile) sono montati pneumatici di larga sezione (120/70‑17 ant. e 160/6017 post.) con intagli on/off che permettono di affrontare con disinvoltura anche gli sterrati. Le valvole per l’aria sono a L per facilitare le operazioni di controllo della pressione. La trasmissione a catena è protetta da un generoso carter che la preserva da sporco e colpi.

 

Potentissimo, infine, l’impianto frenante. I dischi flottanti anteriori da 296 mm sono morsi da pinze Nissin radiali a 4 pistoncini, mentre sul disco posteriore da 240 mm agisce una pinza a pistoncino singolo.

 

 

Per il nuovo XADV è disponibile una vasta gamma di accessori originali Honda, tra cui:

Portapacchi posteriore - SmartTop - Box - Top Box da 38 litri con inserto opzionale in alluminio o in tinta Supporti valigie laterali - Valigie laterali 26/33 litri sx/dx con inserto opzionale in alluminio o in tinta - Borsa da tunnel centrale Estensioni paramani - Barre di protezione laterali Luci fendinebbia Manopole riscaldabili 

 

Buona strada con xadv 2021 vi aspettiamo sul nostro sito www, webtvstudios.it e su tutti i social network 


Fonte notizia: https://www.webtvstudios.it/test-driver-per-la-stampa-con-andrea-perfetti-in-sabina-honda-xadv-2021-ha-fatto-centro/


andrea perfetti | hmr | HONDA | honda xadv 750 | Test Driver | webtvstudios | honda moto Roma |



Commenta l'articolo

 

Potrebbe anche interessarti

Area stile beauty Eau de milano hospitality d’autore porta per la decima volta la bellezza naturale sul red carpet di Venezia e incanta tutti


Tampone molecolare SARS-CoV-2 Poliambulatori Lazio Korian


Cartomanzia e Oroscopo per il 2021


Man El. Service, gruppi elettrogeni da oltre 35 anni


Honda Moto Roma: Grande Festa il 18 ottobre Presentata la nuova AfricaTwin CRF1100L con Costatino Paolacci Team Honda


Covid-19 Le prestazioni dei Poliambulatori Lazio korian


 

Se ritieni meritevole il nostro lavoro fai una donazione


Recenti

Stesso autore

Roma Speciale Festival del Cinema Venerdì 22 ottobre Con La Presenza Della #Webtvstudios con Le Interviste Di Maura Carotti

Roma Speciale Festival del Cinema Venerdì 22 ottobre Con La Presenza Della #Webtvstudios con Le Interviste Di Maura Carotti
La Festa del Cinema di Roma , come ogni anno, si appresta ad arrivare nella Capitale: l’evento, istituito ufficialmente nel 2006 e organizzato da Fondazione Cinema per Roma che vede come soci Roma Capitale, Regione Lazio, Provincia di Roma, Camera di commercio, Fondazione Musica per Roma e Istituto Luce Cinecittà si tiene dal 14 al 24 ottobre 2021. Luogo scelto per la kermesse, l’Auditorium Parco della Musica e altri edifici satellite che garantiscono la possibilità di proiettare diverse opere così da avere un programma ricco e variegato Dopo un Mostra internazionale d’arte cinematografica di Venezia particolarmente spumeggiante, anche la Festa del Cinema di Roma è pronta a sfodera (continua)

Tavullia ( Pu) a casa di Valentino Rossi #vr46

Tavullia ( Pu) a casa di Valentino Rossi #vr46
Meno di 8mila abitanti, un castello medioevale e una stradina che lo cinge fatta di pietra e curve. A Tavullia (PU) patria di Valentino Rossi, tutto ha la sua impronta. Il campione, con gli amici d’infanzia, qui ha costruito la VR46, il Fan Club, il Ranch: “Gli dobbiamo tanto, ha dato lavoro a tutti noi”, spiegano quelli della ‘tribù dei Chihuahua’”. E nel giorno dell’addio alle corse, la sua famiglia gli rende omaggio con la stessa leggerezza con cui il campione ha dato al mondo l’annuncio del ritiro. Tutti se (continua)

La Pellicola D’oro V Edizione del premio collaterale alla 78° Mostra Internazionale d’Arte Cinematografica di Venezia

La Pellicola D’oro V Edizione del premio collaterale alla 78° Mostra Internazionale d’Arte Cinematografica di Venezia
l premio de “La Pellicola d’Oro” è promosso e organizzato dal 2011 dall’Associazione culturale S.A.S. Il riconoscimento cinematografico viene assegnato annualmente agli artigiani, tecnici e professionisti italiani attivi nel mondo del cinema con riferimento alle seguenti attività professionali: Direttore di Produzione, Operatore di Macchina, Effetti Speciali, Sarta di scena, Sartorie Cineteatrali, Capi Macchinisti, Capi Elettricisti, Storyboard Artist, Maestri d’Armi, Attrezzisti di Scena, Cr (continua)

La Storica Edicola Rimossa Da Piazza Del Viminale

La Storica Edicola Rimossa Da Piazza Del Viminale
Rimossa da oltre due anni la storica edicola davanti al Viminale nel cuore di Roma Un’edicola che da anni serviva dipendenti e poliziotti del Viminale che ogni giorno acquistavano i giornali e riviste. Un pezzo di Storia che chiude, complice anche la crisi di vendite dei giornali che ha portato alla chiusura di numerose edicole in tutta Italia.Anche le edicole soffrono: in 15 anni sono passate da 42mila a 26mila. C’è un modo di salvare un mercato messo in crisi dalle tecnologie (continua)

E’ ripartito ” Miss Intimo”, una NUOVA, STRAORDINARIA selezione, ricca di bellezza e fascino, come amava Riccardo Modesti da poco scomparso causa Covid

E’ ripartito ” Miss Intimo”, una NUOVA, STRAORDINARIA selezione, ricca di bellezza e fascino, come amava Riccardo Modesti da poco scomparso causa Covid
Condotto egregiamente da MAURA CAROTTI è andata in scena nel bellissimo ristorante di Roma “IN TABERNA 7” in Via delle messi d’oro 202. Diciassette aspiranti Miss hanno sfilato per sei uscite con eleganza e raffinatezza per contendersi la fascia di “MISS INTIMO INTABERNA 7”.La prima classificata è stata GAIA L. “MISS INTABERNA 7”;2 classifica ELISA G. “MISS ELEGANZA”;3 classifica RACHELE B. “MISS SORRISO”;4 classifica ALESSANDRA C. “MISS PORTAMENTO”;5 classificata LAURA C. “MISS CINEMA”;6 Classifica BEATRICE B. ” MISS SIMPATIA;Le (continua)