Home > Informatica > Backup: una persona su tre non lo ha mai fatto

Backup: una persona su tre non lo ha mai fatto

Backup: una persona su tre non lo ha mai fatto

Si parla molto spesso di ransomware e dei danni che possono causare ai dispositivi, eppure ciò che emerge da un sondaggio effettuato da una società operante nel settore della sicurezza informatica è che il 33% degli utenti non si è mai preoccupato di creare una copia dei propri dati.

I risultati della ricerca sono stati divulgati lo scorso 31 Marzo durante la giornata mondiale del backup, e il fatto stesso di dover indire una giornata apposita come promemoria dovrebbe far riflettere.

Molti utenti pensano infatti di essere immuni da eventuali infezioni dimenticando inoltre che un dispositivo può essere anche sottratto, smarrito o semplicemente incorrere in un guasto irreversibile. A quel punto tutti i dati in esso contenuti andranno irrimediabilmente persi, che si tratti di un PC, di un tablet o di uno smartphone.

Il 39% della popolazione possiede nel proprio nucleo familiare almeno quattro dispositivi e un dato interessante è che il 29% ha già subito tale perdita.

Il World backup day è stato indetto proprio per ricordare che un’operazione tanto semplice quanto efficace come quella di fare una copia dei propri file darebbe modo di recuperare una situazione altrimenti compromessa, tanto più che le alternative sono molteplici sia fisiche tramite hard disk esterni o memorie USB che online utilizzando i servizi in Cloud.

Soprattutto in questo periodo storico tenere i propri dati personali o aziendali al sicuro è fondamentale viste le minacce sempre più frequenti e sofisticate provenienti dai criminali informatici la cui forma preferita di attacco sono i ransomware, ovvero infettare un dispositivo per poterlo bloccare e chiedere un riscatto alla vittima per riavere ciò che è suo.

Ricordiamo che cedere a tale ricatto, oltre ad essere una pratica illecita, non garantisce la restituzione dei dati pertanto avere un backup dei dati non è più un’opzione, ma una sicura via d’uscita.

ESET Italia suggerisce da sempre ai propri utenti di creare copie di tutti i propri file su componenti rimovibili e di aggiornarle costantemente. E’ inoltre importante effettuare gli aggiornamenti del proprio sistema operativo quando rilasciati e proteggere i propri dispositivi con efficaci software antimalware.

ESET | Backup |



Commenta l'articolo

 

Potrebbe anche interessarti

Acronis riceve il riconoscimento Gartner Peer Insights Customers’ Choice 2018 per le soluzioni di backup e ripristino per data center


CloudLinux lancia Imunify360 con tecnologia Acronis Backup Cloud


Acronis True Image 2019 un livello di protezione informatica che ha impedito ai ransomware di fare danni per oltre 100 milioni di dollari


AV-TEST premia Acronis True Image New Generation


G DATA e Nanosystems: Backup di malware, no grazie!


Acronis annuncia la partnership con Plesk


 

Se ritieni meritevole il nostro lavoro fai una donazione


Ieri...

Stesso autore

Facebook subisce il più grave blackout di sempre

Facebook subisce il più grave blackout di sempre
Mercoledì 13 marzo molti utenti in tutto il mondo non sono stati in grado di utilizzare alcuni tra i loro servizi preferiti per un periodo di tempo prolungato. Si è trattato dell’interruzione più lunga nella storia di Facebook, ma attualmente la causa del disservizio non è stata resa pubblica. I fan di Facebook non sono stati gli unici a risentirne, infatti (continua)

ESET premiata da AV-Comparatives per le soluzioni di sicurezza business e consumer

ESET premiata da AV-Comparatives per le soluzioni di sicurezza business e consumer
ESET, il più grande produttore di software per la sicurezza digitale dell’Unione europea, è stata premiata con il Gold e il Silver Award nei recenti report di AV-Comparatives, un'organizzazione indipendente di test. AV-Comparatives utilizza una delle più grandi raccolte di campioni di tutto il mondo per creare un ambiente reale per test altamente accurati. Nel suo rece (continua)

Migliorano le tecniche di phishing, ESET Italia spiega come proteggersi

Migliorano le tecniche di phishing, ESET Italia spiega come proteggersi
Il gruppo di lavoro anti-phishing (APWG) ha pubblicato il suo ultimo rapporto sulle tendenze dell'attività di phishing , che mostra come il numero di siti Web fraudolenti progettati per rubare dati sensibili sia diminuito nel 2018. Il calo - da circa 263000 siti segnalati dallo stesso team nel primo trimestre dello scorso anno a circa 138000 nell'ultimo trimestre - potrebbe essere dovuto (continua)

Quanto costano le truffe “romantiche”?

Quanto costano le truffe “romantiche”?
Una decina di giorni fa, mentre le coppie di tutto il mondo si apprestavano a celebrare San Valentino, i ricercatori di ESET hanno messo in evidenza i rischi delle frodi romantiche. Pur avendo trascorso illesi il giorno degli innamorati, è importante mantenere alto il livello di attenzione per non cadere vittima delle innumerevoli truffe che ogni giorno circolano online, anche perch&eacut (continua)

IDC MarketScape: ESET nominata Major Player nella gestione delle minacce mobile

IDC MarketScape: ESET nominata Major Player nella gestione delle minacce mobile
ESET è stata nominata Major Player nel report IDC MarketScape “Worldwide Mobile Threat Management Software 2018-2019 Vendor Assessment”, che ha analizzato i quattordici principali fornitori di MTM. Secondo il report, "L'integrazione nel più ampio portafoglio di soluzioni ESET è un punto di forza per coloro che già utilizzano i prodotti di ESET. Le fu (continua)