Home > Ambiente e salute > Marco Carra: ridurre i test sugli animali, lo dice l'Agenzia europea del farmaco

Marco Carra: ridurre i test sugli animali, lo dice l'Agenzia europea del farmaco

articolo pubblicato da: Marco Carra | segnala un abuso

Marco Carra: ridurre i test sugli animali, lo dice l'Agenzia europea del farmaco

L’Ema ha pubblicato il primo report che fa il punto sulle attività messe in atto da Chmp e Cvmp (Committe for Medical Products for Verterinary Use) tra il 2016 e il 2017 per l’uso etico degli animali nei test clinici. I principi perseguiti dai due organismi dell’agenzia europea sono sintetizzati nell’acronimo 3R: replacement (sostituzione), reduction (riduzione), refinement (minimizzazione dello stress animale). Sebbene l’obiettivo sia quello di sostituire l’uso degli animali vivi nei test dei farmaci, il loro impiego è ancora necessario in alcune aree di ricerca. La legislazione europea prevede che i detentori dell’autorizzazione al commercio applichino i principi delle 3R in ogni fase dello sviluppo, della manifattura e dei test dei farmaci. Alle attività descritte nel report sovraintende una commissione dedicata, composta da esperti del Cvmp e del Chmp, che vigila e informa i rispettivi organismi sull’efficacia e la sicurezza dello sviluppo dei farmaci che richiedono la conduzione di test su animali.

test animali | ema | ricerca | salute | marco carra |



Commenta l'articolo

 
 

Se ritieni meritevole il nostro lavoro fai una donazione


Ieri...

Stesso autore

La Cassazione afferma la responsabilità dell'azienda per le aggressioni al personale sanitario

La Cassazione afferma la responsabilità dell'azienda per le aggressioni al personale sanitario
Aumentano i casi di aggressioni a medici a infermieri. La giurisprudenza è intervenuta e ha delineato la possibilità di individuare una responsabilità a carico del datore di lavoro pubblico o privato che, non garantendo l’incolumità del lavoratore, concorre a generare situazioni che agevolano fenomeni di aggressione da parte di pazienti o dei loro familiari. In particolare, la sentenza 14556/17 (continua)

Marco Carra: assistenza domiciliare in Italia sotto la media europea

Marco Carra: assistenza domiciliare in Italia sotto la media europea
Nel 2016, poco più del 20% delle famiglie nell'Ue con persone bisognose di aiuto a causa per problemi di salute a lungo termine utilizzava servizi di assistenza domiciliare professionale. L'assistenza a domicilio punta a consentire alle persone di rimanere nelle loro case piuttosto che usare cure in strutture residenziali, a lungo termine o istituzionali. Questo tipo di assistenza, second (continua)

Marco Carra: a che punto è la riforma del Terzo Settore?

Marco Carra: a che punto è la riforma del Terzo Settore?
La legge delega di riforma del Terzo settore (n. 106 del 6 giugno 2016) prevedeva l’emanazione di sette decreti entro il 2017. Il primo di essi – un decreto legislativo per la modifica della parte del Codice civile riguardante le organizzazioni senza scopo di lucro – non uscirà mai a seguito di apposita decisione del governo. Un altro decreto, ministeriale, su “vigil (continua)

Marco Carra: la pasta e il riso Made in Italy da oggi li riconosci dall'etichetta

Marco Carra: la pasta e il riso Made in Italy da oggi li riconosci dall'etichetta
Finalmente sarà possibile sapere se nella pasta che si sta acquistando è presente o meno grano canadese trattato in preraccolta con il glifosate, proibito sul grano italiano, o se il riso viene dai campi della Birmania sequestrati alla minoranza Rohingya, contro la quale è in atto una pulizia etnica. Da oggi finalmente diventa obbligatoria l’etichetta di origine per past (continua)

Marco Carra: peggiorano del 3% i tempi di attesa per visite ed eami

Marco Carra: peggiorano del 3% i tempi di attesa per visite ed eami
Noi lo diciamo da anni e l'annuncio delia Giunta, dello stanziamento di 11 milioni di euro taglia code nelle strutture socio sanitarie, a pochi giorni dell'inizio della campagna elettorale, è stato solo un annuncio. A confermare la situazione critica negli ospedali per i pazienti lombardi è intervenuta anche Ats metropolitana che ha bacchettato la Giunta e le sue misure, facendo pres (continua)