Home > News > Itamil Esercito attacca: "È Natale per tutti tranne che per le lavoratrici militari e lavoratori militari"

Itamil Esercito attacca: "È Natale per tutti tranne che per le lavoratrici militari e lavoratori militari"

scritto da: OrbisComunication2020 | segnala un abuso

Itamil Esercito attacca:


ROMA. "Mentre donne e gli uomini dell'esercito sono impegnati in tutto il territorio nazionale per attività che non appartengono all'ordinaria funzione del militare, cade incessante una pioggia di emendamenti per gli altri corpi. Sono misure differenti che ci inducono a riflettere". A parlare è il segretario generale del sindacato dell'Esercito Italiano ITAMIL, Girolamo Foti. 

"Strade sicure è solo un'operazione emblema di quanto fa il personale in divisa per la nostra nazione. Servitori instancabili dello Stato che non si sottraggono ai propri doveri - afferma il segretario generale, Girolamo Foti -. Non ci possiamo sentire diversi dalle forze di polizia; i tanti emendamenti approvati con risorse economiche a favore di altri corpi (come nel caso di  400 assunzioni di personale civile alla Difesa) non rendono certamente equità. Tantissimi colleghi del ruolo "Volontari" attendono, da otto anni, il passaggio in servizio permanente. Altro problema sono le segnalazioni ricevute da colleghi impiegati su strade sicure che vivono in condizioni pessime dal punto di vista alloggiativo. Tutto tace sulla revisione del modello difesa 244 che ha ridotto, di fatto, gli organici dell'esercito e sta causando non solo l' invecchiamento del personale, ma anche la decadenza degli stimoli professionali; ciò a causa del fatto che parte dei militari di ruolo non dirigenti sono giunti alla qualifica speciale e non si sentono appagati, a fronte di ‘Graduati’ che, ad oggi, non sono né carne e né pesce.  Eppure la legge sul riordino delle carriere fatta dall'ex Ministro della Difesa, la senatrice Roberta Pinotti, prevedeva il riconoscimento professionale con mansioni di maggior professionalità agli apicali con la Qualifica Speciale. Ci sentiamo in dovere di essere solidali, ma con quei comandanti che tra mille difficoltà si trovano a gestire emergenze con esigue risorse”. 

Girolamo Foti si appella al Ministro della Difesa, Lorenzo Guerini: “Si faccia promotore di proposte politiche di peso affinché possa essere risolta, in tempi rapidi, l’atavica problematica del precariato degli uomini e delle donne dell'esercito Vogliamo che ci venga riconosciuta la specificità, che venga rivisto il nuovo modello 244, che si riconosca la professionalità a tutte le qualifiche speciali ‘Marescialli, Sergenti e Graduati’, come previsto dalla legge sul riordino. Vogliamo che si allontani lo spettro del possibile congedamento dopo 25 anni di servizio e più  per patologie, anche banali e non permanenti, riscontrate dalla sanità militare. In risposta avvieremo ogni iniziativa utile alla tutela del posto di lavoro  per avviare richieste di cause di servizio per stress correlato da lavoro e verificare se ci sono responsabilità dei datori di lavoro in materia di sicurezza e prevenzione. E’ necessario rispettare il principio della tutela della salute e del posto di lavoro perché i militari sono essere umani e, pertanto, soggetti allo stress correlato da lavoro. Non siamo macchine usa e getta. Ritornando all'operazione ‘Strade Sicure’ , richiediamo più straordinari e condizioni alloggiative migliori.  Se non sono disponibili strutture idonee, bisogna mettere a disposizione le foresterie militari oppure incrementare le risorse. Ogni giorno i militari servono il Paese con grande impegno in Italia e nel mondo. Aspettiamo gesti concreti a favore dei Militari, il tempo delle veline e delle chiacchiere è finito”.

esercito |



Commenta l'articolo

 

Potrebbe anche interessarti

Itamil, un 2021 ricco di eventi. Il Segretario Generale Girolamo Foti: “E’ nostra risposta a silenzio del Governo su sindacati militari”


"Football Club Torinese", presidente Squillace apre a iniziative promosse da sindacato dell'esercito ITAMIL


CAMPIONATI ITALIANI ASSOLUTI DI FONDO, “DIDI” NÖCKLER FA IL BIS E RIECCO LA PILLER


CARABINIERI ED ESERCITO FANNO MAN BASSA ALLA SKI SPRINT PRIMIERO ENERGIA “TRICOLORE”


Pensioni per i militari, sindacato “ITAMIL Esercito” promuove iniziativa a favore dei suoi iscritti


“Soldati”: il calendario dell’Esercito italiano presentato in Luiss. Il commento di Giovanni Lo Storto


 

Se ritieni meritevole il nostro lavoro fai una donazione


Recenti

Stesso autore

Itamil - Esercito italiano, grande successo per convegno incentrato su futuro dei volontari

Itamil - Esercito italiano, grande successo per convegno incentrato su futuro dei volontari
ROMA. Nel pomeriggio di giovedì 14 gennaio 2021 si è tenuto il convegno incentrato su “Il futuro dei volontari dell’esercito”, organizzato dal sindacato “Itamil - Militari Esercito” ed andato in onda sulla testata giornalistica online “WebLive TV” e sulla ”Web Radio Itamil”. Nell’occasione, è stata annunciata la nascita di “Militar.Tv”, realtà editoriale che si pone il fine di aggregare e far (continua)

Mercato Ortofrutticolo Aversa, A.I.F.V.S. Onlus al fianco di Assodiritti: “Presenti in questa battaglia per la dignità”

Mercato Ortofrutticolo Aversa, A.I.F.V.S. Onlus al fianco di Assodiritti: “Presenti in questa battaglia per la dignità”
AVERSA. “Vogliamo capire per quale motivo, nonostante i lavori siano stati conclusi, non viene inviata l’ASL per i controlli igienico-sanitarie e strutturali al Mercato Ortofrutticolo all’ingrosso di Aversa in Corso Europa per far sì che lo stesso possa ripartire. In ballo ci sono 52 aziende e circa 400 operatori, è uno scandalo”. A parlare è il presidente dell’associazione “Assodiritti”, Carlo Di (continua)

I cambiamenti del Real Estate, i “magnifici sette” si adeguano e restano stabili al comando. Paolo Bellini (IAD Italia): “Esigenze sono mutate, vince chi è al passo coi tempi”

I cambiamenti del Real Estate, i “magnifici sette” si adeguano e restano stabili al comando. Paolo Bellini (IAD Italia): “Esigenze sono mutate, vince chi è al passo coi tempi”
ROMA. Il mondo del Real Estate ed i suoi cambiamenti. Se è vero che il coronavirus ha avuto un forte impatto sull’economia mondiale, è altrettanto vero che il mercato immobiliare si difende con le unghie e con i denti. Le compravendite si stanno concentrando maggiormente nelle periferie, piuttosto che nelle grandi città. La necessità di ritrovarsi in spazi più grandi si concilia bene con immo (continua)

A.I.F.V.S. Onlus segue linea dell’Associazione Lorenzo Guarnieri Onlus, presidente Alberto Pallotti: “ACI investa fondi in sicurezza stradale”

A.I.F.V.S. Onlus segue linea dell’Associazione Lorenzo Guarnieri Onlus, presidente Alberto  Pallotti: “ACI investa fondi in sicurezza stradale”
VERONA. “La posizione presa dall’Associazione Lorenzo Guarnieri Onlus nei confronti dell’Automobile Club d'Italia ci trova pienamente d’accordo. Non è possibile che un ente avente come scopo ultimo la tutela degli automobilisti, destini solo il 2% dei propri profitti in azioni per la sicurezza stradale finalizzati tutela degli stessi”. A parlare è il presidente dell’Associazione Italiana Familiari (continua)

A.I.F.V.S. Onlus Aversa e agro aversano, il responsabile Biagio Ciaramella: “Un 2020 ricco di battaglie”

A.I.F.V.S. Onlus Aversa e agro aversano, il responsabile Biagio Ciaramella: “Un 2020 ricco di battaglie”
AVERSA. Un anno di battaglie. Si è da poco concluso un 2020 che ha visto la sede di Aversa ed agro aversano dell’Associazione Italiana Familiari e Vittime della Strada Onlus particolarmente attiva. Il 2 di gennaio del 2020, l’A.I.F.V.S. Onlus e l’associazione “Konsumer Italia” hanno richiesto, alla Procura della Repubblica di Santa Maria Capua Vetere (in particolare all’attenzione del Commissario Prefettizio del Comune di Marcianise, al Prefetto di Caserta ed alla Provincia), “controlli e verifiche di legalità in merito al verbale di contestazione emessi dalla Polizia Municipale di Marcianis (continua)