Home > Libri > Grande successo per Marco Tullio Barboni a "FIUMICINO INVERNO"

Grande successo per Marco Tullio Barboni a "FIUMICINO INVERNO"

scritto da: PressWeb | segnala un abuso

Grande successo per Marco Tullio Barboni a


Presenti il Presidente della Commissione Bilancio del Comune di Fiumicino Giuseppe Pavinato, Il Garante dell'infanzia di Fiumicino Vincenzo Taurino, numerosi rappresentanti di associazioni animaliste e gli addestratori dei cani da salvataggio.

A fare da padrona di casa e brillante moderatrice della serata culturale, l'Assessore alla Cultura del Comune di Fiumicino in persona, Arcangela Galluzzo.
"Una serata piena di emozioni. Marco Tullio Barboni con il suo libro ed il suo cortometraggio ci ha trasmesso il grande amore per il suo cane Merlino e la bellezza di un rapporto indissolubile. La rassegna culturale Fiumicino Inverno si è,dunque, arricchita di un altro apporto culturale di alto profilo" - ha dichiarato entusiasta a fine incontro l'Assessore Galluzzo.
Si e' concluso cosi', lo scorso 17 Dicembre,  con soddisfazione degli organizzatori e gradimento del  pubblico,  la presentazione al pubblico, alla Casa della Partecipazione di Maccarese, del secondo lavoro letterario di Marco Tullio Barboni, "A spasso con il Mago. Merlino e io" (Viola Editrice).

Marco Tullio Barboni appartiene ad una illustre famiglia che ha segnato tratti importanti del cinema italiano d’Autore. Lo zio Leonida è stato un magistrale direttore della fotografia, amatissimo da Anna Magnani; il padre Enzo, prima operatore alla macchina poi direttore della fotografia ed infine regista con lo pseudonimo di E.B. Clucher, ha legato gran parte della sua fama a film interpretati da Bud Spencer e Terence Hill e all’indimenticabile filone dei fagioli western. Frequentatore di set fin da bambino, è stato lui stesso regista e sceneggiatore, ed ha proseguito la carriera familiare con caparbietà e notevole talento. Uomo di profonda cultura e variegati interessi, vede  il suo prossimo futuro come scrittore ed autore di nuovi testi teatrali, da tradurre anche in lingua inglese e magari da esportare in America, cosi' come gia' capitato per la sua prima creatura, "...e lo chiamerai destino" (Kappa Edizioni).  Nell'occasione di Maccarese, cosi' come già accaduto al debutto romano della Casa del Cinema a Novembre,  è stato proiettato ed apprezzato vivamente da tutti i presenti  "Il Grande Forse",   cortometraggio di successo diretto e co-prodotto da Marco Tullio Barboni, dove  il protagonista animale della pellicola è il medesimo del libro "A spasso con il mago", cioe'  l'amato cane Merlino, oggi scomparso.   La prefazione al volume è del poeta e critico letterario Plinio Perilli, che è stato  presente  a Maccarese a dialogare sul volume insieme all'Assessore Galluzzo, all'Autore e a Roberto Andreucci, attore insieme a Philippe Leroy de "Il Grande Forse" e anche lettore insieme al Barboni, nel corso della serata, di alcuni passi del libro. Attraverso una passeggiata onirica che ricalca la passeggiata che Barboni e Merlino hanno fatto ogni sera per anni, nel libro si snoda una vicenda magica ed incantata, che commuove e fa riflettere, e aiuta a ritrovare un legame a tutti gli effetti d'amore, anche solo attraverso un sogno lucido come quello raccontato nel libro. Il pubblico di Maccarese ha decisamente gradito l'incontro culturale previsto dall'Assessorato, che va ad impreziosire un lavoro sul campo instancabile che Arcangela Galluzzo sta facendo da tempo.
L'incontro, oltre all'egida del Comune di Fiumicino, ha avuto anche il patrocinio dell'Annuario del Cinema Italiano & Audiovisivi, ringraziato piu' volte nel corso della serata. 
Alcuni volti noti e personalità di rilievo si sono intraviste tra il pubblico: il produttore cinematografico Raffaello Saragò; il direttore d'orchestra e compositore  Franco Micalizzi (Autore anche delle musiche de "Il Grande Forse"); la docente universitaria Rita Caccamo (cattedra di Sociologia - Universita' La Sapienza di Roma); il tenore Gianluca Paganelli.
 
Marco Tullio Barboni è stato recentemente tra i  vincitori del prestigioso Premio Apoxiomeno 2017 a Firenze nella categoria Tv e Cinema.

Le foto ufficiali della serata sono a firma di Giovanna Onofri.
Info su Marco Tullio Barboni: marcotulliobarboni.com  Ufficio Stampa : Occhio dell'Arte (referente Lisa Bernardini)  
Lisa Bernardini 347/1488234   

Marco Tullio Barboni | A spasso con il mago Merlino e io | FIUMICINO INVERNO | post evento |



Commenta l'articolo

 

Potrebbe anche interessarti

Marco Tullio Barboni ha incontrato la Città di Milano


Marco Tullio Barboni: un Giugno in giro per l'Italia tra riconoscimenti ed apprezzamenti di pubblico


MARCO TULLIO BARBONI PRESENTA A MILANO IL SUO MERLINO LETTERARIO


A Lugo di Romagna in arrivo i festeggiamenti per i 50 anni de "Lo chiamavano Trinità"


Il tour letterario di Marco Tullio Barboni arriva a San Mauro Torinese


 

Se ritieni meritevole il nostro lavoro fai una donazione


Recenti

Stesso autore

MARCO MADDALONI CHARITY PER IL CARDARELLI DI NAPOLI

MARCO MADDALONI CHARITY PER IL CARDARELLI DI NAPOLI
Il cuore della famiglia Maddaloni torna a occuparsi di temi solidali. E’ previsto per giovedì 24 settembre, a Villa Domini ai Colli Aminei di Napoli, la prima edizione del "Marco Maddaloni Charity", evento di beneficenza che promuove una raccolta fondi da destinare al reparto di Terapia Intensiva Neonatale dell’Ospedale Cardarelli. Il ricavato servirà per l’acquisto di un’incubatrice di ultima generazione. E il campione sportivo spiega proprio il perché di questa scelta: “Questo progetto nasce dopo l’esperienza vissuta con mia figlia Giselle Marie Maddaloni. Un’esperienza che mi ha permesso di comprendere meglio la realtà delle terapie intensive legate ai neonati. Ecco perché ho voluto ideare questa prima edizione del mio ch (continua)

UN CAMBIO LOOK IN BLU PER MARINA CASTELNUOVO

UN CAMBIO LOOK IN BLU PER MARINA CASTELNUOVO
Marina Castelnuovo, attrice, conduttrice, scrittrice, imprenditrice e celebre sosia ufficiale di Liz Taylor conosciuta a livello internazionale, ha deciso di cambiare “look” in occasione della celebrazione dei suoi 30 anni di carriera artistica. Ed è grazie al sapiente ed abile obiettivo del fotografo Max Salvioni, alle straordinarie e magiche mani della hair stylist e make up artist Daniela Graniero e alla grande professionalità della consulente di immagine Cristina Lobascio, che si è potuto realizzare questo insolito ed artistico shooting fotografico. Un cambio look che le ha dato nuova linfa, nuova vitalità e scelto propr (continua)

Il prossimo 18 settembre riapre “IL REGNO DI BABBO NATALE”

Il prossimo 18 settembre riapre “IL REGNO DI BABBO NATALE”
C’è un Regno incantato che sorge sulle colline di Vetralla, piccolo borgo nei dintorni di Viterbo. Ed è il Regno di Babbo Natale. Un luogo magico, dove chiunque varchi i suoi cancelli, torna inevitabilmente bambino. Perché si dice che il Natale sia dei più piccoli, ma in realtà il Natale è di tutti: da zero a mille anni. Questo meraviglioso mondo riapre le sue porte il prossimo 18 settembre e resterà aperto 7 giorni su 7 fino al 17 gennaio 2021. Un lungo periodo, anche se per il Natale non c’è mai troppo tempo, nel quale chiunque potrà immergersi in un’atmosfera incredibile e unica. Un percorso emozionale posizionato su oltre 4 mila mq, dove lui, il padrone di casa, quel signore un po’ d’antan, vestito di ros (continua)

Successo per l'Occhio dell' Arte a Venezia con Lisa Bernardini

Successo per l'Occhio dell' Arte a Venezia con Lisa Bernardini
Ennesima prova superata per la nota Associazione Occhio dell' Arte APS e la sua Presidente, la giornalista ed organizzatrice di eventi Lisa Bernardini. Ha riscosso infatti grande successo a Venezia, lo scorso 11 settembre, presso la Sala della Musica del CA' SAGREDO HOTEL *****L, l'appuntamento culturale dal titolo "Lo chiamavano Trinità" - Racconti da una magia (1970/2020), in occasione dei 50 anni dall'uscita dal film. L' Organizzazione si è svolta sotto l’egida morale della  (continua)

"Lo chiamavano Trinità" a Venezia


Appuntamento a Venezia il prossimo 11 Settembre, alle ore 19.00, per ricordare i 50 anni del cult movie “Lo chiamavano Trinità", che proprio in questo 2020 festeggia il traguardo del mezzo secolo di vita. L’organizzazione, sotto l’egida morale della Città di Venezia, in collaborazione con l’Associazione Veneziana Albergatori e l’Associazione culturale Occhio dell’Arte APS, è in concomitanza con la Mostra del Cinema di quest’anno,  e l’evento culturale prodotto ha come titolo “Lo chiamavano Trinità” – Racconti da una magia  (1970/2020). Grazie all’accoglienza nello storico e  (continua)