Home > Economia e Finanza > Controllo di gestione e Temporary Food Management

Controllo di gestione e Temporary Food Management

Controllo di gestione e Temporary Food Management

 

Per il settore agroalimentare il controllo di gestione della filiera logistica è fondamentale: il Temporary Food Management può rappresentare una svolta per le aziende.

 

Con il controllo di gestione l'impresa impegnata nel settore agroalimentare analizza continuamente la propria attività tenendo sotto controllo l’aspetto finanziario, strutturale, amministrativo, commerciale e industriale. Le analisi preventive, infatti, sono fondamentali per misurare le future performance aziendali, per conoscere i flussi di cassa necessari al sostegno della continuità aziendale.

Per calcolare in modo corretto i flussi di cassa futuri, l'azienda deve acquisire un’adeguata conoscenza della propria capacità industriale, commerciale e finanziaria, ma anche delle dinamiche del settore merceologico di riferimento e dei principali competitor.

È necessario, quindi, diffondere la consapevolezza dell’importanza del controllo di gestione come strumento ordinario di lavoro, come buona pratica di ogni buon imprenditore. I benefici derivanti dall'adozione di tale programma miglioreranno il rapporto con il sistema finanziario e si rileveranno ottimi alleati nel ridurre i rischi di default.

Purtroppo, l'esperienza dimostra che le PMI italiane, caratterizzate da un tessuto composto più da piccole che medie imprese, sono poco inclini o poco strutturate sul controllo di gestione.

Temporary Food Management: la svolta aziendale

Rendere sistematiche le best practice di buona conduzione aziendale può essere compito della professione di un commercialista, ma ancor più di un manager che viva l'azienda dal suo interno e ne apprenda i segreti, le routine e i programmi di tutti i reparti. In quest'ottica – soprattutto per le PMI - si inserisce il Temporary Food Management che sempre più interessa le aziende, siano esse grandi o piccole, e che può veramente rappresentare una svolta epocale nella gestione della supply chain.

Il Temporary Manager vende esperienza, ha un bagaglio culturale utile ad affrontare le più disparate esigenze aziendali, organizzative, finanziarie, amministrative e in parte legali, possiede le competenze per raggiungere gli obiettivi circondandosi di professionisti alla propria altezza.

Il Temporary Management ha un taglio molto operativo, al contrario dei classici servizi di consulenza, è sempre svolto da personale con una lunga esperienza diretta e operativa in azienda. Questo lo distingue sia dalle classiche società di consulenza, sia dai servizi offerti dal commercialista, con il quale per altro deve collaborare e confrontarsi per ottimizzare l'efficienza aziendale.

Concludendo, possiamo dire che il Temporary Management è un servizio che può diventare lo standard di fruizione per le piccole e medie aziende dell’agroalimentare, in quanto si pone come convergenza delle macro aree aziendali, quali amministrazione, finanza e controllo, organizzazione e legale.

temporary food management |



Commenta l'articolo

 

Potrebbe anche interessarti

Sponsor del Master in FOOD STORE MANAGEMENT anche Alfredo’s Gallery


Temporary Management, Deal Management e ristrutturazioni societarie, i temi affrontati dall’Advisor di Forlì, Matteo Cosmi


La collaborazione tra Gico Systems e Unindustria


ISCRIZIONI APERTE !! XIV edizione Master Economia e Gestione della Comunicazione e dei Media - Università di Roma Tor Vergata


NON VOGLIO UN CFO!


MHT prosegue la crescita e supporta le aziende nell’adozione di strumenti di Business Intelligence, Big Data e Cloud


 

Ieri...

Stesso autore

Shapeways annuncia il servizio di stampa 3D a colori con il sistema Stratasys J750

Shapeways annuncia il servizio di stampa 3D a colori con il sistema Stratasys J750
Shapeways collabora con Stratasys per rendere la stampa 3D multicromatica più accessibile ai designer e ai creatori, grazie ad una nuova offerta di servizi. Questi nuovi servizi di produzione si basano sul sistema J750, un sistema che consente a progettisti e ingegneri di realizzare prototipi altamente realistici con flussi di lavoro ottimizzati dal design al prototipo, riducendo sia il tim (continua)

Aria compressa: 7 consigli per un utilizzo sicuro

Aria compressa: 7 consigli per un utilizzo sicuro
  Cresce di giorno in giorno l’utilità dell'aria compressa negli spazi di lavoro in tutto il mondo: dalle fabbriche ai cantieri, fino al settore industriale, sono sempre più le aziende che si servono di questa. Nonostante possa sembrare molto semplice da usare (all’apparenza), l'aria compressa può diventare pericolosa se utilizzata in maniera non corretta. Ec (continua)

Nasce Unibeauty, la prima categoria del panorama associativo beauty

Nasce Unibeauty, la prima categoria del panorama associativo beauty
  Nel varesotto, HSA Cosmetics e API danno vita a Unibeauty, la prima categoria dedicata ai professionisti della bellezza.   In Italia è nata la prima categoria dedicata al settore della bellezza: si chiama Unibeauty ed è stata pensata e realizzata da Confapi Varese, l’Associazione di categoria delle Piccole e Medie Imprese della provincia di Varese, e da HSA Cosme (continua)

Riscoprire i saperi artigianali e l’interior design made in Italy

Riscoprire i saperi artigianali e l’interior design made in Italy
  Nel mercato globale che corre veloce riscoprire l’artigianato è fondamentale, soprattutto nel settore dell’interior design made in Italy.   In un mercato globale che va sempre più veloce potrebbe sembrare strano e sorprendente che sia proprio il lavoro artigiano a contribuire ai processi produttivi nell’ambito del design. Se in passato questo fenomeno (continua)

Scegliere la posizione giusta per i condizionatori

Scegliere la posizione giusta per i condizionatori
Il caldo non accenna a fermarsi? Ti sei finalmente deciso di contrastare l’aria calda e afosa con l’acquisto di un condizionatore, magari a fine stagione e in sconto? Bene, ma hai già stabilito dove andrai a posizionarlo? Se non lo ha fatto, ecco qualche consiglio sulla scelta della migliore posizione dei condizionatori. Partiamo da un dato oggettivo: l’estate è (continua)