Home > Cultura > A PALERMO APERTURA STRAORDINARIA PER IL PALAZZO DEI VALGUARNERA MARCHESI DI SANTA LUCIA

A PALERMO APERTURA STRAORDINARIA PER IL PALAZZO DEI VALGUARNERA MARCHESI DI SANTA LUCIA

scritto da: Marianna La Barbera | segnala un abuso

 A PALERMO APERTURA STRAORDINARIA PER IL PALAZZO DEI VALGUARNERA MARCHESI DI SANTA LUCIA

"Le Vie dei Tesori" regala un altro week end di visite nei luoghi "sold out"


Il Palazzo dei Valguarnera Marchesi di Santa Lucia tra i dieci siti che hanno registrato il pieno di presenze in occasione de "Le Vie dei Tesori", per tutto il corso del mese di ottobre, nei giorni di sabato e domenica.

Un alto indice di gradimento che ha indotto gli organizzatori del Festival a concedere un supplemento di visite nei luoghi più gettonati, che non tutti sono riusciti però a vedere durante la manifestazione.

Anche sabato 6 e domenica 7 novembre, dunque, dalle 10:00 alle 17:20, orario dell'ultimo ingresso, sarà possibile ammirare il Palazzo, che sorge al civico 5 di piazza Vincenzo Bellini.

 Il  pieno di presenze rappresenta un bellissimo segnale di ripartenza per la struttura, che ha riaperto i battenti lo scorso 30 settembre, dopo lunghi interventi di restauro e riqualificazione che hanno visto l'impegno di diverse professionalità, a partire dall'ingegnere Giorgio Cerniglia e dall'architetto Marina Pantò, ai quali è stata affidata la direzione dei lavori.

Alla restauratrice Vittoria Maniscalco, il merito di avere realizzato un lavoro certosino di recupero di porte e soffitti, deteriorati dopo sessanta anni di chiusura.

I lavori, sorprendentemente, hanno portato alla luce tracce di mura puniche: una scoperta archeologica  tra le più interessanti degli ultimi anni tra quelle eseguite dalla Soprintendenza per i Beni Culturali e Ambientali di Palermo.

Gli scavi, iniziati nel 2015, sono ancora in corso e rappresentano un'eccezionale opportunità per rileggere la storia della città: questo, probabilmente, è uno degli elementi più attrattivi per i visitatori, ammaliati soprattutto dal piano nobile, dove gli interventi di restauro non sono ancora stati completati.

Un gioiello architettonico ricchissimo di suggestioni storiche, come spiega Rosalia Ferdico, geometra, che ha coordinato i lavori delle maestranze per conto della Pietraia Srl, la società immobiliare che detiene la proprietà del Palazzo settecentesco.

 "In questo luogo - spiega la professionista palermitana - ha abitato Carolina d'Austria: è stata lei, sorella di Maria Antonietta,  a volere l'ampliamento del teatro interno all'edificio".

 Nel 1930, non a caso, l'immobile prese il nome di Regio Teatro "Vincenzo Bellini" : era l'antica sede dell'Ente Italiano per le Audizioni Radiofoniche, dove si registravano le musiche delle opere rappresentate al Teatro Massimo.

Sempre all'interno, è custodita un'altra preziosa testimonianza del passato, ovvero la stele funeraria di Irene, la moglie di Giorgio d'Antiochia, colui che fece costruire la Martorana che si affaccia,  con le Chiese di San Cataldo e di Santa Caterina, proprio su piazza Vincenzo Bellini.

L'immobile è incastonato in questo scenario,  in uno degli angoli più belli e interessanti del centro storico di Palermo, a pochi passi da Palazzo delle Aquile.

Una posizione "strategica" che lo candida a diventare un nuovo polo culturale adatto a ospitare eventi quali presentazioni di libri, rassegne, mostre e concerti.

Fonte notizia: https://palermolive.it/sold-out-palazzo-valguarnera/


Pietraia Srl | Rosalia Ferdico | Palazzo Valguarnera Marchesi di Santa Lucia | Vincenzo Bellini | Soprintendenza |



Commenta l'articolo

 

Potrebbe anche interessarti

‹‹La Cattuta››: il viaggio della Cicciuzzi tra alcune pagine della storia di Palermo


Fabrizio Palermo ad Ancona: i dettagli della cooperazione CDP-Regione Marche


CDP, le testimonianze di Fabrizio Palermo e Giovanni Gorno Tempini nel libro di Paolo Bricco


Mafia City H5: borders set by the mafia bosses that controlled the territory


Lucia Bosé ci ha lasciati colpita da Coronavirus


PALERMO, L'EX PALAZZO DEI VALGUARNERA MARCHESI DI SANTA LUCIA RITORNA FRUIBILE: OSPITERÀ MOSTRE, EVENTI CULTURALI E RASSEGNE DI PRESTIGIO


 

Se ritieni meritevole il nostro lavoro fai una donazione


Recenti

Stesso autore

RIFORMA DEL CODICE ANTIMAFIA E DELLE MISURE DI PREVENZIONE, LA DEMOCRAZIA CRISTIANA NUOVA SICILIA INTERVIENE SUL RISARCIMENTO E LA VENDITA DEL PATRIMONIO CONFISCATO

RIFORMA DEL CODICE ANTIMAFIA E DELLE MISURE DI PREVENZIONE, LA DEMOCRAZIA CRISTIANA NUOVA SICILIA INTERVIENE SUL RISARCIMENTO E LA VENDITA DEL PATRIMONIO CONFISCATO
Sull'argomento si registra l'intervento dell'avvocato Andrea Piazza, alla guida, in Sicilia, del Dipartimento Regionale "Legalità e Antimafia" del partito Avviare un processo di riforma che, in linea ai principi dell'articolo 111 della Costituzione repubblicana riguardanti il "giusto processo", riconosca paritariamente ed estenda la tutela ai destinatari dell'ingiusto sequestro.A chiederlo, in una nota, è la Democrazia Cristiana nuova, attraverso l'avvocato Andrea Piazza, alla guida, in Sicilia, del Dipartimento Regionale "Legalità e Antimafia" (continua)

FLUSSI DOCUMENTALI E SICUREZZA INFORMATICA ALL'UFFICIO INTERDISTRETTUALE DELL'ESECUZIONE PENALE ESTERNA, LA UILPA DI PALERMO DIFENDE DUE DIPENDENTI: "NON HANNO COMMESSO ALCUN ABUSO"

FLUSSI DOCUMENTALI E SICUREZZA INFORMATICA  ALL'UFFICIO INTERDISTRETTUALE DELL'ESECUZIONE PENALE ESTERNA, LA UILPA DI PALERMO DIFENDE DUE DIPENDENTI:
Secondo l'amministrazione, avrebbero effettuato, per motivi avulsi dalle mansioni e dalle competenze, la visualizzazione dei documenti nel sistema di protocollazione Calliope per entrare successivamente in possesso, attraverso il download, dei documenti stessi.Un'accusa che il sindacato respinge con forza   Accessi indebiti nel sistema di protocollazione "Calliope" da parte del personale in servizio all'Ufficio Interdistrettuale dell'Esecuzione Penale Esterna di Palermo. Questa l'accusa rivolta dall'amministrazione a due dipendenti che avrebbero tenuto una condotta inadeguata sotto il profilo disciplinare. Un'accusa che la Uil Pubblica Amministrazione respinge con forza in una l (continua)

CON IL PROGETTO “TIME TO CARE”, l’ADA DI PALERMO POTENZIA IL SUPPORTO AI SOGGETTI FRAGILI

CON IL PROGETTO “TIME TO CARE”, l’ADA DI PALERMO POTENZIA IL SUPPORTO AI SOGGETTI FRAGILI
Le richieste saranno selezionate attraverso il numero verde 800822553 Sostegno e promozione dell’inclusione sociale delle persone anziane, con particolare attenzione rivolta al tema dell’invecchiamento attivo.Questa l’attività che vedrà impegnati a Palermo gli undici giovani coinvolti nel progetto “Time to care”.Per loro, la possibilità di operare nel territorio attraverso azioni di notevole rilevanza sociale.Al centro dell’attenzione, anche il tema del dialogo (continua)

UFFICIO INTERDISTRETTUALE DELL'ESECUZIONE PENALE ESTERNA DI PALERMO, LA UILPA "INACCETTABILE IL MANCATO RICORSO ALLO SMART WORKING, LAVORATORI ESPOSTI AL RISCHIO DEI CONTAGI"

UFFICIO INTERDISTRETTUALE DELL'ESECUZIONE PENALE ESTERNA DI PALERMO,  LA UILPA
Il sindacato lamenta "notevoli e ingiustificati ritardi nella programmazione di incontri per fare il punto della situazione sull'emergenza sanitaria da Covid 19" Immediata applicazione dei contenuti dell'ultima direttiva della Funzione Pubblica relativa alla riduzione delle presenza dei dipendenti negli uffici e alla tutela della sicurezza sanitaria dei lavoratori, seppure garantendo la continuità dell'attività operativa.   É questa, in sintesi, la richiesta che la Uil Pubblica Amministrazione trasmette ai vertici dell'Ufficio Interdistrettuale d (continua)

SALDI INVERNALI 2022, A PALERMO LA SPESA PRO CAPITE NON SUPERA I CINQUANTA EURO. SALVATORE BIVONA (CIDEC):

SALDI INVERNALI 2022, A PALERMO LA SPESA PRO CAPITE  NON SUPERA I CINQUANTA EURO. SALVATORE BIVONA (CIDEC):
"Monitorate" quattro vie cittadine tradizionalmente vocate al commercio : Ruggero Settimo, Libertà, Maqueda e Roma "L'avvio degli sconti in città procede a rilento e senza troppo entusiasmo da parte dei consumatori: a influenzare negativamente il trend degli acquisti, l'emergenza sanitaria in corso": lo afferma il presidente della Confederazione Italiana Esercenti Commercianti di Palermo Salvatore Bivona, che commenta gli esiti dei ribassi a pochi giorni dall'inizio della stagione dei saldi in Sicilia. " (continua)