Home > Economia e Finanza > Dollaro Neozelandese, la crescita potrebbe essere solo temporanea

Dollaro Neozelandese, la crescita potrebbe essere solo temporanea

scritto da: Elleny | segnala un abuso


L'allenamento delle tensioni tra Stati Uniti e Cina ha fatto sentire i suoi effetti benevoli anche sul Dollaro neozelandese, che ha vissuto un lunedì positivo sui mercati valutari. Il segretario al Tesoro americano Steven Mnuchin ha detto che nel weekend è stato raggiunto un accordo per sospendere temporaneamente la guerra commerciale tra Washington e Pechino, il che significa che le varie tariffe commerciali annunciate a marzo non entreranno ancora in vigore. Tutto questo è subordinato agli sforzi dei due paesi per ridurre il deficit commerciale bilaterale.

dollaro neozelandeseQuesto clima più disteso ha rimosso un'importante fonte di preoccupazione geopolitica nel mercato. Per questo motivo sono state spinte le attività rischiose. Il Dollaro neozelandese e altre valute legate alle materie prime non hanno fatto eccezione, registrando un buon aumento nella sessione odierna. Basta vedere un qualsiasi operatore della Consob lista migliori broker forex autorizzati per verificarlo.

Il futuro del dollaro neozelandese

Ad ogni modo questo non vuole dire che i principali fattori che hanno innescato la debolezza del Dollaro neozelandese in questo 2018 sono stati cancellati. Anzi molti prevedono che la tendenza al ribasso riprenderà presto. Il "kiwi dollar" ha visto un buon inizio dell'anno quando è salito di oltre il 5% rispetto al dollaro USA durante le otto settimane fino a febbraio, ma da quel momento ha restituito tutti quei guadagni, tanto che il bilancio complessivo dell'anno dice -2,7%.

Questo è dovuto al fatto che i tassi di interesse a breve termine sono tornati ad essere uno dei driver dominanti dei mercati valutari, come del resto sa bene chi sa come fare trading sicuro Forex. Mentre ci si attende una Federal Reserve più intenta a spingere il tasso verso l'alto nel resto del 2018, le prospettive di politica monetaria della Bank of New Zealand si sono invece  progressivamente attenuate negli ultimi mesi. Dopotutto, l'inflazione neozelandese è rimasta al di sotto del punto mediano dell'obiettivo RBNZ dall'1% al 3%, e non ci si attende una maggiore pressione sui prezzi nel prossimo futuro. La RBNZ non sarà in grado di alzare il proprio tasso di liquidità dal suo attuale minimo storico dell'1,75% fino a quando l'inflazione non riprenderà, il che potrebbe essere ancora uno scenario lontano.

dollaro | nuova zelanda | nzd | broker consob lista | trading online sicuro |



Commenta l'articolo

 

Potrebbe anche interessarti

Dollaro Neozelandese spinto al rialzo dai dati sul deficit commerciale


Trading, cosa sta succedendo al dollaro neozelandese?


La coppia di valuta AUD/USD


Dollaro troppo forte? Il primo a temerlo è Donald Trump


Svalutazione competitiva dello Yuan, ecco la contromossa di Pechino


Dollaro in ripresa, Trump rassicura i mercati sui dazi


 

Se ritieni meritevole il nostro lavoro fai una donazione


Recenti

Stesso autore

Investitori, tanti appuntamenti in focus nei prossimi giorni

La settimana che ci aspetta sui mercati finanziari. Dati PMI evidenzieranno la salute economica di USA, UE e Regno Unito Tra meeting di banche centrali, dati macro molto importanti e verbali del FOMC, l'ultima settimana di novembre si preannuncia intensa per gli investitori dei mercati finanziari. Nel frattempo, il primo assaggio è arrivato dalla Cina, dove la banca popolare ha mentenuto invariato il tasso di interesse per il 19esimo meeting di fila. Dove guarderanno gli investitoriI dati clou per gli investitori (continua)

Moneta australiana in ripresa dopo il report arrivato dalla Cina

I dati macro in arrivo dalla Cina consentono al dollaro australiano di respirare. La moneta australiana infatti comincia bene questa settimana, spinta dalla produzione industriale cinese, che è aumentata del 3,5% su base annua nell'ottobre 2021, accelerando da un progresso del 3,1% nel mese precedente e battendo le previsioni di mercato.La Cina e la moneta australianaRicordiamo che la moneta austr (continua)

Investimenti, è in corso al rivoluzione utility: da settore difensivo a occasione

La transizione energetica ha avuto un impatto notevole sul settore delle utility. Quella che tradizionalmente era considerata una asset class tipicamente difensiva, adesso sta diventando una grossa occasione per gli investimenti.Da settore divensivo a occasione per investimentiI dati evidenziano infatti che le ex municipalizzate hanno chiuso il bilancio dei primi 9 mesi del 2021 con una crescita a (continua)

Mercati europei titubanti prima della FED (che poi vara il tapering)

Le Borse Europee hanno marciato blande prima che la FED prendesse la sua decisione La Federal Reserve ha deciso di varare il tapering, ossia di ridurre il suo stimolo all'economia. Nell'attesa di questa decisione, che è stata presa quando i mercati europei erano già chiusi, le borse del Vecchio continente si erano mosse in ordine sparso. Proprio l'attesa del meeting della banca centrale americana, aveva indotto i mercati a muoversi con cautela. In giornata aveva però parlato Ch (continua)

Mercato valutario, il dollaro comincia la settimana con il piede giusto

Comincia in modo blando ma in risalita, la settimana del dollaro USD. Il biglietto verde si è ripreso subito dal calo avuto nelle prime ore di negoziazioni, poi ha invertito la rotta. Ma cosa succede sul mercato valutario?Il dollaro sul mercato valutarioPer comprendere l'andamento del dollaro sul mercato valutario, occorre fare un passo indietro. Venerdì scorso durante una tavola rotonda, ha (continua)