Home > Cultura > In Colorado, dove la marijuana è legale, aumentano incidenti stradali, suicidi, crimine e malattie mentali

In Colorado, dove la marijuana è legale, aumentano incidenti stradali, suicidi, crimine e malattie mentali

articolo pubblicato da: gtrambusti | segnala un abuso

In Colorado, dove la marijuana è legale, aumentano incidenti stradali, suicidi, crimine e malattie mentali

Lo stato del Colorado nel 2014 ha legalizzato la produzione e la vendita di marijuana a scopo ricreativo. Tragicamente, l’intero stato è diventato un “esperimento” per vedere quali siano gli effetti della legalizzazione della cannabis a livello sociale. Vediamo quindi un po’ di statistiche.

Da quando è stata legalizzata nel 2014:
·         Un giovane su 5 fuma abitualmente (giornalmente) marijuana;
·         Sono raddoppiati gli incidenti mortali nei quali uno dei due conducenti è risultato positivo alla marijuana;
·         Il tasso di criminalità violenta è aumentato del 20%;
·         I suicidi (dato del 2016, quindi in 2 anni dalla legalizzazione) sono aumentati del 7%
·         Sono quintuplicate le visite al pronto soccorso per problemi mentali legati all’uso di marijuana;
·         È aumentata l’incidenza della Cannabis Hypermesis Syndrome, cioè nausee cicliche con vomito ai consumatori abituali.

Agli onori della cronaca anche un episodio drammatico: un uomo ha ucciso suo moglie, sparandole, dopo aver mangiato un dolce alla cannabis che, secondo ciò che lui stesso ha affermato, gli ha alterato le percezioni fino al punto in cui l’ha scambiata per un intruso.

L’odore del fumo di cannabis, a Denver, capitale del Colorado, si sente dovunque. È ormai una caratteristica della città, si è immersi e circondati dalla vendita, produzione e consumo della droga. Il New York Times ha riportato che molte famiglie, infastidite o impaurite per il fenomeno, si sono trasferite altrove negli USA.

Ma la legalizzazione ha avuto anche degli effetti positivi? Sì, li ha avuti, ma solo per il fisco! Venduta in 212 negozi e 493 centri medici, usata come materia prima in 200 fabbriche, coltivata da 690 aziende agricole, il gettito fiscale ha fruttato 266 milioni di dollari nel 2018.

Ma a quale prezzo? 266 milioni valgono morti sulle strade, malattie mentali, suicidi e crimini violenti tutti in aumento?

La Chiesa di Scientology ha sempre pensato che la strada più giusta per risolvere il problema planetario dell’uso di droga, sia la prevenzione. La Chiesa sostiene infatti la campagna di “Un Mondo libero dalla Droga”, associazione che organizza eventi pubblici e lezioni nelle scuole informativi sugli effetti dannosi degli stupefacenti. A partire dal 2015 i volontari della campagna hanno tenuto lezioni a migliaia di ragazzi toscani delle scuole medie inferiori e superiori.

“L'arma più efficace nella guerra contro la droga è l'educazione.” L. Ron Hubbard

 

Scientology | Droga | Un mondo libero dalla droga | L Ron Hubbard | Colorado | USA |



Commenta l'articolo

 

Potrebbe anche interessarti

Antonio Valente Anas a, il DM 5/11/01 sulle geometrie delle strade, il DM 14/09/2006


L’Italia è stata una delle prime nazioni europee a riconoscere le gallerie come un luogo a maggior rischio per la circolazione stradale e nel settembre 1999,ANTONIO VALENTE ANAS


Massano Giuseppe trent’anni di esperienza nel settore dei ripristini stradali


Non tutta la marijuana fa male: prova la nuova cannabis legale


Dati statistici sugli incidenti stradali, dove avvengono, in quale periodo dell'anno, chi sono i soggetti più colpiti


In calo il numero di suicidi in Giappone


 

Se ritieni meritevole il nostro lavoro fai una donazione


Recenti

Stesso autore

Sì può diventare spacciatori di droga a 18 anni? C’è speranza per i nostri giovani?

Sì può diventare spacciatori di droga a 18 anni? C’è speranza per i nostri giovani?
A Camerino, dicembre 2019, i carabinieri non hanno sgominato una banda di trafficanti internazionali riforniti dai “narcos” messicani o colombiani. Hanno arrestato un ragazzino diciottenne che acquistava tranquillamente le sue droghe su internet, regalandole o rivendendole ad amici e conoscenti. Anfetamine, marijuana, hashish, LSD, altre droghe sintetiche, ecc. Insomma, una situazione (continua)

Perché tanti personaggi famosi muoiono di overdose?

Perché tanti personaggi famosi muoiono di overdose?
Marilyn Monroe, Michael Jackson, Prince, Sigmund Freud, Elvis Presley, Judy Garland, Heath Ledger, Bruce Lee, Kurt Cobain, Anna Nicole Smith, Jimi Hendrix. Cosa accomuna questi personaggi famosi? Sono tutti morti per overdose di farmaci legali, prescritti da un medico. La maggior parte di questi artisti non desiderava affatto morire, ma sono rimaste vittima di overdose accidentali. La tossicodipen (continua)

Gli psicofarmaci possono causare overdose, e anche la morte

Gli psicofarmaci possono causare overdose, e anche la morte
Gli psicofarmaci, venduti in eleganti bottigliette o confezionati in luccicanti pillole colorate, sono droghe a tutti gli effetti. Vengono prescritti senza nessun tipo di analisi cliniche, solo in base a sintomi. Hanno effetti molto gravi sul sistema nervoso e sulla mente delle persone. Tutti i disturbi che pretendono di curare hanno una causa, una causa reale legata al corpo o causata dalle esper (continua)

L’eroina è tornata ad uccidere i nostri giovani: cosa si può fare a riguardo?

L’eroina è tornata ad uccidere i nostri giovani: cosa si può fare a riguardo?
Già nel 2016, i morti per eroina e altri derivati dell’oppio negli Stati Uniti sono stati più di 40.000: la media è impressionante, 115 al giorno, un morto ogni 12 minuti. E in Italia? Dopo 15 anni in cui i morti diminuivano, dal 2017 aumentano di nuovo, con un incremento del 9.7% rispetto al 2016. I numeri non sono paragonabili a quelli degli anni ’90, nel 1996 (continua)

La Marijuana aumenta il rischio di psicosi e depressione negli adolescenti

La Marijuana aumenta il rischio di psicosi e depressione negli adolescenti
Sono anni, ormai decenni, che la Marijuana viene descritta come “leggera”, “curativa”, “terapeutica”, “innocua”, e via dicendo. Si tratta di pura propaganda che si rivela falsa non appena dei seri studi scientifici di rinomate università rivelano che la verità è molto, molto diversa. Innanzitutto va ribadito che la marijuana, de (continua)