Home > Altro > Innovazioni nella digitalizzazione del mondo assicurativo

Innovazioni nella digitalizzazione del mondo assicurativo

scritto da: AIDR | segnala un abuso

Innovazioni nella digitalizzazione del mondo assicurativo

La digitalizzazione dei processi e la revisione dei modelli di business iniziata qualche anno ha subito una forte accelerazione con l’avvento della pandemia.


di Luca Angelucci, Responsabile Osservatorio Assicurazioni Crimini Informatici Aidr

La digitalizzazione dei processi e la revisione dei modelli di business iniziata qualche anno ha subito una forte accelerazione con l’avvento della pandemia. Lockdown e distanziamento sociale, hanno infatti in parte stravolto il tradizionale modo di operare delle assicurazioni, storicamente incentrato su colloqui faccia a faccia e sul rapporto di fiducia tra cliente e professionista.

Le compagnie assicurative e le società di consulenza assicurativa stanno attivando linee di assistenza, chatbot, video-consultazioni su vasta scala e piattaforme web dedicate. L’intento è quello di informare i clienti che è possibile acquistare una polizza, segnalare un danno o estendere una polizza, attraverso accesso da remoto ed inviare documenti online. Gli assicuratori stanno anche mettendo in atto procedure semplificate per la stipula di nuovi contratti, con relative guide on-line per semplificarne la comprensione dell’iter da utilizzare. L’ausilio di sistemi digitali nel settore assicurativo, inizialmente intesi solo come strumentazioni di supporto (scatole nere, antifurti satellitari e smart devicies), si è dunque via via ampliato, comprendendo tutta una serie di servizi a supporto del cliente. Questo ha comportato non solo la possibilità di poter garantire maggiore flessibilità, ottimizzando i tempi, ma cosa non secondaria, abbattendo i costi. Proprio per questo, crescono in tutto il Paese gli investimenti nel comparto digitale da parte delle compagnie assicurative.

Abbiamo chiesto un parere al Dott. Mario Calautti, Communication Manager di Assigeco, uno dei principali Corrispondenti dei Lloyd’s in Italia, che ci ha evidenziato alcuni aspetti importanti: “anche nel mondo Lloyd’s ci siamo già attivati predisponendo delle piattaforme web diversificate per specifico prodotto dove il singolo interessato può accedere senza alcun impegno, ottenere un preventivo gratuito su misura – modulando le garanzie richieste in base alle proprie specifiche esigenze – acquistare e ricevere la polizza direttamente on-line in formato elettronico, il tutto nel giro di pochi minuti. Con l’effetto ulteriore e fondamentale di velocizzare le tempistiche, di poter definire meglio il profilo di rischio e ridefinire vantaggiosamente per il cliente i premi assicurativi sulla base delle maggiori informazioni fornite.”

Mai come oggi abbiamo bisogno del supporto della tecnologia nella nostra vita. Questa nuova dimensione virtuale apporta sicuri vantaggi in una nuova modalità di gestire i rapporti con gli assicurati, velocizzando e facilitando la scelta del prodotto richiesto con una diminuzione dei costi; inoltre anche rispetto ai rischi cyber connessi (violazione, manomissione di dati, interruzione del flusso di dati, ecc) c’è l’impegno comune del mondo assicurativo per garantire continuità e sicurezza. La presenza sul mercato di diverse assicurazioni che operano solamente on-line con fatturati sempre più importanti e con asset societari che includono i colossi del mondo assicurativo danno evidenza del trend che si sta sempre più affermando, per il momento principalmente solo su polizze “linea persona” ma che in futuro potrà essere sviluppato anche in settori assicurativi più tecnici destinati ad aziende.

La crescita per le imprese di assicurazioni sarà fortemente legata agli investimenti nelle infrastrutture informatiche e nelle nuove tecnologie. Solo se sapranno stare al passo con i tempi, le compagnie assicurative riusciranno a mantenersi competitive e redditizie sul mercato. Per fare ciò, sarà imprescindibile per ogni compagnia assicurativa, investire sempre di più sul digitale.


Fonte notizia: https://www.aidr.it/innovazioni-nella-digitalizzazione-del-mondo-assicurativo/




Commenta l'articolo

 

Potrebbe anche interessarti

Misure anticorruzione e trasparenza della PA, approfondimento a Digitale Italia


DIGITAL&BIM Italia 2019: sempre più digitalizzazione e innovazione per un ambiente costruito più sicuro e sostenibile


incentivi digitalizzazione: chi può fruire di voucher e partecipare ai bandi?


PNRR e misure di semplificazione in materia di contratti pubblici


La nuova frontiera del digitale per aziende in mostra al CeBIT di Hannnover: alcune recensioni di Cogefim Srl


Azzolina: il futuro della scuola sarà digitale, ma in classe


 

Se ritieni meritevole il nostro lavoro fai una donazione


Recenti

Stesso autore

I social come opportunità, a Digitale Italia gli interventi della Commissione Europea

I social come opportunità, a Digitale Italia gli interventi della Commissione Europea
In Italia sono circa 41 milioni gli utenti attivi sui social network, eppure nonostante la massiccia diffusione, manca ancora una consapevolezza sulle potenzialità e i rischi legati ai nuovi mezzi di comunicazione. Linee guida e buone pratiche nell’approfondimento del format web di AidrSono uno strumento fondamentale per restare in contatto, aggiornarsi e informarsi. In Italia sono circa 41 milioni gli utenti attivi sui social network, eppure nonostante la massiccia diffusione, manca ancora una consapevolezza sulle potenzialità e i rischi legati ai nuovi mezzi di comunicazione. Quali sono gli strumenti (continua)

Tecnologia e digitale al servizio dei cittadini nella mobilità green

Tecnologia e digitale al servizio dei cittadini nella mobilità green
È necessario migliorare il sistema dei trasporti urbani migliorando la qualità del servizio di trasporto pubblico: occorre una mobilità sostenibile per i cittadini che si spostano quotidianamente per lavoro e per i turisti. Di Vito Coviello, Socio AIDR e Responsabile Osservatorio Tecnologie Digitali nel settore dei Trasporti e della LogisticaScorrendo la lista degli obiettivi dell’unione europea, nel 2030 avremo:                                                          &n (continua)

Tutti parlano d’innovazione ma la mappa non è il territorio

Tutti parlano d’innovazione ma la mappa non è il territorio
In un mondo che si trasforma rapidamente e rende la realtà sempre più mutevole e inafferrabile appare evidente che innovare prodotti, processi o servizi sia un passaggio fondamentale per poter rimanere competitivi e creare il futuro dell’impresa. di Sandro Zilli, Innovation Manager – Resp. Osservatario AIDR Innovazione e Crescita Digitale Il termine Innovazione è uno dei più utilizzati per indicare non solo tutto ciò che rappresenta la novità ma anche tutto un insieme di azioni di cui oggi le organizzazioni hanno bisogno per rispondere adeguatamente alle sfide imposte dal cambiamento. In un mondo che si trasforma rapidamen (continua)

E-commerce, il Comune di Altavilla Silentina aderisce al Consiglio Nazionale per la transizione al digitale

E-commerce, il Comune di Altavilla Silentina aderisce al Consiglio Nazionale per la transizione al digitale
L’Assise che vede la partecipazione attiva dei municipi e promossa dall’associazione Italian Digital Revolution – Aidr mira al rilancio delle realtà imprenditoriali presenti sul territorio e duramente colpite dalla crisi economica causata dal Coronavirus, grazie all’utilizzo delle tecnologie legate alla rete internet Taurone: grazie alla rete nuove opportunità per il rilancio del territorioAnche il Comune di Altavilla Silentina (SA) ha aderito al Consiglio Nazionale per la transizione al digitale. L’Assise che vede la partecipazione attiva dei municipi e promossa dall’associazione Italian Digital Revolution – Aidr mira al rilancio delle realtà imprenditoriali presenti sul territorio e duramente colpite da (continua)

Il Recovery Plan e la mobilità sostenibile

Il Recovery Plan e la mobilità sostenibile
Saranno complessivamente 248 miliardi di euro gli investimenti a disposizione per gli anni dal 2021 al 2026 per ripartire e lasciarsi progressivamente alle spalle la crisi degli ultimi anni aggravata anche dal COVID. Di Vito Coviello, Socio AIDR e Responsabile Osservatorio Tecnologie Digitali nel settore dei Trasporti e della Logistica  Nel pieno rispetto dei tempi richiesti dall’Ue, l’Italia ha presentato il Recovery Plan italiano. Saranno complessivamente 248 miliardi di euro gli investimenti a disposizione per gli anni dal 2021 al 2026 per ripartire e lasciarsi progressivamente alle spalle la c (continua)