Home > Altro > Cosa rende un evento attrattivo? L’analisi di Valentino Macri

Cosa rende un evento attrattivo? L’analisi di Valentino Macri

Lo specialista in comunicazione Valentino Macri, giornalista pubblicista, illustra gli elementi di cui è più importante tener conto per la buona riuscita di un evento.

Valentino Macri, esperto in comunicazione ed eventi

Eventi, la valutazione di Valentino Macri sullo studio di settore

Attivo per 14 anni all'interno della Fondazione per il libro, la musica e la cultura, Valentino Macri ha curato a lungo l'organizzazione dei relativi eventi. Esperto in comunicazione, il professionista si è soffermato recentemente sulle caratteristiche che rendono un congresso, un'esposizione o un corso di formazione fortemente attrattivi per il pubblico, evidenziando nel contempo lo studio di settore "Decision to Attend", realizzato da The Experience Institute. Tra i fattori maggiormente incisivi, Valentino Macri individua il contenuto stesso dell'evento: temi, speaker e programma, così come messo in luce dall'indagine, per il 92% dei soggetti del campione preso in analisi sono infatti la prima ragione per prendervi parte. Frutto dell'intervista a 9 mila professionisti e 12 tra associazioni e organizzazioni attive in tale ambito, l'approfondimento è stato oggetto dell'analisi del Community Manager torinese, il quale ricorda come un peso rilevante nella scelta di parteciparvi sia dettato anche dalla destinazione. In tal senso sicurezza, accessibilità, e attrattiva, secondo il 78% degli intervistati, sono elementi altrettanto determinanti nella propria scelta. Tra i valori aggiunti, Valentino Macri sottolinea l'importanza che gli operatori attribuiscono alla possibilità di fare rete e acquisire nuovi contatti professionali, incisiva per il 75% del campione. Tra i dati forniti dallo studio Decision to Attend emerge, infine, come il 79% degli intervistati approfitti di fiere ed esposizioni per fare turismo e visitare le località di destinazione, tanto che uno su due dichiara di aver allungato di proposito il proprio soggiorno.

Valentino Macri, esperienze e specializzazioni

Nato a Berna, in Svizzera, Valentino Macri studia nel capoluogo piemontese, dove si laurea presso l'Università degli Studi di Torino in Lettere Moderne nel 1996. Successivamente si specializza in comunicazione prendendo parte al Master in "Comunicazione Pubblica, di Impresa e Relazioni Industriali presso il Centro Formazione e Studi Sociali "Pietro Desiderato". Attività formativa a cui segue l'esperienza come collaboratore per diversi periodici locali e l'iscrizione, nel 2001, all'Albo dei Giornalisti Pubblicisti dell'Ordine Regionale del Piemonte. Nello stesso anno passa a Telecom Italia Lab (TILAB) con l'incarico di Web Content Manager, ruolo che lo vede attivo nella progettazione grafica e nella cura dei testi della newsletter aziendale. Nel 2002 approda alla Fondazione per il Libro, la Musica e la Cultura, chiamato a seguire le attività dell'organo, tra cui l'organizzazione dell'evento del Salone Internazionale del Libro. Nel 2006 Valentino Macri riceve l'incarico di Coordinatore Generale della Fondazione, responsabile dell'organizzazione degli eventi messi in campo dalla Fondazione. Nominato dal Presidente della Repubblica, nel 2011, Cavaliere dell'Ordine "Al merito della Repubblica Italiana", nel 2017 inizia una nuova avventura professionale in Nova Pop Communication, società specializzata nell'ambito dei nuovi media.

Valentino Macri |



Commenta l'articolo

 

Potrebbe anche interessarti

Lo stimato Prof. Alberto D’Atanasio parla della conferenza che si terrà il 7 Marzo presso la Milano Art Gallery


“ECONOMIA RINNOVABILE”: IL 14 APRILE A MILANO IL PRIMO RAPPORTO IREX


Il marketing non convenzionale conquista anche l'estetica


Le novità editoriali primaverili della casa editrice Rupe Mutevole Edizioni


Senna ritorna in Motor Valley al Museo Lamborghini - Di Maurizio Quarta


Eventi, come reperire e mantenere gli sponsor: l’esperienza di Valentino Macri


 

I più cliccati

Stesso autore

F2i investe nel settore della biomassa legnosa: acquisito il 100% di San Marco Bioenergie SpA

Il 100% del capitale di San Marco Bioenergie SpA passa a F2i : la società guidata dall'AD Renato Ravanelli ha portato a termine l'operazione rilevando la quota da Bioenergie, controllata al 60% dal Gruppo Faranda e al 40% dal Fondo Equinox. Biomassa legnosa: F2i si espande nel settore con l'acquisizione del 100% del capitale di San Marco Bioenergie SpA Già operatore leader nelle rinnovabili, F (continua)

Industria farmaceutica: Pharmexpo 2017 nelle recensioni di Cogefim S.r.l.

Dal 24 al 26 novembre alla Mostra d'Oltremare di Napoli la decima edizione di Pharmexpo: Cogefim S.r.l. ne rileva le potenzialità nelle sue recensioni. Le recensioni di Cogefim S.r.l.: al via la decima edizione di Pharmexpo Cogefim S.r.l. segnala nelle sue recensioni Pharmexpo, manifestazione dedicata all'industria farmaceutica giunta quest'anno alla decima edizione, in programma dal 24 al 26 (continua)

L’opinione dei commercialisti a Londra di AE Morgan sulle esportazioni italiane

All'estero sono sempre più apprezzati i prodotti del Made in Italy. I commercialisti a Londra di AE Morgan evidenziano i vantaggi dell'internazionalizzazione per chi vuole aprire una società in Inghilterra. Made in Italy, i commercialisti a Londra di AE Morgan rilevano il boom delle esportazioni Se sul fronte interno l'Italia soffre l'alto peso delle tasse e della burocrazia, all'estero i suoi (continua)

L’opinione dei commercialisti a Londra di AE Morgan sulle esportazioni italiane

All'estero sono sempre più apprezzati i prodotti del Made in Italy. I commercialisti a Londra di AE Morgan evidenziano i vantaggi dell'internazionalizzazione per chi vuole aprire una società in Inghilterra. Made in Italy, i commercialisti a Londra di AE Morgan rilevano il boom delle esportazioni Se sul fronte interno l'Italia soffre l'alto peso delle tasse e della burocrazia, all'estero i suoi (continua)

Napoli: lo spreco alimentare in un’indagine di QUI Foundation, onlus di Gregorio Fogliani

984 attività di ristorazione, tra cui ristoranti, mense, bar, pasticcerie e gelaterie: questo il campione preso in esame dalla ricerca dell'Università Federico II e di QUI Foundation, onlus fondata da Gregorio Fogliani. Il focus dell'indagine lo spreco alimentare a Napoli. Gregorio Fogliani: l'indagine sullo spreco alimentare a Napoli 2,5 milioni di pasti, una cifra che consentirebbe di s (continua)