Home > Altro > MilleVoci romane, grande successo al teatro Europa di Aprilia con tanto pubblico.

MilleVoci romane, grande successo al teatro Europa di Aprilia con tanto pubblico.

scritto da: Giangius | segnala un abuso

MilleVoci romane, grande successo al teatro Europa di Aprilia con tanto pubblico.


Si è registrato sabato sera, al teatro Europa di Aprilia, la prima edizione del nuovo fornat tv “MilleVoci romane”, di Gianni Turco, condotta egregiamente dalla poliedrica Daphne Barillaro (cantante e attrice) e Riccardo Antonelli, cantante all’italiana, erede canoro di Claudio Villa.

Dodici artisti dodici per 24 canzoni 24 tutte indimenticabili, scelte tra le più belle composizioni dei 7 colli. Il sipario è stato aperto dalla coppia di confuttori con  “Roma nun fa la stupida stasera” di Garinei-Givannini e Trovajoli. Riuscitissima interpretazione che ha dato il via ai due appuntamenti televisivi (due tempi teatrali) che saranno in onda su Canale Italia e tante emittenti tv regionali italiane. Li vedrannol anche in Europa sui canali 879 e 825 della piattaforma Sky, oltreoceano e web.

Dopo il piacevole avvio musicale di Daphne e Riccado,  la coppia di conduttori, lo spettacolo è proseguito con brani che il numeroso pubblico ha mostrato di gradire  anticchiato con gli interpreti, tutti bravissimi e noti, per lo più icone della canzone romana.

Belle le due suggestive scenografie che per la loro grandezza (occupavano la scena completamnte) davano al pubblico l’impressione di vedere un angolo reale di Roma. La prima raffigurava Piazza di Spagna e la seconda il colosseo e l’arco di Costantino. L'immagine era molto ben definite. 

Sono stati eseguiti molti brani, vale la pena elencarli:

Daphne Barillaro e Riccardo Antonelli, in coppia per l'occasione, hanno cantato: “Roma nun fa' la stupida stasera”, Tu padre cò tu madre”, “Vojo er canto de nà canzone”; 

Grazia Guerra: si è esibita in "Na gita a li castelli" e "Fiori trasteverini", con il suo immancabile duo di ballerini;

Daphne Barillaro: ha interpretato due brani inediti dall'aria antica: “La stella più bella” e “Semo tutti romani”;

Little Tony Family:hanno eseguito  “Porta Portese” e “Roma spogliata”;

Lorenza Bettarelli ha cantato "Se no me moro" e "Sora Menica"

Bruno Filippin ha eseguiito “Roma sempre de più” ed una sua composizione: “Sotto er cielo de Roma”;

Gianni Davoli ha ragalato due suoi successi dei quali è autore: “E mmò” e Ah li Galli, con il balletto di bambini della scuola scuola “Serena Gavazzi" di Vetralla, coordinati da Sandro Pacetti;

Riccardo Antonelli ha cantato “Barcarolo romano”, “Com’è bello far l’amore quanno è sera”; “Roma forestiera” e la divertente “La società dei magnaccioni”;

Claudia Tortorici con la chitarra di Nicola Di Già ha eseguito: “Le mantellate” e “Pé lungoTevere”.

I Milk and coffee hanno cantato “Roma capoccia” ed il mix “Roma nun fa la stupida stasera e “Arrivederci roma”. Come per “MilleVoci napoletane” Morena Rosini, leader dei Milk le ha preparate appositamente per questo evento.

Gianni Turco, regista e produttore della kermesse, pur non essendo cantante, ha voluto fare omaggio a due grandi artisti di estrazione romana, Nino Manfredi ed Alberto Sordi, che ha avuto il piacere di conoscere, con due loro cavalli di battaglia: “Tanto pé cantà” ed “E va e va”;

Interessante e commovente è stato l’intervento di Luciano Rossi, tornato in tv in questa occasione dopo tanto tempo. Rossi è autore di tante canzoni di successo. Ricordiamo le due che ha cantato a MilleVoci romane: “Ammazzate oh” e “Che bello sta cò te”. "Quest’ulrima" - ha spiegato - "non l’ho mai incisa ma sempre cantata dal vivo. L’aveva incisa invece Nino Manfredi".

E’ tornata quindi in tv la canzone romana, avvenimento che Gianni Turco spera di ripetere l’anno prossimo. Gli artisti desiderosi di parteciparvi possono scrivere a millevociromane@millevoci.eu

Dopo l’estate, durante la quale saranno in onda le puntate della 14.ma edizione di “MilleVoci”, appena registrata con l’intervento di tanti artisti noti e meno noti ma tutti bravi, l’appuntamento sarà con “ MilleVoci napoletane”, “Speciale n. 2 di Daphne Barillaro” che presenterà bani tratti dal suo CD e “MilleVoci sotto l’albero per un sorriso” condotto da Molrena Rosini con i Milk and coffee.


Fonte notizia: http://www.millevoci.it


canzoni romane | roma | lando fiorini | millevoci romane | colosseo | vaticano | popolo | europa | teatro | aprilia |



Commenta l'articolo

 

Potrebbe anche interessarti

MilleVoci, in preparazione la nuova edizione 2017.


Associazione Farmacisti online: Aprilia screening gratuiti Giornata Mondiale del Cuore


Ci siamo! MilleVoci al nastro di partenza.


MilleVoci romane.


MilleVoci 2021, in preparazione la 17.ma edizione.


MileVoci, sempre in alto!


 

Se ritieni meritevole il nostro lavoro fai una donazione


Recenti

Stesso autore

Tra "revival", tradizione e modernità: la 17ª edizione di "Millevoci", il fortunato "format" tv di Gianni Turco visibile in tutta Europa

Tra
Quale altra trasmissione televisiva potrebbe oggi riuscire nell'impresa di riunire in sé contemporaneamente (nell'alveo di un congruo numero di puntate destinate ad essere trasmesse, con cadenza settimanale, per una durata di cinque mesi consecutivi) protagonisti di spicco - solisti o gruppi - della musica italiana negli anni '60/'70 (da Don Backy a "I Cugini di Campagna", dai "Santo California" a "Il Giardino dei Semplici", da Michele a "I Romans"), un grande autore come Franco Fasano, gli eredi musicali di Little Tony ed artisti forse un po' meno noti - di qualsiasi generazione - desiderosi di una maggiore visibilità? Giunto quest'anno alla sua 17ma edizione - grazie alla tenacia e determinazione del suo ideatore, produttore e regista Gianni Turco - il "format" artistico "MilleVoci" (il più famoso e popolare tra i programmi a contenuto musicale trasmessi in Italia sulle frequenze di emittenti televisive private) è in onda dal 21 novembre - ogni Domenica a partire dalle ore 21.30 - sul Canale nazionale "Bom Chan (continua)

MilleVoci 2021 è allo start!

MilleVoci 2021 è allo start!
Ci siamo, tutto è pronto all'avvio della diciassettesima edizione del programma musicale più famoso d'Italia (e non solo) trasmesso dalle emittenti tv private. E' tutto pronto. Qualche ritoccatina quà e là alle scalette degli artisti ed a qualche loro conferma alla partecipazione (il Covid colpisce ancora) e le puntate di "MilleVoci" edizione2021, 15 da un'ora, saranno servite su di un piatto d'argento al publico televisivo Italiano e quello che segue il formmat da altri Paesi del mondo, grazie alle tante emiìtteti televisive regionali, nazionali, della (continua)

MilleVoci si registrerà ad ottobre.

MilleVoci si registrerà ad ottobre.
Il programma MilleVoci, nato nel 2005 è considerato il format ideale per promozioni musicali, ambito da personaggi noti del panorama canoro italiano e d’oltre oceano ma anche da artisti emergenti in cerca di visibilità. Incontriamo l’ideatore, produttore e direttore artistico del programma: Gianni Turco.D: “Cosa c’è dietro un programma musicale di successo?”R: “MilleVoci è un programma unico nel suo genere, una kermesse musicale che va avanti da ben 16 edizioni. In scena troviamo artisti affermati, vip, assieme a cantanti e gruppi emergenti che hanno la possibilità di farsi conoscere. Negli (continua)

Gianni Nazzaro, breve biografia.

Gianni Nazzaro, breve biografia.
Erminio Nazzaro, napoletano doc, artista del varietà, rumorista di successo, era il padre di Gianni Nazzaro, secondo di quattro figli, due sorelle ed un fratello: Esmeralda, Maurizio ed Anna Maria. Maurizio, cantautore di successo, passò purtroppo a miglior vita a giugno del 2020 per un male simile, aveva 60 anni. A Gianni piacevano tanto le sue canzoni, tanto da interpretarne alcune nel programma MilleVoci. Anna Maria Nazzaro è tutt’ora impegnata nel campo musicale come insegnante di canto. GLI INIZIIl debutto artistico di Gianni Nazzaro avvenne nel 1965 quando aveva scelto come pseudonimo "Buddy". Imitava con successo le voci di cantanti che allora erano già in voga come Bobby Solo, Adriano Celentano, Gianni Morandi e altri, in alcune incisioni per la casa discografica "KappaO" di Napoli.Nel 1967 partecipò ai Festival di quella città con il brano “Sulo pé mmé e pé tte”, non acc (continua)

Gianni Nazzaro, l'addio ad un vero artista.

Gianni Nazzaro, l'addio ad un vero artista.
Un artista a tutto tondo. Cantante, attore, intrattenitore. Il pregio personale: non raccomandato. Molti lo hanno dimenticato, Rai in testa, quella che dovrebbe essere un servizio pubblico ed invece, a quanto si assiste ogni giorno, è sempre pù un servizio privato in mano a pochi... e paghiamo noi. Il mondo dello spettacolo lo aveva emarginato ma non noi amici che in qualche modo la televisione la facciamo ugualmente. Lui non era un lecchino. A Gianni non interessava la politica, non si prostr (continua)