Home > Cultura > Molly, una droga dal nome innocente che ha effetti dannosi a volte mortali

Molly, una droga dal nome innocente che ha effetti dannosi a volte mortali

articolo pubblicato da: gtrambusti | segnala un abuso

Molly, una droga dal nome innocente che ha effetti dannosi a volte mortali

Molly è un nome alternativo per MDMA, un acronimo per la sostanza chimica 3,4-metilendioossimetanfetamina, una droga sintetica stimolante e allucinogena. Produce sensazioni di maggiore energia, piacere, calore emotivo con percezioni sensoriali e temporali distorte.

"Molly", abbreviazione di "molecolare", si vende di solito in capsule che contengono la sostanza in polvere. Tuttavia, Molly è tutt'altro che pura. È spesso mescolata con altri farmaci come sali da bagno sintetici, cocaina, crystal meth e Ritalin (farmaco psichiatrico per bambini). Questo porta a effetti collaterali pericolosi e talvolta mortali.

Molly stimola tre sostanze chimiche del cervello: la dopamina, che produce più energia; noradrenalina, che aumenta la frequenza cardiaca e la pressione sanguigna; e serotonina, che influenza l'umore, l'appetito e il sonno. Gli effetti durano dalle tre alle sei ore e possono includere nausea, crampi muscolari, visione offuscata, brividi e sudorazione. Nella settimana successiva, l'utente può provare irritabilità, aggressività, depressione, insonnia, ansia, problemi di memoria e attenzione, diminuzione dell'appetito e riduzione dell'interesse e del piacere nel sesso.

Alte dosi di MDMA possono portare a un picco della temperatura corporea che può provocare insufficienza epatica, renale o cardiaca e persino la morte.

Il farmaco fu sviluppato da un'azienda farmaceutica tedesca come soppressore dell'appetito nel 1912, e divenne popolare negli anni '70 quando gli psichiatri iniziarono a usarlo in psicoterapia senza studi clinici o l'approvazione della Food and Drug Administration (FDA) degli Stati Uniti. A causa dei suoi effetti euforici e allucinogeni, divenne rapidamente popolare durante le feste. La FDA ha etichettato l'MDMA nel 1985 come una droga illegale senza benefici medicinali noti.

L’associazione “Un Mondo Libero dalla Droga” si propone di aiutare le scuole a fare prevenzione sull’abuso di droghe, alcool e farmaci. I volontari effettuano lezioni e conferenze ai ragazzi, e molte scuole adottano la campagna portando avanti loro stesse i programmi di prevenzione grazie ai materiali educativi dell’associazione. Tutti gli interventi dei volontari sono a titolo assolutamente gratuito, come pure la fornitura di opuscoli, manuali, video.

La Chiesa di Scientology sostiene la campagna di “Un Mondo libero dalla Droga” fin dalla sua fondazione. La campagna è del tutto laica, l’associazione organizza anche eventi pubblici nei quali vengono distribuiti opuscoli su tutti i più comuni tipi di droghe ai cittadini. A partire dal 2015 i volontari della campagna hanno tenuto lezioni a migliaia di ragazzi toscani delle scuole medie inferiori e superiori.

“L'arma più efficace nella guerra contro la droga è l'educazione.” L. Ron Hubbard

Scientology | Droga | Un mondo libero dalla droga | L Ron Hubbard | Molly | MDMA | Ecstasy |



Commenta l'articolo

 

Potrebbe anche interessarti

Ruggero Innocente / Paesaggi tra terra acqua cielo


Innocente Ruggero “Luci ombre luoghi e memorie”


Il cromatismo nel paesaggio di Ruggero Innocente


DOPO L’ECCELLENTE RISULTATO DELLA PRIMA EDIZIONE RITORNA AD ABANO TERME LA MOSTRA “DICO NO ALLA DROGA”


LA FESTA PER I FUORI CORSO E PER I GIOVANI ANZIANI: REUMA PARTY, LA FESTA TRASH UNIVERSITARIA TARGATA RADIO WAU.


 

Se ritieni meritevole il nostro lavoro fai una donazione


Recenti

Stesso autore

Con la scusa del cane usciva per spacciare in tempi di coronavirus

Con la scusa del cane usciva per spacciare in tempi di coronavirus
Come evitare di essere fermato dalle forze dell’ordine in tempi di divieto assoluto di circolazione per il contenimento dell’epidemia di coronavirus. Portare il cane al guinzaglio sembrava un trucco brillante, ma quando i finanzieri del comando provinciale di Livorno lo hanno fermato, è stato chiaro che non si trattava di una semplice passeggiata. Lo spacciatore tunisino di 28 a (continua)

La responsabilità dei genitori di adolescenti in materia di rispetto della legge

La responsabilità dei genitori di adolescenti in materia di rispetto della legge
A Milano, una delle province più colpite dal coronavirus, quattro ragazzi tra i 14 e i 15 anni sono stati sorpresi per strada, senza documenti e senza un valido motivo per essere fuori di casa, uno di loro era in possesso di hashish. A quanto pare, questo giovanissimo milanese sentiva il bisogno di assumere droga in compagnia, e questo desiderio era evidentemente più forte della vigi (continua)

Crystal Meth: overdose, suicidi e nazismo

Crystal Meth: overdose, suicidi e nazismo
Il Crystal Meth è una delle droghe più pericolose attualmente in circolazione, è persino difficile descrivere con realismo l’interminabile serie di conseguenze micidiali che causa. Si tratta di una “meta-amfetamina”, protto di sintesi in laboratori chimici clandestini, tagliata con schifezze come acido per batterie e liquido antigelo. Viene smerciata sotto fo (continua)

La marijuana non genera crisi di astinenza? Niente di più falso!

La marijuana non genera crisi di astinenza? Niente di più falso!
Due dei falsi miti che riguardano la marijuana, definita irresponsabilmente “droga leggera” sono che, a differenza delle altre droghe, non genererebbe dipendenza e non causerebbe crisi di astinenza. Ecco che le recenti tragiche vicende legate al coronavirus ci hanno dato modo, in via sperimentale, di determinare che la cannabis si comporta esattamente come tutte le altre droghe. Niente (continua)

Colpa del coronavirus, non si trova più la roba: la soluzione è l’antiproibizionismo?

Colpa del coronavirus, non si trova più la roba: la soluzione è l’antiproibizionismo?
Quando finisce l’effetto della sostanza stupefacente, il corpo si ribella e causa una “crisi di astinenza” con sintomi spesso molto pesanti (dipende dalla sostanza e dallo stadio di dipendenza a cui si è giunti). In questo periodo di drastiche limitazioni agli spostamenti senza giustificato motivo, per gli spacciatori non è facile né rifornirsi dai trafficant (continua)