Home > Economia e Finanza > Federal Reserve pronta alla marcia indietro? Probabilmente, ma non da subito

Federal Reserve pronta alla marcia indietro? Probabilmente, ma non da subito

scritto da: Elleny | segnala un abuso

Dopo un lungo periodo di sostengo all'economia, la strategia della banca centrale americana potrebbe cambiare rotta


C'è molta attesa per conosce l'esito del meeting della Federal Reserve, che sarà noto questa sera. Non si può certo dire che la banca centrale abbia compiuto la propria missione di ridare slancio alla crescita economica degli Stati Uniti. Tuttavia, è fuor di dubbio che alcuni importanti risultati la Federal reserve può dichiarare di averli ottenuti. E forse ha già iniziato a fare una parziale marcia indietro, dopo tanti stimoli. i

Federal reserveNel frattempo ha esteso i suoi programmi di prestiti di emergenza a sostegno dell'economia fino alla fine del 2020. Molti dei nove piani lanciati dalla banca centrale sarebbero dovuti scadere alla fine di settembre. Questa misura va a colmare il ritardo con cui il Congresso cerca di deliberare una nuova tornata di aiuti di emergenza da 1.000 miliardi di dollari, che però dovrebbero prevedere sussidi dimezzati rispetto ai 600 $ settimanali erogati fino ad ora e che scadono a fine mese.

Cosa farà la FED

Sia chiaro, l'orientamento della Federal Reserve rimarrà ancora molto espansivo per diverso tempo, perché gli Stati Uniti sono ancora alle prese con un’epidemia piuttosto forte, che peraltro in alcune zone è in preoccupante crescita. Tuttavia, la FED ha ottenuto il ripristino della stabilità finanziaria. Se osserviamo l’indice nazionale delle condizioni finanziarie della Fed di Chicago, che di fatto misura la stabilità dei mercati, si può vedere un rapido ritorno nell’area espansiva, ma anche la rapidità della risposta della Fed.

Consiglio: chi ama gli investimenti sulle valute dovrebbe prendere in considerazione la strategia rettangoli trading forex, che può essere molto interessante.

La curva dei rendimenti e il cambio

Bisogna però guardare anche alla curva dei rendimenti. E questa si trova sui minimi da sei anni, oltre ad essere molto più in basso rispetto ai livelli della fine del quantitative easing, nel 2014. Il sussulto che si era visto a giugno, nelle scadenze più lunghe, è stato annullato.
L'ultimo elemento che la Federal Reserve deve considerare è il cambio effettivo del dollaro. Non piacere agli utenti dei broker autorizzati Consob, ma bisogna sottolineare che è il meno importante. Dopo aver perso il 6% tra marzo e giugno, adesso si è stabilizzato intorno quota 120, che è un livello molto più alto rispetto alla media post-Grande recessione (a 103).

Questi fattori fanno ritenere che la FED, dopo una manovra molto aggressiva, potrebbe ridurre base monetaria e dimensioni del bilancio, forse per frenare il boom nell’offerta di moneta.

fed | dollaro | rettangoli trading forex | broker autorizzati consob |



Commenta l'articolo

 

Potrebbe anche interessarti

Come la FED infuenza la politica monetaria


Federal Reserve messa all'angolo da Trump


Federal Reserve nel dubbio: quando alzare ancora il tasso di interesse?


Test Driver per la Stampa in Sabina Honda Xadv 2021 ha fatto Centro!


Politica monetaria, focus di Pompeo Pontone sugli strumenti della Fed


 

Se ritieni meritevole il nostro lavoro fai una donazione


Recenti

Stesso autore

Mercato valutario, il dollaro comincia la settimana con il piede giusto

Comincia in modo blando ma in risalita, la settimana del dollaro USD. Il biglietto verde si è ripreso subito dal calo avuto nelle prime ore di negoziazioni, poi ha invertito la rotta. Ma cosa succede sul mercato valutario?Il dollaro sul mercato valutarioPer comprendere l'andamento del dollaro sul mercato valutario, occorre fare un passo indietro. Venerdì scorso durante una tavola rotonda, ha (continua)

Prezzo del caffé, diversi fattori lo stanno spingendo sempre più in alto

I problemi produttivi e quelli della catena di approvvigionamento hanno colpito quasi tutti i settori produttivi. Non solo energia e metalli, ma anche il mondo del caffé, dove i prezzi sono in netta crescita e si avviano a raggiungere massimi pluriennali.Come si sta muovendo il prezzo del cafféI futures sul caffè Arabica hanno infatti esteso i guadagni a oltre $ 2,1 per libbra, avvicinandosi al ma (continua)

Mercati finanziari, in settimana rapporto sui nonfarm payroll e vertice OPEC+

I mercati finanziari guarderanno con attenzione soprattutto a due avvenimenti questa settimana. In ordine cronologico sono il vertice OPEC+ sul petrolio, e il rapporto sui nonfarm payroll negli USA. Ma in mezzo ci sono anche i meeting della Banca centrale d'Australia e quella neozelandese.Gli eventi clou per i mercati finanziariPartiamo dal petrolio. L'OPEC e i suoi alleati si incontreranno lunedì (continua)

Banca del Giappone senza sorprese: tassi fermi in terriotrio negativo

Con un voto favorevole di 8 membri contro 1 contrario, la Banca del Giappone ha lasciato invariato il tasso di interesse di riferimento a -0,1%, dove si trova dal 2016. La BoJ ha inoltre lasciato immutato il target di rendimento dei titoli di stato a 10 anni intorno allo 0%. La banca centrale ha anche affermato che inizierà a erogare prestiti per il cambiamento climatico a dicembre.Il meeting del (continua)

Banche centrali e riserve auree, gli Usa battono tutti ma l'Italia è terza

L'oro è da sempre un metallo importante non solo per i consumatori e gli investitori al dettaglio, ma anche per le banche centrali. I caveau sono pieni di riserve auree (per lo più in lingotti), che rappresentano una garanzia di rimborso per i depositanti, i detentori di banconote e gli operatori commerciali. Ma il ruolo di tali riserve è importane anche al fine di supportare il valore della valut (continua)