Home > Sport > ETKmente: molti ragazzi rinunciano allo sport per ragioni economiche

ETKmente: molti ragazzi rinunciano allo sport per ragioni economiche

scritto da: Ceraunavoltaepoi2015@gmail.com | segnala un abuso

ETKmente: molti ragazzi rinunciano allo sport per ragioni economiche

Al via una campagna TV per denunciare il problema e raccogliere fondi ed adesioni. L’associazione mira ad educare garantendo l’accesso alla pratica sportiva per una crescita etica


Già ad aprile scorso erano più di due milioni le famiglie italiane che dichiaravano di aver perso oltre il 50% del proprio reddito familiare (Fonte: mUp Research per Facile.it) e che, per questo motivo, si erano trovate costrette a diverse rinunce.

A conti fatti sono tanti i ragazzi italiani che, per ragioni economiche, sociali o culturali hanno dovuto rinunciare allo sport, elemento fondamentale non solo di aggregazione e salute, ma anche di crescita etica e morale.

È per aiutare loro a non dover dire addio ad un tassello così importante che è nata ETKmente (www.etkmente.t), l’associazione che, con il patrocinio del CONI, mira a garantire l’accesso alla pratica sportiva per un numero sempre più ampio di ragazzi fra i 6 ed i 15 anni.

«Lo sport» - dicono dall’associazione - «non è solo attività fisica, ma anche divertimento, confronto con gli altri, rispetto delle regole, educazione e tensione a migliorarsi, come atleti e come persone. Il nostro progetto è quello di favorire, attraverso la pratica sportiva, il benessere psico fisico di bambini e ragazzi svantaggiati, aggiungendo al loro percorso un tassello educativo fondamentale, in modo da renderli un domani adulti consapevoli, portatori e propagatori di valori sani e, appunto, etici.»

Per mettere sotto ai riflettori questo problema spesso sottovalutato e per molti sconosciuto, l‘associazione ha lanciato la sua prima campagna televisiva che, da oggi, è disponibile su tutti i canali social di ETKmente e, a breve, sui network televisivi che hanno ceduto gratuitamente i loro spazi.

La campagna, dal titolo Lo sport, un diritto per tutti i ragazzi e disponibile a questo link: https://www.youtube.com/watch?v=SHosSHOoGYg , ha per protagonisti un gruppo di ragazzi che, durante un allenamento di atletica leggera, dimostrano con semplici gesti l’importanza di un comportamento etico. È il momento della gara, i giovani atleti partono dai blocchi, ma dopo qualche metro uno di loro inciampa e cade a terra; per gli altri sarebbe più facile continuare a correre e tagliare il traguardo con un avversario in meno, ma non è questo che dice l’etica e così si fermano, tornano verso il compagno in difficoltà, lo aiutano e tutti assieme tagliano il traguardo.

«Grazie a questo spot», concludono i fondatori dell’associazione, «non solo speriamo di raccogliere fondi per finanziare i progetti che ETKmente comincerà a portare avanti da settembre, ma anche di unire attorno all’associazione soggetti interessati ad impegnarsi in attività di responsabilità sociale. Anche i singoli potranno contribuire mettendo a disposizione il loro tempo e le loro competenze professionali, così da aiutarci a raggiungere l’obiettivo di aiutare sempre più ragazzi.»


Fonte notizia: https://www.etkmente.it/sostienici


sport | bambini | ragazzi | etica | valori | no profit | etkmente |



Commenta l'articolo

 

Potrebbe anche interessarti

Dario Santoro, Campione Italiano Maratona: purtroppo lo sport non mi dà da vivere


Presentazione del libro “Lo sport delle donne" edito da Prospettiva Editrice


Rollo Aloisio: la gara della mia vita il derby tra Manfredonia e Foggia


Nicolas Forget, runner: Devo ascoltare il mio corpo e non superare il limite


Un mondo dietro lo sport, tanta fatica e impegno con passione e determinazione


Viola Giustino e Dario Santoro vincono la “CORRENDO TRA I VIGNETI”


 

Se ritieni meritevole il nostro lavoro fai una donazione


Recenti

Stesso autore

Teatro per bambini - dal 9 novembre a Milano Chi ha paura della paura?

Teatro per bambini - dal 9 novembre a Milano Chi ha paura della paura?
 Al teatro Wagner di Milano (piazza Wagner 2) torna l’ormai tradizionale appuntamento con il musical per bambini, interpretato da bambini e scritto da Mitzi Amoroso. Dal 9 al 24 novembre, tutti i sabati e le domeniche del mese, alle ore 16 la compagnia dei piccoli attori guidata da Mitzi va in scena con lo spettacolo di beneficenza Chi ha paura della paura? A spiegare il titolo, oggett (continua)

Cappuccetto rosso story. Commedia musicale per bambini, interpretata da bambini

Cappuccetto rosso story. Commedia musicale per bambini, interpretata da bambini
 Dal 10 al 25 novembre, tutti i sabati e le domeniche del mese, alle ore 16 la compagnia dei piccoli attori guidata da Mitzi Amoroso torna in scena al Teatro Wagner di Milano (Piazza Wagner 2) con lo spettacolo di beneficenza Cappuccetto Rosso Story, una commedia musicale per bambini...interpretata da bambini. Un'ora di spettacolo per raccontare la storia ispirata a quella della bambina pi&u (continua)

Dall'11 novembre al teatro Wagner di Milano Ma il Cielo non può attendere

Dall'11 novembre al teatro Wagner di Milano Ma il Cielo non può attendere
 Dopo l’enorme successo ottenuto lo scorso anno con la commedia C’era una volta il mare, l’11 novembre 2017 (e, in replica, il 12, 18, 19, 25 e 26 novembre) Mitzi Amoroso e il cast dei suoi piccoli grandi attori tornano in scena al teatro Wagner di Milano con lo spettacolo Ma il cielo non può attendere, musical per bambini...interpretato da bambini che, su sceneggiatu (continua)

RC animali: in Italia mercato potenziale di oltre 532 milioni di euro

RC animali: in Italia mercato potenziale di oltre 532 milioni di euro
 Gli italiani sono un popolo notoriamente amante degli animali tanto che, secondo dati ufficiali, il 55% dei nostri connazionali convive con cani o gatti. Da anni il mondo delle assicurazioni si rivolge anche a loro e Facile.it (https://www.facile.it/assicurazione-cane.html), il principale comparatore italiano di prodotti assicurativi, ha deciso di analizzare questo mercato che, con ben 14 mi (continua)

RC auto: in Toscana costi in aumento per quasi 140.000 automobilisti

RC auto: in Toscana costi in aumento per quasi 140.000 automobilisti
 Secondo l’osservatorio di Facile.it (https://www.facile.it/assicurazioni-auto.html), in Toscana, nel 2016, il 5,78% degli automobilisti ha denunciato sinistri con colpa e, in virtù di ciò, la regione è prima in assoluto nella classifica nazionale. Considerando il parco auto circolante, il dato si tradurrà in aumenti dei costi RC auto per quasi 140.000 conduc (continua)