Home > Spettacoli e TV > I momenti finali del concorso Miss Italia

I momenti finali del concorso Miss Italia

scritto da: Peppebar | segnala un abuso

I momenti finali del concorso Miss Italia


All’assegnazione di uno dei titoli più importanti e storici del concorso Miss Italia, quello di Miss Eleganza 2018 conquistato da Giulia Auer (Miss Miluna Trentino Alto Adige), 18 anni di Bolzano (BZ), assegnatole nella città meneghina, capitale della moda a conferma di quanto detto da Patrizia Mirigliani "abbiamo voluto che la proclamazione avvenisse a Milano perché è qui che il binomio bellezza-moda trova la sua massima espressione”, è seguita la presentazione delle fasi finali del concorso. Attraverso una conferenza stampa, tenuta negli studi di Infront Italy, alla quale hanno partecipato Patrizia Mirigliani - Miren, Gianluca Foschi – La7, Luigi De Siervo - Infront, Valerio Zoggia – Sindaco Jesolo, Alice Rachele Arlanch - Miss Italia, Francesco Facchinetti – moderatore, Diletta Leotta - moderatrice, sono stati resi noti gli interessanti momenti in scaletta per la finale dell’edizione annuale di Miss Italia. Due le serate nel corso delle quali attraverso la visione in diretta Tv delle concorrenti alla 79° edizione di Miss Italia, i telespettatori potranno dare il loro contributo alla giuria in studio, per l’elezione della reginetta della bellezza italiana. Nella serata del 16, presentata da Carolina Di Domenico, attrice e conduttrice televisiva e radiofonica, esordiente a Miss Italia, i telespettatori potranno conoscere le 33 finaliste del 2018, mentre il 17 nel corso della serata finale, trasmessa in diretta da La7 e La7d, condotta da Francesco Facchinetti e Diletta Leotta, gli amanti del piccolo schermo potranno seguire le eliminatorie che porteranno a determinare chi sarà la vincitrice del titolo di Miss Italia per il periodo 2018/19, che verrà incoronata e fasciata dai due presidenti di giuria. Nel corso della serata di lunedì i telespettatori potranno esprimere le loro preferenze per le miss in gara, televotandole. In occasione della diretta televisiva, in onda dagli studi Infront di Milano a partire dalle ore 21:10, sarà possibile esprimere il proprio voto. Occorrerà chiamare da telefono fisso: 894100 e via SMS. 4770471, si potranno infatti, votare le miss nei loro passaggi da 33 a 15 e successivamente da 15 a 10. Poi nella fase di scelta da 10 a 5, sarà ancora importante il voto da casa al quale peró si unirà quello della giuria in studio. Valore del voto: 50%. Infine per le riduzioni da 5 a 3, da 3 a 2 e da 2 alla vincitrice, voteranno soltanto i giurati, con espressione palese delle loro preferenze. La giuria presieduta da Massimo Lopez e Tullio Solenghi, vedrà l'affiancamento di noti personaggi di vari settori come lo chef e conduttore TV Alessandro Borghese, il cantautore Pupo, l’attrice Maria Grazia Cucinotta (classificata terza a Miss Italia 1987), il giornalista, scrittore, autore e interprete teatrale, opinionista e conduttore televisivo, Andrea Scanzi e Filippo Magnini, ex nuotatore, per la prima volta a Miss Italia, che come ricorderemo ha avuto sempre in giuria finale grandi campioni dello sport. Leotta e Facchinetti insieme alla Mirigliani, hanno affermato in conferenza, che lo show sarà composto di momenti musicali, interviste, numeri di comicità, grandi coreografie. E poi attimi di emozioni, momenti per sorridere, ridere, o anche riflettere, costruiti con i grandi ospiti che anche quest’anno arricchiscono la Finale. Grande musica sul palco di Miss Italia, dove si esibiranno dietro alla consolle gli Ofenbach, il duo di dj deep house e dance pop francese, con un medley dei successi “Be Mine” e “Katchi”, mentre insieme al cantante svedese Benjamin Ingrosso, in anteprima mondiale, presenteranno il brano “Paradise”. Si continuerà a ballare con Fred De Palma e Ana Mena sulle note della loro hit “D’estate non vale”; Elodie, invece, canterà insieme a Michele Bravi e Guè Pequeno “Nero Bali”, l’altro tormentone estivo premiato con il disco d’oro. Proprio in questi giorni il rapper italiano è in uscita con il suo uovo album “Sinatra” di cui proporrà un estratto. Momento insolito e inaspettato in conferenza, è stata l'incoronazione da parte della Mirigliani di Diletta Leotta che nei giorni scorsi aveva raccontato di essere stata scartata in occasione della sua partecipazione al Concorso nel 2009, e quindi la patron ha deciso di incoronarla a sorpresa “Miss Presentatrice”. La Leotta, entusiasta ha replicato: "La terrò sulla testa fino a lunedì”, ed ha recitato la poesia di Emily Dickinson “That Love is all there is", che all'epoca del concorso non le permisero di recitare. Mentre un momento suggestivo annunciato per la serata di lunedì, sarà il ricordo di Fabrizio Frizzi che, con la conduzione di 17 edizioni, è il nome maggiormente legato alla storia di Miss Italia. Proprio al suo ricordo, al suo sorriso, al suo garbo, alla sua dedizione al lavoro, è dedicata una fascia del concorso: saranno le 33 finaliste a scegliere la miss che, fra loro, mette maggiormente in risalto le caratteristiche del celebre conduttore. La regia del programma è di Giuliana Baroncelli. Gli autori sono Dario Enrico Baudini, Roberto Avvignano, Simone De Rosa e Stefano Palatresi con la scenografia di Marco Calzavara. Direttore artistico è Antonio Azzalini. Di grande importanza in conferenza sono state anche le parole di Luigi De Servio, amministratore delegato di Infront, che ha detto: “L'idea di collaborare con Miss Italia è stata semplice. Lo sport, che è l'attività principale di Infront, rappresenta ormai l'intrattenimento”. Illustrando l’impianto che ha ospitato l’incontro con la stampa, ha aggiunto: “Questo è un centro di produzione in cui ci sono 7 studi di varie dimensioni; noi facciamo televisione, facciamo la parte che normalmente non si vede, non si presenta al pubblico. Qui si fa il programma di Crozza e quello di Jerry Scotti, abbiamo “Guess my age” nello studio accanto, abbiamo fatto “XFactor”; è una struttura produttiva molto rilevante”. “La nostra sfida è quella di riuscire a raccontare in maniera diversa con un ruolo proattivo anche la parte di intrattenimento puro. Quindi oggi, grazie al rapporto che avevamo costruito con Patrizia negli anni della Rai, dove ho svolto 20 anni di attività, ho avuto il modo di capire e appassionarmi a questo programma che ha sempre avuto, consentitemi, un po' il tocco giusto per affrontare una tematica delicata come quella del talento al femminile, tanto attuale in questi anni. Secondo me - ha spiegato - Patrizia ha sempre questa cifra stilistica che in qualche modo noi cerchiamo di assecondare, affiancando le ragazze in una crescita e in un percorso che dimostra (anche la storia di Diletta Leotta ce lo rappresenta) che tutte le ragazze che approcciano il concorso hanno poi una strada che si apre. C'è una partecipazione fantastica rispetto alle famiglie e la percezione che queste ne hanno e quindi il ruolo del produttore è solo quello di far sbocciare al meglio le potenzialità del concorso”. “Quest'anno siamo entrati in corsa, abbiamo fatto uno sforzo importante, molto vorremo fare nell'anno prossimo, quello degli 80 anni di Miss Italia, e crediamo che il programma possa ancora crescere e quindi sviluppare maggiormente ancora la ricerca del talento. La bellezza di questo programma è che è ogni selezione - tutte le selezioni - è perfettibile, ma avviene in una teca di vetro, dinanzi a tutti, in maniera trasparente. Ci sono dei giurati, c'è un percorso con la giuria popolare, c'è un meccanismo di selezione. È il modello e il modo in cui il nostro paese seleziona i nuovi talenti al femminile. Questo è l'approccio di quest'anno ma, a maggior ragione, il lavoro che ci apprestiamo a fare nei prossimi anni”. De Siervo ha poi ringraziato Valerio Zoggia, sindaco di Jesolo, che con Luigi Brugnaro, primo cittadino di Venezia, ha dimostrato “che esistono gli amministratori sul territorio che sanno gestire bene le città e le sanno raccontare. Il racconto è fondamentale; Miss Italia non potrebbe vivere senza un racconto sul territorio. È un'occasione incredibile per raccontare la bellezza delle nostre ragazze ma anche la bellezza dei territori”. Ringraziati i conduttori, il direttore artistico Antonio Azzalini, con il quale ha lavorato per 20 anni in Rai, gli autori televisivi e gli sponsor del concorso, ha aggiunto su Diletta: “L'ho corteggiata professionalmente da tanti anni. L'obiettivo era quello di avvicinarla a questo concorso (io non sapevo tutto quello che ho scoperto dai giornali in queste ore). Mi fa piacere vedere che una persona capace, competente, bella è partita con Patrizia, ha trovato un percorso diverso ed oggi è qui da protagonista”. “L’idea di spostare la finale a Milano – ha detto poi rispondendo alla domanda di un giornalista – è stata quella di mettere al centro la struttura industriale di Infront e quindi partire da una realtà in cui lavorano 300 professionisti: abbiamo ritenuto di utilizzare al meglio, senza dover costruire da zero, una struttura produttiva in un luogo che normalmente non è uno studio televisivo. Abbiamo cercato di mantenere il rapporto col territorio che rispetto al passato verrà esaltato dal programma di domenica e, con una serie di contributi, anche nella giornata di lunedì”. Intanto le 33 Miss rimaste in gara, stanno vivendo con grande impegno la preparazione allo spettacolo, per dare il loro meglio nelle prove finali che in diretta tv verranno valutate da pubblico e giuria. Nel raccomandare agli italiani tutti di telescegliere attraverso il voto la miss preferita, ricordiamo che per quanto riguarda la Campania è rimasta in gara con il N° 29 la Miss Rocchetta Bellezza Campania, Fiorenza D'antonio, che ha già conquistato anche il titolo nazionale di Miss Equilibra e che ce la sta mettendo tutta per il rush finale. E’ quindi opportuno che la si televoti il più possibile affinchè, dopo anni, fascia e corona di Miss Italia torni nella nostra regione. Giuseppe De Girolamo

missitalia |



Commenta l'articolo

 

Potrebbe anche interessarti

A Saint Vincent, l’elezione della Miss 365


La Campania vince e stravince a Miss Italia


Miss Italia verso la celebrazione degli 80 anni


Miss Italia una manifestazione da salvaguardare


Miss Campane in partenza per Jesolo


 

Se ritieni meritevole il nostro lavoro fai una donazione


Recenti

Stesso autore

Esposizione di un lenzuolo bianco per la giornata della legalità a Cancello ed Arnone

Esposizione di un lenzuolo bianco per la giornata della legalità a Cancello ed Arnone
23 maggio data simbolo nella lotta contro tutte le mafie e a difesa della legalità. Nella giornata di oggi 23 maggio, davanti la Casa Comunale, verrà esposto un lenzuolo bianco per ricordare la strage di Capaci in cui persero la vita Giovanni Falcone, sua moglie Francesca Morvillo e gli uomini della sua scorta. Da quel momento, il 23 maggio è diventata la data simbolo nella lotta contro tutte le mafie e a difesa della legalità. L’Amministrazione Comunale guidata (continua)

Il video del “Come fare la pizza a casa?” su Facebook ottiene oltre 500mila visualizzazioni

Il video del “Come fare la pizza a casa?” su Facebook ottiene oltre 500mila visualizzazioni
La pizza napoletana fatta in casa è una delle maggiori delizie di cui si può godere in questi giorni di vita casalinga. Lo ribadisce Francesco Di Ceglie della pizzeria “Il Monfortino”, reduce da successi e riconoscimenti prestigiosi. «Ho iniziato la carriera da pizzaiolo a 14 anni e dopo tanti sacrifici ho aperto con il socio Fabio Russo la pizzeria “Il Monfortino” a Centurano, una frazione di Cas (continua)

Battaglia (UNSA): "Grido di dolore, basta ammalati e morti nella PA" Lettera a Conte e Dadone: "Più controlli e sanzioni, il decreto non basta"

 Battaglia (UNSA):
"Dopo l’ennesima nota sulle inadempienze nel pubblico impiego inviata al Governo nella giornata di ieri, continuano a pervenire segnalazioni di assembramenti negli uffici pubblici". Lo afferma in una nota Massimo Battaglia, segretario generale della federazione Confsal-UNSA. "Il nostro è un grido di dolore e rabbia che aumenta giorno dopo giorno, perché abbiamo notizie di colleghi che continuano (continua)

Lucia Bosé ci ha lasciati colpita da Coronavirus

Lucia Bosé ci ha lasciati colpita da Coronavirus
Il ricordo di chi l’ha intervistata anni addietro Ancora una vittima illustre. Ricoverata all’ospedale di Segovia (Spagna) in seguito Covid -19, si è spenta Lucia Bosé, in una solitudine che certo, più di tanti, non avrebbe mai voluto si verificasse. Il figlio Miguel, dal Messico dove vive con due dei quattro figli, ne ha dato informazione su Twitter scrivendo “è già nel migliore dei posti". La (continua)

Dichiarazioni di Massimo Battaglia e Giuseppe Carbone su Coronavirus

Dichiarazioni di Massimo Battaglia e Giuseppe Carbone su Coronavirus
“Paese soffre, ma emergono sacrificio ed eccellenze di Sanità e funzioni centrali” «Mentre l’emergenza Coronavirus non dà tregua, i lavoratori dello Stato, da sempre bistrattati, stanno mettendo in campo le risposte più coraggiose che ci si possa aspettare, con grande spirito di sacrificio, nonostante i rischi e con grande professionalità, senso di responsabilità e dello Stato. Il nostro pensier (continua)