Home > Esteri > Le isole Fiji accolgono i volontari della Chiesa di Scientology dopo le devastazioni di due cicloni

Le isole Fiji accolgono i volontari della Chiesa di Scientology dopo le devastazioni di due cicloni

scritto da: Gtrambusti | segnala un abuso

Le isole Fiji accolgono i volontari della Chiesa di Scientology dopo le devastazioni di due cicloni


I Ministri Volontari della Chiesa di Scientology accorrono dovunque accadano disastri causati dall’ambiente o dall’uomo non solo per portare un primo soccorso materiale in collaborazione con la Protezione Civile, ma soprattutto per dare sollievo spirituale a chi è sopravvissuto, a chi è stremato per la fatica, a chi ha perso i propri cari. Passati i momenti di emergenza, i Ministri Volontari si dedicano spesso a tour in ogni parte del mondo allo scopo di istruire e formare le popolazioni locali dando dimostrazioni e insegnando le tecniche di sollievo spirituale sviluppate dal fondatore di Scientology, L. Ron Hubbard.

Le circa 330 isole delle Figi sono note per la loro bellezza, per le strutture turistiche e per le immersioni subacquee..

I Ministri Volontari avevano appena messo piede sull'isola più grande, Viti Levu, quando il ciclone Josie colpì l’arcipelago, causando vaste inondazioni e quattro morti. L'amministrazione locale chiese ai Ministri Volontari che gli fossero illustrate le loro azioni di risposta alle catastrofi, e i 19 corsi “Strumenti per la Vita”. I Ministri Volontari allora si unirono al “Government Roadshow”, le visite che i funzionari governativi fanno alle lontane comunità insulari per portare aiuti e risorse. Gli abitanti erano ancora traumatizzati dagli effetti del ciclone, i Ministri Volontari hanno dato agli isolani delle “Assistenze localizzative”, semplici procedure che aiutano ad osservare che l'ambiente non è più pericoloso e quindi mettere in grado di ricominciare a creare una nuova vita.

L'amministratore locale ha quindi presentato i Ministri Volontari al direttore dell’Organizzazione Nazionale per i Disastri nella città di Ba. Proprio quando arrivarono in quella zona, un secondo ciclone, Keni, colpì l’arcipelago, causando otto morti e 8.000 senzatetto. I Ministri Volontari aiutarono a ripulire la devastazione e consegnando il primo soccorso spirituale. Un capofamiglia aveva gravi lividi ed estremo affaticamento dopo ore di lavoro in aree allagate: gli fu dato uno specifico aiuto di Scientology e provò un tale sollievo che diede ai Ministri Volontari il permesso di fare lo stesso per tutto il resto della sua gente, cosa che fecero naturalmente. L'alto capo di Tavua, insonne cronico, sperimentò un grande sollievo e poté finalmente dormire profondamente dopo anni. Si sparse la voce dei loro risultati e furono invitati al Roadshow del governo sull'isola di Moala, 160 km in barca da Suva. Lì formarono i Fijiani locali per fornire assistenza e consegnare i corsi “Strumenti per la Vita”.

Il tour ha continuato ad aiutare i figiani a migliorare le loro vite ea raggiungere i loro obiettivi. Hanno anche visitato il villaggio di Kade, sull'isola di Koro, addestrando un gruppo locale di VM delle Fiji e aiutando a costruire una nuova scuola elementare.

In sei mesi, il Goodwill Tour ha raggiunto 140.000 persone, addestrato 1.000 nella tecnologia dei Ministri Volontari.

Nel 1973, il Fondatore di Dianetics e Scientology L. Ron Hubbard condusse una ricerca sociologica a New York e scoprì una società drammaticamente peggiore di quella che ricordava da anni precedenti. Da tale ricerca previde la direzione presa dalla cultura: flagrante immoralità, violenza per il compiacimento personale e infine politica tramite terrorismo.

Era necessario un modo di aiutare altri a vivere la propria vita e creare il proprio futuro. In risposta, L. Ron Hubbard tracciò i piani di un movimento popolare che potesse instillare di nuovo tali valori nella società fermandone in tal modo il declino: il programma dei Ministri Volontari di Scientology.


Fonte notizia: http://www.volunteerministers.org


Scientology | Ministri Volontari | Isole Fiji | ciclone | L Ron Hubbard |



Commenta l'articolo

 

Potrebbe anche interessarti

Le migliori destinazioni per crociere in barca a vela


La Chiesa di Scientology di Melbourne : prima Chiesa ideale di Scientology sotto la Croce del Sud


CHIESA DI SCIENTOLOGY - CELEBRAZIONI DEL SETTANTESIMO ANNIVERSARIO DELLA DICHIARAZIONE UNIVERSALE


I Ministri Volontari di Scientology ad Haiti: aiuto a più di 284.000 persone


I Ministri Volontari di Scientology arrivano nelle isole Fiji appena in tempo


Legge di Bilancio 2020: istituito il Fondo per gli investimenti nelle isole minori


 

Se ritieni meritevole il nostro lavoro fai una donazione


Recenti

Stesso autore

Il Motogiro Nazionale di “Dico no alla droga” fa tappa a Firenze e Pisa

Il Motogiro Nazionale di “Dico no alla droga” fa tappa a Firenze e Pisa
Firenze e Pisa saranno le prime tappe del Primo Motogiro Nazionale “Mettiamoci in moto per un Italia Libera dalla Droga” organizzato dall’associazione Dico No alla Droga. A Firenze il Motogiro si fermerà a Piazzale Michelangelo, lunedì 30 agosto alle 16:30 circa, dove riceverà il saluto del Consigliere Comunale Federico Bussolin. La tappa di Pisa sarà effettuata in collaborazione con l’associazione Gruppo Il Ponte San Patrignano, e con la Pubblica Assistenza Litorale Pisano che hanno aderito con entusiasmo all’iniziativa.Nel dettaglio il Motogiro passerà da Pia (continua)

Reggere bene l’alcool è una predisposizione all’alcolismo

Reggere bene l’alcool è una predisposizione all’alcolismo
Molti si vantano di “reggere bene l’alcool”, ma questa capacità porta a bere di più e quindi a maggiori rischi per salute, incidenti e alcolismo. Le persone che bevono alcolici regolarmente, alle feste, al bar o a casa, spesso si vantano della loro capacità di “reggere l’acool”. Sia che facciano per “essere dei duri” o che siano orgogliosi reggerlo più dei loro amici, queste persone spesso faranno sfoggio del fatto gli ci vogliono più drink per ubriacarsi, o che sono in grado di consumare abbondanti quantità di alcol senza soffrire di (continua)

Bambini nati tossicodipendenti da madri inconsapevoli

Bambini nati tossicodipendenti da madri inconsapevoli
Bambini nati tossicodipendenti da madri inconsapevoli Un numero crescente di bambini nasce già dipendenti dalle droghe, e non sempre la causa è una madre tossicodipendente. Il quotidiano di Nashville “The Tennessean” ha recentemente pubblicato un rapporto su una preoccupante tendenza: sempre più bambini nascono nell'inferno della “sindrome da astinenza neonatale”, una condizione che si verifica quando una madre usa antidolorifici oppiacei (farmaci legali prescritti ma simili all’eroina e alla morfina) durante il corso della gravidanza. Il bambino diventa dipende (continua)

Prevenzione alla droga negli stabilimenti balneari

Prevenzione alla droga negli stabilimenti balneari
I volontari dell’associazione Mondo Libero dalla Droga hanno visitato 14 bagni del litorale di Tirrenia e Marina di Pisa distribuendo materiale informativo sui pericoli delle droghe. La droga non va in vacanza e chi ne abusa continua a cercarla anche durante il soggiorno nelle località balneari. Gli spacciatori lo sanno, e durante l’estate si spostano sulla costa per rifornire i vacanzieri che cercano lo ‘sballo’ a tutti i costi o che altrimenti andrebbero in crisi di astinenza. I volontari dell’associazione internazionale “Mondo Libero dalla Droga” si sono mobilitati (continua)

L'abuso di farmaci è secondo solo alla marijuana

L'abuso di farmaci è secondo solo alla marijuana
Nel mondo della tossicodipendenza, l’abuso di farmaci è ormai come diffusione al secondo posto dietro alla marijuana I farmaci prescritti fanno parte della vita di milioni di persone, negli Stati Uniti il 48% delle persone assume almeno un farmaco con regolarità, mentre l'11% assume cinque o più farmaci ogni mese. Particolarmente comune tra questi farmaci è il Vicodin, un antidolorifico oppiaceo che ora è il farmaco più comunemente prescritto negli Stati Uniti. Solo nel 2010 sono state scritte più di 130 mi (continua)