Home > Spettacoli e TV > Miss Italia verso la celebrazione degli 80 anni

Miss Italia verso la celebrazione degli 80 anni

scritto da: Peppebar | segnala un abuso

Miss Italia verso la celebrazione degli 80 anni


Dopo tanta suspense, ecco giungere sul piccolo schermo di RaiUno il video promo https://youtu.be/hiCwlma_Uyo che ufficializza al massimo la presenza di Miss Italia per i festeggiamenti del suo 80° compleanno venerdì 6 settembre, alle ore 21:15, in diretta RaiUno, dal PalaInvent di Jesolo, condotta da Alessandro Greco. A parte questa informazione data come primo quotidiano in campo nazionale dal “ROMA”, sono giunte poi altre notizie nelle giornate di Ferragosto attraverso l’intervista concessa in esclusiva a “Gente” dalla Patron Patrizia Mirigliani che rappresentano diversi cambiamenti rispetto alla ormai storica finale nazionale di Miss Italia. Parliamo subito dell’elezione insolita di due miss anzichè una. Infatti oltre la vincitrice che a differenza delle passate edizioni verrà eletta esclusivamente attraverso il voto popolare, (il televoto), in occasione degli 80 anni di Miss Italia, verrà proclamata anche una Miss scelta da una giuria di ex reginette della bellezza femminile italiana, con storie particolari che sarà, dice la Mirigliani:”La Miss delle Miss”. Alcune di queste come annunciato da Patrizia Mirigliani sono: in primis la madrina di questa edizione degli 80, Gina Lollobrigida che partecipò a Miss Italia nel 1947, poi Anna Kanakis che vinse corna e scettro nel 1977, a soli 15 anni, dopo una modifica del regolamento, Federica Moro Miss Italia 1982, Mirka Viola Miss Italia 1987 in un primo momento squalificata perché sposata e mamma, Martina Colombari anche lei a soli 16 anni eletta Miss Italia 1991, Denny Mendez che nel 1996 vinse il concorso come prima Miss di colore, primato che tutt’ora detiene, Eleonora Pedron la Miss del 2002, che partecipò al concorso già tre anni prima e che ha avuto tanti successi, ma anche toccanti amarezze nella vita come la perdita della sorella in un incidente stradale ed anni dopo anche il papà per lo stesso motivo, Francesca Chillemi che nel 2003 ricevette la corona da Claudia Cardinale. Questa lista di nomi potrebbe essere ampliata da altre miss che comunque arricchiranno le presenze a Jesolo come affermato anche dalla Mirigliani, ma che “M Social Magazine” anticipa. Il tvblog, svela infatti la partecipazione di Milly Carlucci, Caterina Balivo, Elisa Isoardi nella giuria speciale dell’elezione dell’altra miss (quella non del televoto), ma rivela anche i nomi di alcuni ospiti Benji e Fede, Peppino Di Capri, Simona Molinari e c’è poi il nome di Nino Frassica che secondo indiscrezioni dovrebbe affiancare Alessandro Greco che giungerà a Jesolo in compagnia della moglie Beatrice Bocci, seconda a Miss Italia 1994, dopo Alessandra Meloni. Per la prima volta ci sarà un’orchestra in diretta che accompagnerà i diversi momenti della serata con spazi dedicati alla moda e tante altre novità che come anticipato dalla Mirigliani, gli 80: “saranno celebrati con video di repertorio e la presenza di molte ospiti, tra cui donne che spiccano per talento e professionalità in diversi campi”. Nel mentre procedono i lavori per dare all’edizione degli 80 anni di Miss Italia la giusta e doverosa immagine che merita, tutti insieme RaiUno, Infront Italy e Miren ed i sindaci di Venezia e Jesolo che ospiteranno il concorso nella fase prefinale il primo e in quella conclusiva il secondo, sappiamo che a Mestre, ospitate al “Leonardo Royal Hotel”, sede dell’organizzazione per le prefinali nazionali di Miss Italia 2019, giungeranno il 26 agosto le 185 concorrenti selezionate nelle varie regioni dello Stivale che verranno subito, entro il giorno 28, ridotte ad 80, una per anno che appariranno sul palco della serata finale di Jesolo. Le prefinali nazionali saranno seguite da “La Vita in Diretta” che si collegherà con l’interno dell’M9, il Museo Novecento Multimediale, dove verranno selezionate le 80. Ritornando agli anni di splendore del concorso, quest’anno Patrizia Mirigliani, ha voluto regalare ad ogni regione la possibilità di essere presente, con una propria Miss, sul palco della finale del 6, proprio per valorizzare l’intera Italia. Quindi le 185 miss, verranno ridotte ad 80, ma di queste faranno parte anche le 23 le miss che, pur dovendo essere presenti alle prefinali, hanno già la certezza di essere protagoniste della serata in Tv (21 le miss regionali poiché Emilia e Romagna sono distinte) con l’aggiunta di Miss Venezia e Miss Jesolo, in omaggio alla regione che ospita la manifestazione. Praticamente escludendo le 23 come detto, la giuria selezionerà altre 57 concorrenti. Le 80 finaliste, subito dopo la loro proclamazione per il round finale, accompagnate da Patrizia Mirigliani, giovedì 29 visiteranno Venezia. Il clou del programma è fissato alle 15,30 sul palcoscenico del Red Carpet della Mostra del Cinema, dove le ragazze sfileranno insieme alla patron del concorso. Il giorno dopo le miss si trasferiscono a Jesolo e la sera stessa si presentano alla città: una vera e propria parata, con le bandiere delle regioni, un modo per celebrare, con gli 80 anni della manifestazione, la bellezza dei territori e quanto Miss Italia deve ad essi: collaborazione organizzativa, ma soprattutto un grande legame e tanta simpatia, come è dimostrato dalla partecipazione alle selezioni in corso ovunque. Domenica 1 settembre, sarà la giornata dei titoli nazionali, che verranno assegnati, tra le 80 finaliste, nel teatro Vivaldi di Jesolo, coronando i primi sogni in attesa del rush finale per la contesa favolosa corona Miluna Cielo Venezia 1270 e continuare con la prestigiosa fascia, come Carlotta Maggiorana Miss Italia 2018, un percorso di vita del successo come le tante bellezze italiane. Giuseppe De Girolamo.

Fonte notizia: https://youtu.be/hiCwlma_Uyo


MissItalia |



Commenta l'articolo

 

Potrebbe anche interessarti

A Saint Vincent, l’elezione della Miss 365


La Campania vince e stravince a Miss Italia


I momenti finali del concorso Miss Italia


Miss Italia una manifestazione da salvaguardare


Miss Campane in partenza per Jesolo


 

Se ritieni meritevole il nostro lavoro fai una donazione


Recenti

Stesso autore

Il mondo della “Rete” propone ed impone cambiamenti anche nell’informazione giornalistica

Il mondo della “Rete” propone ed impone cambiamenti anche nell’informazione giornalistica
Non tutte le proposte sono però soddisfacenti e di grande attendibilità, per fortuna c’è “Dagal Creations” ed i suoi video reportage di successo Il mondo moderno, richiede sempre più una informazione immediata. Tanti sono coloro che si dedicano a fornire all’utenza questo tipo di notizie attraverso blogger e testate giornalistiche dal solo nome o riconosciute ed accreditate con una iscrizione al tribunale. Molte di queste riescono a ben inserirsi nel vecchio mondo del cartaceo, che per fortuna conserva ancora il fascino e l’interesse (continua)

Successo per il ristorante “ETTO” a Napoli

Successo per il ristorante “ETTO” a Napoli
Un crescente numero di avventori, apprezza con ammirazione e gusto, la realtà innovativa situata nel cuore della città partenopea A volte a Napoli si desidererebbe trovare una alternativa al solito ristorante o pizzeria o risto-pizzeria, per gustare un buon pranzo o cena tranquillamente o fugacemente, con una buona accoglienza, un’ospitalità degna di quelli che sono i valori napoletani per la stessa. Magari aggiungendo poi a questo, anche una tranquillità in uno dei luoghi limitrofi alla movida per cogliere due aspetti (continua)

Anche a Cancello ed Arnone, riparte la scuola dopo il periodo di lockdown

Anche a Cancello ed Arnone, riparte la scuola dopo il periodo di lockdown
La scuola a Cancello ed Arnone è ripartita dopo la forzata interruzione da marzo  Da Marzo, bambini e ragazzi hanno visto la loro routine stravolgersi e, finalmente, qualche giorno fa, hanno ripreso il contatto quotidiano con scuola, compagni ed insegnanti, dopo il periodo di lockdown.L’inizio dell’anno scolastico 2020/2021 lo ricorderemo tutti per sempre: bambini, genitori, insegnanti e personale non docente.È stato un po’ diverso il modo di entrare a scuola, di far (continua)

Il Ministro dell’Università e della Ricerca Gaetano Manfredi, ha nominato Matteo Lorito nuovo Rettore dell’Università di Napoli

Il Ministro dell’Università e della Ricerca Gaetano Manfredi, ha nominato Matteo Lorito nuovo Rettore dell’Università di Napoli
Il prof. Lorito, Magnifico Rettore della Federico II, ha affermato: Al Sud l’Università è una sfida da vincere In una intervista rilasciata a Giuseppe De Girolamo e pubblicata sul numero di dicembre 2018 di Politica meridionalista il neo rettore della Federico II, prof. Matteo Lorito, all’epoca direttore del Dipartimento di Agraria dell’università di Napoli ”Federico II”, ricorda il suo prestigioso percorso accademico in Italia e all’estero. Quale significato rappresenta per lei  l’assegnazione d (continua)

A “Villa Imperiale” di Napoli annunciata la serata “Cenando sotto un Cielo Diverso”

A “Villa Imperiale” di Napoli annunciata la serata “Cenando sotto un Cielo Diverso”
La 12a edizione dell’evento solidale si svolgerà lunedì 28 a Villa Alma Plena a Casagiove CE Presentata con un successo di presenze di giornalisti e altri invitati, la 12° edizione della manifestazione “Cenando sotto un Cielo Diverso” ideata e realizzata, come da anni, con un impegno solidale di Alfonsina Longobardi (psicologa, sommelier ed esperta di food & beverage), che con la sua associazione “Tra cielo e mare”, si occupa di sostegno a persone con disagi psichici e di alt (continua)