Home > Primo Piano > Farmaci Psicoattivi. Effetti desiderati e indesiderati

Farmaci Psicoattivi. Effetti desiderati e indesiderati

scritto da: CCDUBrescia | segnala un abuso

Farmaci Psicoattivi. Effetti desiderati e indesiderati


Gli psicofarmaci producono gravi effetti indesiderati.

Alcuni volontari, a Palazzolo, hanno distribuito oltre 40 opuscoli che illustrano gli effetti degli psicofarmaci. Inevitabilmente, oltre agli effetti che ne motivano la prescrizioni, gli psicofarmaci, producono di fatto, una serie di altri effetti che il medico non desiderava, ma che inevitabilmente vengono prodotti dalle sostanze assunte. Tali effetti sono spesso gravi, come intontimento, irritabilità, ansia, vertigini, violenza e suicidio tanto per citarne alcuni.

C’è un chiaro incremento nell'utilizzo di psicofarmaci. Sembra che le persone preferiscano aggiustare i loro problemi di relazione con gli altri o con la vita in generale, assumendo uno psicofarmaco, piuttosto che agire in modo più responsabile. Sanno benissimo che lo psicofarmaco non li curerà minimamente. Non riescono a sopportare il disagio della vita e preferiscono assumere una sostanza che annebbi sufficientemente la coscienza in modo da superare la difficoltà.
Una madre al cui figlio erano stati prescritti degli psicofarmaci, dopo aver visto il figlio tredicenne rimanere silenzioso e fermo per giorni interi, si è rifiutata di continuarne la somministrazione. Evidentemente lei stessa, non la poteva considerare una cura.

E' necessario informare sugli effetti collaterali e non, semplicemente, considerarli rari.

Di fatto, basterebbe riflettere. Quanti depressi hai visto guarire grazie agli psicofarmaci ? Guarire non avere qualche momento di euforia, per quello basterebbe un buon amico.

La cultura della pillola è molto comoda: Il "paziente" impaziente di dimenticare le proprie difficoltà preferisce risolvere con una semplice pillola pagata dal servizio sanitario. Invece di reagire ed impegnarsi in qualche attività.

Il comitato

Il Comitato dei Cittadini per i Diritti Umani (CCDU) Onlus, è un'organizzazione di volontariato non a scopo di lucro, finalizzata a investigare e denunciare le violazioni psichiatriche dei diritti umani.

Il CCDU è stato fondato in Italia nel 1979 ed è diventato una Onlus nel 2004. Il Comitato dei Cittadini per i Diritti Umani (CCDU) Onlus è una organizzazione indipendente ed è collegato ideologicamente al CCHR (Citizen Commission on Human Rights), che ha sede a Los Angeles.

Il CCHR International è stato fondato nel 1969 dalla Chiesa di Scientology e dal Professor Thomas Szasz, professore emerito di psichiatria all'Università di Syracuse, Stato di New York e autore di fama internazionale. A quel tempo le vittime della psichiatria erano una minoranza dimenticata, segregate in condizioni terribili nei manicomi sparsi nel mondo. In seguito a ciò, il CCHR elaborò una dichiarazione dei Diritti Umani sulla Salute Mentale che è diventata la linea guida per le riforme nel campo della salute mentale.

I volontari del CCDU, con questa campagna informativa, si sono ispirati alle parole di L. Ron Hubbard: “un essere è di valore solo nella misura in cui può essere utile agli altri”.
Dal sito della campagna: "ccdu.it" è possibile richiedere un kit informativo gratuito.


Fonte notizia: https://www.scientology.it/how-we-help/citizens-commission-on-human-rights/cchr-museum-grand-opening.html


Informazione | Prevenzione | Scientology | Psicofarmaci | Depressione | Stragi | Follia | Psichiatri | Mente | Psicologia | Trattamento | ADHD | Discalculia | Dislessia | Minori |



Commenta l'articolo

 

Potrebbe anche interessarti

Abuso di farmaci prescritti per sballarsi o auto-curarsi


La verità sull’abuso di FARMACI PRESCRITTI


Differenze tra farmaco generico e farmaco di marca


Un’altra verità sui Farmaci Prescritti


La confusione delle “scatolette” nei pazienti con problemi cardiovascolari


Differenze di efficacia tra farmaci generici e farmaci brand


 

Se ritieni meritevole il nostro lavoro fai una donazione


Recenti

Stesso autore

Gli Psicofarmaci e la scienza che non è scienza

Gli Psicofarmaci e la scienza che non è scienza
Ancora informazione a Brescia con oltre 100 libretti informativi sugli effetti, purtroppo presenti ma non desiderati, degli psicofarmaci. Il Comitato dei Cittadini per i Diritti Umani, con alcuni volontari, ha provveduto a distribuire opuscoli che illustrano gli effetti, cosiddetti "collaterali", prodotti dalla pseudo scienza psichiatrica. Psicofarmaci e una scienza che non è (continua)

Strappato alla nonna: bimbo regredisce

Strappato alla nonna: bimbo regredisce
Ha due anni, ma una capacità di linguaggio di 12 mesi.  Prima strappato alla famiglia e alla nonna, poi anche alla mamma. Crema. Il Comitato dei Cittadini per i Diritti Umani indice un sit-in per il piccolo Nuno (nome di fantasia): un bambino di soli due anni che cresceva sereno e felice con genitori e nonni, e che ora dopo un anno di sottrazione dai suoi affetti mostra una (continua)

Legata a un lettino in psichiatria e divorata dalle fiamme

Legata a un lettino in psichiatria e divorata dalle fiamme
Bergamo: manifestanti all’entrata dell’Ospedale chiedono verità e giustizia e l’immediata messa al bando della contenzione Una sessantina di persone hanno manifestato oggi pomeriggio davanti all’Ospedale Giovanni XXIII di Bergamo, in seguito alla morte di Elena Casetto, arsa viva con polsi e caviglie legate a un letto di contenzione nel reparto di psichiatria. L&rs (continua)

I rischi connessi alla medicalizzazione dei disagi della vita.

I rischi connessi alla medicalizzazione dei disagi della vita.
Informazione su Antidepressivi e psicofarmaci. C’è una chiara tendenza ad utilizzare sempre più antidepressivi e psicofarmaci. Le persone sono indotte a pensare che lo stato di tristezza o di insoddisfazione nella vita siano causati da fantomatici squilibri chimici del cervello, per altro mai identificati. Come dire che i sentimenti sono organici. "Aggiustare" quindi (continua)

Informare sugli abusi nel campo della salute mentale

Informare sugli abusi nel campo della salute mentale
I volontari del CCDU hanno distribuito libretti informativi a Palazzolo. Un tempo le persone che avevano difficoltà o forti turbamenti nella vita si rivolgevano al parroco e affrontavano la cosa in ambito religioso. L'avvento delle stato laico ha giustamente separato, per cosi dire, le competenze tra l'amministrazione pubblica e la religione. Il turbamento mentale ed il disagio del viver (continua)