Home > Primo Piano > Continua il tour di presentazione del libro "Lo sport delle donne”

Continua il tour di presentazione del libro "Lo sport delle donne”

scritto da: Matteo Simone | segnala un abuso

Continua il tour di presentazione del libro


Arrivederci al 2 Giugno in occasione del Cross Trofeo città di Nettuno Matteo SIMONE http://www.psicologiadellosport.net Il libro "Lo sport delle donne" è stato presentato venerdì 8 marzo a Roma, la moderatrice Alessandra Penna ha modulato gli interventi dei relatori coinvolgendo anche il pubblico in una serata all’insegna dello sport, della cultura, della partecipazione. Tra i relatori: Francesca Boldrini (Podistica Solidarietà/Associazione “Spiragli di Luce”) venuta da Anzio per raccontare la sua esperienza di atleta e descrivere sia l’Associazione Spiragli di luce che la gara “Cross Trofeo città di Nettuno” ideata da Elisa Tempestini; Anna Giunchi (Psicologa, Preparatore atletico, Blogger) ha descritto la sua esperienza di preparatore atletico e di atleta ad alti livelli con un personal best in maratona di 03h02’; Laura Murianni (Podistica Solidarietà). Un grazie particolare ad Aldo Zaino, classe ’35, per la sua partecipazione attiva, il suo interesse, il suo servizio fotografico accurato e dettagliato. Inoltre un grazie a tutti i altri presenti tra i quali tanti atleti: Aurelia Rocchi che percorrendo 160,060 km vinse la 24h di corsa a piedi a Lavello; i compagni della mia società “La Sbarra & I Grilli”: Mauro Mangolini, Andrea Di Somma e Fabio Giancarli; gli amici podisti/ciclisti/triatleti Massimo Castellano e Domenico D’Urso di Podistica Solidarietà; la coppia di ultrarunner Iolanda Cremisi e Gian Paolo Sobrino; gli amici Domenico Cerini e Franco Lipoli di “Podistica 2007 Tor Tre Teste”; l’ultramaratoneta Valentina Pici. Un arrivederci al 2 Giugno dove, in occasione del “Cross Trofeo città di Nettuno”, Elisa Tempestini e l’Associazione Spiragli di luce mi daranno la possibilità di presentare il libro “Lo sport delle donne” edito da Prospettiva Editrice e gli altri miei libri quali: Sport, benessere e performance; Ultramaratoneti e gare estreme; Sviluppare la resilienza; O.R.A. Obiettivi, Risorse, Autoefficacia. Elisa descrive la sua associazione e la sua gara rispondendo ad alcune mie domande: Come nasce l'idea dell'Associazione Spiragli di luce e del Trofeo città di Nettuno? “Spiragli di luce nasce perché a Nettuno e ad Anzio nessuno aveva pensato allo sport per ragazzi disabili come integrazione e per abbattere le barriere dello Sport, e Trofeo città di Nettuno, gara podistica di solidarietà, è l'unica risorsa economica per continuare a finanziare i nostri progetti.” http://www.maratoneta.it/calendario/2019/nettuno2-6.pdf Molto interessante, lo sport diventa uno strumento di inclusione e integrazione per permettere a persone di apprendere competenze e conoscenze, un’opportunità per condividere allenamenti, gare, partenze, arrivi, risultati. Uno strumento per dimostrare che lo sport è per tutti senza barriere fisiche e mentali e che se si vuole si può fare tutti trovando risorse utili anche attraverso lo sport per esempio con l’organizzazione di una gara podistica: A chi è rivolta l'associazione e a chi è rivolta la manifestazione podistica? “L'associazione è rivolta a tutti le persone con disagio e/o con handicap e la manifestazione podistica agli atleti normodotati, ai ragazzi disabili, ai ragazzi delle scuole ai bambini, a chiunque vuole partecipare a questa festa di solidarietà.” Il Cross Trofeo città di Nettuno sembra essere una grande festa dello sport per tutti che servirà anche per finanziare le attività organizzate per gli utenti dell’Associazione Spiragli di luce, invito gli atleti a partecipare accompagnati dai loro amici e familiari per passare una giornata vicino al mare a contatto con la natura interessandosi alle attività delle associazione e agli stand numerosi che saranno allestiti alla partenza: Quali sono i tuoi collaboratori? “I collaboratori si distinguono in istruttori specializzati sia nel nuoto che nella pallavolo; volontari che si avvicinano per aiutare questi ragazzi.” Per portare avanti i progetti di un’associazione servono oltre agli aiuti finanziari anche il contributo di persone che ci mettono passione e motivazione per insegnare, aiutare, sostenere gli utenti nelle loro attività di apprendimento o di svago: Cosa è cambiato nel tempo? “Siamo riusciti a essere visibili, questo per noi è stato un passo verso l'integrazione.” Quali sono gli sport e l'attività che propone l'Associazione? “L'Associazione propone 2 attività sportive, 2 volte la settimana nuoto, presso la piscina Comunale di Anzio,2 volte la pallavolo presso la palestra dell'Istituto Emanuela Loi e anche laboratori presso l'Università Civica di Nettuno di cui il progetto Leggiamo.” Molto interessanti le attività che propone l’Associazione, non solo sportive ma anche culturali ed educative, grande impegno del Presidente e dei suoi collaboratori per permettere agli utenti di trovare modalità per apprendere e integrarsi nei due comuni di Anzio e Nettuno, una grande risorsa anche per le famiglie degli utenti: Quali sono le distanze del cross città di Nettuno? “Le distanza del Cross Trofeo città di Nettuno sono di 10km competitivi e 2 km non competitivi (con pettorali gratuiti).” Molto interessanti le distanze, una 10km che è una distanza classica che tutti gli atleti sono in grado di portare a compimento soprattutto in uno scenario naturale suggestivo e una 2km per tutti gli accompagnatori o familiari che non vogliono aspettare a casa il ritorno degli atleti. Matteo SIMONE - 21163@tiscali.it +393804337230 Psicologo, Psicoterapeuta https://ilsentieroalternativo.blogspot.it/ http://www.ibs.it/libri/simone+matteo/libri+di+matteo+simone.html

Fonte notizia: http://www.psicologiadellosport.net




Commenta l'articolo

 

Potrebbe anche interessarti

Dario Santoro, Campione Italiano Maratona: purtroppo lo sport non mi dà da vivere


"Il Made in Italy delle donne" di Ketty Karraffa


Nicolas Forget, runner: Devo ascoltare il mio corpo e non superare il limite


Peter Van Der Zon, ultratrail: Le gare che vado a podio mi danno davvero fiducia


Un mondo dietro lo sport, tanta fatica e impegno con passione e determinazione


Rollo Aloisio: la gara della mia vita il derby tra Manfredonia e Foggia


 

Se ritieni meritevole il nostro lavoro fai una donazione


Recenti

Stesso autore

Christian Reali, 100km: Finalmente, sono riuscito ad abbattere il muro delle 8h

Christian Reali, 100km: Finalmente, sono riuscito ad abbattere il muro delle 8h
Sabato 11 settembre 2021 ha avuto luogo la 100 km di Winschoten in Olanda e l’Italia ha ben figurato con la vittoria di Marco Menegardi in 6h37’09” che ha preceduto Iulian Filipov (6h41’07”) e Piet Wiersma (6h49’47”). A seguire Massimo Giacopuzzi (6h57’48”), Silvano Beatrici (7h06’58”), Filippo Bovanini (7h21’17”), Gabriele Turroni (7h21’56”), Martino Angelo Marzari (7h35’11”) e Giorgio Calcaterra 7h42'46". Christian Reali ha chiuso la 100km di Winschoten in 7h55’58”. Notevole le prestazioni delle donne italiane con il poker femminile formato da Francesca Bravi (7h43’45”), Federica Moroni (7h47’53”), Denise Tappatà (7h54’08”) e Lorena Brusamento (8h12’19”), arrivate al traguardo prima di tutte le altre avversarie, a seguire Hinke Schokker (8h13’21”), Lian Stadhouders (8h14’16”), Francesca Rimonda (8h15’50”). Di seguito approfondiamo la conoscenza di Christian Reali (Pol. Dil. Santa Lucia) in risposta ad alcune mie domande. Winschoten 2021 l'ho preparata in 3 mesiMatteo SIMONE21163@tiscali.it Sabato 11 settembre 2021 ha avuto luogo la 100 km di Winschoten in Olanda e l’Italia ha ben figurato con la vittoria di Marco Menegardi in 6h37’09” che ha preceduto Iulian Filipov (6h41’07”) e Piet Wiersma (6h49’47”).A seguire Massimo Giacopuzzi (6h57’48”), Silvano Beatrici (7h06’58”), Filippo Bovanini (7h21’17”), Gabr (continua)

Elvino Gennari: Ho fatto 31 100ķm, 20 volte sul podio con 10 vittorie

Elvino Gennari: Ho fatto 31 100ķm, 20 volte sul podio con 10 vittorie
Un grande Elvino Gennari, classe ’46, che continua ancora a correre con la Pol. Unione 90, le sue parole alcuni anni fa: “Tre fratelli vincono una maratona in 2h35'24'', che tu sappia ci sono stati altri casi simili? Sono 44 anni che corro, ho fatto 31 100ķm, 20 volte sul podio con 10 vittorie, 200 Maratone, ho girato il mondo: Australia, Cina, Sudafrica, Alaska, Stati Uniti, ecc. ecc.” In effetti l’8 Aprile 1985 i 3 fratelli Gennari vinsero la maratona di Rio Saliceto arrivando insieme, mano nella mano, con il crono di 2h35’24”: Elvino e Loris nati il 16 gennaio 1946 avevano 39 anni, e il più giovane Pietro nato il 24 settembre 1955 aveva 30 anni. Mentre Gloria Gessi vinse la prova femminile in 3h19’17”. Ho girato il mondo: Australia, Cina, Sudafrica, Alaska, Stati Uniti, ecc.Matteo SIMONEhttp://www.psicologiadellosport.net Un grande Elvino Gennari, classe ’46, che continua ancora a correre con la Pol. Unione 90, le sue parole alcuni anni fa: “Tre fratelli vincono una maratona in 2h35'24'', che tu sappia ci sono stati altri casi simili? Sono 44 anni che corro, ho fatto 31 100ķm, 20 (continua)

Gabriele Turroni settimo alla 100 km di Winschoten in 7h21’56”

Gabriele Turroni settimo alla 100 km di Winschoten in 7h21’56”
Sabato 11 settembre 2021 ha avuto luogo la 100 km di Winschoten in Olanda e l’Italia ha ben figurato con la vittoria di Marco Menegardi in 6h37’09” che ha preceduto Iulian Filipov (6h41’07”) e Piet Wiersma (6h49’47”). A seguire Massimo Giacopuzzi (6h57’48”), Silvano Beatrici (7h06’58”), Filippo Bovanini (7h21’17”), Gabriele Turroni (7h21’56”), Martino Angelo Marzari (7h35’11”) e Giorgio Calcaterra 7h42'46". Notevole le prestazioni delle donne italiane con il poker femminile formato da Francesca Bravi (7h43’45”), Federica Moroni (7h47’53”), Denise Tappatà (7h54’08”) e Lorena Brusamento (8h12’19”), a seguire Hinke Schokker (8h13’21”), Lian Stadhouders (8h14’16”), Francesca Rimonda (8h15’50”). Di seguito le impressioni di Gabriele Turroni (A.S. 100 km del Passatore) attraverso risposte ad alcune mie domande. Desideravo avvicinarmi il più possibile al tempo delle 7h15Matteo SIMONE21163@tiscali.it Sabato 11 settembre 2021 ha avuto luogo la 100 km di Winschoten in Olanda e l’Italia ha ben figurato con la vittoria di Marco Menegardi in 6h37’09” che ha preceduto Iulian Filipov (6h41’07”) e Piet Wiersma (6h49’47”).A seguire Massimo Giacopuzzi (6h57’48”), Silvano Beatrici (7h06’58”), Filippo Bovani (continua)

Fabio Giancarli: Io la Resia-Rosolina non la corro, la vinco

Fabio Giancarli: Io la Resia-Rosolina non la corro, la vinco
Ha avuto luogo la staffetta Resia – Rosolina che prevedeva la percorrenza di 433km lungo il fiume Adige con partenza il 1o settembre 2021 ore 04.00. La squadra “Team Senza Paura Roma”, organizzata dal presidente dell’Atletica La Sbarra, Andrea Di somma ha partecipato per la seconda volta consecutiva, puntando a fare prima di tutto una bellissima esperienza di sport di gruppo e poi cercare di essere competitivi. Il Team Senza Paura Roma ha vinto su tutti in 32h08’30” precedendo Vicenza Marathon 32h17’40” e Lauf Club Pfeffersberg 33h12’40”. Di seguito l’esperienza di Fabio (ASD Atletica La sbarra), uno staffettista del gruppo, attraverso risposte ad alcune mie domande. Siamo partiti quasi certi di voler toccare il podioMatteo SIMONE Ha avuto luogo la staffetta Resia – Rosolina che prevedeva la percorrenza di 433km lungo il fiume Adige con partenza il 1o settembre 2021 ore 04.00.La squadra “Team Senza Paura Roma”, organizzata dal presidente dell’Atletica La Sbarra, Andrea Di somma ha partecipato per la seconda volta consecutiva, puntando a fare prima di (continua)

Peppa Randazzo, Resia Rosolina: Siamo andati con l'intenzione di vincere

Peppa Randazzo, Resia Rosolina: Siamo andati con l'intenzione di vincere
Ha avuto luogo la staffetta Resia – Rosolina che prevedeva la percorrenza di 433km lungo il fiume Adige con partenza il 10 settembre 2021 ore 04.00. La squadra “Team Senza Paura Roma”, organizzata dal presidente dell’Atletica La Sbarra, Andrea Di Somma ha partecipato per la seconda volta consecutiva, puntando a fare prima di tutto una bellissima esperienza di sport di gruppo e poi cercare di essere competitivi. Il Team Senza Paura Roma ha vinto su tutti in 32h08’30” precedendo Vicenza Marathon 32h17’40” e Lauf Club Pfeffersberg 33h12’40”. Di seguito l’esperienza di Peppa (Purosangue Athletics Club), uno staffettista del gruppo, attraverso risposte ad alcune mie domande. Per fortuna questa volta avevamo degli angeli ad accompagnarci in bici!Matteo SIMONE Ha avuto luogo la staffetta Resia – Rosolina che prevedeva la percorrenza di 433km lungo il fiume Adige con partenza il 10 settembre 2021 ore 04.00.La squadra “Team Senza Paura Roma”, organizzata dal presidente dell’Atletica La Sbarra, Andrea Di Somma ha partecipato per la seconda volta consecutiva, punt (continua)