Home > Cultura > Legata a un lettino in psichiatria e divorata dalle fiamme

Legata a un lettino in psichiatria e divorata dalle fiamme

articolo pubblicato da: CCDUBrescia | segnala un abuso

Legata a un lettino in psichiatria e divorata dalle fiamme

Bergamo: manifestanti all’entrata dell’Ospedale chiedono verità e giustizia e l’immediata messa al bando della contenzione
Una sessantina di persone hanno manifestato oggi pomeriggio davanti all’Ospedale Giovanni XXIII di Bergamo, in seguito alla morte di Elena Casetto, arsa viva con polsi e caviglie legate a un letto di contenzione nel reparto di psichiatria.

L’Alto Commissariato ONU per i Diritti Umani ha equiparato la contenzione alla tortura, ma secondo un’indagine della campagna “E tu slegalo subito” i dirigenti di ben 302 reparti psichiatrici su 320 (oltre il 95%) continuerebbero a utilizzarla. Il ricorso a questa pratica, che quasi ci ricorda i tempi di Torquemada, viene giustificato perché il paziente sarebbe agitato, ma sono in molti a non essere d’accordo.

Secondo Alberto Brugnettini, vicepresidente del CCDU (Comitato dei Cittadini per i Diritti Umani), “La legge sul Trattamento Sanitario Obbligatorio - impropriamente chiamata Legge Basaglia - viene troppo spesso abusata adducendo lo stato di necessità. In realtà, molti dei cosiddetti TSV (Trattamento Sanitario Volontario) sono dei TSO mascherati. Come direbbe il Padrino, al malcapitato viene fatta un’offerta che non può rifiutare: ci segui di tua spontanea volontà oppure ti prendiamo con la forza. A volte è sufficiente non presentarsi per la puntura mensile. Francesco Mastrogiovanni e Andrea Soldi, morti di TSO in anni recenti, furono prelevati mentre erano assolutamente tranquilli. Lo stato di agitazione è sopravvenuto dopo, in seguito all’intervento forzoso: una reazione umana del tutto normale, date le circostanze - per nulla sintomatica di squilibrio.”

In realtà Franco Basaglia non ha mai scritto né approvato questa legge e, anzi, l’ha criticata aspramente. In un’intervista rilasciata al quotidiano torinese La Stampa ebbe modo di dire:
“Non si deve credere d’aver trovato la panacea a tutti i problemi dell’ammalato di mente con il suo inserimento negli ospedali tradizionali. La nuova legge cerca di omologare la psichiatria alla medicina, cioè il comportamento umano con il corpo. E’ come se volessimo omologare i cani con le banane … negli ospedali ci sarà sempre il pericolo dei reparti speciali, del perpetuarsi di una visione segregante ed emarginante.”

Le parole di Basaglia suonano come una profezia: a quarant’anni dall’approvazione di questa legge, i metodi manicomiali sono ancora utilizzati nei reparti di psichiatria di molti ospedali, e ogni mese la cronaca ci sbatte in faccia tragedie come quella di Elena.

Il CCDU, in applicazione dei principi sanciti dall’ONU, chiede una riforma in senso garantista della legge 180 e l’immediata messa al bando di contenzione e di ogni altra pratica che, in spregio all’articolo 32 della nostra Costituzione, violi “i limiti imposti dal rispetto della persona umana”. “Chiediamo verità e giustizia sulla morte di Elena Casetto” conclude Brugnettini - la contenzione ancora in uso nel 95% dei reparti di psichiatria in Italia: è ora di finirla ! 

Informazione | Prevenzione | Psicofarmaci | Depressione | Stragi | Follia | Psichiatri | Mente | Psicologia | Trattamento | ADHD | Discalculia | Dislessia | Minori |



Commenta l'articolo

 

Potrebbe anche interessarti

CLARA E DE MARTIN TOPRANIN CAMPIONI, PRIMI TITOLI TRICOLORI IN VAL DI FIEMME


GULLO E GORRA COME CAMOSCI NEL PARCO. MARCIA GRAN PARADISO “SOLARE” E SPUMEGGIANTE


Consigli per la scelta dei Lettini da Campeggio su Infanziabimbo.


Qual è la situazione dei diritti umani nel campo della salute mentale?


UN PIENO DI “ENERGIA” CON LA SKI SPRINT A PRIMIERO, PER I POLIZIOTTI E LE “ALPINE” RUSH TRICOLORE VINCENTE


YEUILLA E PELLEGRINI ACCOPPIATA VINCENTE, MILLEGROBBE DI SUCCESSO SOTTO LA NEVE


 

Se ritieni meritevole il nostro lavoro fai una donazione


Recenti

Stesso autore

Strappato alla nonna: bimbo regredisce

Strappato alla nonna: bimbo regredisce
Ha due anni, ma una capacità di linguaggio di 12 mesi.  Prima strappato alla famiglia e alla nonna, poi anche alla mamma. Crema. Il Comitato dei Cittadini per i Diritti Umani indice un sit-in per il piccolo Nuno (nome di fantasia): un bambino di soli due anni che cresceva sereno e felice con genitori e nonni, e che ora dopo un anno di sottrazione dai suoi affetti mostra una (continua)

Farmaci Psicoattivi. Effetti desiderati e indesiderati

Farmaci Psicoattivi. Effetti desiderati e indesiderati
Gli psicofarmaci producono gravi effetti indesiderati. Alcuni volontari, a Palazzolo, hanno distribuito oltre 40 opuscoli che illustrano gli effetti degli psicofarmaci. Inevitabilmente, oltre agli effetti che ne motivano la prescrizioni, gli psicofarmaci, producono di fatto, una serie di altri effetti che il medico non desiderava, ma che inevitabilmente vengono prodotti dalle sostanze assunte. Ta (continua)

I rischi connessi alla medicalizzazione dei disagi della vita.

I rischi connessi alla medicalizzazione dei disagi della vita.
Informazione su Antidepressivi e psicofarmaci. C’è una chiara tendenza ad utilizzare sempre più antidepressivi e psicofarmaci. Le persone sono indotte a pensare che lo stato di tristezza o di insoddisfazione nella vita siano causati da fantomatici squilibri chimici del cervello, per altro mai identificati. Come dire che i sentimenti sono organici. "Aggiustare" quindi (continua)

Informare sugli abusi nel campo della salute mentale

Informare sugli abusi nel campo della salute mentale
I volontari del CCDU hanno distribuito libretti informativi a Palazzolo. Un tempo le persone che avevano difficoltà o forti turbamenti nella vita si rivolgevano al parroco e affrontavano la cosa in ambito religioso. L'avvento delle stato laico ha giustamente separato, per cosi dire, le competenze tra l'amministrazione pubblica e la religione. Il turbamento mentale ed il disagio del viver (continua)

La diffusione di informazioni sugli effetti degli psicofarmaci

La diffusione di informazioni sugli effetti degli psicofarmaci
In che modo gli psicofarmaci influenzano corpo? Il corpo è composto di elementi chimici che vengono ricavati dagli alimenti, che vengono trasformati con la luce solare e con l'aria che respiriamo. Ci sono milioni di reazioni chimiche che avvengono in continuazione. L'aggiunta di una sostanza aliena nel corpo, come ad esempio uno psicofarmaco, ne altera la normale biochimica. A volte ques (continua)