Home > Altro > La formazione dei cittadini digitali, il ruolo del progetto Re-Educo. Approfondimento a Digitale Italia

La formazione dei cittadini digitali, il ruolo del progetto Re-Educo. Approfondimento a Digitale Italia

scritto da: AIDR | segnala un abuso

La formazione dei cittadini digitali, il ruolo del progetto Re-Educo. Approfondimento a Digitale Italia

A Digitale Italia nuovo approfondimento sui temi legati alla digitalizzazione con focus sulle competenze digitali, attraverso l’esperienza del progetto Re-Educo promosso dalla Commissione Europea e che in Italia è stato attuato grazie alla sinergia tra il Centro ricerche DiTES della Link Campus University e l’Associazione Aidr. Ospiti del format di Aidr, Stefania Capogna, direttore Scientifico del Progetto Re-Educo e Davide D’Amico, dirigente pubblico e consigliere Aidr.


D’Amico – Aidr: l’associazione partner del progetto europeo per la formazione degli studenti 

Come colmare il divario esistente, in che modo la scuola può contribuire al percorso di formazione dei nuovi cittadini digitali, implementando le loro competenze? A Digitale Italia nuovo approfondimento sui temi legati alla digitalizzazione con focus sulle competenze digitali, attraverso l’esperienza del progetto Re-Educo promosso dalla Commissione Europea e che in Italia è stato attuato grazie alla sinergia tra il Centro ricerche DiTES della Link Campus University e l’Associazione Aidr. Ospiti del format di Aidr, Stefania Capogna, direttore Scientifico del Progetto Re-Educo e Davide D’Amico, dirigente pubblico e consigliere Aidr. “Il progetto – ha sottolineato nel suo intervento, il direttore Scientifico del Progetto Re-Educo Stefania Capogna, ha riscontrato una grandissima partecipazione da parte della scuola, con l’adesione di oltre seicento studenti. Il valore aggiunto del percorso attuato sta nell’aver inserito le attività di formazione sulle competenze digitali, in un piano di più ampio respiro che ha previsto la condivisione di nuovi approcci di formazione dei metodi nell’innovazione digitale.” “Ciò che è emerso durante il progetto – ha sottolineato Davide D’Amico dirigente pubblico e consigliere Aidr, è che l’acquisizione di competenze digitali non è essenziale solo ed esclusivamente nell’ottica di una maggiore richiesta da parte del mercato del lavoro. Attraverso le competenze digitali, possiamo formare in modo consapevole i cittadini della società digitale che va delineandosi, fornendo loro gli strumenti per una partecipazione attiva.”

Vedi la puntata link https://www.aidr.it/formazione-competenze-cittadinanza-difitale-il-progetto-re-educo-video/

Ascolta la puntata link https://www.aidr.it/formazione-competenze-cittadinanza-difitale-il-progetto-re-educo-podcast/


Fonte notizia: https://www.aidr.it/la-formazione-dei-cittadini-digitali-il-ruolo-del-progetto-re-educo-approfondimento-a-digitale-italia/




Commenta l'articolo

 

Potrebbe anche interessarti

Competenze digitali e formazione degli studenti, approfondimento a Digitale Italia


I social come opportunità, a Digitale Italia gli interventi della Commissione Europea


La buona inFormazione sulla Sanità Digitale è la migliore Medicina


Piattaforme e pagamenti digitali: la sfida cashless


Crescere nell’era digitale, un saggio di Giorgio Capellani


Realizzare cataloghi online: nasce il Catalogo Digitale Multicanale


 

Se ritieni meritevole il nostro lavoro fai una donazione


Recenti

Stesso autore

I social come opportunità, a Digitale Italia gli interventi della Commissione Europea

I social come opportunità, a Digitale Italia gli interventi della Commissione Europea
In Italia sono circa 41 milioni gli utenti attivi sui social network, eppure nonostante la massiccia diffusione, manca ancora una consapevolezza sulle potenzialità e i rischi legati ai nuovi mezzi di comunicazione. Linee guida e buone pratiche nell’approfondimento del format web di AidrSono uno strumento fondamentale per restare in contatto, aggiornarsi e informarsi. In Italia sono circa 41 milioni gli utenti attivi sui social network, eppure nonostante la massiccia diffusione, manca ancora una consapevolezza sulle potenzialità e i rischi legati ai nuovi mezzi di comunicazione. Quali sono gli strumenti (continua)

Tecnologia e digitale al servizio dei cittadini nella mobilità green

Tecnologia e digitale al servizio dei cittadini nella mobilità green
È necessario migliorare il sistema dei trasporti urbani migliorando la qualità del servizio di trasporto pubblico: occorre una mobilità sostenibile per i cittadini che si spostano quotidianamente per lavoro e per i turisti. Di Vito Coviello, Socio AIDR e Responsabile Osservatorio Tecnologie Digitali nel settore dei Trasporti e della LogisticaScorrendo la lista degli obiettivi dell’unione europea, nel 2030 avremo:                                                          &n (continua)

Tutti parlano d’innovazione ma la mappa non è il territorio

Tutti parlano d’innovazione ma la mappa non è il territorio
In un mondo che si trasforma rapidamente e rende la realtà sempre più mutevole e inafferrabile appare evidente che innovare prodotti, processi o servizi sia un passaggio fondamentale per poter rimanere competitivi e creare il futuro dell’impresa. di Sandro Zilli, Innovation Manager – Resp. Osservatario AIDR Innovazione e Crescita Digitale Il termine Innovazione è uno dei più utilizzati per indicare non solo tutto ciò che rappresenta la novità ma anche tutto un insieme di azioni di cui oggi le organizzazioni hanno bisogno per rispondere adeguatamente alle sfide imposte dal cambiamento. In un mondo che si trasforma rapidamen (continua)

E-commerce, il Comune di Altavilla Silentina aderisce al Consiglio Nazionale per la transizione al digitale

E-commerce, il Comune di Altavilla Silentina aderisce al Consiglio Nazionale per la transizione al digitale
L’Assise che vede la partecipazione attiva dei municipi e promossa dall’associazione Italian Digital Revolution – Aidr mira al rilancio delle realtà imprenditoriali presenti sul territorio e duramente colpite dalla crisi economica causata dal Coronavirus, grazie all’utilizzo delle tecnologie legate alla rete internet Taurone: grazie alla rete nuove opportunità per il rilancio del territorioAnche il Comune di Altavilla Silentina (SA) ha aderito al Consiglio Nazionale per la transizione al digitale. L’Assise che vede la partecipazione attiva dei municipi e promossa dall’associazione Italian Digital Revolution – Aidr mira al rilancio delle realtà imprenditoriali presenti sul territorio e duramente colpite da (continua)

Il Recovery Plan e la mobilità sostenibile

Il Recovery Plan e la mobilità sostenibile
Saranno complessivamente 248 miliardi di euro gli investimenti a disposizione per gli anni dal 2021 al 2026 per ripartire e lasciarsi progressivamente alle spalle la crisi degli ultimi anni aggravata anche dal COVID. Di Vito Coviello, Socio AIDR e Responsabile Osservatorio Tecnologie Digitali nel settore dei Trasporti e della Logistica  Nel pieno rispetto dei tempi richiesti dall’Ue, l’Italia ha presentato il Recovery Plan italiano. Saranno complessivamente 248 miliardi di euro gli investimenti a disposizione per gli anni dal 2021 al 2026 per ripartire e lasciarsi progressivamente alle spalle la c (continua)