Home > Altro > E-commerce: nasce il Marketplace degli Italiani, il Made in Italy a portata di clic

E-commerce: nasce il Marketplace degli Italiani, il Made in Italy a portata di clic

scritto da: AIDR | segnala un abuso

E-commerce: nasce il Marketplace degli Italiani, il Made in Italy a portata di clic

Le eccellenze del Made in Italy a portata di clic. Nasce il Marketplace degli Italiani (www.aidrec.it) l’e-commerce di qualità, una vetrina digitale aperta al mercato internazionale per le aziende italiane che operano nei settori dell’enogastronomia, moda, benessere e artigianato.


Nicastri (Aidr): piattaforma online gratuita per sostenere le eccellenze del nostro Paese, colpite dal Coronavirus

Le eccellenze del Made in Italy a portata di clic. Nasce il Marketplace degli Italiani (www.aidrec.it)  l’e-commerce di qualità, una vetrina digitale aperta al mercato internazionale per le aziende italiane che operano nei settori dell’enogastronomia, moda, benessere e artigianato. Il portale è promosso dalla associazione Italian Digital Revolution, Aidr (www.aidr.it), una rete senza scopo di lucro che si pone come mission la diffusione della cultura digitale. Il Marketplace, nasce infatti dalla volontà di creare una rete di supporto digitale alle aziende Made in Italy, in un momento particolare dell’economia del nostro Paese, creando un portale dedicato in cui poter promuovere i loro prodotti. Puntare sul digitale, secondo le stime dell’Osservatorio Export Digitale della School of Management del Politecnico di Milano, significa incidere positivamente sulla ripresa economica, basta considerare alcuni dati: l’export digitale italiano nel 2020 ha raggiunto il valore di 13,5 miliardi di euro, con una crescita è stata pari al 14%, a fronte di un crollo del settore sul fronte delle esportazioni che ha toccato le due cifre. In quest’ottica, sempre secondo i dati del Politecnico, occorre puntare sulla formazione digitale, per aiutare le imprese italiane, ancora in forte ritardo rispetto agli altri Paesi dell’Unione. In questa direzione l’associazione si occuperà inoltre di affiancare gli imprenditori nel loro percorso di alfabetizzazione digitale. Alla piattaforma hanno già aderito diverse realtà, sparse su tutto il territorio nazionale. Attraverso il sito, che rispetta gli ultimi standard in materia di usabilità, sarà possibile acquistare in maniera sicura e veloce diverse categorie merceologiche. Per aderire al marketplace (https://aidrec.it/diventa-rivenditore/)

“Stiamo riscontrando una grande volontà di riscatto da parte degli imprenditori – ha sottolineato il presidente di Aidr – Mauro Nicastri. In questo ultimo anno, la pandemia ha stravolto le nostre abitudini di acquisto, spostando online molte attività. A fronte di una domanda, destinata a crescere rapidamente, secondo le stime internazionali, molti imprenditori, continuano a riscontrare delle difficoltà di accesso alle attività digitali. Proprio per questo, la nostra associazione, ha deciso di mettere al servizio delle aziende, non solo le proprie conoscenze, ma uno strumento operativo con una vetrina online per essere ancora più competitivi nel mercato italiano ed internazionale.”


Fonte notizia: https://www.aidr.it/e-commerce-nasce-il-marketplace-degli-italiani-il-made-in-italy-a-portata-di-clic/




Commenta l'articolo

 

Potrebbe anche interessarti

Danilo mattei attore, regista, produttore, film,


Made Rural: parliamo del “ Kapriol Dry Gin “ un prodotto da tenere d’occhio nel 2017


19 ottobre esce l'ultimo album di Danilo Amerio


Previsioni e-commerce 2019: non possiamo far altro che crescere!


Enogastronomia Tipica Veneta, scopriamo il Lugana La Rifra con Made Rural


L’inedita collaborazione tra i due musicisti Armando Corsi e Mauro Culotta partirà dal Rodizio del Pian dei Grilli: due grandi anime unite per una serata di musica indimenticabile


 

Se ritieni meritevole il nostro lavoro fai una donazione


Recenti

Stesso autore

Esperti di e-commerce, digital marketing, sicurezza informatica, sono tra i 15 profili più richiesti in Italia secondo Linkedin

Esperti di e-commerce, digital marketing, sicurezza informatica, sono tra i 15 profili più richiesti in Italia secondo Linkedin
Nell’era Covid un segmento che non conosce crisi in tutte le sue forme è la digitalizzazione e il 2021 sarà senza dubbio un anno di forti cambiamenti. A confermarlo la ricerca Jobs on the Rise 2021 Italia che ha individuato ruoli professionali e ambiti lavorativi che stanno trainando il mercato del lavoro in Italia durante l’ultimo anno. di Mauro Nicastri, Presidente Aidr Nell’era Covid un segmento che non conosce crisi in tutte le sue forme è la digitalizzazione e il 2021 sarà senza dubbio un anno di forti cambiamenti. A confermarlo la ricerca Jobs on the Rise 2021 Italia che ha individuato ruoli professionali e ambiti lavorativi che stanno trainando il mercato del lavoro in Italia durante l’ultimo anno. Gli ambiti lav (continua)

Il commercio online per superare la crisi. Approfondimento a Digitale Italia

Il commercio online per superare la crisi. Approfondimento a Digitale Italia
A Digitale Italia, nuovo approfondimento dedicato ai temi della digitalizzazione e al loro impatto sulla vita quotidiana e l’economia del territorio. Ospiti del format ideato da Aidr, Mario Baccini – Presidente Ente Nazionale per il Microcredito e Mauro Nicastri – Presidente Aidr. Baccini- Microcredito: segnali positivi grazie alla digitalizzazioneNell’anno nero dell’economia italiana, arrivano dei segnali incoraggianti. Piccole e grandi realtà che stanno combattendo una delle crisi più pesanti che il Paese abbia conosciuto. Quali sono queste imprese e in che modo le nuove tecnologie possono contribuire ad invertire la rotta? A Digitale Italia, nuovo approfondimento dedicat (continua)

#PianetaTerra2050 – Innovazione sì, ma senza ricadute ambientali: la missione possibile della transizione ecologica

#PianetaTerra2050 – Innovazione sì, ma senza ricadute ambientali: la missione possibile della transizione ecologica
Vito Coviello Socio AIDR e Responsabile Osservatorio Tecnologie Digitali nel settore dei Trasporti e della Logistica.Anno 2050, L’unione Europea ha vinto la sua sfida: non ci sono più emissioni nette di gas ad effetto serra avendo implementato un sistema economico e finanziario che fa uso esclusivamente di soluzioni sostenibili. È stato completamente ripensato  e riorganizzato il sistema (continua)

“Digitalizzare sì ma senza sacrificare l’Human factor”

“Digitalizzare sì ma senza sacrificare l’Human factor”
Molti gli aspetti positivi quali per esempio l’aspetto ambientale, secondo una ricerca effettuata da Confindustria e Federmanager, il lavoro agile ha causato minori spostamenti contribuendo sensibilmente a ridurre le emissioni di anidride carbonica e consentendo a ciascuno risparmi economici non sottovalutabili. di Biagio Costanzo Direttore di Azienda e Socio AidrArgomento di cogente attualità e, similmente, di impatto divisivo.Provo ad andare controcorrente…Siamo caduti oramai nel limbo dello Smart Working., o meglio telelavoro, o meglio Home Working (che poi è quello che è), insomma queste modalità di prestazioni lavorative, che fino al dicembre 2019 erano argomenti di progetti pilota e che riguardavano (continua)

Innovazioni nella digitalizzazione del mondo assicurativo

Innovazioni nella digitalizzazione del mondo assicurativo
La digitalizzazione dei processi e la revisione dei modelli di business iniziata qualche anno ha subito una forte accelerazione con l’avvento della pandemia. di Luca Angelucci, Responsabile Osservatorio Assicurazioni Crimini Informatici AidrLa digitalizzazione dei processi e la revisione dei modelli di business iniziata qualche anno ha subito una forte accelerazione con l’avvento della pandemia. Lockdown e distanziamento sociale, hanno infatti in parte stravolto il tradizionale modo di operare delle assicurazioni, storicamente incentrato su colloqui fa (continua)