Home > Cultura > La Regione Campania ha approvato l'elenco dei contributi: tre i musei della Provincia di Salerno ammessi.

La Regione Campania ha approvato l'elenco dei contributi: tre i musei della Provincia di Salerno ammessi.

scritto da: TheGriffin | segnala un abuso

La Regione Campania ha approvato l'elenco dei contributi: tre i musei della Provincia di Salerno ammessi.

Con Decreto Dirigenziale n. 86 del 9 maggio 2022 della Regione Campania, pubblicato sul BURC, è stata approvata la graduatoria di legittimità e di merito per l'assegnazione dei contributi per spese di investimento di alcuni musei della Campania, fra i quali tre riguardano l'Ente Provincia di Salerno.


La Regione Campania ha approvato l'elenco dei contributi: tre i musei della Provincia di Salerno ammessi.

La provincia di Salerno è un vasto territorio a robusta vocazione culturale e turistica. Circa la metà del territorio provinciale è riconosciuto dall’UNESCO patrimonio dell’umanità. Parliamo di Costiera Amalfitana, Parco Nazionale del Cilento, con la Certosa di San Lorenzo a Padula, e delle aree archeologiche di Velia e Paestum.

Parliamo della dieta mediterranea, nata in area cilentana, patrimonio immateriale dell’umanità.

Tra le principali attività della Provincia di Salerno si annovera la promozione del patrimonio culturale con la valorizzazione e la tutela dei beni architettonici, storici e artistici. Tale patrimonio si costituisce di biblioteche, archivi storici, pinacoteche e siti archeologici presenti sull’estesa circoscrizione provinciale.

La Provincia organizza e coordina le risorse culturali poste in essere dai Comuni e offre il suo sostegno ai progetti culturali di associazioni, gruppi e operatori del settore.

Attraverso la diffusione dell’arte, almeno nell’intenzione, la Provincia di Salerno promuove la crescita e l’integrazione culturale e sociale, la parità di genere e la valorizzazione dei talenti e dei linguaggi giovanili.
A tal fine organizza, per esempio, in collaborazione con gli Operatori del territorio, la Borsa Mediterranea del Turismo Archeologico, momento fondamentale di divulgazione e commercializzazione dell’offerta turistico - culturale dell’intera provincia e favorisce l’incontro con la domanda nazionale e internazionale.

In questa stessa ottica di protezione e divulgazione, con Decreto Dirigenziale n. 86 del 9 maggio 2022 della Regione Campania, pubblicato sul BURC, è stata approvata la graduatoria di legittimità e di merito per l'assegnazione dei contributi per spese di investimento di alcuni musei della Campania, fra i quali tre riguardano l'Ente Provincia di Salerno.

I contributi andranno alla Pinacoteca Provinciale a scopo di manutenzione impiantistica per un importo di 15.000 euro; al Museo della Ceramica di Villa Guariglia di Raito, per manutenzione generale, un importo di 15.000 euro e del Museo Archeologico Provinciale della Lucania Occidentale di Padula, per la manutenzione generale, l’importo di 13.160,46 euro.

Sul sito della Provincia di Salerno leggiamo la dichiarazione del Presidente della Provincia di Salerno Michele Strianese: "Un altro passo in avanti per la riqualificazione dei nostri splendidi Musei su scala provinciale. I nostri musei devono fare da perno attorno al quale far girare nuove attrattive turistiche e culturali. Voglio ringraziare il Presidente della Regione Campania, On. Vincenzo De Luca, per la nuova opportunità concessa".

"Iniziano i processi di ammodernamento delle strutture museali della Provincia di Salerno", dichiara il Consigliere Provinciale con delega all'Urbanistica, Politiche Culturali, Valorizzazione e Conservazione del patrimonio museale delle biblioteche e dei beni culturali Francesco Morra, "Con questi finanziamenti possiamo finalmente procedere al restyling dei nostri musei al fine di fruire al meglio del nostro patrimonio culturale. Un ringraziamento va anche al Settore Pianificazione Strategica, Sistemi Culturali e Urbanistica della Provincia".


Fonte notizia: https://www.provincia.salerno.it/archivio10_notizie-e-comunicati_0_14186_12_7.html


cultura | musei | contributi |



Commenta l'articolo

 
 

Se ritieni meritevole il nostro lavoro fai una donazione


Recenti

Stesso autore

Iraq: scoperto un tesoro archeologico nella chiesa di Mar Thomas a Mosul distrutta dall’Isis.

Iraq: scoperto un tesoro archeologico nella chiesa di Mar Thomas a Mosul distrutta dall’Isis.
Una decina di reperti archeologici sono stati rinvenuti all’interno di una chiesa siro-ortodossa di Mosul che fu roccaforte del califfato. Una straordinaria scoperta che significherà una tappa importante per l'accertamento della storia del cristianesimo e del suo sviluppo in Medio Oriente.  Una decina di reperti archeologici sono stati rinvenuti all’interno di una chiesa siro-ortodossa di Mosul che fu roccaforte del califfato. Reliquie di santi cristiani e antiche pergamene sono state rivenute all’interno della chiesa che n (continua)

L'invenzione dei social media: secondo alcuni studi un’esca per gli esseri umani.

L'invenzione dei social media: secondo alcuni studi un’esca per gli esseri umani.
Con l'uso, l'abitudine e l'abuso, da veloce mezzo di divulgazione in tempo reale di notizie da un luogo all'altro della Terra, i social sono divenuti in breve la via di fuga dal mondo reale e dalla monotonia della vita vissuta in presenza.  I social media sono un’invenzione positiva o negativa, rappresentano un'esca per gli esseri umani? Ne parla un articolo pubblicato dall'agenzia Ansa.Di sicuro si tratta di un'astrazione della vita sociale, potremmo definirla un simulacro. Le invenzioni dovrebbero venire in aiuto dell'umanità, ma che succede se si trasformano in strumento di controllo e di potere, se invece di ser (continua)

Si tratta di un fantasy contemporaneo "Il castigo di Alyssa" il nuovo romanzo di Antonia Calabrese

Si tratta di un fantasy contemporaneo
Sirene e tritoni della mitologia greca si incontrano sulle coste siciliane dissimulati nella vita reale di tre donne e dei loro rispettivi uomini. Si tratta di un fantasy contemporaneo ambientato in una imprecisata località della Sicilia, giocato sulle figure classicheggianti della donna-sirena e della donna-ninfa, in cui sono preminenti elementi di conflitto morale dei protagonisti e crisi d’identità.  Ispirato agli archetipi femminili della sirena e della ninfa, il romanzo trasferisce sulle coste del Mediterraneo la tocca (continua)