Home > Arte e restauro > I piranha non sentono i sapori

I piranha non sentono i sapori

scritto da: MVEVENTI | segnala un abuso

I piranha non sentono i sapori

Con la mostra “I piranha non sentono i sapori” si conclude la stagione espositiva estiva 2021 della Palazzina Storica di Peschiera del Garda (Vr). Organizzata dall'Assessorato alla Cultura in collaborazione con MV Eventi di Vicenza e su un progetto nato e curato da Guido Airoldi, che trova la collaborazione di Matteo Vanzan come co-curatore, dal 22 agosto al 12 settembre 2021 l'esposizione presenterà i lavori di artisti contemporanei provenienti da tutta Italia in un excursus che vuole raccontare storie, emozioni e visioni del mondo tutte diverse.


Con la mostra “I piranha non sentono i sapori” si conclude la stagione espositiva estiva 2021 della Palazzina Storica di Peschiera del Garda (Vr). Organizzata dall'Assessorato alla Cultura in collaborazione con MV Eventi di Vicenza e su un progetto nato e curato da Guido Airoldi, che trova la collaborazione di Matteo Vanzan come co-curatore, dal 22 agosto al 12 settembre 2021 l'esposizione presenterà i lavori di artisti contemporanei provenienti da tutta Italia in un excursus che vuole raccontare storie, emozioni e visioni del mondo tutte diverse.

Storie raccontate, vite vissute attraverso il medium delle arti visive che si mutuano in immagini. Immagine, imago, magia, evocazioni di artisti sciamani che forse solo utilizzando una bugia possono dire della realtà. Perché sono i visionari che cambiano il mondo.

Perché la scelta di questo titolo?

“Siamo a Peschiera” spiega Guido Airoldi, curatore della mostra, “là dove il Benaco si restringe e diventa Mincio. Dove la Palazzina diventa una nassa naturale e il pescato è abbondante e di ottima qualità. Delicato ma non inconsistente è da assaporare lentamente. Si lascia gustare da chi ha tempo, per non fare come i piranha che divorano cibo in quantità e talmente voracemente da non sentire i sapori”.

“È un po' come il gustarsi lentamente un'opera d'arte” continua Matteo Vanzan “che deve essere osservata, letta, capita e finalmente digerita. L'Arte contemporanea è un lungo percorso fatto di pensiero, di riflessioni e di coraggio specialmente oggi, in un mercato famelico che ingurgita tutto a volte senza il rispetto per la purezza del gesto creativo e l'amore per ciò che si sta osservando o presentando. Oggi tutto viene ridotto a denaro, speculazione e investimento perdendo il sapore dell'opera e di un mondo il cui fulcro di muove lungo le vie dell'emozione e del sentimento; in questa mostra ci si è voluti fermare, fare il punto della situazione e far gustare le opere di artisti che stimiamo da molti anni”.

Gli artisti inventano linguaggi nuovi: forse non dicono cose nuove ma dicono con novità. O sono forse un manipolo di bugiardi che ci aiutano a vedere meglio la realtà. Senza la presunzione di essere esaustivi sullo stato dell’arte italiana ma di fatto essendo una ricognizione di artisti che hanno trovato posto nelle suggestioni degli amanti dell'arte e negli spazi museali nazionali ed internazionali, questa mostra vuole portare alla Palazzina Storica, luogo affascinate e carico di storia, le opere di Guido Airoldi, Angelo Alessandrini, Giuseppe Bombaci, Giuseppe Buffoli, Emilia Castioni, Riccardo Cavallini, Giorgio Dalla Costa, Dinosauro, Pamela Grigiante, Maurizio L’Altrella, Lorenzo Manenti, Daniele Nalin, Michela Nicoletti, Nunzio Paci, Donatella Pasin, Costabile Piccirillo, Noemi Poffe, Fabio Presti, Alfredo Rapetti Mogol, Emanuele Sartori, Marta Sesana, Annamaria Targher, Lello Torchia, Felice Torcoli, Anna Turina.

In questa esposizione ci si è voluti fermare, fare il punto della situazione e gustare le opere di artisti che si sono lasciati andare ad una creazione libera e pura che, svincolata dai principi di mercato, diventa una vera e propria dichiarazione d’intenti: un inno alla libertà!

La mostra, ad ingresso gratuito, sarà aperta al pubblico dal lunedì al venerdì dalle 15.00 alle 19.00; il sabato e domenica aperto dalle 10.00 alle 12.00 e dalle 15.00 alle 19.00. Chiuso il mercoledi.



Commenta l'articolo

 

Potrebbe anche interessarti

GuidoMaggi lancia la nuova capsule collection dedicata alle Chunky sneakers, le calzature più cool con il rialzo discreto


Con Ultramaratone e Ultratrail si sviluppa Resilienza ed Autoefficacia


Primo appuntamento con I Concerti del Gusto di FVG Via dei Sapori al Relais Monaco di Ponzano (Tv)


A Palagonia l’esclusivo Circo Acquatico Torres, pronto a stupire il pubblico


Friuli Venezia Giulia. La Nuova Cucina. Vuoi sentire che sapore ha il futuro?


Manuel Viezzi: Mi innamorai di questo tipo di gare e non mi sono più fermato


 

Se ritieni meritevole il nostro lavoro fai una donazione


Recenti

Stesso autore

Nel respiro del Mondo

Nel respiro del Mondo
Inserita nel Festival Terra2050 Credenziali per il Nostro Futuro, che gode del Patrocinio del Ministero della Transizione Ecologica, organizzata da MV Eventi Culturali in co-produzione con il Comune di Verona e dall'Assessore al Bilancio e Tributi, Politiche della casa, Relazioni internazionali, Fondi UE, Veronesi nel mondo, Politiche demografiche, Smart city e Innovazione tecnologica, Rapporti con Unesco, Turismo e Costumi e Tradizioni Popolari Francesca Toffali, la mostra presenterà oltre 50 artisti storici e contemporanei (tra cui Ubaldo Bartolini, Joseph Beuys, Michele Cascella, Franco Fontana, Piero Gilardi, Aldo Mondino, Concetto Pozzati e Mario Schifano) che si confronteranno in un percorso di pittura, scultura, fotografia e installazioni site-specific con l'obiettivo di contribuire ad una etica ambientale, schierarsi contro l'inquinamento e promuovere la sostenibilità al fine di scongiurare il cambiamento climatico. Perchè dovremmo schiarire le nuvole? Questa una delle possibili soluzioni proposte dai ricercatori, e pubblicate il 9 luglio 2018 sul “New York Magazine” all'interno dell'articolo “The Unhabitable Earth”, che illustra come l'umanità si stia dirigendo a ritmo sostenuto verso un catastrofico orizzonte fatto di oceani avvelenati, aria irrespirabile, carestie globali e guerre permanenti. Una (continua)

Inferno: oltre l'abisso

Inferno: oltre l'abisso
Quaranta artisti per una rilettura contemporanea della Divina Commedia Sarà inaugurata domenica 1 agosto alle ore 18.00 presso il Cinema Cristallo di Grado (Go) la mostra dedicata a Dante Alighieri “Inferno: oltre l'abisso”. Organizzata dall'Assessorato alla Cultura in collaborazione con MV Eventi di Vicenza, su progetto di Matteo Vanzan, fino al 05 settembre 2021 l'esposizione presenterà oltre 40 lavori di artisti contemporanei provenienti da tutta Italia realizzati (continua)

Andy Warhol: an american artist

Andy Warhol: an american artist
La mostra, curata da Matteo Vanzan, racconta la rivoluzione del genio di Pittsburgh attraverso un percorso espositivo di oltre 50 opere che andranno ad inserirsi all'interno della collezione del Museo, creando un intreccio sensoriale tra cultura materiale e arte contemporanea. L’Assessorato alla Cultura del Comune di Chioggia, in collaborazione con l'agenzia MV Eventi di Vicenza, presenta la mostra “Andy Warhol: an american artist” che si terrà presso il Museo Civico della Laguna Sud dal 01 giugno al 12 settembre 2021.La mostra, curata da Matteo Vanzan, racconta la rivoluzione del genio di Pittsburgh attraverso un percorso espositivo di oltre 50 opere che andr (continua)

Inferno: oltre l'abisso

Inferno: oltre l'abisso
40 lavori di artisti contemporanei provenienti da tutta Italia realizzati per rendere omaggio a Dante Alighieri e alla sua opera più celebre. Con la mostra dedicata a Dante Alighieri “Inferno: oltre l'abisso” inizia la stagione espositiva 2021 della Palazzina Storica di Peschiera del Garda (Vr) organizzata dall'Assessorato alla Cultura in collaborazione con MV Eventi di Vicenza. Su progetto di Matteo Vanzan dal 17 maggio al 18 luglio 2021 l'esposizione presenterà oltre 40 lavori di artisti contemporanei provenienti da tutta It (continua)