Home > Altro > Quale raccolta differenziata a Capranica Prenestina?

Quale raccolta differenziata a Capranica Prenestina?

scritto da: Carlospinelli | segnala un abuso

Quale raccolta differenziata a Capranica Prenestina?


Il candidato a sindaco del movimento Italia dei Diritti Carlo Spinelli cerca risposte sulla raccolta differenziata nel comune capranicense Roma 24 maggio 2019: Ultime battute di campagna elettorale poi, dopo la giornata dedicata alla pausa di riflessone saranno i cittadini a scegliere chi guiderà nei prossimi cinque anni i comuni dove si vota per il rinnovo dei consigli comunali. A Capranica Prenestina non passa certo inosservata la presenza del movimento Italia dei Diritti che candida a sindaco il responsabile provinciale romano Carlo Spinelli che in questo mese ha ascoltato la voce dei cittadini che hanno esposto una serie di problematiche da risolvere per il bene della comunità capranicense. Lo stesso Spinelli girando per le vie del paese ha constatato come ci sia molto da fare soprattutto in materia di arredo urbano e pulizia e di come ci siano zone, fra tutte la frazione di Guadagnolo, che sembrano lasciate all’abbandono. Ma una cosa colpisce l’occhio di chi si reca a Capranica Prenestina, un cartello dalla forma circolare che posto all’ingresso del paese indica che il territorio è coperto dalla raccolta differenziata. Ma come viene fatta la raccolta differenziata a Capranica Prenestina? Quali sono i risultati ottenuti? Domande alle quali il candidato sindaco di Italia dei Diritti cerca delle risposte:” Mi ha colpito da subito, entrando in paese, il cartello dove si legge che nel territorio si effettua la raccolta differenziata con annesso elenco dei materiali che vengono differenziati, visione celestiale per me che sono ambientalista convinto oltre che da più di trent’anni impiegato nel settore. Rimango anche un pò sorpreso perché sinceramente non mi risulta che Capranica Prenestina sia tra i comuni ricicloni del Lazio quindi questo cartello stona un po’ con quanto in realtà viene fatto realmente in materia di raccolta differenziata. Anche il sistema di raccolta usato – continua Carlo Spinelli – non è certo quello che da i risultati migliori. Per ottenere risultati soddisfacenti bisogna ricorrere al sistema porta a porta come si evince dalle percentuali che scaturiscono anno per anno dalla raccolta differenziata e che premiano in maniere evidente quei comuni dove vige appunto questo tipo di raccolta. Differenziare fa bene all’ambiente e anche alle tasche dei contribuenti in quanto il conferimento con i costi più alti è quello che si effettuata negli impianti dove vengono portati i rifiuti indifferenziati, che vengono poi differenziati ma con costi di lavorazione alti. Portare invece il rifiuto già separato garantisce sicuramente una spesa minore da parte dell’ente con conseguente riduzione della tassa sui rifiuti. Si toglierebbero dal territorio anche i cassonetti stradali che tra l’altro oltre ad avere già un brutto aspetto, risultano in molti casi anche spaccati o comunque fortemente danneggiati dando così l’immagine di un paese che non tiene alla pulizia e al decoro. Questo tema – prosegue Spinelli – l’ho già affrontato raccontando delle erbe infestanti che invadono le vie di Capranica Prenestina ( anzi mi è giunta notizia che il sindaco ha dato ordine di tagliarle evidentemente il problema esisteva ) l’arredo urbano, la pulizia e il decoro sono il biglietto da visita per un turista che arriva in paese e predispone in maniera diversa alla visita dello stesso da parte dell’ospite. Chiediamo perlomeno che i cassonetti rotti vengano cambiati e possibilmente che siano della stessa fattura e non uno diverso dall’altro e che non si prenda adesso la scusa della pioggia come successo per l’erba. Tornando alla raccolta differenziata, in un piccolo comune il sistema porta a porta è facilmente gestibile, sicuramente più di un comune di grandi dimensioni tanto è vero che per decretare quali sono i comuni ricicloni gli stessi vengono divisi in meno o più di 15.000 abitanti, basta soltanto un po’ di buona volontà da parte di tutti e soprattutto incentivare gli utenti a differenziare inizialmente facendo vedere loro che così facendo la tassa si abbassa e quindi per ogni famiglia c’è un esborso di denaro minore e poi, con l’andare del tempo, inserire anche delle premialità per chi meglio differenzia creando risparmio economico per l’ente e benefici all’ambiente. Appena eletto consigliere mi accerterò subito sulle percentuali della raccolta differenziata di Capranica Prenestina fornendo idee, in base alla mia esperienza professionale, per farle crescere e lavorerò affinchè il cartello esposto all’ingresso del paese abbia un senso. Inoltre – conclude Spinelli – vigilerò personalmente affinchè il territorio capranicense si presenti in maniera decorosa alla vista degli ospiti e sia un habitat salubre e pulito per i residenti di Capranica Prenestina”. Ufficio stampa Italia dei Diritti provincia di Roma E mail idd.provinciaroma@gmail.com

amministrative | capranica prenestina | spinelli | italia dei diritti | politica | 2019 |



Commenta l'articolo

 

Potrebbe anche interessarti

Il Sindaco di Capranica Prenestina non ottempera ai suoi doveri giuridici e istituzionali


Capranica Prenestina scorci di bellezza e sprazzi di degrado


Italia dei Diritti entra nei consigli comunali di sei municipi della città metropolitana di Roma capitale


Carlo Spinelli ( IDD ) denuncia mancanza di rispetto verso i residenti di Guadagnolo


-Mariglianella: La Raccolta Differenziata supera il 70% e segna il successo della nuova impostazione del servizio comunale.


 

Se ritieni meritevole il nostro lavoro fai una donazione


Recenti

Stesso autore

Priorità vaccini, Italia dei Diritti chiede l'immediata vaccinazione dei commessi dei supermercati

Priorità vaccini, Italia dei Diritti chiede l'immediata vaccinazione dei commessi dei supermercati
Carlo Spinelli responsabile per la politica interna del movimento Italia dei Diritti invita il governo italiano a prendere in considerazione l'eventualità di inserire in via prioritaria nel programma vaccinale commesse e commessi dei supermercati per tutelarne la salute e rompere una possibile catena veicolare del virus. Roma 11 Aprile 2021: In questi giorni si sta discutendo molto su chi debba avere priorità sui vaccini e le categorie a rischio che necessitano di un'accelerazione nel piano vaccinale e dal governo le linee guida sono le stesse ovvero over 80 per poi passare ai settantenni e così via comprendendo le persone più fragili senza limite di età; la regione Lazio ha poi indicato, con l'arrivo del nuo (continua)

Regione Lazio, quando per alcuni le elezioni sono un optional

Regione Lazio, quando per alcuni le elezioni sono un optional
Carlo Spinelli responsabile per la politica interna del movimento Italia dei Diritti commenta la decisione del governatore del Lazio di allargare la maggioranza al movimento Cinque Stelle considerandola contro il volere popolare espresso nelle ultime consultazioni elettorali e apre le porte a tutti coloro che non si sentono più rappresentati dai pentastellati. Roma 15 marzo: E’ ufficiale, il movimento Cinque Stelle entra nella giunta regionale di Nicola Zingaretti. Questo matrimonio era nell’aria da tempo ormai ed alla fine è andato in porto. Il movimento Italia dei Diritti attraverso il responsabile alla politica interna Carlo Spinelli critica la decisione presa dal Governatore laziale reo, a suo dire, di aver disatteso la scelta degli elettori ch (continua)

Crisi di governo, Italia dei Diritti accoglie con ottimismo la fiducia a Conte

Crisi di governo, Italia dei Diritti accoglie con ottimismo la fiducia a Conte
Carlo Spinelli responsabile per la politica interna del movimento fondato e presieduto da Antonello De Pierro si dice soddisfatto per la fiducia accordata al governo Conte seppure ottenuta al Senato con una maggioranza relativa e spera che l'esecutivo duri almeno fino alla fine dell'emergenza da Covid-19 Roma: Come si prevedeva anche al Senato Giuseppe Conte ottiene la fiducia, seppur  senza ottenere la maggioranza assoluta, e va avanti con il suo governo intraprendendo comunque una strada difficile e irta di difficoltà come ci dice Carlo Spinelli responsabile per la politica interna del movimento Italia dei Diritti:” Non sarà certo facile per Giuseppe Conte gestire questa fase di govern (continua)

Crisi di governo Italia dei Diritti si schiera con Conte critica Renzi e chiede l'adesione al movimento dei parlamentari pro Conte liberi da vincoli di partito

Crisi di governo Italia dei Diritti si schiera con Conte critica Renzi e chiede l'adesione al movimento dei parlamentari pro Conte liberi da vincoli di partito
Il responsabile per la politica interna di Italia dei Diritti Carlo Spinelli prende le difese del Premier Conte definendo positiva la sua esperienza di governo, critica aspramente la decisione di Renzi di aprire la crisi e si appella ai parlamentari in questo momento liberi da vincoli di partito chiedendo loro di aderire al movimento per creare un gruppo sia alla Camera che al Senato a sostegno del Premier Roma 14 gennaio: Tanto tuonò che piovve; e così dopo averlo più volte gridato ai quattro venti Renzi toglie i due ministri di Italia Viva dal governo e apre ufficialmente la crisi. Una crisi che si sarebbe dovuta evitare visto il periodo che stiamo vivendo, un comportamento da molti giudicato irresponsabile e criticato aspramente anche dalla stampa estera. Da molte parti campeggiano gli sloga (continua)

Raccolta differenziata a Lanuvio, tarip vera o presunta?

Raccolta differenziata a Lanuvio,  tarip vera o presunta?
Carlo Spinelli responsabile nazionale per la politica interna e segretario provinciale romano del movimento Italia dei Diritti denuncia gravi disservizi relativi alla Tarip nel comune di Lanuvio e chiede all'assessore all'ambiente delucidazioni sull'applicazione della stessa. Roma 28 dicembre 2020: Ormai un po’ tutti i comuni si stanno adeguando alla raccolta differenziata porta a porta unica via, in questa parte d'Italia, per raggiungere una percentuale accettabile di rifiuti differenziati, tutelare l'ambiente e far risparmiare qualche soldo ai contribuenti. In questo senso molti comuni stanno passando alla Tarip ( tariffa puntuale ) che permette di quantificare (continua)