Home > Altro > Uniti per i diritti umani: la conoscenza ci rende liberi

Uniti per i diritti umani: la conoscenza ci rende liberi

scritto da: Tiziana Bonazza | segnala un abuso

Uniti per i diritti umani: la conoscenza ci rende liberi

Campagna informativa patrocinata dalla Chiesa di Scientology per far conoscere la Dichiarazione Universale dei diritti umani


Si discute tanto di diritti umani e tutti i giorni assistiamo alle conseguenze delle loro violazioni in ogni angolo del mondo.

Ogni giorno veniamo a conoscenza di nuovi conflitti etnici, pratiche disumane, sommosse civili e guerre.

I mass media sono colmi di notizie di violazioni dei diritti umani: dalla violenza domestica al bullismo nelle scuole, dalla corruzione alla povertà e discriminazione sancite da governi.

E nel mentre, la maggior parte della popolazione mondiale non sa che cosa siano i diritti umani e che li possiede.

Una posizione centrale, nelle credenze e prinicipi di Scientology, è ricoperta dalla convinzione che tutti gli uomini siano dotati di diritti inalienabili, come stabilito nella Dichiarazione Universale dei Diritti Umani, ratificata dalle Nazioni Unite nel 1948.

Ispirati dalle parole di L. Ron Hubbard che “I diritti umani devono essere resi un fatto, non un sogno idealistico”, gli Scientologist sostengono quella che è diventata la più grande iniziativa mondiale, non governativa, per l’istruzione sui diritti umani. 

Ora la Chiesa e i suoi fedeli sostengono i programmi laici popolari di Gioventù per i Diritti Umani Internazionale  e Uniti per i Diritti Umani Gioventù per i Diritti Umani fondata nel 2001, educa i giovani sui diritti umani e li incoraggia a diventare sostenitori della tolleranza e della pace.

Fondata nel 2008, nel 60° anniversario della Dichiarazione Universale, Uniti per i Diritti Umani unisce lo sforzo di singoli, organizzazioni e governi per far aumentare la consapevolezza e il rispetto dei diritti umani, a tutti i livelli della società.

I materiali multimediali si concentrano sull'educare e sul far aumentare la consapevolezza sui diritti umani e sono visionati ogni anno da più di 100 milioni di individui in tutto il mondo.

La Dichiarazione Universale dei Diritti Umani delle Nazioni Unite è diventata il punto centrale del programma dopo che alcuni sondaggi avevano evidenziato che meno del 10 percento della popolazione

conosceva l’esistenza della Dichiarazione e addirittura ancora di meno era in grado di citare più di uno o due dei 30 diritti fondamentali descritti nel documento.

300.000 copie dell’opuscolo Che cosa sono i diritti umani? sono distribuite ogni anno in 17 lingue da 310 gruppi di Gioventù per i Diritti Umani in 70 nazioni.

Per rendere disponibili a tutti i 30 diritti umani della Dichiarazione, la Chiesa patrocina anche la produzione di 30 annunci di pubblica utilità. Questi annunci di pubblica utilità vengono trasmessi a decine di milioni di spettatori di tutto il mondo in 17 lingue.

Come ulteriore strumento educativo, è stato creato il filmato La Storia dei Diritti Umani allo scopo di ripercorrere, attraverso immagini, la loro storia dai tempi antichi fino ai nostri giorni.

Il filmato trasmette l’importanza che i diritti umani hanno avuto in tutte le epoche. Sottolineando la diffusa violazione dei diritti umani esistente ai nostri giorni, il filmato invita a mettere in pratica gli articoli della Dichiarazione Universale dei Diritti Umani.

I kit informativi e di attuazione sui Diritti Umani sono un altro strumento educativo disponibile.

 Con il sostegno della Chiesa di Scientology, Gioventù per i Diritti Umani Internazionale e Uniti per i Diritti Umani hanno fornito più di 137.000 kit a gruppi che si occupano di diritti umani, insegnanti ed enti governativi.

Questi pluripremiati materiali educativi hanno dato vita a un movimento popolare di difensori dei diritti umani che sta creando effetti praticamente in ogni parte del mondo.

 Un legislatore ha definito i materiali “lo strumento più efficace abbia mai visto per far conoscere i diritti umani”, esprimendo in tal modo anche l’opinione di centinaia di funzionari governativi ed insegnanti.

 

 

diritti umani | Scientology | Dichiarazione Universale dei diritti umani | Padova |



Commenta l'articolo

 

Potrebbe anche interessarti

Cesena: Far conoscere i Diritti Umani – in formato cartaceo o attraverso i servizi On-Line


UNITI PER I DIRITTI UMANI - Speciale presentazione tenuta presso la Chiesa di Scientology di Milano


Apprendere i Diritti Umani - SERVIZI ON-LINE PER L’ISTRUZIONE


Che cosa c’è di terribile nella società?


La Chiesa di Scientology per l’educazione sui Diritti Umani


 

Se ritieni meritevole il nostro lavoro fai una donazione


Recenti

Stesso autore

Continua la distribuzione del libricino 'La Via della Felicità, questa volta raggiungendo il centro storico di Montecosaro.

La Via della Felicità, scritta da L. Ron Hubbard agli inizi degli anni '80, ben espone i 21 precetti indispensabili per vivere bene. Dall'aver cura di sé stessi all'importanza di saper rispettare gli altri, la Via della Felicità offre una visione della vita che ben considera un buon livello etico e morale. La distribuzione ha raggiunto i vari cittadini che sabato mattina si trovavano per le strade, ottenendo un gran curiosità dal pubblico.In un momento di grande tensione sociale, è sempre più difficile mantenere un atteggiamento armonioso e nel rispetto di tutti. "Ogni individuo o gruppo cerca di avere una vita il più possibile piacevole e priva di dolore. ..La vera gioia e la vera felicità (continua)

Una panoramica sulla religione di Scientology in Italia

Una panoramica sulla religione di Scientology in Italia
Tour virtuale all’interno del mondo di Scientology Scientology arriva in Italia nel 1974. Ad oggi, dopo 47 anni, con la Chiesa di Scientology e i singoli fedeli attivi in molti aspetti della società e della comunità religiosa, ci viene spesso chiesto: “Che cos’è  Scientology?”Benché il primo libro di L. Ron Hubbard, fosse disponibile in italiano sin dagli inizi degli anni ’50, e sebbene sin da allora ci fossero già diversi scientologist nel n (continua)

Volontari rimuovono oltre 30 chili tra plastica e spazzatura dal lungo mare in zona Cesano di Senigallia

Volontari rimuovono oltre 30 chili tra plastica e spazzatura dal lungo mare in zona Cesano di Senigallia
I volontari di Scientology sempre attivi in campo sociale per migliorare le condizioni ambientali per quanto riguarda il degrado, lunedì 12 settembre erano presenti sul lungomare a Senigallia, zona Le Piramidi per ripulire l’area dai copiosi rifiuti abbandonati. Questa zona è stata presa di mira dai volontari, che come altre zone libere del lungo mare, si riempie di rifiuti e plastica sparsi nel verde, e sulla spiaggia.  Oltre ad essere poco gradevole a livello estetico, inquinano e non è neanche salutare dal punto di vista igienico.   l decoro è sempre gradito. Son stati parecchi i ringraziamenti ricevuti da parte dei passanti ch (continua)

Concluso nel padovano il 1° Moto Giro D’italia per dire No Alla Droga

Concluso nel padovano  il 1° Moto Giro D’italia  per dire  No Alla Droga
Terminato con successo il 1° motogiro nazionale L’ultima tappa Padova, Abano Terme e Torreglia nella splendida cornice dei Colli Euganei   Ce l’hanno fatta: 2812 km percorsi in 7 giorni per puntare di nuovo i riflettori sulla piaga del consumo di droga.   Partiti da Milano lunedì 30 agosto, sono a arrivati a Padova e nel bellissimo territorio termale dei Colli Euganei domenica 5 settembre, passando per Firenze, Pisa, Marina di Pisa, Roma, Ravello (Salerno), Martina Franca (Taranto), Senigallia e Corinaldo (Ancona), M (continua)

Terminato con successo il 1° motogiro nazionale che nel fine settimana ha fatto tappa anche a Senigallia e Corinaldo

Terminato con successo il 1° motogiro nazionale che nel fine settimana ha fatto tappa  anche a Senigallia e Corinaldo
Giro d’Italia in moto per dire no alla droga   Ce l’hanno fatta: 2812 km percorsi in 7 giorni per puntare di nuovo i riflettori sulla piaga del consumo di droga.   Partiti da Milano lunedì 30 agosto, sono a arrivati a Padova domenica 5 settembre, passando per Firenze, Pisa, Marina di Pisa, Roma, Ravello (Salerno), Martina Franca (Taranto), Senigallia e Corinaldo (Ancona), Modena.   Lungo il tragitto si sono fermati p (continua)