Home > Musica > SAN VENDEMIANO (TV) CANTO RIDO E DONO GRAN SPETTACOLO DOVE TALENTO, EMOZIONI E RISATE SI INCONTRANO

SAN VENDEMIANO (TV) CANTO RIDO E DONO GRAN SPETTACOLO DOVE TALENTO, EMOZIONI E RISATE SI INCONTRANO

SAN VENDEMIANO (TV) CANTO RIDO E DONO GRAN SPETTACOLO DOVE TALENTO, EMOZIONI E RISATE SI INCONTRANO
Dopo il recente successo a Pieve di Soligo (Tv), torna, sabato 24 febbraio 2018, presso la Palestra Polivalente di San Vendemiano (Tv), "Canto Rido e Dono", il grande show dove talento, emozioni e risate si incontrano. L'evento è organizzato dal Comune di San Vendemiano, con il supporto di Magie d'Inverno, dell'Associazione Culturale Estate Sport e la collaborazione della Scuola di Musica “A. Coletti” di San Vendemiano. L'appuntamento in programma, concepito con l'intento di offrire al pubblico uno spettacolo vario, intervallerà musica, comicità, esibizioni di ballo a momenti di pura magia. A rendere possibile tutto questo, il poliedrico cast artistico: Enrico Nadai, talentuoso cantante di Farra di Soligo (Tv) che ha partecipato alla realizzazione del primo disco di Papa Francesco “Wake Up!”; due giovani promettenti voci quali Jessica Della Colletta e Elena Lucca; Nicolas Bozzato, piccolo prodigio del pianoforte che si è fatto conoscere a livello nazionale grazie a “Io canto”; Vanny Tonon, il chitarrista più veloce del mondo, titolo registrato durante la trasmissione "Lo show dei record" condotta da Gerry Scotty; Giusy Zenere, comica vincitrice dell'edizione 1995/16 di “La sai l'ultima?”; il gruppo di danza orientale, Amira's Bellydancers; Debby Bigarella, ballerina professionista e, infine, l'illusionista prestigiatore, capace di raffinate magie, Paolo Colla. L'imponente Righéa Big Band, orchestra di 18 elementi, diretta da Denis Feletto. offrirà musica dal vivo. Conduttrice Elisa Nadai, presentatrice affermata di molte manifestazioni venete e speaker radio. Lo spettacolo, presso la Palestra Polivalente di San Vendemiano (Via Alcide De Gasperi, 44), avrà inizio alle ore 20:45. L'ingresso è gratuito e aperto a tutti. SOFIA FACCHIN

cabaret | musica | comici | avis | sagra | spettacolo | piazza |



Commenta l'articolo

 

Potrebbe anche interessarti

SAN VENDEMIANO (TV)- CON CANTO RIDO E DONO IL SUCCESSO E' ASSICURATO


PIEVE DI SOLIGO (TV)- SUCCESSONE PER LO SPETTACOLO DI VARIETA' "CANTO RIDO E DONO"


ASTIMUSICA20 - Ecofestival delle note


Maurizio Casagrande premiato a "Una Stella per i Giovani"


Christian Music ...e i suoi cantautori!


Christian Music ...e i suoi cantautori!


 

I più cliccati

Stesso autore

“Sogni di carta”: l’ultimo singolo di Enrico Nadai

“Sogni di carta”: l’ultimo singolo di Enrico Nadai
Leggendaria è la frase di Prospero, duca di Milano, nella “Tempesta” di W. Shakespeare, in cui afferma che “siamo della stessa sostanza di cui son fatti i sogni” e che nel “tempo di un sogno è racchiusa la nostra breve vita”. Come a dire che l’esistenza è immateriale e inafferrabile. Ma per quanto effimeri, sono proprio i sogni a dare forma alla nostra realtà. Non solo nello spazio oniri (continua)

"SOGNI DI CARTA" L'ULTIMO SINGOLO DI ENRICO NADAI


Leggendaria è la frase di Prospero, duca di Milano, nella “Tempesta” di W. Shakespeare, in cui afferma che “siamo della stessa sostanza di cui son fatti i sogni” e che nel “tempo di un sogno è racchiusa la nostra breve vita”. Come a dire che l’esistenza è immateriale e inafferrabile. Ma per quanto effimeri, sono proprio i sogni a dare forma alla nostra realtà. Non solo nello spazio oni (continua)

ENRICO NADAI-SOLO LEI E' DAPPERTUTTO

ENRICO NADAI-SOLO LEI E' DAPPERTUTTO
“O te o nessun’altra”, le aveva detto tante volte lui, avendolo già da sempre pensato, forse da prima di conoscerla. E Lei, assente nella carne, presenziava nell’ordine dell’invisibile accanto a lui; in treno, tra i libri, nelle preghiere, nell’aria respirata, nell’estate che passava: ovunque era la sua traccia. “Si butti alle spalle tutto: ne esistono tante di donne”, gli disse un giorno un uomo (continua)

ENRICO NADAI-UN ADDIO

ENRICO NADAI-UN ADDIO
Le sue mani rosee sembravano stringere un ferro mortale contro di lui, nel giorno del loro definitivo commiato. Lui implorava di potergliele tenere un’ultima volta, e le baciava ripetutamente per salvarle dalla propagazione del gelo proveniente dai precordi: il più letale. Lei versò le sue ultime lacrime per lui; lui le raccolse con le labbra prima che le rigassero l’intero viso. Un ultimo abbr (continua)

ENRICO NADAI-OBBEDIRE AL CUORE

ENRICO NADAI-OBBEDIRE AL CUORE
Sarà bello, per loro, ritrovarsi dopo diversi anni. Lui la chiamerà con lo stesso nome di un tempo. Lei gli chiederà: – “Che cosa hai fatto in quest’eternità senza di noi?” -“Non ho fatto che amarti, nel silenzio. Nient’altro d’importante” – le confesserà lui – “Nulla è mai valso quanto ciò che hai saputo darmi”. – “Eppure” – replicherà lei – “avresti potuto fare quel che volevi”. Soggiun (continua)