Home > News > De Pierro, per Touadi non mi sono candidato in Umbria

De Pierro, per Touadi non mi sono candidato in Umbria

De Pierro, per Touadi non mi sono candidato in Umbria

 

Il presidente dell'Italia dei Diritti ha rinunciato alla candidatura alla Camera dei Deputati nel collegio umbro con Civica Popolare per accettare il coordinamento della campagna elettorale del candidato alla presidenza della Regione Lazio

 

Roma - Ha fatto notizia nei giorni scorsi la rinuncia del presidente dell'Italia dei Diritti Antonello De Pierro a candidarsi per un seggio alla Camera dei Deputati.

Il leader del movimento aveva stretto un accordo con Beatrice Lorenzin per inserire vari esponenti del movimento da lui presieduto nelle liste di Civica Popolare, la formazione che fa capo alla ministra della Salute, ma in extremis proprio lui aveva desistito dal correre per optare a favore del coordinamento della campagna elettorale di Jean-Léonard Toaudi, candidato alla carica di governatore del Lazio con lo stesso partito.

 

Infatti, quando Touadi, con cui intrattiene rapporti amicali e di reciproca stima da molti anni, gli ha rivolto la richiesta, De Pierro non ha esitato ad accettare l'incarico propostogli, ritirando il suo nome dalla lista. Oggi ha deciso di parlare dell'episodio e si dice felice per la scelta fatta, maturata al di là di ogni calcolo politico solo per una questione di amicizia e di apprezzamento nei confronti dell'ex assessore capitolino della giunta Veltroni e deputato per l'Idv e per il Pd, ma si dice rammaricato per non aver potuto partecipare nella regione che aveva scelto, ossia l'Umbria: "Quando ho deciso di candidarmi non ho avuto dubbi.

 

Ho scelto di farlo in Umbria. Le ragioni sono molteplici. Innanzitutto è un territorio che amo moltissimo e ogni volta che mi è possibile ci faccio un salto, senza stancarmi mai di ammirare le sue bellezze naturali, storiche e architettoniche, restandone estasiato. In secondo luogo perché amo gli umbri, gente laboriosa, cordiale e umile, un esempio per chiunque. Non posso poi tralasciare una ragione prettamente politica. L'Italia dei Diritti, nella regione di san Francesco d'Assisi e di santa Rita da Cascia, gode di un notevole consenso, maturato anche grazie all'avvincente campagna elettorale che abbiamo condotto in occasione delle ultime consultazioni regionali, con candidato presidente Giampiero Prugni, che purtroppo da qualche tempo ci ha lasciati. Anche se la lista è saltata proprio in sede di presentazione, per un disguido legato all'assenza di un atto nel fascicolo documentale consegnato, il 3% che ci assegnavano i sondaggi era emblematico circa il lavoro programmatico e aggregativo svolto. Auspico presto di lavorare nuovamente in prima persona per questa straordinaria terra, che quando ci ritorno mi emoziona sempre come fosse la prima volta".

Antonello De Pierro | Radio Roma | Italia dei Diritti | Jean-Léonard Touadi | Beatrice Lorenzin | Salute | Ministero della Salute | ministro | Matteo Renzi | Matteo Salvini | Jean-Léonard Touadi | Federica Angeli | Armando Spada | Daniele Piervincenzi | Roberto Sp |



Commenta l'articolo

 

Potrebbe anche interessarti

De Pierro, per Touadi non mi sono candidato in Umbria


Regionali Umbria, De Pierro sfida la Marini e candida Prugni


Umbria, De Pierro nomina Lorenzo Lombardi vice responsabile regionale


Dopo l’accordo con Civica Popolare Spinelli rinuncia alla presidenze della regione.


Clamoroso passo indietro di De Pierro, sarà coordinatore campagna elettorale di Touadi


De Pierro attacca Zingaretti e Capriccioli su no vax Tutino


 

I più cliccati

Stesso autore

De Pierro, parenti vittime di Genova siano uniti nel rifiutare funerali di Stato

De Pierro, parenti vittime di Genova siano uniti nel rifiutare funerali di Stato
  Il presidente dell'Italia dei Diritti: "Sarebbe un segnale molto importante nei confronti di una squadra di governo inadeguata a soddisfare le istanze della popolazione peninsulare, basando tutta la sua azione sul populismo, nutrito a suon di proclami elettoralistici, e manifestando una lapalissiana incapacità gestionale"   Roma - "I parenti delle vittime rifiu (continua)

Roma, l'omaggio di Antonello De Pierro alla memoria di Luciano Martino

Roma, l'omaggio di Antonello De Pierro alla memoria di Luciano Martino
  Il giornalista presidente dell'Italia dei Diritti al premio dedicato all'indimenticabile produttore e regista: "L'iniziativa di stasera apre la strada a un crescendo evolutivo di grande prestigio e impatto che condurrà certamente a un appuntamento irrinunciabile nel panorama cinematografico made in Italy"   Roma - L'impegno del giornalista Antonello De Pierro, presi (continua)

Antonello De Pierro e Alessia Piochi a Sabaudia per apertura stagione estiva Le Dune

Antonello De Pierro e Alessia Piochi a Sabaudia per apertura stagione estiva Le Dune
Il giornalista presidente dell'Italia dei Diritti e la nota modella sono stati ospiti nella storica struttura pontina per un evento esclusivo svoltosi sulla suggestiva terrazza con vista mare e organizzato da Raffaele Manfredi e Monica Fiorucci   Roma - Previsioni della vigilia confermate all'Hotel "Le Dune" di Sabaudia, il comune pontino meta estiva dei vip, tra cui Francesco Tot (continua)

De Pierro conferma linea dura Idd a Comune di Roccagiovine

De Pierro conferma linea dura Idd a Comune di Roccagiovine
  Il presidente dell'Italia dei Diritti, neoeletto in minoranza al consiglio comunale del bellissimo borgo della Valle dell'Aniene, annuncia un'opposizione intransigente e al contempo collaborativa, sempre nell'interesse dei cittadini   Roma - Si è svolto in un clima incandescente, come da copione, la seduta di insediamento del sindaco e del nuovo consiglio comunale di Roccagio (continua)

De Pierro minaccia incatenamenti contro caro pedaggi A 24

De Pierro minaccia incatenamenti contro caro pedaggi A 24
  Il presidente dell'Italia dei Diritti e candidato a sindaco di Roccagiovine: "Non possiamo più tollerare una gabella dal sapore altamente speculativo e mirata a incidere pesantemente la sfera economica di fasce reddituali di matrice impiegatizia. Se necessario mi incatenerò a ogni casello dell'esosissima tratta autostradale     Roma - Continua a tambur batte (continua)