Home > Cultura > La droga psichedelica allucinogena più potente che esista è il DMT

La droga psichedelica allucinogena più potente che esista è il DMT

scritto da: Gtrambusti | segnala un abuso

La droga psichedelica allucinogena più potente che esista è il DMT


La droga DMT si presenta in forma cristallina, viene spesso inalata (in alto) e volte bevuta nella birra di ayahuasca, fatte dalle foglie e dagli steli di una vite tropicale.

La dimetiltriptamina, ha molti nomi: Spirit Molecule, Elf Spice, Dimitri, Fantasia, Businessman's Trip, Businessman's Special e “45 minuti di psicosi”. Una polvere cristallina proveniente da piante presenti in Messico, Sud America e Asia, viene comunemente inalata causando reazioni che durano dai 5 ai 45 minuti. Ma mescolato a birre sudamericane come l'ayahuasca, le reazioni possono durare dalle tre alle quattro ore.

La DMT può produrre allucinazioni visive e uditive, nonché euforia, pupille dilatate, aumento della frequenza cardiaca e della pressione sanguigna, vertigini, problemi di coordinazione, nausea, ansia e paranoia. Alte dosi possono portare a coma e sindrome serotoninergica che provoca agitazione, rigidità muscolare, emicrania, brividi, diarrea e febbre. Ciò può anche portare a convulsioni, battito cardiaco irregolare, perdita di coscienza e morte.

Alcuni utenti a lungo termine sperimentano flashback persino mesi o anni dopo l'uso, e possono manifestare psicosi indotta da farmaci con sintomi come alterazioni dell’umore, pensieri disorganizzati e paranoia.

La DMT esiste da centinaia di anni, ma è stata resa popolare negli anni '80 e '90 da Terence McKenna e da Rick Strassman, che ha scritto il libro “DMT: The Spirit Molecule”. McKenna morì di cancro al cervello che, sebbene i suoi medici lo negano, temeva fosse causato dal suo ampio uso di droghe psichedeliche e marijuana.

La Chiesa di Scientology, fin dalla sua fondazione negli anni ’50 del secolo scorso, ha subito riconosciuto che la droga e l’alcol fossero una delle principali cause della spirale discendente che sta portando il pianeta alla degradazione. Il suo fondatore, L. Ron Hubbard, ha spesso condannato l’uso di droga nei suoi scritti, spiegando in dettaglio quali siano gli effetti invariabilmente negativi sul corpo e sulla mente degli individui.

“L'arma più efficace nella guerra contro la droga è l'educazione.” L. Ron Hubbard


Fonte notizia: http://it.drugfreeworld.org


Scientology | Droga | Un mondo libero dalla droga | DMT | L Ron Hubbard |



Commenta l'articolo

 

Potrebbe anche interessarti

La verità sulla droga allucinogena DMT


Prodotti psichedelici: fatti


CREARE UN MONDO LIBERO DALLA DROGA TUTTA LA VERITÀ SUL DMT


DMT: La droga psichedelica allucinogena più potente che esista


Mondo Libero dalla Droga a Cascina


 

Se ritieni meritevole il nostro lavoro fai una donazione


Recenti

Stesso autore

In Colorado, dopo la legalizzazione, aumentano i ricoveri al pronto soccorso per abuso di marijuana

In Colorado, dopo la legalizzazione, aumentano i ricoveri al pronto soccorso per abuso di marijuana
Nel 2014 in Colorado è stata legalizzata la marijuana per uso ricreativo, da quel momento sono in forte aumento i ricoveri al pronto soccorso per una sindrome denominata CHS, dovuta all’abuso di cannabis. In Colorado la marijuana è stata legalizzata per ragioni mediche nel 2009 e per uso ricreativo nel 2014. In uno studio pubblicato su “Annals of Internal Medicine”, si descrivono più di 2.500 visite connesse al consumo di cannabis al pronto soccorso di un grande ospedale pubblico in Colorado tra il 2012 e il 2016. La causa più comune del ricovero è la cosiddetta “iperemesi”, ovvero conati d (continua)

Il coma etilico, un rischio mortale sottovalutato dai giovani

Il coma etilico, un rischio mortale sottovalutato dai giovani
Il coma etilico è uno stato di avvelenamento acuto da etanolo (alcool) che procura incoscienza e, a volte, la morte. L’idea che l’alcool non sia una droga è ancora molto diffusa. Certo, si tratta di una sostanza usata dall’uomo da tempo immemorabile, e che assunta in piccole quantità non causa danni rilevanti. Ma bisogna tener conto che il suo abuso causa effetti devastanti, e che si tratta della sostanza che causa ogni anno più morti di tutte le altre droghe messe insieme. È di pochi giorni fa la notizi (continua)

Il fallimento rieducativo delle condanne per droga

Il fallimento rieducativo delle condanne per droga
Un criminale che spaccia, una volta arrestato, secondo il dettame costituzionale dovrebbe uscire “rieducato” e cambiare vita. Prendendo spunto da una notizia di cronaca, viene spontanea una riflessione sull’efficacia rieducativa delle pene detentive correnti. Ad Agrigento un 28enne ai domiciliari per una precedente condanna per droga, è stato arrestato in flagranza di reato in quanto deteneva in casa cocaina, marijuana e tutto l’armamentario classico per la preparazione e lo spaccio delle dosi. A San Giovanni in Fio (continua)

Il lockdown e gli spalloni della droga

Il lockdown e gli spalloni della droga
Durante il lockdown i rifornimenti di droga nella Venezia Giulia non potevano mancare, così gli spacciatori si sono trasformati in “spalloni” contrabbandieri attraverso le montagne del Carso tra Italia e Slovenia. Un triestino e un goriziano sono stati arrestati per spaccio di droga, entrambi avevano precedenti per lo stesso motivo ed erano tenuti sotto controllo dalla polizia per attività sospette. In effetti detenevano cocaina, eroina, hashish e marijuana. Tralasciando i dettagli della vicenda, è interessante notare come l’attività criminosa dei due spacciatori non si fosse fermata durante il lock (continua)

Harlem marcia contro la violenza armata

Harlem marcia contro la violenza armata
United in Peace New York e altre organizzazioni hanno manifestato ad Harlem contro la violenza armata , distribuendo il libretto “La Via della Felicità”. United in Peace pensa che esista una risposta corretta alla violenza armata e si sono uniti ad altre organizzazioni per marciare per le strade di Harlem per rendere il punto forte e chiaro mentre diffondono La Via della Felicità. La sezione di New York della fondazione “United in Peace” è scesa in piazza per protestare contro la violenza armata e promuovere la pace. Attivisti, religiosi, c (continua)