Home > Cultura > A Frosinone applausi per "Storie di Donne"

A Frosinone applausi per "Storie di Donne"

scritto da: PressWeb | segnala un abuso

A Frosinone applausi per


La quarta edizione di "Storie di Donne", la rassegna ideata dall'associazione culturale "Occhio dell’Arte", si è inaugurata lo scorso  20 novembre  a Frosinone, negli spazi della Villa comunale, con il patrocinio del Comune di Frosinone. Il vernissage si è tenuto alla presenza dell'assessore alla cultura, Valentina Sementilli, e dell'assessore al bilancio, Riccardo Mastrangeli, il cui supporto è stato essenziale per l'organizzazione dell'evento.

Nonostante il maltempo, l'inaugurazione ha ospitato, come  sempre,  una serie di premiazioni e anche una mostra, che quest’anno ha goduto del contributo critico di Rossana Calbi e del coordinamento di Francesca Guidi.   Il titolo, "Storie di donne", richiama il tema portante dell’esposizione, che vuole essere uno straordinario tributo all’universo femminile. L’esposizione (che ha anche il  sostegno dell’Annuario del Cinema Italiano & Audiovisivi ed è realizzata in collaborazione con l’Accademia AUGE) comprende fotografia, pittura, scultura, sarà visitabile ad ingresso libero fino al 29 novembre ed ospita, inoltre, un’opera del pittore figurativo Mario Russo: la figlia, l’attrice Adriana Russo, ha presenziato alla inaugurazione in veste di madrina. Questi gli artisti protagonisti: Gino Di Prospero, Marco Cesaretti, Francesca Ore, Sabrina Golin, Adriana Mirando, Lino Stronati, Antonino Leanza, Vanessa Macina (pittura), Leonardo Dorsi (scultura), Paolo Orsoni (fortunato vincitore del soggiorno in palio a Villa Liz a Varese)  e Marina Rossi (fotografia), Daniela Prata (disegno), Francesca Guidi (installazioni). Per il solo giorno della inaugurazione, sono stati in mostra alcuni manufatti orafi di Meli Gioielli di Firenze, indossati dalle splendide modelle della MTM Events di Massimo Meschino presenti per l'occasione: Sylvia Bednarz, Kinga Milanowska (la nuova Miss "Storie di Donne" 2018), Francesca Sabbatini, Silvia Terriaca, Anxhela Marina Kothere, Angelika Zarzycka.

Presenti anche in grande numero  i poeti finalisti della prima edizione del concorso nazionale "Storie di Donne", organizzato in collaborazione con Monetti Editore (Salvatore Monetti in persona ha distribuito i premi ed i riconoscimenti in palio). 

In veste di giurati, Elisabetta Liz Marsigli (giornalista), Carlo Marini (docente dell'Università “Carlo Bo” di Urbino) e Gastone Cappelloni (poeta); presidente di giura, lo stesso assessore Valentina Sementilli. 

Al primo posto nella Poesia: Giuseppina Geraldina Riccobono con la composizione "25 Novembre";  ha vinto la pubblicazione personale con Monetti Editore. Al secondo e terzo posto, con diploma e trofeo,  sono arrivate rispettivamente Beatrice Monceri ( "Violenza" ) e Augusta Tomassini ("A mia madre"). 

Diplomi di merito a: Lucia Merlotti, Marco Cesaretti, Adriana Mirando, Monica Sabella, Annamaria Cerro.

Encomi d'onore a Mariella di Cioccio, Vincenzo Galluzzi, Lina Fiore.

Premio alla Critica, infine, a Lucia Nardi e Patrizia Valerio. 

Il regista, attore e direttore di doppiaggio Giovanni Brusatori si è  reso protagonista di un commovente reading dedicato alle liriche vincitrici.  

L’evento è stato presentato con maestria da Anthony Peth (popolare volto di La7).  

Momento toccante della inaugurazione: l'esperienza personale raccontata davanti al pubblico da parte di Susana Mamani, Presidente de La Casa Boliviana di Roma, che ha ricordato come la violenza contro le donne sia una piaga dell'anima e vada combattuta tutto l'anno come tragico fenomeno sociale da condannare e contrastare  tutti insieme, ogni giorno dell'anno. 

Tra gli ospiti illustri presenti, si sono riconosciuti il compositore e compositore Franco Micalizzi, lo sceneggiatore e scrittore Marco Tullio Barboni, il giornalista Antonello De Pierro, l'Assessore allo Sport, alle Politiche Sociali e Giovanili di Veroli Patrizia Viglianti.  

                                             

L'Associazione culturale Occhio dell'Arte doverosamente invia ii  suoi  special ringraziamenti  all'Azienda Vitivinicola Ciu' Ciu', allo staff di Fotodigital Discount di Anzio e all'Hotel  L' Approdo di Anzio nella persona di Nino Verrengia. 
Un sentito ringraziamento a Salvatore Monetti, a Maria Parente e ad Elettra Ferrau'.

Mediapartner dell'evento: bumbi mediapress

Foto dell'evento a cura di Sara Galimberti 

Chiusura della kermesse ad Anzio il 30 Novembre,  in un  evento serale con prestigiosi ospiti, accolti dall'imprenditore Mauro Boccuccia.

 


 

storie di donne 2018 | lisa bernardini | kermesse culturare | 20 novembre | frosinone |



Commenta l'articolo

 

Potrebbe anche interessarti

A Frosinone la Quinta Edizione di “Storie di Donne”


Impresa Sangalli Giancarlo & C. S.r.l. espositore alla “Festa dell’Albero” a Frosinone


Parte il Siaft 4 dell’AgroFood: lo speed-date dell’export alla conquista dei mercati esteri con oltre 2000 incontri B2B


"Storie di Donne" 2017, Una Kermesse tutta in Rosa


"Il Made in Italy delle donne" di Ketty Karraffa


La Terza Edizione di "Storie di Donne" Inaugurata a Frosinone


 

Se ritieni meritevole il nostro lavoro fai una donazione


Recenti

Stesso autore

Premio letterario Internazionale Citta’ di Cattolica – Pegasus Literary Awards

Premio letterario Internazionale Citta’ di Cattolica – Pegasus Literary Awards
Sono usciti i risultati della 13^ Edizione del Premio letterario Internazionale Citta’ di Cattolica – Pegasus Literary Awards, definito dalla stampa l’Oscar della letteratura italiana; il premio, patrocinato dalla Regione Emilia Romagna e dal Comune di Cattolica, è una delle maggiori manifestazioni conosciute a livello internazionale per la qualità dei contenuti nonché il più grande premio popolare italiano. Una kermesse che si occupa di rilanciare la cultura letteraria stimolando la creatività dei giovani e dei meno giovani, e di scoprire nuovi talenti, occupandosi nel contempo di celebrare coloro che negli anni si sono particolarmente distinti in campo culturale. Tanti i super ospiti che vi hanno preso parte nelle varie edizioni. Tra gli altri, ricordiamo giornalisti come Sergio Zavoli, Lucio Lami, (continua)

In arrivo il Bud Spencer Museum

In arrivo il Bud Spencer Museum
In arrivo l’apertura del Bud Spencer Museum a Berlino: il varo avverrà il prossimo 27 giugno.  Arrivano buone notizie da Berlino per quanto riguarda il  settore della cultura e dell'intrattenimento: nel prossimo mese di giugno, a 5 anni esatti dalla scomparsa dell’indimenticabile Carlo Pedersoli (in arte Bud Spencer), aprirà nel cuore di Berlino il Bud Spencer Museum, che ospiterà un'esclusiva mostra sulla vita e le opere dell’amato attore. Centinaia di pezzi unici del (continua)

Lo chiamavano Teatro, il corto di Luca Basile, con Fabrizio Colica e Ludovica Di Donato

Lo chiamavano Teatro, il corto di Luca Basile, con Fabrizio Colica e Ludovica Di Donato
Ad un anno esatto dalla comparsa del virus e dal blocco totale delle attività in tutti i teatri italiani, è stato realizzato un corto dal titolo emblematico “Lo chiamavano Teatro”, scritto ed interpretato da Luca Basile, con la regia di Riccardo Giacomini, girato nel Teatro Trastevere di Roma, produzione Clan sui Generis. Uno short movie che parte dall’anno 1 d.c. (dopo Covid), per richiamare l’attenzione proprio sugli effetti devastanti che un solo anno senza teatro è riuscito a creare in un settore sempre più impoverito,  al quale questa pandemia sembra aver dato il colpo finale.  Al corto hanno partecipato Fabrizio Colica, Ludovica Di Donato (la giovane attrice divenuta virale per i suoi video s (continua)

Donne che innovano, l’esordio letterario di Giada Palma

Donne che innovano, l’esordio letterario di Giada Palma
Donne che innovano, l’esordio letterario di Giada Palma: un libro che dà voce al coraggio e alla passione per ispirare gli imprenditori di oggi e di domani. Giada Palma, classe 1988, presenta la sua prima opera letteraria: Donne che innovano, disponibile anche su Amazon a partire da lunedì 1 Marzo.Il libro, scritto nel corso del 2020, è il racconto corale di venti imprenditrici, la cui vita e attività sono esempi di dedizione, resilienza e forza. Se gran parte di loro sono scienziate, altre utilizzano semplicemente il potenziale offerto dalla te (continua)

L'Associazione Compositori Musica per Film (ACMF) : netta rappresentanza al David di Donatello 2021

L'Associazione Compositori Musica per Film (ACMF) : netta rappresentanza al David di Donatello 2021
Quest'anno, complicato per tutti, ha visto comunque la passione e lo sforzo produttivo del settore cinema e alcuni musicisti dell'ACMF hanno prodotto delle colonne sonore, nonostante le difficoltà generate dalla pandemia. Inoltre, l'ACMF ha partecipato in forma collettiva (con 24 compositori dell'associazione) al film "Il Cinema non si ferma" di Marco Serafini, prodotto da Ruggero de Virgiliis (tutti i proventi saranno devoluti alla Protezione civile). La prima votazione, per entrare nella cinquina dei candidati, avverrà dall'1 al 15 marzo. Qui di seguito segnaliamo i nomi dei compositori ACMF in concorso ai D (continua)