Home > Cultura > Lia Rumma - appuntamento con Augusto De Luca

Lia Rumma - appuntamento con Augusto De Luca

scritto da: Valerianapoli | segnala un abuso

Lia Rumma - appuntamento con Augusto De Luca


Illuminata gallerista internazionale, Lia Rumma, salernitana d’origine ma napoletana nell’anima, è anche un’importante collezionista d’arte, e con il marito Marcello, prematuramente scomparso, è stata una delle protagoniste del mecenatismo culturale, regalando stralci di vita d’artisti.

Negli anni 80 noi artisti partecipavamo sempre a tutte le inaugurazioni delle mostre ospitate dalle quattro gallerie napoletane di Lucio Amelio, Peppe Morra, Pasquale Trisorio e Lia Rumma, appunto.

Spazi che accoglievano il meglio dell’arte e dei grandi di tutto il mondo, punti d’incontro assolutamente imprescindibili per chi amava la creatività e dove sapiente sperimentazione, unita a geniali intuizioni, permetteva di scrivere pagine nuove della storia dell’arte.

Un’occasione unica, insomma, per vedere da vicino i loro lavori e conoscerli di persona e, perché no, provare anche a farsi notare.

Nel 1999 poi Lia ha inaugurato nel quartiere Brera a Milano una nuova sede espositiva attorno alla quale gravitano prestigiosi progetti internazionali.

Quel giorno andai da lei con la mia fotocamera Hasselblad, medio formato, in via Vannella Gaetani a Napoli, dove aveva ad un piano la galleria e ad un altro l’abitazione, che comunque sembrava un museo, perché piena di opere straordinarie di importanti maestri, meravigliosamente disposte in modo armonico.

Il suo colore preferito è il nero, infatti non ricordo di averla mai vista indossare abiti di una tinta diversa. Affascinante e fine in ogni posa, da ammirare così come si fa con le sue pregevoli esposizioni.

Cominciai a guardarmi intorno in quella suggestiva casa, dove tutto trasudava di Bellezza, e mi colpirono particolarmente due sculture: la Venere di Michelangelo Pistoletto e un profilo in legno, che Mario Ceroli le aveva dedicato, e che la ritraeva diciottenne.

Immediatamente decisi di fotografarla proprio con questi capolavori; posizionai le luci e scattai. Il suo sguardo, fiero e sicuro, era sempre talmente magnetico e penetrante che non ci fu bisogno di ripetere i click.

Gli originali di queste due foto sono a colori, ma spesso preferisco proporli in bianco e nero, perché credo che ciò ne aumenti l’intensità e metta maggiormente in evidenza la struttura delle forme nell’immagine.

Augusto De Luca

Lia Rumma | Augusto De Luca |



Commenta l'articolo

 

Potrebbe anche interessarti

Paola Massoni “Alkemèlia”


Editoria digitale accessibile: Aidr e Fondazione LIA insieme per la promozione della fruibilità dei contenuti


Brave Models, Lidewij debutto con Ermanno Scervino


AUGUSTO RE “CI SI PERDE DI VISTA” è il nuovo singolo del cantautore urban contemporaneo


Facce famose nelle foto di un importante fotografo: Augusto De Luca


Accessibilità dei contenuti web, Aidr e Lia sostengono la pubblica amministrazione


 

Se ritieni meritevole il nostro lavoro fai una donazione


Recenti

Stesso autore

Giuliana Gargiulo - appuntamento con Augusto De Luca

Giuliana Gargiulo - appuntamento con Augusto De Luca
Nella metà degli anni 80, frequentavo assiduamente il Grenoble, l’Institut Français di Napoli e, ad una delle tante mostre organizzate nei suoi spazi, conobbi Giuliana Gargiulo, scrittrice e giornalista molto quotata, collaboratrice di diverse testate italiane, sorrentina di nascita e nel cuore, ma residente nel capoluogo campano.Una viaggiatrice nata, che ha fatto del percorso della sua esistenza (continua)

Riccardo Dalisi - appuntamento con Augusto De Luca

Riccardo Dalisi - appuntamento con Augusto De Luca
Una figura poliedrica, che spazia in più campi artistici e non può essere racchiusa in una singola definizione quella di Riccardo Dalisi.Artista, architetto, designer, docente universitario alla Facoltà di Architettura dell’Università Federico II di Napoli, ma soprattutto mente intuitiva, innovativa, che fa della creatività la sua ragion d’essere e che restituisce al mondo, amplificandolo, il (continua)

Firenze frammenti d'anima - libro di Augusto De Luca

Firenze frammenti d'anima  - libro di Augusto De Luca
La pubblicazione del libro fotografico Il Palazzo di Giustizia di Roma, nel 1997, su cui mi sono soffermato in un ebbe un successo così grande che TAV Treno Alta Velocità, l’anno successivo, mi commissionò una nuova opera, Firenze frammenti d’anima, che pubblicai nel 1998 sempre con Gangemi Editore, patrocinata dal Presidente della Camera dei deputati e dal Comune di Firenze, che present (continua)

Antonio Biasiucci - appuntamento con Augusto De Luca

Antonio Biasiucci - appuntamento con Augusto De Luca
Antonio Biasiucci è un carissimo amico, un bravissimo fotografo, un artista che stimo e a cui voglio bene. L’ho conosco da molti anni, da quando ha iniziato il suo percorso creativo nel mondo della fotografia.L’essenziale espressività delle sue immagini, che immortala veri e propri archetipi visivi, rende il suo stile unico. Così talentuoso che molte delle sue opere fanno parte della collezione pe (continua)

il Palazzo di Giustizia di Roma - appuntamento con Augusto De Luca

il Palazzo di Giustizia di Roma - appuntamento con Augusto De Luca
Era il 1997 e lavoravo da un paio d'anni con l'editore Gangemi di Roma per la realizzazione di alcuni libri fotografici commissionati dalla TAV treno alta velocità. Un giorno Gangemi mi chiamò e mi chiese se volevo fotografare il "palazzaccio", così a Roma chiamano il Palazzo di Giustizia. I testi del libro sarebbero stati realizzati da architetti e studiosi di fama internazionale. Nessuno aveva m (continua)