Home > Cultura > I Ministri Volontari di Scientology al lavoro dopo il disastroso incendio di Carr, in California

I Ministri Volontari di Scientology al lavoro dopo il disastroso incendio di Carr, in California

scritto da: Gtrambusti | segnala un abuso

I Ministri Volontari di Scientology al lavoro dopo il disastroso incendio di Carr, in California


Il Carr Fire in California ha bruciato 92000 ettari e 1.604 strutture, principalmente case. L’incendio si innescò per incidente da un cerchione di una gomma a terra che raschiava l'asfalto vicino a dei cespugli secchi nella contea di Shasta, vicino al confine settentrionale dello stato. I 4.766 vigili del fuoco e i 38.000 evacuati avevano bisogno di sollievo.

A pochi giorni dalla prima scintilla, i Ministri Volontari arrivarono dalla California e anche dal resto degli Stati Uniti. La prima tappa fu il centro di evacuazione della contea di Shasta, dove hanno immediatamente assistito gli sfollati con cibo e acqua oltre a fornire il primo soccorso spirituale sotto forma di Assistenze di Scientology (procedimenti per alleviare il disagio e orientare la persona nell’ambiente), specialmente per coloro che avevano perso la casa.

I Ministri Volontari hanno portato beni utili come acqua, dentifricio, piatti di carta e persino forniture per animali domestici e altro aiutare gli sfollati. Hanno anche distribuito maschere antipolvere ai residenti in difficoltà, a causa del peggioramento della qualità dell'aria.

Il fuoco infuriava e i vigili del fuoco erano tesi e sfiniti. I Ministri Volontari hanno allestito la loro tenda gialla all'Anderson Fairground, che fungeva da Centro Operativo per i vigili del fuoco. Lì hanno fornito assistenza ai pompieri, nonché acqua, Gatorade e talvolta gelati e Frappuccini per rinfrescarli dagli effetti del fuoco: l’incendio era diventato così caldo e così grande che aveva creato il proprio sistema meteorologico, tra cui un "firenado", una colonna di fuoco rotante.

Un pompiere che andava regolarmente un chiropratico per un dolore cronico al collo, dopo aver ricevuto un’assistenza di Scientology, ha detto: “Aspetta un momento, cosa hai fatto? Il dolore è sparito!” Gli è stato allora consegnato il libretto “Assistenze for Malattie e Ferite” che fornisce la tecnologia esatta su come funzionano le assistenze, in modo da poterlo imparare da solo e mostrare agli altri.

Oltre ad aiutare in un altro grance centro di assistenza, il Salvation Army Corps Community Center, i Ministri Volontari non solo hanno aiutato gli sfollati, ma hanno anche usato le loro capacità organizzative per coordinare le attività. Il vicedirettore dei servizi di emergenza dell'Esercito della Salvezza ha presentato una lettera di riconoscimento ai Ministri Volontari per il loro lavoro.

I Ministri Volontari sono diventati ospiti stabili e benvenuti nel centro di assistenza della Bethel Christian Megachurch, dove hanno contribuito a fornire cibo, acqua, kit igienici - ciò di cui tutti avevano bisogno. Furono presto invitati al servizio domenicale della chiesa, dove il pastore riconobbe il loro aiuto dal pulpito: "Il cuore del loro lavoro si è rivelato nella cura che hanno avuto per le persone direttamente colpite e per il personale che aveva bisogno di assistenza".

Alla Bethel Church, i Ministri Volontari si organizzarono per recuperare il possibile dalle ceneri dell’incendio. Andarono con le famiglie nelle loro case carbonizzate e li aiutarono a trovare oggetti importanti che potevano essere salvati. In una casa, il proprietario aveva perso molti oggetti di valore e di antiquariato, e con sua piacevole sorpresa, i Ministri Volontari sono stati in grado di recuperare alcune delle suoi porcellane completamente intatte. Un vicino di casa disse che era la prima volta che lo vedevano sorridere nelle due settimane successive all'evacuazione.

In totale, i Ministri Volontari hanno aiutato oltre 16.500 persone, hanno consegnato oltre 850.000 articoli agli sfollati, hanno distribuito oltre 10.500 maschere antipolvere e hanno svolto oltre 3.000 ore di volontariato.

Nel 1973, il Fondatore di Dianetics e Scientology L. Ron Hubbard condusse una ricerca sociologica a New York e scoprì una società drammaticamente peggiore di quella che ricordava da anni precedenti. Da tale ricerca previde la direzione presa dalla cultura: flagrante immoralità, violenza per il compiacimento personale e infine politica tramite terrorismo.

Era necessario un modo di aiutare altri a vivere la propria vita e creare il proprio futuro. In risposta, L. Ron Hubbard tracciò i piani di un movimento popolare che potesse instillare di nuovo tali valori nella società fermandone in tal modo il declino: il programma dei Ministri Volontari di Scientology.


Fonte notizia: https://www.ministrovolontario.it/


Scientology | Ministri Volontari | California | Incendio di Carr | L Ron Hubbard |



Commenta l'articolo

 

Potrebbe anche interessarti

Regole e normative sui corsi antincendio in azienda


2001-2011: Il Movimento dei Ministri Volontari 10 Anni di Aiuto Indiscriminato


Smettere di fumare con il metodo Easyway di Allen Carr: a dicembre 2015 un seminario di sei ore a Milano


Mons. Giovanni Carrù, si è recato in Sardegna, presso le catacombe di S. Antioco


WILLIE NILE TORNA AL “ROCK & THE WINE” DI CLAVESANA IL 7 E 8/12 PER UN WEEKEND IN LANGA NEL NOME DEL DOLCETTO E DEL BUE GRASSO


 

Se ritieni meritevole il nostro lavoro fai una donazione


Recenti

Stesso autore

Harlem marcia contro la violenza armata

Harlem marcia contro la violenza armata
United in Peace New York e altre organizzazioni hanno manifestato ad Harlem contro la violenza armata , distribuendo il libretto “La Via della Felicità”. United in Peace pensa che esista una risposta corretta alla violenza armata e si sono uniti ad altre organizzazioni per marciare per le strade di Harlem per rendere il punto forte e chiaro mentre diffondono La Via della Felicità. La sezione di New York della fondazione “United in Peace” è scesa in piazza per protestare contro la violenza armata e promuovere la pace. Attivisti, religiosi, c (continua)

L'attrice colombiana Maria Lara abbraccia la campagna “La Via della Felicità”

L'attrice colombiana Maria Lara abbraccia la campagna “La Via della Felicità”
Quando era bambina Maria Lara aveva deciso di portare un cambiamento nel suo amato paese, la Colombia: oggi con “La Via della Felicità” lo sta facendo. Maria Lara è un'attrice che ama profondamente il suo paese e ha lo scopo scopo umanitario di cambiarlo in meglio. Nata a Cartagena e cresciuta orgogliosa essere colombiana, ha vissuto gli anni della guerra civile, delle bande criminali, della droga e della violenza nel suo paese. "Ricordo di aver pianto per questo, e in quel momento ho detto: 'La Colombia darà una lezione al mondo'".Lara ha s (continua)

Il libretto “La Via della Felicità” protagonista in Sud Africa

Il libretto “La Via della Felicità” protagonista in Sud Africa
70.000 copie del libretto “La Via della Felicità” sono state distribuite all’inaugurazione del mandato del presidente Cyril Ramaphosa. All’inaugurazione del suo mandato, il 25 maggio 2019, il presidente sudafricano Cyril Ramaphosa ha promesso di affrontare la corruzione e rilanciare l'economia in difficoltà del paese. Per aiutarlo a raggiungere i suoi obiettivi e garantire una celebrazione pacifica, i volontari e gli agenti di polizia hanno distribuito circa 70.000 copie del libretto “La Via della Felicità” alla folla che er (continua)

Si muore anche di Marijuana: il fatale incremento degli incidenti stradali

Si muore anche di Marijuana: il fatale incremento degli incidenti stradali
Le statistiche USA evidenziano un aumento degli incidenti mortali negli stati in cui la marijuana è stata legalizzata. L’idea comune è che la marijuana è una “droga leggera” e che “di marijuana non si muore”. Se è vero che l’overdose è molto rara, è altrettanto vero che è statisticamente provato che l’abuso di cannabis incrementa gli incidenti stradali. L’istituto no-profit IIHS (Insurance Institute for Highway Safety) ha effettuato una ricerca indipendente per cercare di comprendere la relazione tra uso d (continua)

LSD e violenza

LSD e violenza
La droga allucinogena LSD non è solo pericolosa per gli irreversibili danni che causa alla mente, ma anche per gli atti di violenza che a volte compiono chi ne fa uso. L’allucinogeno per eccellenza, l’LSD, reso popolare negli anni ’60 e ’70 dalla cultura hippie, causa potenti allucinazioni e altera lo stato mentale spesso in modo permanente. Sono molti quelli che, molti anni dopo averne fatto uso, sperimentano di nuovo allucinazioni e disagio mentale. Si tratta di nuovi “trip” causati da molecole di LSD rimaste intrappolate nel tessuto grasso che improvvisa (continua)