Home > Arte e restauro > La sintesi materica subliminale della pittura di Roberto Re

La sintesi materica subliminale della pittura di Roberto Re

scritto da: Elenagolliniartblogger | segnala un abuso

La sintesi materica subliminale della pittura di Roberto Re


 “Si tratta davvero di una sintesi materica di valore subliminale quella che distingue l'arte pittorica di Roberto Re, che si incentra su una ricerca di pregevole significato insito, sotteso e allusivo e che rende l'intera orchestrazione compositiva subito distinguibile, caratterizzante, inconfondibile nelle sue fattezze strutturali”. La Dott.ssa Elena Gollini interviene per spiegare i tratti principali della sperimentazione creativa intrapresa e portata avanti da Re con grande fervore d'ispirazione. E ancora approfondendo l'argomentazione ha aggiunto: “La versatilità connaturata all'indole artistica di Roberto gli spiana la strada per così dire a una visione più ampia, più allargata, più estesa, più dilatata del concetto di materia e di matericità applicato alla sua formula pittorica di matrice informale. Roberto lo estende in modo molto articolato e sfaccettato, attribuendo un'alchimia di supporti subliminali. Riesce a trovare appigli e richiami di riferimento sempre sorprendenti e da artista curioso per natura si cimenta ad inserirli dentro gli scenari prospettando per lo spettatore un approccio davvero stimolante e incitandolo a entrare dentro la narrazione. La sintesi materica subliminale della pittura di Roberto è frutto di un'acquisita e consolidata maturità di pensiero e di valutazione, di un'abile e sapiente selezione di scelta e di scrematura molto selettiva. Roberto non si perde in inutili e sterili artifici, non si lascia deviare e fuorviare da preamboli fuori luogo, non si lascia coinvolgere in superflue e superficiali speculazioni. La sua arte si mantiene sempre canalizzata, orientata e convogliata secondo una propria responsabile concertazione logica e lucidamente razionale, diventa una metafora simbolica che personifica ciò che Roberto vuole evidenziare, spiegare, raccontare, descrivere, senza l'uso della parola e della scrittura, diventa un libro virtuale da sfogliare sequenza dopo sequenza, da metabolizzare e da introiettare gradualmente, senza fretta, senza disperdersi in strane e avulse elucubrazioni insensate. Roberto vuole essere artista di pensiero sottile e acuto, di intraprendente e lungimirante perspicacia, di arguta e sagace intuizione e accompagna lo spettatore per mano, lo conduce nel suo mondo e lo lascia assaporare e gustare il tripudio materico carico e pregnante di innumerevoli sollecitazioni allettanti. La sua pregevole sintesi materica equivale simbolicamente a quella dimensione parallela, che consente alla sensibilità umana e all'umano sentire di calarsi dentro una sorta di visione speculare parallela, dove si riesce a recepire in modo molto più forte, più empatico e più reattivo ogni minimo incipit e input entrando in una galvanizzante catarsi”. È possibile acquistare le opere di Re anche nei seguenti circuiti online: singulart.com, wikiarte.com, topcontemporaryart.com, pitturiamo.com.


Fonte notizia: http://elenagolliniartblogger.com/roberto-re


Roberto re | artista | artist | opera | opere | vendita | artwork | shop | bologna | wikiarte | singulart | top | contemporary | art | pitturiamo | acquisto | commissione | vendita | committenza | emilia romagna | italia | italy |



Commenta l'articolo

 

Potrebbe anche interessarti

Intervista di Alessia Mocci a Luc Vancheri: la pubblicazione italiana del saggio francese “Cinema e Pittura”


In libreria “Cinema e Pittura: condivisioni, presenze, contaminazioni” di Luc Vancheri edito da Negretto Editore


Il Sogno Verde sbarca a Napoli, 30 artisti nel rapporto uomo-natura tra due esclusive location


Eni: specializzazioni professionali di Roberto Casula


Federico Marchioro: dipingere il proprio pensiero sensibile


Nostos il ritorno, personale di Gerlanda di Francia


 

Se ritieni meritevole il nostro lavoro fai una donazione


Recenti

Stesso autore

Davide Quaglietta: arte fonte di virtù aggregativa

Davide Quaglietta: arte fonte di virtù aggregativa
 Viene naturale pensare, che chi si cimenta nella produzione artistica, sia essa pittorica, scultorea, fotografica o di qualunque altra libera espressione creativa, abbia il desiderio e l'aspirazione di intraprendere un percorso di ricerca virtuosa, con ideali e principi cardine di valore da sostenere e divulgare. Purtroppo, però non sempre poi strada facendo i buoni propositi iniziali v (continua)

Cecilia Martin Birsa: un'arte scultorea all'insegna della condivisione universale

Cecilia Martin Birsa: un'arte scultorea all'insegna della condivisione universale
 “Quando si parla di arte declinata in chiave contemporanea è fondamentale mettere in luce anche l'orientamento d'ispirazione e la prospettiva di vedute, che ottiene attraverso una condivisione di impronta universale, affinché possano essere gettate le fondamenta e le basi per darle l'ampio respiro, che l'artista desidera e ambisce riscuotere al presente e al contempo garantirle anche un (continua)

Federico Marchioro: pubblicata online la sua mostra “Unconventional Art Mood”

Federico Marchioro: pubblicata online la sua mostra “Unconventional Art Mood”
 «“Unconventional Art Mood” mai titolo fu più calzante per canalizzare l'eclettica e poliedrica ispirazione creativa di Federico Marchioro, artista a tutto campo, che si cimenta con positivi riscontri nell'ambito della pittura contemporanea di radice informale-non convenzionale». La Dott.ssa Elena Gollini approfondisce nel merito alcune valutazioni critiche in virtù della pubblicazione (continua)

Daniel Mannini: giochi di luce e di energia declinati in pittura

Daniel Mannini: giochi di luce e di energia declinati in pittura
 “Volendo utilizzare una terminologia in chiave metaforica, direi molto calzante, per definire Daniel Mannini nella sua visionarietà pittorica si può parlare di un corollario di giochi di luce e di energia, che si manifestano e si propagano profondendo tutto intorno vibrazioni e pulsioni molto avvolgenti e penetranti”. La Dott.ssa Elena Gollini analizza con approfondite considerazioni cr (continua)

Cecilia Martin Birsa: un'arte scultorea tra magia e poesia

Cecilia Martin Birsa: un'arte scultorea tra magia e poesia
 “Quando penso a Cecilia Martin Birsa nel momento catartico dell'atto e del gesto creativo mi immagino tutta la cura e la premura certosina con la quale plasma e modella la materia, stemperandone la solida robustezza corposa e modulandone il volume e la densità, per ottenere un eccellente risultato, che fonde insieme perizia tecnica e padronanza strumentale a fantasioso estro e spiccata (continua)