Home > Cultura > Raggiungere milioni di persone con un messaggio efficace su pericoli delle droghe

Raggiungere milioni di persone con un messaggio efficace su pericoli delle droghe

scritto da: Gtrambusti | segnala un abuso

Raggiungere milioni di persone con un messaggio efficace su pericoli delle droghe


L’efficacia degli opuscoli della serie La Verità sulla Droga ha portato alla realizzazione degli annunci di pubblica utilità “Dicevano... Mentivano”. Tramite messaggi di grande impatto sugli effetti distruttivi delle droghe più diffuse, i 16 annunci di pubblica utilità si rivolgono direttamente ai giovani con un linguaggio attuale ed efficace.

Questi messaggi sono efficaci nel dissuadere i giovani dal cominciare ad assumere droga e costituiscono una componente essenziale del programma La Verità sulla Droga.

Gli annunci sono stati ideati per creare una maggiore consapevolezza sugli effetti delle droghe e per ridurre il loro uso. I primi tre annunci riguardano un dato falso che può indurre a sperimentare la droga: l’idea che assumendola diventi più “figo” (“Sarai un Grande”); che uno sballo da droga non porterà alla dipendenza (“Solo Una Volta”) e che un tiro non può fare male (“Solo Un Tiro”).

Gli altri annunci descrivono le droghe più diffuse: marijuana, alcol, ecstasy, cocaina, crack, crystal meth, sostanze inalanti, eroina, LSD e antidolorifici. I messaggi hanno lo scopo di presentare fatti e situazioni reali in modo tale da creare comprensione nei giovani e fare in modo che li ascoltino. Ogni annuncio corrisponde a uno degli opuscoli della serie La Verità sulla Droga.

Più di 500 emittenti televisive in circa 100 nazioni hanno mandato in onda gli annunci di pubblica utilità riguardo alla Verità sulla Droga. Esperti del settore della comunicazione hanno espresso valutazioni molto positive sugli annunci “Dicevano.... Mentivano”, perché in grado di differenziarsi dalla moltitudine dei messaggi dei mass media e di raggiungere efficacemente il pubblico a cui sono destinati. Tali annunci sono stati premiati con molti premi tra i quali il Telly Award e l’Addy Award.

Gli annunci hanno ricevuto recensioni elogiative dai responsabili dell’insegnamento sulla droga, una insegnante del Canada afferma: “Gli annunci hanno creato negli studenti un coinvolgimento immediato perché interpretati da persone della loro stessa età, con le quali possono identificarsi”

Un'altra insegnante dello stato dello Utah dice: “Uso sempre gli annunci per ottenere l’attenzione degli studenti... I video danno inizio ai dibattiti e poi, uno studente dopo l’altro si offre di condividere la sua esperienza di vita e quella familiare con gli altri. L’impatto è enorme.”

Dalla loro pubblicazione nel 2008, gli annunci di pubblica utilità La Verità sulla Droga sono stati visti da decine di milioni di persone.

Questi messaggi forniscono un’introduzione di forte impatto alle conferenze educative sulla droga e sono uno dei componenti del programma La Verità sulla Droga. Sono utilizzati su vasta scala da enti governativi, forze dell’ordine, scuole, gruppi comunitari e da altri progetti che si occupano di prevenzione alla droga.

In Honduras, dove il Consiglio Nazionale contro il Narcotraffico ha stretto alleanza con la Fondazione per un Mondo Libero dalla Droga, i messaggi sono utilizzati per presentazioni agli ufficiali dell’esercito e ai cadetti dell’accademia militare.

Gli agenti di polizia della Texas Crime Prevention Association utilizzano gli annunci e gli opuscoli di La Verità sulla Droga nelle loro conferenze di informazione sulla droga.

A Panama è stata lanciata una campagna di informazione sulla droga che include la messa in onda a rotazione degli annunci sul canale televisivo nazionale di Panama, durante la fascia d’ascolto di punta, con uno share di 2 milioni di telespettatori.

A Taiwan gli annunci sono stati messi in onda sulla televisione nazionale con un’audience di 5 milioni di persone e sono utilizzati come parte del programma per l’istruzione sulla droga in 500 scuole.

In tutto il mondo questi messaggi convincenti stanno salvando i giovani dal rischio di cadere nella trappola della droga.

“La ricerca dimostra che le droghe sono l'elemento più distruttivo nella nostra cultura attuale” L.Ron Hubbard

Per info www.drugfreeworld.org


Fonte notizia: https://www.noalladroga.it/


Droga | Un Mondo Libero dalla Droga | L Ron Hubbard | La Verità sulla Droga |



Commenta l'articolo

 

Potrebbe anche interessarti

Luigi Ferraris AD Terna illustra i risultati del primo trimestre 2017


Positivo il bilancio della campagna sociale “La verità sulla Droga” dello scorso anno


Abuso di farmaci prescritti per sballarsi o auto-curarsi


FNM, CdA approva Bilancio d’esercizio 2018: utile di 24,312 milioni (+14,61%)


LA CAMPAGNA ANTIDROGA DELLA CHIESA DI SCIENTOLOIGY


MARR: il Consiglio di Amministrazione approva i risultati del I trimestre 2020.


 

Se ritieni meritevole il nostro lavoro fai una donazione


Recenti

Stesso autore

Il Motogiro Nazionale di “Dico no alla droga” fa tappa a Firenze e Pisa

Il Motogiro Nazionale di “Dico no alla droga” fa tappa a Firenze e Pisa
Firenze e Pisa saranno le prime tappe del Primo Motogiro Nazionale “Mettiamoci in moto per un Italia Libera dalla Droga” organizzato dall’associazione Dico No alla Droga. A Firenze il Motogiro si fermerà a Piazzale Michelangelo, lunedì 30 agosto alle 16:30 circa, dove riceverà il saluto del Consigliere Comunale Federico Bussolin. La tappa di Pisa sarà effettuata in collaborazione con l’associazione Gruppo Il Ponte San Patrignano, e con la Pubblica Assistenza Litorale Pisano che hanno aderito con entusiasmo all’iniziativa.Nel dettaglio il Motogiro passerà da Pia (continua)

Reggere bene l’alcool è una predisposizione all’alcolismo

Reggere bene l’alcool è una predisposizione all’alcolismo
Molti si vantano di “reggere bene l’alcool”, ma questa capacità porta a bere di più e quindi a maggiori rischi per salute, incidenti e alcolismo. Le persone che bevono alcolici regolarmente, alle feste, al bar o a casa, spesso si vantano della loro capacità di “reggere l’acool”. Sia che facciano per “essere dei duri” o che siano orgogliosi reggerlo più dei loro amici, queste persone spesso faranno sfoggio del fatto gli ci vogliono più drink per ubriacarsi, o che sono in grado di consumare abbondanti quantità di alcol senza soffrire di (continua)

Bambini nati tossicodipendenti da madri inconsapevoli

Bambini nati tossicodipendenti da madri inconsapevoli
Bambini nati tossicodipendenti da madri inconsapevoli Un numero crescente di bambini nasce già dipendenti dalle droghe, e non sempre la causa è una madre tossicodipendente. Il quotidiano di Nashville “The Tennessean” ha recentemente pubblicato un rapporto su una preoccupante tendenza: sempre più bambini nascono nell'inferno della “sindrome da astinenza neonatale”, una condizione che si verifica quando una madre usa antidolorifici oppiacei (farmaci legali prescritti ma simili all’eroina e alla morfina) durante il corso della gravidanza. Il bambino diventa dipende (continua)

Prevenzione alla droga negli stabilimenti balneari

Prevenzione alla droga negli stabilimenti balneari
I volontari dell’associazione Mondo Libero dalla Droga hanno visitato 14 bagni del litorale di Tirrenia e Marina di Pisa distribuendo materiale informativo sui pericoli delle droghe. La droga non va in vacanza e chi ne abusa continua a cercarla anche durante il soggiorno nelle località balneari. Gli spacciatori lo sanno, e durante l’estate si spostano sulla costa per rifornire i vacanzieri che cercano lo ‘sballo’ a tutti i costi o che altrimenti andrebbero in crisi di astinenza. I volontari dell’associazione internazionale “Mondo Libero dalla Droga” si sono mobilitati (continua)

L'abuso di farmaci è secondo solo alla marijuana

L'abuso di farmaci è secondo solo alla marijuana
Nel mondo della tossicodipendenza, l’abuso di farmaci è ormai come diffusione al secondo posto dietro alla marijuana I farmaci prescritti fanno parte della vita di milioni di persone, negli Stati Uniti il 48% delle persone assume almeno un farmaco con regolarità, mentre l'11% assume cinque o più farmaci ogni mese. Particolarmente comune tra questi farmaci è il Vicodin, un antidolorifico oppiaceo che ora è il farmaco più comunemente prescritto negli Stati Uniti. Solo nel 2010 sono state scritte più di 130 mi (continua)