Home > News > Impossessarsi di un cellulare smarrito integra il reato di furto.

Impossessarsi di un cellulare smarrito integra il reato di furto.

scritto da: Stefanoligorio | segnala un abuso

Impossessarsi di un cellulare smarrito integra il reato di furto.

Impossessarsi di un cellulare smarrito, ove questi conservi chiari segni dell’altrui legittimo possessore (tra i quali, in particolare, il codice IMEI), integra il reato di furto.


La Cassazione pen. n. 29627/2019: “Secondo la più recente e condivisibile elaborazione giurisprudenziale in materia, <integra il reato di furto -e non quello di appropriazione di cosa smarrita, depenalizzato dal D.Lgs 15 Gennaio 2016 n. 7- la condotta di chi si impossessi di un telefono cellulare altrui oggetto di smarrimentotrattandosi di bene che conserva anche in tal caso chiari segni del legittimo possessore altrui e, in particolare, il codice IMEI stampato nel vano batteria dell’apparecchio…”,

chiarisce che impossessarsi di un cellulare smarrito, ove questi conservi chiari segni dell’altrui legittimo possessore (tra i quali, in particolare, il codice IMEI), integra il reato di furto.

In ogni caso si integra il reato di ricettazione se non si è in grado di spiegarne la provenienza.

N.B. Stefano Ligorio è anche autore di un libro dal titolo: ‘IL RISARCIMENTO NEL PROCESSO CIVILE -errori da evitare, e rimedi esperibili– (Giuda Pratica alla luce del Codice Civile, del Codice di Procedura Civile, e della Giurisprudenza in materia)’.

Stefano Ligorio



Fonte notizia: https://medicinaescienza.wordpress.com/2020/11/12/brevi-note-su-legge-e-diritto-impossessandosi-di-un-cellulare-smarrito-si-commette-il-reato-di-furto/


cellulare | reato | furto | legge |



Commenta l'articolo

 

Potrebbe anche interessarti

Portabilità numero fisso su cellulare


Assicurazione furto casa: ecco quando non rimborsa


I crimini del terzo millennio: i reati informatici


Cosa c’è da sapere sull’assicurazione furto incendio


Numero fisso su cellulare - Numero fisso su sim - Portabilità numero fisso su cellulare


 

Se ritieni meritevole il nostro lavoro fai una donazione


Recenti

Stesso autore

Medicina e Riflessioni – L’importanza della psicologia applicata…

Medicina e Riflessioni – L’importanza della psicologia applicata…
L’importanza della psicologia applicata… Temo che l’umanità tutta, perché generalmente misera e sterile in ciò che è ‘essenza e sostanza delle cose‘, non arriverà mai a comprendere, a pieno, il valore dell’infinita altezza, profondità, e larghezza, di ciò che è vera interiorità e vera consapevolezza del sé…In tal senso, la psicologia dovrebbe essere una ‘materia’ sempre più promossa in ogni ambito sociale e sanitario iniziando finanche d (continua)

(Medicina in breve) – L’importanza dell’assunzione di frutta selvatica nella propria dieta.

(Medicina in breve) – L’importanza dell’assunzione di frutta selvatica nella propria dieta.
Frutta selvatica nella propria dieta. Tutti noi, in genere, per quanto nella nostra dieta tendiamo a variare nella scelta diversificata delle verdure, ovvero assumendone diverse tipologie, per quanto riguarda la frutta, invece, abbiamo la malsana tendenza a cibarci sempre degli stessi frutti (stagionali e non), banane, mele, pere e via dicendo.Bisognerebbe, dunque, avere molta più fantasia anche nella scelta diversificata de (continua)

(brevi note su legge e diritto) – Nel reato di falsa testimonianza parte offesa è unicamente lo Stato-collettività.

(brevi note su legge e diritto) – Nel reato di falsa testimonianza parte offesa è unicamente lo Stato-collettività.
Nel delitto di falsa testimonianza (art. 372 c.p.) parte offesa è lo Stato-collettività. La Cassazione pen. n. 15200/2011 ha statuito che: “Nel delitto di falsa testimonianza il bene giuridico protetto è quello del normale svolgimento dell’attività giudiziaria, sicché il soggetto passivo del reato è soltanto lo Stato-collettività e non la persona che subisca eventuali danni risarcibili in sede civile. Ne consegue che il privato denunciante non è legittima (continua)

(brevi note su legge e diritto) – Ai fini della configurabilità del reato di cui all’art. 319-ter c.p. è ‘atto giudiziario’ anche l’atto, funzionale a un procedimento giudiziario, del funzionario di cancelleria.

(brevi note su legge e diritto) – Ai fini della configurabilità del reato di cui all’art. 319-ter c.p. è ‘atto giudiziario’ anche l’atto, funzionale a un procedimento giudiziario, del funzionario di cancelleria.
Ai fini della configurabilità del reato di corruzione in atti giudiziari è ‘atto giudiziario’ anche l’atto, funzionale a un procedimento giudiziario, del funzionario di cancelleria. La Cassazione pen. n. 19496/2018 ha statuito che: “Ai fini della configurabilità del delitto previsto dall’art. 319-ter cod. pen. è ‘atto giudiziario’ quello funzionale ad un procedimento giudiziario e, pertanto, anche l’atto del funzionario di cancelleria, collocato nella struttura dell’ufficio giudiziario, che esercita un potere idoneo ad incidere sul suo concreto funzionamen (continua)

(brevi note su legge e diritto) – Valutazione, ai fini della formazione del convincimento del giudice, delle dichiarazioni fatte al CTU.

(brevi note su legge e diritto) – Valutazione, ai fini della formazione del convincimento del giudice, delle dichiarazioni fatte al CTU.
Il CTU, nell’espletamento del mandato ricevuto, può chiedere, senza necessità di una preventiva autorizzazione del giudice, informazioni alle parti e a terzi per l’accertamento dei fatti collegati con l’oggetto dell’incarico. La Corte di Cassazione con l’ordinanza n. 27723, del 12-10-2021 (Rv. 662444 – 01 – cortedicassazione.it), ha statuito che: “Il consulente tecnico d’ufficio, nell’espletamento del mandato ricevuto, può chiedere informazioni a terzi ed alle parti per l’accertamento dei fatti collegati con l’oggetto dell’incarico, senza bisogno di una preventiva autorizzazione del giudice, atteso che t (continua)