Home > Altro > Covid-19 in Lombardia Carlo Spinelli (IDD) risponde al Messaggero

Covid-19 in Lombardia Carlo Spinelli (IDD) risponde al Messaggero

scritto da: Carlospinelli | segnala un abuso

Covid-19 in Lombardia Carlo Spinelli (IDD) risponde al Messaggero


Il portavoce del movimento Italia dei Diritti per l’emergenza da Covid-19 interviene su quanto pubblicato dal quotidiano in data 22 maggio a proposito della gestione della pandemia nella regione governata da Attilio Fontana

Roma lì 26 Maggio 2020: Siamo in piena fase due nella gestione dell’emergenza da Covid-19 ma ancora non si sono spente le polemiche sulla gestione della fase uno soprattutto nella regione Lombardia, che sta pagando più di tutti nel nostro Paese le conseguenza della pandemia da coronavirus. Italia dei Diritti ha già trattato questo argomento attraverso l’intervento del portavoce nazionale del movimento per l’emergenza da Covid-19 Carlo Spinelli che il 20 Aprile con un comunicato aveva sottolineato gli errori commessi, secondo il movimento, da parte del governatore e dell’azienda sanitaria lombarda. Lo stesso argomento è stato ripreso nei giorni scorsi dal Messaggero che ha messo in evidenza praticamente gli stessi errori già riportati nel comunicato di Carlo Spinelli, citando varie fonti ma escludendo del tutto Italia dei Diritti. Il portavoce del movimento fondato e presieduto da Antonello De Pierro interviene sulla questione:” Dispiace sinceramente vedere che un quotidiano così importante come il Messaggero nel mettere in evidenza gli errori commessi dalla regione Lombardia nella gestione dell’emergenza da Covid-19, che hanno fatto sì che la regione pagasse un tributo altissimo di vite umane, abbia menzionato vari nomi tralasciando del tutto il nostro movimento che già il 20 Aprile scorso con un mio comunicato dal titolo ospedali ed RSA lombarde vere e proprie bombe al Covid-19, aveva trattato l’argomento riportando, con un mese di anticipo, quanto fatto dal messaggero il 22 Maggio scorso. Non vogliamo prenderci meriti – prosegue Carlo Spinelli – soprattutto in questa fase dove molte persone hanno sofferto e tante hanno pagato con la vita, ma ci sembra quantomeno corretto dare la giusta visibilità a chi in tempi non sospetti si è preso l’onere ( o l’onore) di denunciare i disservizi creati dalla regione e dall’azienda sanitaria lombarda che hanno portato ad un numero impressionante di contagi. Adesso si legge sul Messaggero della pessima gestione del cosiddetto paziente numero uno a Codogno, che può aver colto di sorpresa  la struttura sanitaria, della scellerata gestione dell’ospedale di Alzano Lombardo chiuso per pochissime ore e poi riaperto senza sanificazione e tracciatura dei pazienti e visitatori transitati per la struttura, dall’eccessiva ospedalizzazione dei malati di Covid-19, della privatizzazione voluta dall’ex presidente regionale lombardo Formigoni, della discutibilissima ordinanza dell’otto marzo a firma Attilio Fontana che prevedeva il ricovero dei pazienti anziani malati di Covid-19 presso le RSA lombarde il tutto coordinato dal Pio Albergo Trivulzio, tutte cose che secondo il messaggero, e gli autorevoli personaggi interpellati, hanno contribuito a scatenare il coronavirus tra la popolazione della Lombardia. Si fa riferimento anche a come la regione Veneto , colpita anch’essa duramente dal virus, abbia reagito meglio e contenuto notevolmente i contagi con delle iniziative che in Lombardia sono rimaste solo sulla carta. Tutto questo - va avanti ancora Spinelli – lo avevamo detto più di un mese fa ma sull’articolo del Messaggero nessuna menzione ne del movimento ne del sottoscritto e dire che il nostro ufficio stampa quel comunicato lo aveva inviato anche al Messaggero senza che lo stesso lo avesse pubblicato. Forse il fatto che Italia dei Diritti senza alcuna remora denunci ingiustizie, soprusi, corruzione e intervenga spesso a favore dei cittadini cercando di tutelare quelli che sono i diritti di tutti, diritti spesso calpestati, sta cominciando a dare fastidio a qualcuno e si tende ad oscurare quanto di buono stiamo facendo e, guardando il lato positivo, se così fosse significa che stiamo lavorando bene e siamo sulla buona strada. Dal canto nostro – conclude Spinelli – noi continueremo a dare voce a chi non ha voce a scoperchiare le pentole degli inciuci e a porre l’accento sui problemi che affliggono il nostro paese se poi c’è chi tenta di imbavagliarci, noi siamo pronti a toglierci il bavaglio dalla bocca e a gridare ancora più forte”.  

Ufficio stampa Italia dei Diritti

Coronavirus | Covid-19 | Coronavirus | Spinelli | De Pierro | Salvini | Meloni | Italia dei Diritti |



Commenta l'articolo

 

Potrebbe anche interessarti

Per Carlo Spinelli (IDD) ospedali ed RSA della Lombardia vere e proprie bombe al CoVid-19


Carlo Spinelli ancora critico con il sindaco uscente di Cervara di Roma


Carlo Spinelli IDD: interveniamo concretamente contro il femminicidio


Carlo Spinelli ( IDD ) denuncia alto rischio inquinamento in Basilicata


Aperta la campagna elettorale a Cervara e se il buongiorno si vede dal mattino…


Carlo Spinelli il vero volto nuovo per Cevara sfida il sindaco uscente


 

Se ritieni meritevole il nostro lavoro fai una donazione


Recenti

Stesso autore

Italia dei Diritti, Enrico Perniè nominato nuovo vice responsabile per Vicovaro

Italia dei Diritti, Enrico Perniè nominato nuovo vice responsabile per Vicovaro
Il responsabile per Vicovaro del movimento Italia dei Diritti Giovanni Ziantoni nomina un nuovo vice responsabile per dare ancora maggiore impulso all'opera di controllo nel territorio. Roma 14 luglio 2021: Una nuova carica assegnata all'interno del movimento Italia dei  Diritti; è Giovanni Ziantoni responsabile IDD per Vicovaro nonchè capogruppo consiliare del comune di Percile che con una nomina diretta investe Enrico Perniè quale vice responsabile dell'Italia dei Diritti per Vicovaro che affiancherà lo stesso Ziantoni nell'opera di controllo nel comune della Val (continua)

Italia dei Diritti, Alessandro Mosso nominato responsabile del movimento per la regione Lombardia

Italia dei Diritti, Alessandro Mosso nominato responsabile del movimento per la regione Lombardia
La nomina del nuovo responsabile regionale lombardo del movimento è stata proposta direttamente dal fondatore e Presidente dell'Italia dei Diritti Antonello De Pierro e avallata dal direttivo nazionale riunitosi per preparare la strategia politica da attuare per le elezioni amministrative previste per il prossimo autunno Roma 09 luglio 2021: E' già tempo di prepararsi per le prossime elezioni amministrative previste per l'autunno e il movimento politico Italia dei Diritti fondato e presieduto dal giornalista romano Antonello De Pierro non vuole farsi cogliere impreparato all'appuntamento che sancirà sicuramente un'ulteriore crescita del movimento stesso che sta ottenendo sempre più proseliti grazie (continua)

La Nuova Orchestra Scarlatti di Napoli in concerto al Pantheon

La Nuova Orchestra Scarlatti di Napoli in concerto al Pantheon
Domenica 11 luglio la prestigiosa orchestra napoletana sarà di scena a Roma nella cornice del Pantheon per una serata di rilievo internazionale in occasione della ricorrenza di San Benedetto patrono d'Europa. Roma 08 luglio 2021: La Nuova Orchestra Scarlatti di Napoli si esibirà a Roma. La celebre orchestra napoletana ( ex Rai ) sarà protagonista domenica 11 luglio nella splendida cornice romana del Pantheon con inizio alle ore 19,30 di un concerto musicale su musiche di J.Haydn, L.v. Beethoven, A. Piazzola e Pericle Odierna del quale verrà suonata in prima assoluta la sinfonia Mythos ispirat (continua)

Vicovaro, crolli al cimitero Italia dei Diritti chiede le dimissioni del sindaco

Vicovaro, crolli al cimitero Italia dei Diritti chiede le dimissioni del sindaco
A distanza di oltre due anni alcuni loculi crollati a causa del maltempo ancora non sono stati restaurati nonostante le numerose segnalazioni dei famigliari dei defunti che lì avevano l'ultima dimora. Italia dei Diritti interviene duramente chiedendo le dimissioni di Fiorenzo De Simone Roma 06 luglio 2021: Ancora una volta fari puntati su Vicovaro. Questa volta il movimento politico Italia dei Diritti vuole fare luce sulla situazione del cimitero del comune della Valle Ustica. Da ormai oltre due anni alcuni loculi cimiteriali sono stati gravemente danneggiati dal maltempo e nonostante le promesse del sindaco De Simone ancora non c'è stato alcun intervento per la restau (continua)

Nuove nomine nell'Italia dei Diritti Valle Aniene per Giovanni Ziantoni e Michele Fabri

Nuove nomine nell'Italia dei Diritti Valle Aniene per Giovanni Ziantoni e Michele Fabri
Carlo Spinelli responsabile provinciale romanoe responsabile per la politica interna del movimento assegna nuove cariche in seno all'Italia dei Diritti e non manca di scoccare qualche frecciatina contro chi in questi giorni critica il modo di fare politica della formazione politica fondata e presieduta da Antonello De Pierro. Roma 22 giugno 2021: Continua il processo di crescita del movimento politico Italia dei Diritti con nuove adesioni che premiano l'impegno con il quale il movimento sta portando avanti la propria politica atta a riportare la legalità nelle istituzioni a denunciare i disservizi e a tutelare le classi sociali più deboli. Il responsabile provinciale romano che all'interno del movimento  (continua)