Home > Turismo e Vacanze > FAI un Giro in Villa, Quarta edizione online per il Festival Laboratorio del Vivere la Villa Veneta

FAI un Giro in Villa, Quarta edizione online per il Festival Laboratorio del Vivere la Villa Veneta

scritto da: Giuseppebettiol | segnala un abuso

FAI un Giro in Villa, Quarta edizione online per il Festival Laboratorio del Vivere la Villa Veneta

Venezia – 15 febbraio 2021– Torna il festival “FAI UN GIRO IN VILLA”, organizzato dalla Presidenza FAI Veneto e dai Gruppi FAI Giovani della regione. La quarta edizione sarà interamente digitale e si svolgerà dal 20 al 28 febbraio con nove diversi appuntamenti ospitati su piattaforme digitali di videoconferenza


Torna il festival FAI UN GIRO IN VILLA”, organizzato dalla Presidenza FAI Veneto e dai Gruppi FAI Giovani della regione. Questa quarta edizione sarà interamente digitale e si svolgerà dal 20 al 28 febbraio con 9 diversi appuntamenti ospitati su piattaforme digitali di videoconferenza e sarà possibile partecipare accreditandosi nel portale https://www.fondoambiente.it/fai-un-giro-in-villa/

«Il difficile momento sanitario non ha fermato le urgenze legate alla memoria artistica del nostro paese e le emergenze legate al paesaggio e all’ambiente – racconta Ines Lanfranchi Thomas, presidente del FAI Veneto - Non si sono fermate neanche le idee, l’intraprendenza e la passione dei volontari FAI spingendoli a confrontarsi con le attuali restrizioni per realizzare una quarta edizione del Festival accattivante come sempre ma anche sicura. L’anima del festival sono i giovani. A loro va il mio grazie. Con impegno e fantasia, i Gruppi Giovani del FAI Veneto hanno reso possibile questo evento! Il loro sprint si sente: la visita in villa si fa racconto, incontro, storia, gioco. Un particolare ringraziamento va anche alla distilleria Luxardo e all'impresa di restauro Uni.S.Ve per aver contribuito a rendere possibile questo evento».

I Gruppi FAI Giovani del Veneto sono otto e, all'interno delle Delegazioni FAI, coinvolgono ragazzi, di età̀ compresa tra i 18 e i 35 anni che mettono a disposizione il loro tempo, la loro formazione e la loro professionalità in modo volontario, per realizzare eventi e progetti che diventino momenti di convivialità e anche di riflessione sulla cultura e sull'ambiente in pieno stile FAI. Questi gruppi come dimostra il festival non sono fermi e sono pronti anche in questo momento ad accogliere nuovi volontari.

L’edizione 2021 di “FAI UN GIRO IN VILLA” prende il via sabato 20 febbraio dal Bene FAI Villa dei Vescovi a Luvigliano di Torreglia (PD), con una presentazione della villa a cura di Alessandro Armani, responsabile della gestione operativa; segue il 21 febbraio un tour virtuale di Villa Valmarana Bressan, a cura del FAI Giovani di Vicenza e un racconto di Villa Boldieri Trentini ora Biasi sita a Pesina di Caprino Veronese, a cura del FAI Giovani di Verona, che continuerà il 26 febbraio con l’illustrazione del suo giardino; il 23 febbraio con il FAI Giovani di Belluno si ripercorreranno genesi e declino di Villa Malcolm; il  24 febbraio con il FAI Giovani Rovigo verrà raccontata Villa Vianelli di Loreo; il 25 febbraio  sarà la volta di “Itinerando tra le ville”, un momento in cui i giovani del FAI di Venezia ci racconteranno le loro esperienze attraverso un itinerario virtuale tra le ville venete, protagoniste delle passate edizioni; il 27 febbraio avrà luogo  “Vivere in una villa oggi”, una tavola rotonda con i proprietari di villa Tiepolo Passi, villa Gera e Castello di Collalto, a cura del FAI Giovani di Treviso; gli appuntamenti si chiuderanno, il 28 febbraio, con l’evento gaming “L'investigaVilla”, a cura del FAI Giovani di Padova,  in cui i partecipanti,  raccogliendo le testimonianze di personaggi misteriosi e altri indizi che darà il luogo stesso, dovranno capire in che villa si trovano.

La partecipazione a questa edizione di “FAI UN GIRO IN VILLA” è libera –previa prenotazione sul portale https://www.fondoambiente.it/fai-un-giro-in-villa/– e si confida nell’apprezzamento dell’impegno e nella condivisione della mission FAI da parte dei partecipanti per stimolare donazioni e iscrizioni

I contributi raccolti saranno come sempre a favore di Monte Fontana Secca e Col de Spadaròt, un alpeggio con malga sul Massiccio del Monte Grappa a Quero (BL), donato al FAI – Fondo Ambiente Italiano nell’aprile 2015 dai fratelli Liliana e Bruno Collavo. che hanno così voluto onorare la memoria dei propri genitori.  L’impegno per Monte Fontana Secca rientra in un nuovo progetto del FAI che ha preso il via nel 2020, “Progetto Alpe. L’Italia sopra i 1000 metri”. Uno degli obiettivi dell’iniziativa è contribuire alla tutela e alla valorizzazione delle terre alte nelle aree interne dell’Italia, zone spesso spopolate e trascurate, che custodiscono un capitale eccezionale di natura e cultura e un grande potenziale per il futuro.

Sarà anche possibile iscriversi al FAI versando una quota di benvenuto FAI Giovani di 15 euro dai 18 ai 35 anni e possibilità di rinnovo alla stessa quota.                                                                                      

Per informazioni
veneto@faigiovani.fondoambiente.it
www.fondoambiente.it


Fonte notizia: https://www.fondoambiente.it/fai-un-giro-in-villa/


cultura | turismo FAI Veneto |



Commenta l'articolo

 

Potrebbe anche interessarti

"Domenica In " - Mara Venier e Gianni Boncompagni i più amati della fortunata trasmissione. Lo dice il Web!


Autostrade per l’Italia lancia “Il Giro nel Giro”: il valore dell’iniziativa


Danilo mattei attore, regista, produttore, film,


"ACT LAB 2.0": arte e cultura alla Sanità


Cartomanzia e Oroscopo per il 2021


Arteam Cup 2019, la mostra dei finalisti a Villa Nobel, Sanremo


 

Se ritieni meritevole il nostro lavoro fai una donazione


Recenti

Stesso autore

In Veneto si torna al Cinema con tre euro

In Veneto si torna al Cinema con tre euro
Tutti i martedì del mese di ottobre e novembre in Veneto, recandosi nelle sale cinematografiche aderenti, si potrà fruire di opere d’autore, spesso alternative ai grandi circuiti commerciali, al costo ridotto di soli tre euro. Le proiezioni, inoltre, saranno accompagnate dal commento di un esperto. Riportare il pubblico nelle sale cinematografiche con opere di qualità e riaffermare il ruolo delle sale di spettacolo come presidi culturali sul territorio, in particolare quello veneto. Sono questi gli obbiettivi ambiziosi che si pone l’edizione 2021 de “La Regione del Veneto per il cinema di qualità - La Regione ti porta al cinema con tre euro - I martedì al cinema”, progetto pluriennale d (continua)

Il Pride Village conclude la propria XIV edizione con l’Oktobearfest

Il Pride Village conclude la propria XIV edizione con l’Oktobearfest
Da mercoledì 29 settembre a sabato 2 ottobre il Festival LGBT+ festeggia l’arrivo dell’autunno proponendo al Parco delle Mura di Padova quattro giorni di appuntamenti con birre e specialità bavaresi, cucina, ospiti e tanta musica in collaborazione con Beardoc, punto di riferimento della community ursina. Sabato sera party finale di chiusura della XIV edizione con tutta l’animazione. Con l’arrivo dell’autunno, oltre all’estate giunge a conclusione anche la XIV edizione del Pride Village, il Festival LGBT+ più grande d’Italia, dopo aver regalato al proprio pubblico quattro mesi “sotto le mura” a base di dinner show, radio ed incontri ad ingresso gratuito.Per festeggiare l’ultima settimana, la kermesse patavina ha unito le forze con Beardoc, punto di riferimento della comuni (continua)

Omogenitorialità e comicità nel fine settimana del Padova Pride Village

Omogenitorialità e comicità nel fine settimana del Padova Pride Village
Venerdì 24 settembre ospite del Festival LGBT+ Padovano sarà Luca Trapanese, papà di Alba, e primo caso in Italia di genitore single ad aver adottato una bambina down. Sabato 25 settembre spazio alla comicità di Paolo Camilli con il talk&show “… a pezzi!”. Domenica 26 alle 18.00 il Pride village ospiterà inoltre “Dalla forma alla parola con il Viet Tai Chi”, evento di musica, forme, arte, teatro e parole, organizzato dall’Associazione Neuro Giardinieri. Si preannuncia un fine settimana di quelli da non perdere quello che inizierà venerdì 24 settembre al Pride Village, il festival LGBT+ in corso al Parco delle Mura di Padova. Aperto tutta la settimana, dalla colazione al dopo cena, il Village ha regalato ai padovani da giugno in poi, dinner show, radio ed incontri, ad ingresso gratuito, per ritrovare il piacere di stare insieme nel verde.Ad a (continua)

A Palazzo Cordellina a Vicenza la mostra “Leggi, sogna, viaggia con Agata allegra Mucci” di Maria Pia Morelli in arte Zapi

 A Palazzo Cordellina a Vicenza la mostra  “Leggi, sogna, viaggia  con Agata allegra Mucci” di Maria Pia Morelli in arte Zapi
Apre sabato 18 settembre a Vicenza a Palazzo Cordellina (ore 18) la mostra “Leggi sogna, viaggia con Agata allegra Mucci”, della scrittrice e artista vicentina Maria Pia Morelli in arte “Zapi”. La mostra è organizzata in collaborazione in collaborazione con Biblioteca Bertoliana e Comune di Vicenza Dai dieci libri illustrati di fiabe per ragazze e ragazzi della collana Agata allegra Mucci, in italiano e in inglese, è nata la mostra itinerante che ha già aperto a Bassano del Grappa, Cittadella, Bari, Cortina  e ora fa tappa a Vicenza, dove resterà allestita fino al 17 ottobre, in collaborazione con la Biblioteca Bertoliana e il Comune di Vicenza. L’evento è organizzato grazie a (continua)

Dalla Mostra del Cinema alle sale cinematografiche del Triveneto

Dalla Mostra del Cinema alle sale cinematografiche del Triveneto
Dal 20 settembre al 22 ottobre torna l’appuntamento con “Le Giornate della Mostra. I film della settimana internazionale della critica” in Veneto, nelle Province autonome di Trento e Bolzano Alto Adige, nella Regione autonoma Friuli Venezia Giulia. I film della Settimana Internazionale della Critica, sezione autonoma e parallela della Mostra del Cinema di Venezia, che dal 1984 ha selezionato opere prime di registi emergenti poi affermatisi nel panorama cinematografico internazionale, escono dalle sale cinematografiche della Biennale appena conclusa, per portare la loro poetica, il loro fascino e la loro carica innovativa nelle sale cine (continua)