Home > Musica > MAHOMAN, IL BARBIERE DOMENICANO CHE PORTO’ IL REGGAETON IN ITALIA

MAHOMAN, IL BARBIERE DOMENICANO CHE PORTO’ IL REGGAETON IN ITALIA

scritto da: COMUNICAZIONELIVE | segnala un abuso

MAHOMAN, IL BARBIERE DOMENICANO CHE PORTO’ IL REGGAETON IN ITALIA


 

Vive a Treviso da 15 anni, ha creato un format che impazza nelle discoteche. È la storia di Cesar Andres Gomez Lopez, la voce dello stile “urbano”. La sua ultima hit: Los Dominicanos

 

Ci sono artisti capaci di creare un movimento musicale. Geni illuminati che con il loro esempio diventano capofila di un fenomeno. A volte accade quasi per destino. Come nel caso di Cesar Andres Gomez Lopez, musicista di Santo Domingo con il reggaeton nel sangue fin dalla nascita. Nel quartiere dove è nato, Buenos Aires Herrera, non si balla altro fin dall’alba dei tempi. E lì lui ha iniziato la sua carriera col gruppo “Censurados”. Fino al 2005, aveva trent’anni quando ha deciso di tentare la fortuna in Italia per seguire la moglie e la suocera, che poco prima si erano trasferite a Treviso.

Inizia allora la diffusione del reggaeton in Veneto. All’inizio, era un fenomeno di nicchia, poco conosciuto. Cesar inizia in duo con un amico, Blade. Poi inizia il progetto da solista, nel 2010. A quel punto qualcosa iniziò a muoversi, il movimento “urbano” iniziava ad attecchire anche nel Nord Italia. Canzone su canzone, infine il successo è arrivato nell’ultimo anno. Prima con un format di eventi, il “Saoco Urbano” che lo ha portato sui palchi di mezza Italia, a guidare una ventina di altri artisti, tutti discepoli della sua scuola. Poi col collettivo “Generacion Latina”, che si è esibito ovunque ci fosse un party dal sapore latinoamericano. Infine, adesso, col successo che arriva dal suo canale YouTube, dove una dozzina di hit continuano a macinare ascolti. L’ultima è Los Dominicanos, un inno ai suoi connazionali che risuona da tutte le consolle.

“Adoro la musica reggaeton e sono felice di averla importata in tutto il Nord Italia, ma in particolare in Veneto, dove, anche forse per la mia età, sono il veterano del genere”, dice Cesar che mantiene sempre la sua umiltà: sa che di sola consolle non si può vivere. Per questo, ha deciso anche di proseguire con l’altra sua passione, il lavoro del barbiere. A Treviso ha aperto uno studio, il Cesar Barber Shop in via Gasparinetti, che ormai è diventato punto di riferimento per chi ama la musica sudamericana e la tipologia di tagli di capelli e di barbe che prevedono sfumature millimetriche, disegni artistici. La musica? Sempre presente, sparata a tutto volume e proiettata nei maxischermi.

Ora Cesar, come tutti i suoi colleghi musicisti, è fermo per via del Coronavirus. In questo periodo doveva girare un video alle Tenerife, ma il progetto è rimandato. “Il mio stile piace molto in Spagna, per questo adesso ho un agente a Madrid che sta organizzando un tour in terra iberica”, conclude Cesar. “Il format che vogliamo proporre sarà composto da un paio di ballerine, da un dj e da una seconda voce. Faremo uno show senza precedenti e per noi sarà molto emozionate portare il reggaeton in Spagna”.

 



Commenta l'articolo

 

Potrebbe anche interessarti

Albano Laziale, Anfiteatro Festival e cinema all'aperto


Parcheggio al porto di Venezia: perché non provi ParkinGO?


Vacanze a Porto Cesareo


Battaglia sul fronte del porto di Civitavecchia


Porto di Civitavecchia: Forte incremento dei traffici


Arneo Club - Il miglior pesce a Porto Cesareo


 

Se ritieni meritevole il nostro lavoro fai una donazione


Recenti

Stesso autore

BRACCHI GROUP, MAGAZZINI PIENI E BOOM DI SPEDIZIONI ONLINE: COSì IL CORONAVIRUS HA CAMBIATO LA LOGISTICA

BRACCHI GROUP, MAGAZZINI PIENI E BOOM DI SPEDIZIONI ONLINE: COSì IL CORONAVIRUS HA CAMBIATO LA LOGISTICA
Merci che si muovono al rallentatore, estensione degli spazi di stoccaggio del 20% per la holding di Bergamo. Raddoppiano i flussi sul portale Truckpooling che propone le migliori tariffe web sulle sp Il lockdown ha rallentato le spedizioni di merci, bloccandole nei magazzini. Ma contemporaneamente ha accelerato il “fai da te” nelle spedizioni online perché, non potendosi spostare, in molti per la prima volta hanno dovuto affidarsi ad un corriere. Due tendenze opposte, due sfide (una legata allo stoccaggio, l’altra alla velocità nelle spedizioni) che hanno visto in prima linea Bracchi Group, mu (continua)

VELVET MEDIA REALIZZA IL VIRTUAL SHOWROOM DI MUSEUM

VELVET MEDIA REALIZZA IL VIRTUAL SHOWROOM DI MUSEUM
Il marchio di abbigliamento internazionale “Museum” sceglie Velvet Media come nuovo partner creativo di riferimento a livello globale. Velvet Media sarà responsabile della ridefinizione dell’esperienz Museum nasce nel 1986 come importatore di capi sportswear ed outerwear americani e canadesi. Oggi Museum è un marchio di abbigliamento internazionale che produce cappotti e piumini di alta qualità. I capi Museum sono adatti tanto al freddo estremo canadese quanto alle serate mondane. Museum infatti veste i giovani di tendenza con alta qualità; le linee femminili sono invece pensate per una donna d (continua)

CORONAVIRUS, A VICENZA ARRIVA LA TELECAMERA CHE PROTEGGE NEGOZI E AZIENDE: VIETATO L’INGRESSO A CHI HA LA FEBBRE O E’ SENZA MASCHERINA

CORONAVIRUS, A VICENZA ARRIVA LA TELECAMERA CHE PROTEGGE NEGOZI E AZIENDE: VIETATO L’INGRESSO A CHI HA LA FEBBRE O E’ SENZA MASCHERINA
 Si chiama “DET2000BT” e apparirà in Italia durante la “Fase 2” dell’emergenza. Leonardo Borinato, titolare del marchio Bos, la prima azienda italiana a distribuirla: “Sembra un tablet, è uno strumento rivoluzionario: blocca le porte automatiche e manda un avviso vocale per lanciare l’allarme. È necessario per evitare nuovi contag (continua)

RADIAZIONE GERMICIDA ULTRAVIOLETTA E OZONO, IL FUTURO DELLE SANIFICAZIONI AMBIENTALI

RADIAZIONE GERMICIDA ULTRAVIOLETTA E OZONO, IL FUTURO DELLE SANIFICAZIONI AMBIENTALI
  Migliaia di persone al lavoro, centinaia di cantieri aperti e adesso gli studi innovativi del dipartimento Ricerca e Sviluppo. L'ad Alberto Tavano Colussi: "Le aziende devono uscire dal lockdown, ma prima è prioritario ripristinare la salubrità degli ambienti di lavoro". Le agevolazioni fiscali e il vademecum per riaprire durante Fase 2 dell’emergenza La sani (continua)

RESPIRATORI, TAMPONI E PROTEZIONI: LE STAMPANTI 3D DICHIARANO GUERRA AL COVID-19

RESPIRATORI, TAMPONI E PROTEZIONI: LE STAMPANTI 3D DICHIARANO GUERRA AL COVID-19
 È in corso la più grande chiamata alle armi della storia per gli “artigiani del digitale”. L’azienda 3DZ è leader in Italia nella vendita e consulenza di stampanti 3D. “Salveremo gli ospedali con la prototipazione e accelereremo le innovazioni dei processi produttivi”. Il nodo dei brevetti e delle certificazioni medicali sull’asse Ital (continua)