Home > Altro > Altri Comizi D'Amore

Altri Comizi D'Amore

scritto da: Martinotti | segnala un abuso

Altri Comizi D'Amore

il 7 febbraio partono le riprese del nuovo film di Massimiliano Finazzer Flory


L'autore, regista cinematografico e teatrale Finazzer Flory si muove sulle tracce dell'esplorazione del film inchiesta "Comizi d'amore" di P.P. Pasolini, realizzato nel 1963, che raccolse materiali su temi scottanti che riguardano la morale e i costumi degli italiani.

“Altri Comizi d’Amore”, realizzato in collaborazione con Rai Cinema, avrà una fotografia in bianco e nero. In una esclusiva scelta artistica, l’autore intervista e conversa con i suoi personaggi in un unico luogo, un hangar, riproponendo le stesse domande del poeta friulano, rielaborandole e adattandole al nostro contemporaneo. Quasi sessant’anni dopo, l’autore ripercorre e indaga su contenuti quali l’amore, la multiculturalità, le differenze di genere, il confronto generazionale, le disabilità, l'orientamento sessuale e su come sia cambiata la temperie morale e moralistica del nostro paese nei confronti dei temi in questioni, quali siano stati i passaggi di liberazione e quali i tabù ancora intatti. 

«Non un film su Pasolini ma sul metodo Pasolini di cui abbiamo bisogno per interpretare il qualunquismo e il conformismo della nostra epoca diffuso anche nei nostri sentimenti più profondi, perfino in quello dell’amore» così anticipa Massimiliano Finazzer Flory. «Voglio incarnare - infatti -  con le affermazioni di Pasolini domande su di noi, sull'Italia, spiazzanti, scandalose ma sempre sincere, dirette soprattutto a partire dalla cultura. Senza rinunciare a raccontare la bellezza e il fascino del nostro paese». Questa la profonda riflessione del regista e la sua rilettura dell’importante lavoro pasoliniano inteso a comprendere la vera natura e l'orientamento dei nostri costumi e come questi si siano modificati. 

Massimiliano Finazzer Flory. Attore, regista e autore teatrale italiano. Assessore alla Cultura del Comune di Milano (2008-10), dopo l'esordio come attore teatrale nel 2005 con In viaggio con Virgilio e L'altro viaggio di Rainer Maria Rilke, ha portato in scena opere quali Lo specchio di Borges (2007-10) e Il tempo di Mahler (2010-11); autore dello spettacolo Pinocchio, storia di un burattino (2011-14), ha diretto e interpretato Grande serata futurista (2013-14), girando nel 2014 il suo primo film, Marinetti a New York, e portando in scena lo spettacolo Essere Leonardo da Vinci. Un'intervista impossibile (2015) cui ha fatto seguito la pièce Verdi legge Verdi (2016). Ideatore e interprete del corto Parigi-Baudelaire, passeggiata poetica (2017), coproduttore del cortometraggio da lui diretto e interpretato BEING Leonardo da Vinci (2018), dei suoi altri lavori cinematografici si ricordano Ali dorate - I giorni del silenzio (2020) e Dante, per nostra fortuna (2021).

Cinema | Pasolini |



Commenta l'articolo

 
 

Se ritieni meritevole il nostro lavoro fai una donazione


Recenti

Stesso autore

LUNGO IL TEVERE: DAL COMPLESSO DEL S.MICHELE AL REGINA COELI

LUNGO IL TEVERE: DAL COMPLESSO DEL S.MICHELE AL REGINA COELI
L’Associazione Tevereterno onlus organizza una Passeggiata culturale in collaborazione con il Coordinamento Nazionale Teatro in carcere. L’iniziativa si svolgere nell’ambito del ciclo di eventi dedicati alla IX Giornata Nazionale del Teatro in Carcere, avviato in occasione del 60° World Theatre Day L’Associazione Tevereterno onlus organizza una Passeggiata culturale in collaborazione con il Coordinamento Nazionale Teatro in carcere. L’iniziativa si svolgere nell’ambito del ciclo di eventi dedicati alla IX Giornata Nazionale del Teatro in Carcere (http://www.teatrocarcere.it/?p=4223), avviato in occasione del 60° World Theatre Day [Giornata Mondiale del Teatro]. Tutti gli anni l'International (continua)