Home > Altro > Allarme Bullismo

Allarme Bullismo

Allarme Bullismo

 dati che ci arrivano dall’Unicef sono allarmanti, i nostri figli sono vittime di bullismo ogni giorno, dentro e fuori scuola , a volte nel silenzio della solitudine della loro età, senza un confronto senza chiedere aiuto.

Soli senza che genitori ed insegnanti si accorgano che qualcosa non va e magari il loro mutismo è confuso per ragazzo asociale.

Riportiamo i dati di ansa:

Metà degli studenti fra i 13 e i 15 anni nel mondo – circa 150 milioni – hanno riferito di aver subito violenza da parte dei loro coetanei a scuola e fuori”. E’ quanto attesta un nuovo rapporto lanciato oggi dall’Unicef.

Secondo lo studio ‘An Everyday Lesson: #ENDviolence in Schools’ la violenza tra coetanei – misurata come il numero di bambini che hanno riferito di essere stati vittime di bullismo nell’ultimo mese o che sono stati coinvolti in scontri fisici nell’ultimo anno – “è una componente diffusa dell’istruzione dei giovani nel mondo. Ha un impatto sull’apprendimento degli studenti e sul loro benessere sia nei paesi poveri sia ricchi”.

Il rapporto, come spiega una nota, sottolinea diversi modi in cui gli studenti subiscono violenza in classe e fuori. “Secondo gli ultimi dati dell’Unicef, a livello globale, poco più di 1 studente su 3 fra 13 e 15 anni è vittima di bullismo e circa la stessa percentuale è coinvolta in scontri fisici; 3 studenti su 10 in 39 paesi industrializzati ammettono di esercitare bullismo sui loro coetanei. Nel 2017 – scrive poi l’Unicef -, sono stati registrati 396 attacchi documentati o verificati sulle scuole nella Repubblica Democratica del Congo, 26 sulle scuole in Sud Sudan, 67 attacchi in Siria e 20 attacchi in Yemen. Circa 720 milioni di bambini in età scolastica vivono in paesi in cui le punizioni fisiche a scuola non sono completamente proibite”.

“Le ragazze e i ragazzi sono egualmente esposti al rischio di bullismo, ma le ragazze hanno maggiori probabilità di essere vittime di forme psicologiche di bullismo e i ragazzi incorrono in un rischio maggiore di violenze fisiche e minacce. In Italia, il 37% degli studenti fra i 13 e i 15 anni hanno riferito di essere stati vittime di bullismo a scuola almeno una volta negli ultimi due mesi e/o di essere stati coinvolti in scontri fisici almeno una volta nei 12 mesi passati”,

Bullismo | vittime | minori | scuola | web | Gianluca Santoni | investigazioni |



Commenta l'articolo

 

Potrebbe anche interessarti

Brusciano: No alla Violenza. Per una “Città Ideale” così come intesa dallo storico della filosofia, antifascista, Guido De Ruggiero. (Scritto da Antonio Castaldo)


Mariglianella: All’ICS Carducci, per la “Giornata Internazionale contro la violenza sulle donne” svolto il convegno “Non Esiste l’Amore che Uccide”.


Samsung introduce una nuova gamma di telecamere IP entry level: una linea completa con un set esteso di funzionalitá grazie al nuovo processore WiseNet S


Realizzare una casa domotica senza effettuare lavori di ristrutturazione: il Sistema radio My Home BTicino


Venitem compie 15 anni!


Nuovo antifurto GEWISS per la casa


 

Ieri...

Stesso autore

Corinaldo tragedia alla lanterna

Corinaldo tragedia alla lanterna
 Corinaldo. Tragedia alla Lanterna Azzurra.    L’autrice Marina Paterna dichiara: “Dove stanno le parole per esprimere la rabbia? Ci sono solo numeri: 490 i ragazzi registrati dal contapersone, tra i 1.400 e i 2.000 i ragazzi effettivamente presenti. Quanti i biglietti realmente venduti? Ma oggi di quale sicurezza parliamo? È chiaro che nel locale moltissime son (continua)

L’autrice Marina Paterna chiede: “Fermiamoci ad ascoltare. Impariamo a leggere ogni cosa, anche i silenzi. Iniziamo dall’osservare, anche le più insignificanti cose ci parlano di noi.”

L’autrice Marina Paterna chiede: “Fermiamoci ad ascoltare. Impariamo a leggere ogni cosa, anche i silenzi. Iniziamo dall’osservare, anche le più insignificanti cose ci parlano di noi.”
 Strage di Paternò. “Tragedia per la nostra città.”  L’autrice Marina Paterna chiede: “Fermiamoci ad ascoltare. Impariamo a leggere ogni cosa, anche i silenzi. Iniziamo dall’osservare, anche le più insignificanti cose ci parlano di noi.”   Ho ascoltato il sindaco e credo nel suo dolore. Siciliano come me, dal cuore grande c (continua)

Santino Di Matteo si racconta e chiede aiuto

Santino Di Matteo si racconta e chiede aiuto
 Santino Di Matteo si racconta e chiede aiuto. Proteggetemi.   Nel libro HO SCONFITTO la mafia. IO SONO VIVO! L’autrice Marina Paterna immortala in un capitolo la sua confessione. 36 un numero, un’ossessione. 36 un capitolo. Sono gli stessi minuti in cui decide di scappare per raggiungere suo figlio Giuseppe. 36 sono anche i suoi anni, gli stessi in cui decide di cambiare l (continua)

Santino Di Matteo si racconta e chiede aiuto

Santino Di Matteo si racconta e chiede aiuto
 Santino Di Matteo si racconta e chiede aiuto. Proteggetemi.   Nel libro HO SCONFITTO la mafia. IO SONO VIVO! L’autrice Marina Paterna immortala in un capitolo la sua confessione. 36 un numero, un’ossessione. 36 un capitolo. Sono gli stessi minuti in cui decide di scappare per raggiungere suo figlio Giuseppe. 36 sono anche i suoi anni, gli stessi in cui decide di cambiare l (continua)

Serata Donne al centro

Serata Donne al centro
            In collaborazione con la Fondazione Margherita Hack                          Con il Patrocinio Regione Lazio – Assessorato alla Cultura 1 municipio     Teatro degli Eroi  - 22 novembre     La  nostra associazione vuole essere un (continua)